Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Modifiche ed integrazioni al decreto-legge 3 gennaio 1987, n. 2, co...

Modifiche ed integrazioni al decreto-legge 3 gennaio 1987, n. 2, conv., con modificazioni, dalla legge 6 marzo 1987, n. 65, concernente misure urgenti per la costruzione o l'ammodernamento di impianti sportivi, per la realizzazione e completamento di strutture sportive di base e per l'utilizzazione dei finanziamenti aggiuntivi a favore delle attività di interesse turistico (1).

DL 02/02/1988 n. 00000022 VIGENTE

SPORT
Decreto-legge 2 febbraio 1988, n. 22 (in Gazz. Uff., 3 febbraio 1988,
n. 27), conv. in l. 21 marzo 1988, n. 92 (in Gazz. Uff., 25 marzo
1988, n. 71). — Modifiche ed integrazioni al decreto-legge 3 gennaio
1987, n. 2, conv., con modificazioni, dalla legge 6 marzo 1987, n.
65, concernente misure urgenti per la costruzione o l’ammodernamento
di impianti sportivi, per la realizzazione e completamento di
strutture sportive di base e per l’utilizzazione dei finanziamenti
aggiuntivi a favore delle attività di interesse turistico (1).

(1) Vedi, ora, art. 3, d.lg. 16 dicembre 1989, n. 418.

(Omissis).

Art. 1.

1. Al decreto-legge 3 gennaio 1987, n. 2, convertito, con
modificazioni, dalla legge 6 marzo 1987, n. 65, sono apportate le
seguenti modifiche ed integrazioni.
2. (Omissis) (1).
3. (Omissis) (2).
4. (Omissis) (3).
5. (Omissis) (4).
6. (Omissis) (5).

(1) Sostituisce la lett. b) del comma 1 dell’art. 1, d.l. 3 gennaio
1987, n. 2, conv. in l. 6 marzo 1987, n. 65.
(2) Sostituisce i commi 4 e 5 dell’art. 1, d.l. 3 gennaio 1987, n.
2, conv. in l. 6 marzo 1987, n. 65.
(3) Sostituisce il comma 1 dell’art. 2, d.l. 3 gennaio 1987, n. 2,
conv. in l. 6 marzo 1987, n. 65.
(4) Modifica il comma 1-ter dell’art. 2, d.l. 3 gennaio 1987, n. 2,
conv. in l. 6 marzo 1987, n. 65.
(5) Aggiunge il comma 1-quater all’art. 2, d.l. 3 gennaio 1987, n.
2, conv. in l. 6 marzo 1987, n. 65.

Art. 2.

(Omissis) (1).

(1) Vedi, ora, art. 3, d.lg. 16 dicembre 1989, n. 418.

Art. 3.

(Omissis) (1).

(1) Vedi, ora, art. 3, d.lg. 16 dicembre 1989, n. 418.

Art. 4.

(Omissis) (1).

(1) Le disposizioni di cui al presente articolo hanno esaurito i
loro effetti giuridici.

Art. 5.

1. (Omissis) (1).

(1) Sostituisce il comma 2 dell’art. 2, d.l. 3 gennaio 1987, n. 2,
conv. in l. 6 marzo 1987, n. 65.

Art. 6.

(Omissis) (1).

(1) Le disposizioni di cui al presente articolo hanno esaurito i
loro effetti giuridici.

Art. 7.

(Omissis) (1).

(1) Le disposizioni di cui al presente articolo hanno esaurito i
loro effetti giuridici.

Art. 8.

1. A decorrere dall’esercizio finanziario 1989 i fondi stanziati
per la realizzazione dei programmi destinati agli impianti sportivi
previsti dall’articolo 1, comma 1, lettere b) e c), del decreto-legge
3 gennaio 1987, n. 2, convertito, con modificazioni, dalla legge 6
marzo 1987, n. 65, nel testo modificato dal presente decreto, vengono
ripartiti con decreto del [Ministro del turismo e dello spettacolo]
(1), previo parere del Comitato di cui all’articolo 3.
2. La Cassa depositi e prestiti e l’Istituto per il credito
sportivo, decorsi quattro mesi dalla data di approvazione dei
programmi, comunicano al Ministero del turismo e dello spettacolo ed
alle regioni e province autonome di Trento e Bolzano l’elenco degli
enti che non abbiano presentato la domanda di mutuo corredata da
progetto esecutivo. Il [Ministro] (1) revoca, per la parte di
competenza statale, il contributo concesso ad enti o soggetti
risultati inadempienti ed utilizza a favore di altri aventi diritto
nell’ambito della stessa regione le somme recuperate nel corso del
successivo programma. Le regioni e le province autonome di Trento e
Bolzano procedono, per le parti di loro competenza, alla revoca dei
contributi non utilizzati, per impiegare le somme recuperate nel
programma successivo.

(1) Soppresso a seguito di referendum popolare. Leggasi Presidenza
del Consiglio dei ministri – Dipartimento per il turismo.

Art. 9.

1. Il termine del 31 dicembre 1987 fissato dall’articolo 4, comma
1, del decreto-legge 3 gennaio 1987, n. 2, convertito, con
modificazioni, dalla legge 6 marzo 1987, n. 65, per l’utilizzazione
delle somme assegnate alle regioni e province autonome di Trento e
Bolzano, in base al titolo II della legge 17 maggio 1983, n. 217, in
conto esercizi 1983, 1984 e 1985, è prorogato al 31 dicembre 1988.
Entro il medesimo termine possono essere utilizzate le somme
assegnate allo stesso titolo in conto esercizio 1986.
2. Per le somme di cui al comma 1, il termine per la presentazione
del rendiconto, previsto dall’articolo 15, terzo comma, della legge
17 maggio 1983, n. 217, è fissato al mese di marzo dell’anno 1989.

Art. 10.

1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a
quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana e sarà presentato alle Camere per la conversione
in legge.

Architetto.info