Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Disposizioni in materia di finanziamento del Gestore della rete di tra...

Disposizioni in materia di finanziamento del Gestore della rete di trasmissione nazionale S.p.a. (Deliberazione n. 63/00).

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
DELIBERAZIONE 29 marzo 2000
Disposizioni in materia di finanziamento del Gestore della rete di
trasmissione nazionale S.p.a. (Deliberazione n. 63/00).
L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 29 marzo 2000;
Premesso che:
il combinato disposto dell’art. 3, commi 1 e 5, del decreto
legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (di seguito: decreto legislativo
n.
79/1999) prevede che le attivita’ di trasmissione e dispacciamento
dell’energia elettrica, ivi compresa la gestione unificata della
rete di trasmissione nazionale, siano svolte dal gestore della rete
nazionale di trasmissione in regime di concessione;
l’art. 3, comma 4, del decreto legislativo n. 79/1999 prevede che
le funzioni di gestore della rete di trasmissione nazionale siano
assunte, con decorrenza dalla data determinata con propria
provvedimento dal Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato, da una societa’ per azioni costituita dall’Enel
S.p.a.;
in attuazione del disposto di cui al precedente alinea, l’Enel
S.p.a., in data 20 agosto 1999, ha provveduto a costituire la
societa’ Gestore della rete di trasmissione nazionale S.p.a. (di
seguito: Gestore) e ad effettuare i conferimenti di beni e di
personale necessari per il suo funzionamento;
l’art. 3, comma 10, del decreto legislativo a 79/1999, prevede che
l’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas (di seguito:
l’Autorita’) determina la misura del corrispettivo per l’accesso e
l’uso della rete di trasmissione nazionale e stabilisce, tra
l’altro, che tale corrispettivo deve essere fissato “…
considerando anche gli oneri connessi ai compiti previsti dal comma
12” e che deve essere “… tale da incentivare il gestore allo
svolgimento delle attivita’ di propria competenza secondo criteri
di efficienza economica”;
l’Autorita’, con delibera 11 maggio 1999, n. 65/1999, ha avviato
un’istruttoria conoscitiva ai fini della acquisizione di dati e
informazioni utili alla definizione degli interventi di competenza
dell’Autorita’ ai sensi dell’art. 3, commi 10 e 11, del decreto
legislativo n. 79/1999, in tema di corrispettivi per l’accesso e
l’uso della rete di trasmissione nazionale;
con deliberazione dell’Autorita’ del 20 ottobre 1999, n.
157/1999, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale, – serie generale –
n.
269 del 16 novembre 1999 (di seguito deliberazione n. 157/1999),
sono state adottate disposizioni provvisorie in materia di
finanziamento del Gestore;
il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato del 21 gennaio 2000, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 21 del 27 gennaio 2000 (di seguito
decreto del Ministro dell’industria 21 gennaio 2000) prevede che a
decorrere dal 1o aprile 2000 la societa’ Gestore della rete di
trasmissione nazionale S.p.a. assume la titolarita’ e le funzioni
di gestore della rete di trasmissione nazionale;
Visti:
la legge 9 gennaio 1991, n. 9 (di seguito: legge n. 9/1991);
la legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n.
481/1995);
il decreto legislativo n. 79/1999;
Visto il provvedimento del Comitato interministeriale dei prezzi
(di seguito: CIP) 29 aprile 1992, n. 6, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 109 del 12 maggio 1992 (di seguito:
provvedimento CIP n. 6/92);
Visto il decreto del Ministro dell’industria 21 gennaio 2000;
Viste:
la deliberazione dell’Autorita’ 18 febbraio 1999, n. 13/99 recante
la disciplina delle condizioni tecnico-economiche del servizio di
vettoriamento dell’energia elettrica e di alcuni servizi di rete
(di seguito: deliberazione n. 13/99);
la deliberazione dell’Autorita’ n. 157/99;
la deliberazione dell’Autorita’ 29 dicembre 1999, n. 204/99 recante
regolazione della tariffa base, dei parametri e degli altri
elementi di riferimento per la determinazione delle tariffe dei
servizi di distribuzione e di vendita dell’energia elettrica ai
clienti del mercato vincolato ai sensi dell’art. 2, comma 12,
lettera e), della legge n. 481/1995, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 306 del 31 dicembre 1999,
supplemento ordinario n. 235 (di seguito: deliberazione n. 204/99);
la deliberazione dell’Autorita’ 29 dicembre 1999, n. 205/99,
recante la definizione delle tariffe di cessione dell’energia
elettrica alle imprese distributrici, l’integrazione della
deliberazione dell’Autorita’ n. 13/99, e la definizione
dell’ulteriore componente di ricavo concernente l’energia elettrica
prodotta dalle imprese distributrici e destinata ai clienti del
mercato vincolato, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 306 del 31 dicembre 1999, supplemento ordinario n.
235 (di seguito: deliberazione n. 205/99);
Considerato che:
ai sensi dell’art. 3, comma 12, del decreto legislativo n. 79/99 il
Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato, con
proprio provvedimento, determina la cessione dei diritti e delle
obbligazioni relative all’acquisto di energia elettrica, comunque
prodotta da altri operatori nazionali, da parte dell’Enel S.p.a. al
Gestore. Il Gestore ritira altresi’ l’energia elettrica di cui al
comma 3 dell’art. 22 della legge n. 9/1991, offerta dai produttori
e che, con apposite convenzioni, previa autorizzazione del Ministro
dell’industria, sentita l’Autorita’, sono altresi’ ceduti al
Gestore, da parte delle imprese produttrici-distributrici,
l’energia elettrica e i relativi diritti di cui al titolo IV,
lettera B), del provvedimento CIP n. 6/92;
ai sensi dell’art. 2 della deliberazione n. 157/99 sono stati
richiesti al Gestore i bilanci previsionali dettagliati relativi
agli esercizi 1999 e 2000, nonche’ ogni altra documentazione utile
al fine di quantificare le risorse finanziarie necessarie allo
svolgimento delle attivita’ di competenza del Gestore in detti
esercizi;
in adempimento alla richiesta di cui al precedente alinea, il
Gestore, con lettere in data 29 ottobre 1999, protocollo AD/P990070
(prot. Autorita’ n. 12679 del 2 novembre 1999) e, a seguito di
ulteriore richiesta degli uffici dell’Autorita’ con nota in data 19
novembre 1999, prot. AP/M99/1737, in data 26 novembre 1999,
protocollo AD/P990102 (prot. Autorita’ n. 14213 del 30 novembre
1999), ha trasmesso la documentazione richiesta comprensiva del
bilancio preconsuntivo per l’esercizio 1999;
con nota in data 24 febbraio 2000, prot. AP/M00/291 gli uffici
dell’Autorita’ hanno richiesto ulteriori informazioni di dettaglio
circa la natura delle voci economiche e patrimoniali relative alle
attivita’ svolte dal Gestore;
in adempimento alla richiesta di cui al precedente alinea, il
Gestore, con lettera in data 15 marzo 2000, protocollo AD/P20000028
(prot. Autorita’ n. 4027 del 16 marzo 2000) ha trasmesso
l’ulteriore documentazione richiesta;
Considerato che i costi riconosciuti per le attivita’ relative ai
servizi di trasporto sulle reti di trasmissione e di dispacciamento
dell’energia elettrica sono finanziati attraverso il gettito dei
corrispettivi per il trasporto dell’energia elettrica sulla rete di
trasmissione nazionale a carico delle imprese distributrici ai
sensi della deliberazione n. 205/99 e dei corrispettivi per il
servizio di vettoriamento dell’energia elettrica di cui alla
deliberazione n.
13/99;
Considerato che i dati contabili disponibili relativi alle
attivita’ di competenza del Gestore si riferiscono prevalentemente
ad una gestione delle attivita’ stesse da parte dell’Enel S.p.a. e
che tali dati non riflettono le modalita’ di svolgimento delle
medesime attivita’ da parte del Gestore;
Ritenuto che:
il criterio di riconoscimento dei costi sostenuti dal Gestore per
le attivita’ di propria competenza debba essere coerente con i
criteri utilizzati ai fini della determinazione dei corrispettivi
per il trasporto dell’energia elettrica sulla rete di trasmissione
nazionale pagati dalle imprese distributrici ai sensi della
deliberazione n. 205/99 e dei corrispettivi per il servizio di
vettoriamento dell’energia elettrica di cui alla deliberazione n.
13/99;
sia necessario adottare determinazioni provvisorie per l’anno 2000,
a motivo dell’attuale incertezza in ordine alle modalita’ di
svolgimento da parte del Gestore delle attivita’ di propria
competenza e delle risorse per queste necessarie, rinviando a
successiva determinazione la fissazione del medesimo corrispettivo
per gli anni seguenti;
per la determinazione della quota del corrispettivo da riconoscere
al Gestore per le attivita’ di propria competenza nel periodo 1o
aprile-31 dicembre 2000 si possa fare riferimento ai costi
evidenziati nel bilancio preconsuntivo per l’esercizio 1999 e nel
bilancio previsionale per l’esercizio 2000;
sia necessario rinviare altresi’ la determinazione della quota del
corrispettivo per l’accesso e l’uso della rete di trasmissione
nazionale a copertura degli oneri connessi ai compiti previsti
all’art. 3, comma 12, del decreto legislativo n. 79/1999,
successivamente all’adozione del provvedimento del Ministro
dell’industria di cui al medesimo articolo e comma;
ai fini delle successive determinazioni in materia di corrispettivo
riconosciuto al Gestore per le attivita’ di propria competenza, sia
opportuno prevedere che il Gestore comunichi all’Autorita’, entro
il 31 ottobre 2000, il bilancio preconsuntivo per l’anno 2000 ed il
bilancio previsionale per l’anno 2001;

Delibera:
Art. 1.
Disposizioni in materia di finanziamento del Gestore della rete di
trasmissione nazionale S.p.a.
1.1. Al Gestore della rete di trasmissione nazionale S.p.a., di cui
all’art. 3 del decreto legislativo 16…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info