Zaha Hadid per il Messner Mountain Museum | Architetto.info

Zaha Hadid per il Messner Mountain Museum

wpid-5026_aa.jpg
image_pdf

Sorgerà a 2.275 metri di altezza e sarà l’ultimo componente, il sesto, della catena di musei altoatesini dedicati alla montagna nati su iniziativa dell’alpinista Reinhold Messner. Dopo Dolomites, Firmian, Juval, Ortles e Ripa, sta prendendo forma il sesto Messner Mountain Museum, il Corones, in vetta alla montagna di San Vigilio, Brunico e Valdaora, progettato dall’archistar Zaha Hadid.

Il progetto esecutivo dell’opera è stato infatti approvato e sono state approntate anche tutte le infrastrutture necessarie alla sua realizzazione, così che i lavori edili necessari potranno iniziare nei tempi previsti, cioè nell’imminente periodo estivo. L’apertura è prevista per l’estate 2014.

Il Museo avrà uno sviluppo prevalentemente sotterraneo, articolato su diversi piani tanto che, nonostante i 1.000 metri quadrati di superficie disponibili, solo una minima parte di essi richiederà costruzioni fuori terra. Il movimento complessivo di materiale di scavo sarà di circa 4.000 metri cubi.

Grazie alla soluzione costruttiva sotterranea, il Messner Mountain Museum Corones godrà sia in estate che in inverno di una temperatura interna costante, consentendo in tal modo anche l’ottimizzazione dell’efficienza energetica.

Il livello superiore ospiterà l’area d’ingresso con le casse, un piccolo Museum-shop e il guardaroba completo di armadietti. Da qui, un sistema di scalinate a cascata condurrà i visitatori ai sottostanti tre livelli espositivi, fino a raggiungere il livello inferiore. Una superficie espositiva centrale, che rappresenta il “cuore” del Museo, offrirà spazi adeguati per esposizioni temporanee a tema e presentazioni varie.

Al livello inferiore della struttura, i visitatori si troveranno di fronte a delle finestre panoramiche fino a raggiungere una terrazza esterna di circa 40 metri quadrati di superficie, dalla quale potranno godersi lo splendido panorama a 240°, spaziando dalle Alpi dello Zillertal all’Ortles, fino alle Dolomiti.

In questo modo sarà intensificato il rapporto fra l’ambiente montano esterno e il tema del Museo, le gigantesche pareti di roccia che incarnano la disciplina principe dell’alpinismo. Su questo livello è prevista inoltre una piccola sala cinematografica con una ventina di posti a sedere, per le proiezioni a tema.

Il materiale costruttivo principale sarà il cemento; pareti, solai come pure gli elementi architettonici visibili dall’esterno, quindi l’ingresso, le finestrature e la terrazza, si presenteranno con facciate a intercapedine d’aria in prefabbricato di cemento.

{GALLERY}

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Zaha Hadid per il Messner Mountain Museum Architetto.info