Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Approvazione, ai sensi del terzo comma dell'art. 4 della legge 1° ...

Approvazione, ai sensi del terzo comma dell'art. 4 della legge 1° giugno 1971, n. 291, dell'elenco dei comuni nei quali le limitazioni previste dai primi tre commi dell'art. 17 della legge 6agosto 1967, n. 765, continueranno ad applicarsi fino all'approvazione dello strumento urbanistico.

dm 27/07/1971

EDILIZIA E URBANISTICA
Decreto Ministeriale 27 luglio 1971 (in Gazz. Uff., 2 agosto, n.
194). — Approvazione, ai sensi del terzo comma dell’art. 4 della
legge 1° giugno 1971, n. 291, dell’elenco dei comuni nei quali le
limitazioni previste dai primi tre commi dell’art. 17 della legge 6
agosto 1967, n. 765, continueranno ad applicarsi fino
all’approvazione dello strumento urbanistico.

Il Ministro per i lavori pubblici, di concerto con il Ministro per
l’interno:
Vista la legge urbanistica 17 agosto 1942, n. 1150, e successive
modificazioni ed integrazioni;
Visto l’art. 17, primo, secondo e terzo comma della legge 6 agosto
1967, n. 765, che stabilisce le limitazioni alle quali è soggetta –
nei comuni sprovvisti di piano regolatore generale o di programma di
fabbricazione approvati – l’edificazione a scopo residenziale e
quella degli edifici e complessi produttivi;
Visto l’art. 4 della legge 1° giugno 1971, n. 291, in base al quale
le limitazioni sopra indicate non si applicano dalla data di
presentazione del piano regolatore generale o del programma di
fabbricazione all’autorità competente per l’approvazione, con
esclusione soltanto dei comuni inclusi in appositi elenchi da formare
entro due mesi dalla entrata in vigore della legge medesima;
Visto il decreto ministeriale 22 giugno 1971, con il quale ai sensi
del menzionato art. 4 della legge n. 291 è stato approvato un primo
elenco di comuni;
Considerato che la disposizione dell’art. 4, terzo comma, della
legge n. 291, è intesa ad assicurare l’applicazione – fino
all’approvazione degli strumenti urbanistici – della normativa di cui
ai primi tre commi dell’art. 17 della legge 6 agosto 1967, n. 765,
nei comuni il cui territorio, per caratteristiche intrinseche e per
condizioni obiettivamente riscontrabili, necessita della particolare
salvaguardia, quale è prevista dal menzionato art. 17;
Considerato che in relazione agli scopi perseguiti dal citato terzo
comma dell’art. 4, i criteri fondamentali in base ai quali occorre
procedere alla individuazione dei comuni da includere in elenco, sono
i seguenti: a) difesa dell’ambiente naturale; b) coordinamento della
pianificazione urbanistica; c) controllo dell’attività edilizia;
che, pertanto, appare necessario includere in elenco:
in relazione al punto a), i comuni il cui territorio ricade lungo
fasce costiere, marine o lacustri ovvero comprende parchi o riserve
naturali ovvero sia caratterizzato dalla esistenza di biotopi, nonchè
comuni il cui territorio sia vincolato ai sensi della legge 29 giugno
1939, n. 1497, o del regio decreto 30 dicembre 1923, n. 3267;
in relazione al punto b), i comuni facenti parte di piani
intercomunali, nonchè quelli per i quali l’esigenza di un
coordinamento della pianificazione urbanistica scaturisce dal fatto
che tali comuni siano interessati da processi di sviluppo industriale
o turistico, ovvero ricadano in aree metropolitane o particolarmente
congestionate;
in relazione al punto c), i comuni nei quali sono state
realizzate o sono in corso iniziative costruttive o lottizzatorie,
che sia per l’aspetto quantitativo che per quello qualitativo,
richiedano un attento controllo di carattere urbanistico;
Considerato che, sulla base dei criteri e dei parametri suesposti,
appare opportuno procedere alla formazione di un unico, definitivo
elenco comprendente anche i comuni di cui al menzionato decreto
ministeriale 22 giugno 1971, per i quali risultano sussistere le
condizioni e caratteristiche di cui sopra;
Considerato che, per i comuni inclusi nel precedente elenco e non
compresi in quello che con il presente decreto viene approvato, cessa
la necessità di applicare le limitazioni di cui ai primi tre commi
dell’art. 17;
Decreta:

1. – É approvato, come segue, l’elenco dei comuni nei quali le
limitazioni di cui all’art. 17, primo, secondo e terzo comma, della
legge 6 agosto 1967, n. 765 continuano ad applicarsi anche dopo la
presentazione del piano regolatore generale o del programma di
fabbricazione all’autorità competente per l’approvazione:

PIEMONTE

Provincia di Torino: Alpignano, Andezeno, Arignano, Avigliana,
Balangero, Baldissero Torinese, Beinasco, Borgaro Torinese,
Borgofranco d’Ivrea, Bruino, Cafasse, Carignano, Casalborgone,
Cascinette d’Ivrea, Caselette, Caselle Torinese, Castagneto Po,
Castellamonte, Chiaverano, Chieri, Chivasso, Cinzano, Coazze,
Cumiana, Fiano, Foglizzo, Frossasco, Giaveno, Givoletto, Grosso,
Grugliasco, La Cassa, Lanzo Torinese, Leinì, Lemie, Locana,
Lombardore, Lombriasco, Marentino, Mathi, Mombello di Torino,
Montaldo Torinese, Montaldo Dora, Moriondo Torinese, Noasca, Osasco,
Oulx, Pancalieri, Pecetto Torinese, Pianezza, Pinerolo, Piobesi
Torinese, Piverone, Poirino, Pragelato, Pralormo, Ribordone, Rivalta
di Torino, Riva presso Chieri, Rivarossa, Robassomero, Ronco
Canavese, Rondissone, San Carlo Canavese, San Maurizio Canavese, San
Raffaele Cimena, San Sebastiano da Po, Santo Ambrogio di Torino,
Sciolze, Torrazza Piemonte, Trofarello, Usseglio, Val della Torre,
Valgioie, Valperga, Valprato Soana, Varisella, Vauda Canavese,
Venaria, Verolengo, Verrua Savoia, Villanova Canavese, Villarbasse,
Villar Dora, Villastellone, Virle Piemonte, Viù.
Provincia di Vercelli: Alagna Valsesia, Balmuccia, Bioglio,
Borgosesia, Callabiana, Camandona, Campertogno, Caprile, Coggiola,
Crevacuore, Caglianico, Lamporo, Mollia, Muzzano, Piedicavallo, Pila,
Piode, Pistolesa, Riva Valdobbia, Roppolo, Rosazza, Rossa, Sagliano
Micca, Saluggia, Scopa, Selve Marcone, Serravalle Sesia, Sordevolo,
Trino, Valduggia, Vallanzengo, Valle Mosso, Valle San Nicolao,
Veglio, Vercelli, Viverone.
Provincia di Novara: Antrona Schieranco, Armeno, Arona, Borgo
Ticino, Cannero Riviera, Casale Corte Cerro, Cossogno, Dormelletto,
Gozzano, Invorio, Lesa, Macugnaga, Madonna del Sasso, Malesco,
Massino Visconti, Meina, Miasino, Nonio, Novara, Oggebbio, Orta San
Giulio, Pella, Pettenasco, Pieve Vergonte, San Bernardino Verbano,
Santa Maria Maggiore, Trarego Viggiona, Trasquera, Trontano, Varzo,
Verbania.
Provincia di Cuneo: Aisone, Albaretto della Torre, Alto, Arguello,
Barbaresco, Barolo, Bastia-Mondovì, Belvedere Langhe, Benevello,
Bergolo, Bonvicino, Borgomale, Borgo San Dalmazzo, Bosia, Briga Alta,
Camerana, Caprauna, Caramagna Piemonte, Castelletto Uzzone,
Castellino Tanaro, Castelnuovo di Ceva, Castiglione Falletto,
Centallo, Ceresole Alba, Cerreto delle Langhe, Cervasca, Cigliè,
Cissone, Clavesana, Cortemilia, Cossano Belbo, Cravanzana, Diano
d’Alba, Entracque, Farigliano, Faule, Feisoglio, Frabosa Soprana,
Garessio, Genola, Gorzegno, Grottasecca, Igliano, La Morra, Lequio
Berria, Levice, Limone Piemonte, Mango, Marsaglia, Mombarcaro,
Monchiero, Monforte d’Alba, Montelupo Albese, Montezemolo, Murazzano,
Neive, Neviglie, Niella Belbo, Novello, Ormea, Pamparato, Paroldo,
Perletto, Pezzolo Valle Uzzone, Ponte Chianale, Pradleves, Priero,
Priola, Prunetto, Racconigi, Roaschia, Roascio, Roburent, Rocca
Cigliè, Roccaforte-Mondovì, Rocchetta Belbo, Roddi, Roddino, Rodello,
Sale San Giovanni, Saliceto, Saluzzo, San Benedetto Belbo, Santo
Stefano Belbo, Serralunga d’Alba, Serravalle Langhe, Sinio, Somano,
Sommariva del Bosco, Torre Bormida, Torresina, Treiso, Trezzo
Tinella, Valdieri, Verduno, Vinadio, Viola, Vottignasco.
Provincia di Asti: Asti, Baldichieri d’Asti, Bubbio, Buttigliera
d’Asti, Calosso, Canelli, Castagnole delle Lanze, Castelnuovo Don
Bosco, Coazzolo, Loazzolo, Monbaldone, Monastero Bormida, Moncucco
Torinese, Mongardino, Olmo Gentile, Roccaverano, Serole, Villanova
d’Asti.
Provincia di Alessandria: Alessandria, Bistagno, Bosco Marengo,
Carrosio, Cassinelle, Castelletto d’Orba, Castelletto Monferrato,
Cavatore, Denice, Grognardo, Montecastello, Morbello, Pasturana,
Pietra Marazzi, Pontecurone, Ponti, Ponzone, Pozzol Groppo, San
Giorgio Monferrato, San Salvatore Monferrato, Tassarolo, Terruggia,
Voltaggio.

LOMBARDIA

Provincia di Varese: Agra, Albizzate, Angera, Arcisate, Azzate,
Azzio, Barasso, Bardello, Besozzo, Brebbia, Brezzo di Bedero,
Brunello, Buguggiate, Cantello, Carnago, Casciago, Casorate Sempione,
Cassano Magnago, Castelseprio, Cavaria con Premezzo, Cazzago Brabbia,
Cocquio Trevisago, Comabbio, Fagnano Olona, Ferno, Galliate Lombardo,
Gemonio, Germignaga, Golasecca, Leggiuno, Lonate Ceppino, Lonate
Pozzolo, Luino, Maccagno, Mercallo, Monvalle, Mornago, Porto Ceresio,
Samarate, Sangiano, Sesto Calende, Solbiate Olona, Taino, Tronzano
Lago Maggiore, Valganna, Varano Borghi, Veddasca, Viggiù, Vizzola
Ticino.
Provincia di Como: Albavilla, Albese con Cassano, Alserio, Alzate
Brianza, Annone di Brianza, Argegno, Arosio, Asso, Barzago, Barzio,
Bellagio, Blevio, Brenna, Brunate, Bulciago, Campione d’Italia,
Canzo, Carugo, Casasco d’Intelvi, Castello di Brianza, Castelmarte,
Castiglione d’Intelvi, Cerano d’Intelvi, Cermenate, Cernobbio,
Civate, Colle Brianza, Colonno, Consiglio di Rumo, Costa-Masnaga,
Crandola Valsassina, Cremella, Cremia, Dervio, Dizzasco, Dolzago,
Dongo, Dorio, Dosso del Liro, Erba, Eupilio, Galbiate, Garlate, Gera
Lario, Grandate, Gravedona, Griante, Introbio, Introzzo, Laglio,
Lasnigo, Lenno, Lezzeno, Lipomo, Longone al Segrino, Magreglio,
Mandello del Lario, Margno, Menaggio, Merone, Mezzegra, Moltrasio,
Monguzzo, Musso, Nesso, Nibionno, Novedrate, Oggiono, Olginate,
Oliveto Lario, Ossuccio, Parè, Pasturo, Peglio, Pellio…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info