Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Diminuzione delle percentuali di commisurazione al reddito del contri...

Diminuzione delle percentuali di commisurazione al reddito del contributo soggettivo dovuto dagli iscritti alla Cassa nazionale di previdenza ed assistenza a favore dei geometri.

dm 03/07/1991

INGEGNERI, ARCHITETTI, GEOMETRI
Decreto Ministeriale 3 luglio 1991 (in Gazz. Uff., 31 luglio, n.
178). — Diminuzione delle percentuali di commisurazione al reddito
del contributo soggettivo dovuto dagli iscritti alla Cassa nazionale
di previdenza ed assistenza a favore dei geometri.

Il Ministro del lavoro e della previdenza sociale, di concerto con
il Ministro del tesoro:
Visto l’art. 13 della legge 20 ottobre 1982, n. 773, che prevede,
fra l’altro, la possibilità di diminuire, ogni due anni, le
percentuali di commisurazione al reddito del contributo soggettivo a
carico degli iscritti alla Cassa nazionale di previdenza ed
assistenza a favore dei geometri di cui all’art. 10, primo comma,
lettere a) e b), della stessa legge, nonchè la percentuale del
contributo di solidarietà di cui allo stesso art. 10, sesto comma,
quando le entrate complessive superano del 10 per cento la somma
delle uscite e degli accantonamenti per il fondo di garanzia, oppure
quando il fondo di garanzia ha raggiunto l’ammontare di tre annualità
delle pensioni erogate; Visto il proprio decreto 11 marzo 1988, n.
125, con il quale è stata diminuita, con effetto dal 1° gennaio dello
stesso anno, la percentuale di commisurazione al reddito del
contributo soggettivo di cui all’art. 10, primo comma, lettera a),
della legge n. 773/82 dal 10 al 7 per cento, nonchè la percentuale
del contributo di solidarietà di cui allo stesso art. 10, sesto
comma, dal 3 al 2,10 per cento; Esaminata la delibera n. 650/90 del
5/6 dicembre 1990 con la quale il consiglio di amministrazione della
Cassa nazionale di previdenza ed assistenza a favore dei geometri ha
chiesto la ulteriore diminuzione, rispettivamente al 5 e al 2 per
cento, delle percentuali di cui al predetto decreto nonchè la
diminuzione dal 3 al 2 per cento della percentuale di cui all’art.
10, primo comma, lettera b); Considerato che l’esercizio finanziario
1989 si sono entrambi verificati i due presupposti alternativamente
previsti dall’art. 13, primo comma, della legge n. 773/82 per la
diminuzione delle percentuali sopraindicate; Viste le condizioni
tecnico-finanziarie della Cassa nazionale di previdenza ed assistenza
a favore dei geometri; Ritenuto opportuno accogliere la richiesta
della Cassa stessa;

Decreta:

Con effetto dal 1° gennaio 1991, le percentuali di commisurazione
al reddito del contributo soggettivo di cui all’art. 10, primo comma,
lettere a) e b), della legge 20 ottobre 1982, n. 773, dovuto dagli
iscritti alla Cassa nazionale di previdenza ed assistenza a favore
dei geometri sono diminuite rispettivamente dal 7 al 5 per cento e
dal 3 al 2 per cento.
Con effetto dalla stessa data la percentuale del contributo di
solidarietà di cui all’art. 10, sesto comma, della legge 20 ottobre
1982, n. 773, è diminuita dal 2,10 al 2 per cento.

Architetto.info