Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Valori di riferimento del rendimento di combustione degli impianti d...

Valori di riferimento del rendimento di combustione degli impianti di riscaldamento.

dm 26/01/1981

RISCALDAMENTO
Decreto Ministeriale 26 gennaio 1981 (in Gazz. Uff., 20 ottobre, n.
288). – Valori di riferimento del rendimento di combustione degli
impianti di riscaldamento.

Il Ministro de1l’industria, del commercio e dell’artigianato:
Vista la legge 30 aprile 1976, n. 373, che detta norme per il
contenimento del consumo energetico per usi termici negli edifici;
Visto l’art. 16, comma sesto, del decreto del Presidente della
Repubblica 28 giugno 1977, n. 1052, per la esecuzione della citata
legge;
Decreta:

Articolo unico. – I valori di riferimento del rendimento di
combustione degli impianti termici per il riscaldamento degli
ambienti e per la produzione di acqua calda per usi igienici e
sanitari, con potenza termica al focolare superiore a 50.000 kcal/h
(58.000 W) ed alimentati con combustibili liquidi o gassosi, rispetto
ai quali il rendimento di combustione degli impianti esistenti alla
data del 6 febbraio 1978 non può scendere al di sotto di 15 unità
percentuali, sono indicati nella seguente tabella:

===========Ð========Ð==========Ð=========Ð===========Ð===========
| | | | |
Q¿c | 51-100 | 101-150 | 151-300 | 301-1000 | 1001-2000
| | | | |
———–+——–+———-+———+———–+———–
| | | | |
eta | 85% | 86% | 87% | 88% | 89%
| | | | |
| | | | |
dove:
Q¿c = Potenza termica al focolare in [kcal/h] x 10^3.
eta = Rendimento di combustione.
I valori di Q¿c in Watt si ottengono moltiplicando le kcal/h x
1,16.

Architetto.info