Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Commercializzazione e impiego in Italia dei materiali destinati ...

Commercializzazione e impiego in Italia dei materiali destinati all'edilizia legalmente riconosciuti in uno dei Paesi CEE sulla base delle norme di reazione al fuoco.

dm 05/08/1991

VIGILI DEL FUOCO
Decreto Ministeriale 5 agosto 1991 (in Gazz. Uff., 24 agosto, n.
198). — Commercializzazione e impiego in Italia dei materiali
destinati all’edilizia legalmente riconosciuti in uno dei Paesi CEE
sulla base delle norme di reazione al fuoco.

Il Ministro dell’interno:

Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570; Vista la legge 13 maggio
1961, n. 469, art. 1; Vista la legge 26 luglio 1965, n. 966, art. 2;
Vista la circolare del Ministero dell’interno del 17 maggio 1980, n.
12, avente per oggetto la reazione al fuoco dei materiali impiegati
nell’edilizia – specifiche e modalità di prova e classificazione;
Visto il decreto ministeriale 26 giugno 1984, concernente la
classificazione di reazione al fuoco ed omologazione dei materiali ai
fini della prevenzione incendi; Ritenuta la necessità di stabilire
una disciplina specifica per i materiali legalmente riconosciuti nei
Paesi della Comunità economica europea per le finalità di cui al
citato decreto ministeriale 26 giugno 1984;

Decreta:

Articolo unico. — 1. I materiali legalmente omologati in uno dei
Paesi della Comunità economica europea sulla base delle norme di
reazione al fuoco armonizzate o di quelle straniere riconosciute
equivalenti, possono essere commercializzati in Italia per essere
impiegati nel campo di applicazione disciplinato dal decreto del 26
giugno 1984.
2. Per le finalità di cui al comma 1 dovrà essere presentata
apposita istanza diretta al Ministero dell’interno – Direzione
generale della protezione civile e dei servizi antincendi.
3. L’istanza di cui al precedente comma dovrà essere corredata
della documentazione necessaria alla identificazione del materiale e
dei relativi certificati di prova rilasciati da laboratori
riconosciuti dalle competenti autorità dello Stato membro.

Architetto.info