Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Modalità per il rimborso del credito per erroneo o maggior versament...

Modalità per il rimborso del credito per erroneo o maggior versamento dell'oblazione in favore del richiedente la concessione edilizia in sanatoria.

dm 13/04/1988 [MOD]

EDILIZIA E URBANISTICA
Decreto Ministeriale 13 aprile 1988 (in Gazz. Uff., 13 giugno, n.
137). – Modalità per il rimborso del credito per erroneo o maggior
versamento dell’oblazione in favore del richiedente la concessione
edilizia in sanatoria.

Il Ministro delle finanze:
Vista la legge 28 febbraio 1985, n. 47, concernente nuove norme in
materia di controllo dell’attività urbanistico-edilizia, sanzioni,
recupero e sanatoria delle opere abusive; Visto il decreto
ministeriale 16 aprile 1985 concernente modalità di versamento
all’erario dell’oblazione prevista dall’art. 35 della legge 28
febbraio 1985, n. 47; Visto il decreto-legge 12 gennaio 1988, n. 2,
convertito, con modificazioni, in legge 13 marzo 1988, n. 68,
concernente ulteriori modifiche alla citata legge 28 febbraio 1985,
n. 47; Ritenuta la necessità di dare attuazione al disposto di cui
all’art. 4, comma 9, del citato decreto-legge 12 gennaio 1988, n. 2;
Decreta:

Art. 1. 1. Qualora dall’esame della documentazione il richiedente
la concessione o autorizzazione edilizia in sanatoria ritenga sorto a
proprio favore un credito per erroneo o maggior versamento
dell’oblazione, potrà inoltrare apposita istanza di rimborso
all’intendenza di finanza territorialmente competente.
2. L’istanza di cui al comma 1, corredata dal certificato del
sindaco attestante l’ammontare dell’oblazione dovuta, o il diniego di
concessione o autorizzazione edilizia in sanatoria, e dalle ricevute
dei versamenti effettuati sul conto corrente postale n. 255000
intestato all’Amministrazione postale – Oblazioni abusivismo
edilizio, deve essere inoltrata a mezzo plico raccomandato senza
avviso di ricevimento.

Art. 2. 1. L’intendenza di finanza, ricevuta l’istanza di cui
all’art. 1, chiederà all’Amministrazione postale il riscontro della
ricevuta di versamento con i dati in suo possesso e, accertata la
sussistenza del credito mediante confronto col certificato rilasciato
dal sindaco, disporrà il rimborso della somma eccedente.
2. I rimborsi a favore degli aventi diritto saranno disposti
mediante mandato diretto in Tesoreria, da trarre sul capitolo di
spesa n. 3972 dello stanziamento in bilancio per l’anno 1988 del
Ministero delle finanze.

Art. 3. Il presente decreto sarà sottoposto alla registrazione
della Corte dei conti e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana.

Architetto.info