Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Regolamento recante il riconoscimento di efficacia di un sistema ind...

Regolamento recante il riconoscimento di efficacia di un sistema individuale per gli addetti al montaggio ed allo smontaggio dei ponteggi metallici.

DM 22/05/1992 n. 00000466 VIGENTE

SICUREZZA SOCIALE (GENERALITA’)
Decreto ministeriale 22 maggio 1992, n. 466 (in Gazz. Uff., 2
dicembre 1992, n. 284). — Regolamento recante il riconoscimento di
efficacia di un sistema individuale per gli addetti al montaggio ed
allo smontaggio dei ponteggi metallici.

(Omissis).

Art. 1.

1. Ai sensi e per gli effetti della disposizione dell’articolo 395,
ultimo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 27 aprile
1955, n. 547, per le attrezzature di cui ai successivi articoli, è
ammessa deroga all’applicazione dell’art. 10 del decreto del
Presidente della Repubblica 7 gennaio 1956, n. 164, concernente le
cinture di sicurezza, limitatamente all’impiego delle attrezzature
stesse nelle operazioni di montaggio e smontaggio dei ponteggi
metallici fissi (di cui al capo V del citato decreto del Presidente
della Repubblica n. 164/1956) e quando non risultino utilizzabili
altri mezzi protettivi capaci di contenere l’altezza di caduta libera
entro il limite massimo di m 1,50 senza pregiudizio per la mobilità
del lavoratore richiesta dalle operazioni di montaggio e di
smontaggio dei ponteggi.

Art. 2.

1. Le attrezzature di cui al presente decreto sono costituite da:
a) una cintura di sicurezza di tipo speciale comprendente, oltre
l’imbracatura, un organo di trattenuta provvisto di freno a
dissipazione di energia;
b) una guida rigida da applicare orizzontalmente ai montanti
interni del ponteggio, immediatamente al di sopra o al di sotto dei
traversi di sostegno dell’impalcato;
c) un organo d’ancoraggio scorrevole lungo la suddetta guida,
provvisto di attacco per la cintura di sicurezza.

Art. 3.

1. Tutti i componenti dell’attrezzatura considerata all’art. 2
devono essere costruiti, in ogni particolare, a regola d’arte,
utilizzando materiali idonei di caratteristiche accertate secondo le
prescrizioni delle norme di buona tecnica, tenendo conto delle
sollecitazioni dinamiche cui sono assoggettate in caso di intervento
dell’attrezzatura.
2. I singoli componenti dell’attrezzatura devono rispondere ai
requisiti specifici di cui all’allegato tecnico che costituisce parte
integrante del presente decreto.

Art. 4.

1. I datori di lavoro, i dirigenti ed i preposti devono disporre ed
esigere che i lavoratori durante l’uso delle attrezzature di cui al
presente regolamento indossino, quali ulteriori mezzi di protezione
individuale, idoneo elmetto con sottogola, calzature con suola
flessibile antisdrucciolevole e guanti. é fatto obbligo ai lavoratori
di utilizzare i mezzi di protezione.

Art. 5.

1. Il mancato rispetto di una qualsiasi delle prescrizioni
contenute nel presente regolamento comporta l’inefficacia delle
deroghe ivi previste.

ALLEGATO

(Omissis).

Architetto.info