Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Modificazioni al regolamento degli esami di Stato per l'abilitazi...

Modificazioni al regolamento degli esami di Stato per l'abilitazione all'esercizio della libera professione di geometra.

dm 14/07/1987

INGEGNERI, ARCHITETTI, GEOMETRI
Decreto Ministeriale 14 luglio 1987 (in Gazz. Uff., 21 luglio, n.
168). — Modificazioni al regolamento degli esami di Stato per
l’abilitazione all’esercizio della libera professione di geometra.

Il Ministro della pubblica istruzione:
Vista la legge 7 marzo 1985, n. 75; Vista la legge 8 dicembre 1956,
n. 1378, e successive modificazioni; Visto il decreto ministeriale 15
marzo 1986 contenente il regolamento per gli esami di Stato per
l’abilitazione all’esercizio della libera professione di geometra;
Considerato l’andamento della prima sessione di esami; Sentito il
Consiglio nazionale della pubblica istruzione; Sentito il Consiglio
nazionale dei geometri; Ritenuta l’opportunità di apportare alcune
modifiche alle norme che disciplinano lo svolgimento degli esami di
Stato per l’abilitazione all’esercizio della libera professione di
geometra;
Decreta:

Art. 1.

Commissioni esaminatrici.

Il secondo comma dell’art. 8 del decreto ministeriale 15 marzo 1986
è sostituito dal seguente:
<<Il presidente viene scelto nelle seguenti categorie:
a) professori universitari di ruolo ordinario o straordinario;
b) professori universitari associati o fuori ruolo;
c) presidi di ruolo ordinario degli istituti tecnici provenienti
da cattedre di insegnamento comprese nelle classi di concorso XX,
LXXXIV e CXIV;
d) presidi di ruolo ordinario degli istituti tecnici per geometri
o commerciali e per geometri>>.
é ridotto da quindici a dieci anni il periodo minimo di iscrizione
all’albo professionale richiesto dal penultimo comma dell’art. 8 del
richiamato decreto ministeriale, ai fini dell’inclusione nelle
commissioni esaminatrici dei geometri liberi professionisti.

Art. 2.

Sostituzioni.

I primi due commi dell’art. 9 del decreto ministeriale 15 marzo
1986 sono sostituiti dai seguenti:
<<Con lo stesso decreto di nomina di cui al precedente articolo il
Ministro della pubblica istruzione designa per ciascuna commissione
anche tre membri supplenti, di cui uno scelto dalla categoria dei
docenti delle scuole secondarie e due dalle terne designate dal
Consiglio nazionale dei geometri.
In caso di giustificata assenza all’atto dell’insediamento della
commissione o di successivo impedimento di qualcuno dei commissari,
il presidente dispone con proprio provvedimento la relativa
definitiva sostituzione nominando il membro supplente della categoria
corrispondente, seguendo, nel caso di assenza di un geometra iscritto
all’albo professionale, l’ordine di designazione ministeriale>>.

Art. 3.

Prove di esame.

Il programma di esame di cui alla tabella A allegata al decreto
ministeriale 15 marzo 1986 è sostituito, nella parte concernente la
seconda prova scritto-grafica, dal seguente:
<<La seconda prova può consistere nella risoluzione di un problema
riguardante l’estimo oppure il rilevamento e la rappresentazione di
un terreno, con possibili connessioni con le tematiche dell’estimo>>.

Art. 4.

Temi per le prove scritto-grafiche.

I primi due commi dell’art. 12 del decreto ministeriale 15 marzo
1986 sono sostituiti dai seguenti:
<<Il tempo assegnato ai candidati per lo svolgimento di ciascuna
delle due prove scritto-grafiche viene indicato in calce ai
rispettivi temi.
I temi, unici per ciascuna prova, sono inviati dal Ministero della
pubblica istruzione.
Qualora i plichi ministeriali, per comprovate sopravvenute cause di
forza maggiore, non pervengano tempestivamente a destinazione o non
possano essere utilizzati, i temi vengono assegnati da ciascuna
commissione esaminatrice>>.

Architetto.info