Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Decisione della Commissione, dell’1 marzo 2013- che stabilisce gli ...

Decisione della Commissione, dell’1 marzo 2013- che stabilisce gli orientamenti relativi al calcolo da parte degli Stati membri della quota di energia da fonti rinnovabili prodotta a partire da pompe di calore per le diverse tecnologie a pompa di calore a norma dell’articolo 5 della direttiva 2009/28/CE del Parlamento europeo e del Consiglio

DECISIONE DELLA COMMISSIONE
dell’1 marzo 2013
che stabilisce gli orientamenti relativi al calcolo da parte degli Stati membri della quota di energia da
fonti rinnovabili prodotta a partire da pompe di calore per le diverse tecnologie a pompa di calore a no
rma dell’articolo 5 della direttiva 2009/28/CE del Parlamento europeo e del Consiglio
[notificata con il numero C(2013) 1082]
(Testo rilevante ai fini del SEE)
(2013/114/UE)
LA COMMISSIONE EUROPEA,
visto il trattato sul funzionamento dell’Unione europea,
vista la direttiva 2009/28/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 aprile 2009, sulla promozion
e dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2
001/77/CE e 2003/30/CE ( 1 ), in particolare l’articolo 5, paragrafo 4, in combinato disposto con l’alleg
ato VII,
considerando quanto segue:
(1) la direttiva 2009/28/CE stabilisce un obiettivo che consiste nel conseguire una quota del 20 % di ene
rgia da fonti rinnovabili rispetto al consumo complessivo di energia nell’UE entro il 2020 e indica gli o
biettivi nazionali di energia da fonti rinnovabili per ciascuno Stato membro, nonché un percorso indicati
vo minimo.
(2) È necessaria una metodologia statistica adeguata per misurare il consumo di energia rinnovabile.
(3) L’allegato VII della direttiva 2009/28/CE stabilisce le norme per il computo dell’energia prodotta da
lle pompe di calore e prevede che la Commissione stabilisca gli orientamenti relativi alle modalità con c
ui gli Stati membri fissano i parametri necessari, prendendo in considerazione le differenze nelle condiz
ioni climatiche, particolarmente per quanto concerne i climi molto freddi.
(4) Il metodo per il computo dell’energia rinnovabile prodotta dalle pompe di calore deve basarsi sui mig
liori dati scientifici a disposizione, deve essere il più accurato possibile, ma non eccessivamente compl
icato e costoso da mettere in pratica.
(5) Solo l’aria ambiente, ovvero l’aria esterna, può essere fonte di energia per una pompa di calore aria
-aria. Tuttavia, se la fonte di energia è un insieme di energia prodotta a partire dai rifiuti e di energ
ia ambientale (ad esempio aria di scarico proveniente da impianti di ventilazione), il metodo per calcola
re l’energia rinnovabile fornita dovrebbe tenerne conto.

Architetto.info