Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Attuazione degli articoli 2 e 5 del decreto-legge 8 luglio 1994,...

Attuazione degli articoli 2 e 5 del decreto-legge 8 luglio 1994, n. 438, recante disposizioni in materia di riutilizzo dei residui derivanti da cicli di produzione o di consumo in un processo produttivo o in un processo di combustione, nonchè in materia di smaltimento dei rifiuti.

dm 05/09/1994 [MOD]

INQUINAMENTO
Decreto Ministeriale 5 settembre 1994 (in Suppl. ordinario n. 126,
alla Gazz. Uff., n. 212, del 10 settembre). — Attuazione degli
articoli 2 e 5 del decreto-legge 8 luglio 1994, n. 438, recante
disposizioni in materia di riutilizzo dei residui derivanti da cicli
di produzione o di consumo in un processo produttivo o in un processo
di combustione, nonchè in materia di smaltimento dei rifiuti.

Il Ministro dell’ambiente, di concerto con i Ministri della sanità,
dell’industria, del commercio e dell’artigianato e delle risorse
agricole, alimentari e forestali:
Visto l’art. 2, commi 3 e 4, del decreto-legge 8 luglio 1994, n.
438, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 159 del 9 luglio 1994,
recante disposizioni in materia di riutilizzo dei residui derivanti
da cicli di produzione o di consumo in un processo produttivo o in un
processo di combustione, nonchè in materia di smaltimento dei
rifiuti; Viste le comunicazioni pervenute al Ministero dell’ambiente
ai sensi dell’art. 2, comma 3, dello stesso decreto-legge;
Considerata la ricognizione effettuata tra le amministrazioni
concertanti, ai sensi dell’art. 2, comma 4; Visto l’art. 5, comma 1,
dello stesso decreto-legge che prevede la definizione delle norme
tecniche generali per il riutilizzo dei residui derivanti da cicli di
produzione o di consumo in un processo produttivo; Visti gli articoli
2, comma 5, e 5, comma 1, del citato decreto-legge relativi alle
procedure di aggiornamento periodico;
Decreta:

Art. 1. 1. I materiali contenuti nell’elenco nazionale di cui
all’allegato 1 del presente decreto continuano ad essere esclusi dal
campo di applicazione del decreto-legge 8 luglio 1994, n. 438.

Art. 2. 1. Ai materiali elencati all’allegato 2 del presente
decreto non si applica l’esclusione di cui all’art. 1 ed i medesimi
sono da considerarsi residui destinati al riutilizzo ai sensi e per
gli effetti di cui all’art. 5, comma 1, del decreto-legge 8 luglio
1994, n. 438.

Art. 3. 1. Le norme tecniche generali per il riutilizzo dei residui
in un processo produttivo, di cui all’art. 5, comma 1 del
decreto-legge 8 luglio 1994, n. 438, sono quelle contenute
nell’allegato 3 del presente decreto.

Art. 4. 1. Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.

(Sono omessi gli allegati).

Architetto.info