Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Disposizioni in materia di rilascio di immobili urbani ad uso abitati...

Disposizioni in materia di rilascio di immobili urbani ad uso abitativo e disposizioni di sanatoria.

L 04/11/1996 n. 00000566

LOCAZIONE DI COSE
Legge 4 novembre 1996, n. 566 (in Gazz. Uff., 5 novembre 1996, n.
259). — Disposizioni in materia di rilascio di immobili urbani ad
uso abitativo e disposizioni di sanatoria.

Art. 1.

Disposizioni in materia di rilascio di immobili urbani ad uso
abitativo.

1. Il termine previsto dall’articolo 3, comma 5, del decreto-legge
30 dicembre 1988, n. 551, convertito, con modificazioni, dalla legge
21 febbraio 1989, n. 61, relativo alla concessione dell’assistenza
della forza pubblica ai fini dell’esecuzione di provvedimenti di
rilascio di immobili urbani adibiti ad uso abitativo è prorogato di
quarantadue mesi a decorrere dal 1° gennaio 1994.

Art. 2.

Disposizioni di sanatoria.

1. Restano validi gli atti ed i provvedimenti adottati e sono fatti
salvi gli effetti prodottisi ed i rapporti giuridici sorti sulla base
dell’articolo 46 del decreto-legge 30 agosto 1993, n. 330,
dell’articolo 46 del decreto-legge 29 ottobre 1993, n. 429,
dell’articolo 51 del decreto-legge 28 dicembre 1993, n. 542,
dell’articolo 51 del decreto-legge 26 febbraio 1994, n. 134,
dell’articolo 51 del decreto-legge 29 aprile 1994, n. 257,
dell’articolo 17 del decreto-legge 27 giugno 1994, n. 414,
dell’articolo 17 del decreto-legge 27 agosto 1994, n. 514,
dell’articolo 17 del decreto-legge 28 ottobre 1994, n. 601,
dell’articolo 16 del decreto-legge 28 dicembre 1994, n. 723,
dell’articolo 16 del decreto-legge 25 febbraio 1995, n. 55,
dell’articolo 2, comma 4, del decreto-legge 29 aprile 1995, n. 140,
dell’articolo 2, comma 4, del decreto-legge 28 giugno 1995, n. 256,
dell’articolo 2, comma 4, del decreto-legge 28 agosto 1995, n. 358,
dell’articolo 2, comma 4, del decreto-legge 27 ottobre 1995, n. 445,
dell’articolo 2, comma 4, del decreto-legge 23 dicembre 1995, n. 546,
dell’articolo 2, comma 4, del decreto-legge 26 febbraio 1996, n. 81,
dell’articolo 2, comma 4, del decreto-legge 26 aprile 1996, n. 217,
dell’articolo 2, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 1996, n. 335, e
dell’articolo 2, comma 4, del decreto-legge 8 agosto 1996, n. 443.
2. Sono fatti salvi gli effetti e le previsioni dei contratti di
locazione di immobili stipulati prima della data di entrata in vigore
della presente legge in deroga alla legge 27 luglio 1978, n. 392, con
l’assistenza delle organizzazioni della proprietà edilizia e dei
conduttori maggiormente rappresentative a livello nazionale.

Art. 3.

Entrata in vigore.

1. La presente legge entra in vigore il giorno stesso della sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Architetto.info