Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Revisione generale della qualificazione, della classificazione e del ...

Revisione generale della qualificazione, della classificazione e del classamento delle unità immobiliari urbane.

dm 18/03/1991

CATASTO E REGISTRI IMMOBILIARI
Decreto Ministeriale 18 marzo 1991 (in Gazz. Uff., 6 aprile, n. 81).
— Revisione generale della qualificazione, della classificazione e
del classamento delle unità immobiliari urbane.

Il Ministro delle finanze:

Visto l’art. 2, punto 2, della legge 30 dicembre 1989, n. 427,
sulla revisione del classamento del nuovo catasto edilizio urbano;
Visti gli articoli 33, 34 e 35 del decreto del Presidente della
Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, testo unico delle imposte sui
redditi; Visto l’art. 9 del decreto del Presidente della Repubblica
29 settembre 1973, n. 604, concernente la revisione della
qualificazione, classificazione e classamento delle unità immobiliari
urbane; Visti gli articoli 16, 30, 31 e 32 del decreto del Presidente
della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 650, sul perfezionamento e
revisione del sistema catastale, concernenti le commissioni
censuarie; Considerato che occorre provvedere all’attuazione della
revisione generale della qualificazione, classificazione e
classamento delle unità immobiliari urbane a destinazione ordinaria e
della rendita catastale delle unità immobiliari urbane a destinazione
speciale o particolare; Visto il conforme parere espresso dalla
commissione censuaria centrale con deliberazione n. 3669 dell’8
ottobre 1990;
Decreta:

L’Amministrazione del catasto e dei servizi tecnici erariali è
autorizzata a compiere entro il 1993 la revisione generale della
qualificazione, classificazione e classamento indicata in premessa,
con conseguente applicazione dei nuovi elementi censuari in
sostituzione di quelli vigenti, secondo i criteri stabiliti dalla
legge 11 agosto 1939, n. 1249, modificata con decreto legislativo 8
aprile 1948, n. 514, dal regolamento per la formazione del nuovo
catasto edilizio urbano approvato con decreto del Presidente della
Repubblica 1° dicembre 1949, n. 1142, con le modificazioni indicate
dall’art. 2, punti 3, 4 e 5, della legge 30 dicembre 1989, n. 427.
I relativi effetti dovranno avere efficacia entro due anni dalla
predetta ultimazione delle operazioni e comunque non oltre il 1995.
Le tariffe per le unità immobiliari a destinazione ordinaria,
saranno approvate con le procedure previste dagli articoli 30, 31 e
32 del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n.
650.
All’onere derivante per la esecuzione della revisione sarà fatto
fronte come indicato dall’art. 3 della legge 30 dicembre 1989, n.
427.

Architetto.info