Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Disciplina di alcuni casi di variazione dei progetti approvati ...

Disciplina di alcuni casi di variazione dei progetti approvati ai sensi dell'art. 4 della legge 12 agosto 1977, n. 675, recante provvedimenti per il coordinamento della politica industriale, la ristrutturazione, la riconversione e lo sviluppo del settore.

dm 05/06/1987

INDUSTRIA, COMMERCIO, ARTIGIANATO (CREDITI)
Decreto Ministeriale 5 giugno 1987 (in Gazz. Uff., 9 luglio, n.
158). — Disciplina di alcuni casi di variazione dei progetti
approvati ai sensi dell’art. 4 della legge 12 agosto 1977, n. 675,
recante provvedimenti per il coordinamento della politica
industriale, la ristrutturazione, la riconversione e lo sviluppo del
settore.

Il Ministro dell’industria del commercio e dell’artigianato:
Vista la legge 12 agosto 1977, n. 675, e successive modifiche ed
integrazioni, recante provvedimenti per il coordinamento della
politica industriale, la ristrutturazione, la riconversione e lo
sviluppo del settore; Visto l’art. 18 della legge 26 aprile 1983, n.
130, che stabilisce che il Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato provvede a tutti gli adempimenti necessari per
consentire la più agile attuazione della legge 12 agosto 1977, n.
675; Visto il decreto ministeriale 10 luglio 1986, con il quale sulla
base della delibera CIPI dell’8 maggio 1986, è stato previsto che il
Ministero dell’industria, del commercio e dell’artigianato possa
direttamente approvare le modifiche ai progetti di investimento
agevolati ai sensi della citata legge n. 675/1977, qualora queste non
comportino variazioni significative nelle caratteristiche
tecnico-economiche dell’investimento e nell’entità e tipologia delle
agevolazioni concesse; Considerato che in alcuni casi vengono
apportate modifiche ai programmi, che, pur non essendo
particolarmente rilevanti sotto l’aspetto tecnico, possono avere
ripercussioni nel contesto economico-finanziario del programma stesso
e dell’azienda; Ritenuta l’opportunità di ricondurre i suddetti casi,
data la loro peculiarità, nell’ambito della normale procedura di
approvazione prevista dall’art. 4 della legge n. 675/1977;
Decreta:

1. Sono approvate con la procedura di cui all’art. 4 della legge 12
agosto 1977, n. 675, le seguenti variazioni dei programmi agevolati:
sostituzione del macchinario e/o delle attrezzature facenti parte
del progetto agevolato con altri simili o tecnologicamente più
avanzati qualora comporti variazione sostanziale delle
caratteristiche del progetto agevolato;
cessione in prestito d’uso del macchinario di un progetto
agevolato a condizione che venga utilizzato esclusivamente per le
finalità produttive dello stesso progetto agevolato;
la cessione dei beni agevolati con contratti che comunque
prevedano il mantenimento degli stessi nell’attività industriale
originaria e il mantenimento delle finalità del progetto agevolato;
affitto dell’azienda agevolata nell’ambito dello stesso gruppo
imprenditoriale purchè vengano mantenute l’attività industriale
originaria e le finalità del progetto agevolato.
2. Per i casi non previsti nel presente decreto resta valido quando
disposto dal decreto ministeriale 10 luglio 1986, citato in premessa.

Architetto.info