Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Variazione in diminuzione della percentuale di commisurazione al reddi...

Variazione in diminuzione della percentuale di commisurazione al reddito del contributo soggettivo dovuto dagli iscritti alla Cassa nazionale di previdenza ed assistenza a favore degli ingegneri ed architetti.

dm 27/12/1983

INGEGNERI, ARCHITETTI, GEOMETRI
Decreto Ministeriale 27 dicembre 1983 (in Gazz. Uff., 13 gennaio, n.
13). – Variazione in diminuzione della percentuale di commisurazione
al reddito del contributo soggettivo dovuto dagli iscritti alla Cassa
nazionale di previdenza ed assistenza a favore degli ingegneri ed
architetti.

Il Ministro del lavoro e della previdenza sociale, di concerto con
il Ministro del tesoro:
Visto l’art. 12 della legge 3 gennaio 1981, n. 6, che prevede la
possibilità di variare per la prima volta nel 1983, con effetto dal
1° gennaio 1984, la percentuale di commisurazione al reddito dei
contributi soggettivi dovuti dagli iscritti alla Cassa nazionale di
previdenza ed assistenza per gli ingegneri ed architetti con decreto
del Ministro del lavoro e della previdenza sociale di concerto col
Ministro del tesoro sentito il parere del consiglio di
amministrazione della Cassa, o su richiesta motivata di questo; e in
particolare la possibilità di diminuire la percentuale medesima
quando le entrate complessive superano del 10 per cento la somma
delle uscite e degli accantonamenti per il fondo di garanzia, oppure
quando il fondo di garanzia ha raggiunto l’ammontare di tre annualità
delle pensioni erogate;
Vista la delibera 2 dicembre 1983 del consiglio di amministrazione
della Cassa nazionale di previdenza ed assistenza per gli ingegneri
ed architetti – adottata anche sulla base della verifica tecnica
sull’equilibrio della gestione, disposta ai sensi del quarto comma
del citato art. 12 – e la nota n. 7821 del 3 dicembre 1983 con la
quale il presidente della Cassa stessa ha richiesto, in conformità
alla predetta delibera, che la percentuale di commisurazione al
reddito del contributo soggettivo di cui all’art. 9, primo comma,
lettera a), della legge n. 6/1981, venga diminuita dal 10 per cento
al 9 per cento;
Considerato che il fondo di garanzia della Cassa nazionale di
previdenza ed assistenza per gli ingegneri ed architetti, determinato
in lire 66 miliardi con delibera adottata il 27 ottobre 1982 dal
consiglio di amministrazione della Cassa stessa e approvata con
decreto 29 novembre 1983 del Ministro del lavoro e della previdenza
sociale di concerto con il Ministro del tesoro, supera l’ammontare di
tre annualità delle pensioni erogate nell’anno 1982, il cui importo è
indicato nel bilancio consuntivo dello stesso anno in L.
17.859.138.282; e che pertanto ricorre il presupposto previsto
dall’ultimo comma del citato art. 12, per la diminuzione delle
percentuali sopraindicate;
Ritenuto opportuno emanare il provvedimento richiesto dalla Cassa
nazionale di previdenza ed assistenza per gli ingegneri ed
architetti;
Decreta:

Con effetto dal 1° gennaio 1984, la percentuale di commisurazione
al reddito del contributo soggettivo di cui all’art. 9, primo comma,
lettera a), della legge 3 gennaio 1981, n. 6, dovuto dagli iscritti
alla Cassa nazionale di previdenza ed assistenza per gli ingegneri ed
architetti, è diminuita da 10 per cento al 9 per cento.

Architetto.info