Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Determinazione delle modalita' tecniche per la trasmissione telematica...

Determinazione delle modalita' tecniche per la trasmissione telematica via internet delle dichiarazioni e per l'effettuazione, con lo stesso mezzo, dei pagamenti di tributi, contributi e premi di cui all'art. 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.

DECRETO 29 marzo 2000
Determinazione delle modalita’ tecniche per la trasmissione
telematica via internet delle dichiarazioni e per l’effettuazione,
con lo stesso mezzo, dei pagamenti di tributi, contributi e premi
di cui all’art. 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.
IL DIRETTORE GENERALE
del Dipartimento delle entrate
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1998, n.
322, nel testo modificato dal decreto del Presidente della
Repubblica 14 ottobre 1999, n. 542, con il quale e’ stato approvato
il regolamento recante le modalita’ per la presentazione delle
dichiarazioni relative alle imposte sui redditi, all’imposta
regionale sulle attivita’ produttive e all’imposta sul valore
aggiunto;
Visto in particolare l’art. 3 del predetto decreto del Presidente
della Repubblica n. 322 del 1998 che, ai commi 2 e 2-bis, individua
i contribuenti tenuti a presentare la dichiarazione in via
telematica all’Amministrazione finanziaria, direttamente o tramite
un incaricato e, al comma 2-ter, stabilisce che la dichiarazione
puo’ essere presentata in via telematica direttamente da
contribuenti diversi da quelli indicati nei commi 2 e 2-bis;
Visto il comma 11 del citato art. 3 del decreto del Presidente
della Repubblica n. 322 del 1998, ai sensi del quale le modalita’
tecniche di trasmissione delle dichiarazioni sono stabilite con
decreto dirigenziale;
Visto il decreto 31 luglio 1998 del direttore generale del
Dipartimento delle entrate, come modificato dal decreto 24 dicembre
1999, relativo alle modalita’ tecniche di trasmissione telematica
delle dichiarazioni e dei dati concernenti i contratti di locazione
e di affitto da sottoporre a registrazione;
Visto l’art. 62, comma 3, dell’allegato tecnico al decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri 8 febbraio 1999, che fa
salve, ai fini delle regole tecniche per la formazione, la,
trasmissione, la conservazione, la duplicazione, la riproduzione e
la validazione, anche temporale, dei documenti informatici, le
disposizioni del decreto dirigenziale 31 luglio 1998 e le
successive modificazioni ed integrazioni;
Ritenuta l’opportunita’ di stabilire le modalita’ tecniche con le
quali i soggetti di cui all’art. 3, comma 2-ter, del decreto del
Presidente della Repubblica n. 322 del 1998 devono trasmettere
telematicamente le dichiarazioni;
Visto l’art. 24, comma 39, della legge 27 dicembre 1997, n. 449, ai
sensi del quale il pagamento dei tributi e delle altre entrate puo’
essere effettuato anche con sistemi diversi dal contante;
Visto il comma 40 del predetto art. 24 della legge n. 449 del 1997,
secondo il quale le modalita’ di esecuzione dei pagamenti mediante
i sistemi di cui al comma 39 sono stabilite con uno o piu’ decreti
del Ministro delle finanze;
Considerata l’opportunita’ di definire le modalita’ tecniche con le
quali tutti i contribuenti possono disporre il pagamento telematico
dei tributi, contributi e premi di cui all’art. 17 del decreto
legislativo 9 luglio 1997, n. 241;
Ritenuta l’opportunita’ di disciplinare con un unico decreto le
modalita’ tecniche di trasmissione telematica, tramite la rete
internet, delle dichiarazioni dei contribuenti di cui all’art. 3,
comma 2-ter, del decreto del Presidente della Repubblica n. 322 del
1998 e l’effettuazione, con lo stesso mezzo, dei pagamenti dei
tributi, contributi e premi di cui all’art. 17 del decreto
legislativo 9 luglio 1997, n. 241;
Vista la legge 31 dicembre 1996, n. 675, concernente la tutela
delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati
personali;
Visti gli articoli 3, comma 2, 14 e 16 del decreto legislativo 3
febbraio 1993, n. 29, recanti disposizioni relative
all’individuazione della competenza ad adottare gli atti delle
pubbliche amministrazioni;
Visto l’art. 13 della legge 8 maggio 1998, n. 146, ai sensi del
quale le disposizioni legislative concernenti l’amministrazione
finanziaria successive al decreto legislativo 3 febbraio 1993, n.
29, vanno intese nel senso che devono essere adottati dal
Ministro delle finanze esclusivamente i provvedimenti che sono
espressione del potere di indirizzo politico-amministrativo, di cui
agli articoli 3, comma 1, e 14 del citato decreto legislativo n. 29
del 1993;

Decreta:
Art. 1.
1. Al decreto dirigenziale 31 luglio 1998, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 187 del 12 agosto 1998, nel testo modificato
dal decreto dirigenziale 24 dicembre 1999, pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale n. 306 del 31 dicembre 1999, relativo alle
modalita’ tecniche di trasmissione telematica delle dichiarazioni e
dei dati concernenti i contratti di locazione e di affitto da
sottoporre a registrazione, sono apportate le seguenti
modificazioni:
a) il titolo e’ sostituito dal seguente: “Modalita’ tecniche di
trasmissione telematica delle dichiarazioni e dei contratti di
locazione e di affitto da sottoporre a registrazione, nonche’ di
esecuzione telematica dei pagamenti”;
b) l’art. 1 e’ sostituito dal seguente:
“Art. 1 (Definizioni). – 1. Ai fini del presente decreto si
intende:
a) per “servizio telematico , il sistema informatico che consente
all’Amministrazione finanziaria la ricezione delle dichiarazioni e
dei contratti di locazione e di affitto di beni immobili e La
consegna delle ricevute che attestano l’avvenuta trasmissione degli
stessi;
b) per “dichiarazione telematica , la rappresentazione informatica
delle dichiarazioni trasmesse dai soggetti di cui all’art. 2;
c) per “registrazione telematica , la registrazione dei contratti
di locazione e di affitto di beni immobili effettuata in via
telematica dai soggetti e con le modalita’ individuate al Capo III;
d) per “costituzione , la creazione dell’archivio elettronico che
contiene le dichiarazioni, munite del codice di autenticazione di
cui al successivo art. 3, nonche’ la creazione dell’archivio
elettronico che contiene i dati richiesti per la registrazione
telematica, munito del codice di autenticazione di cui al
successivo art. 16;
e) per “file , l’archivio elettronico munito del codice di
autenticazione, che contiene:
1) un gruppo di dichiarazioni telematiche della stessa tipologia;
2) i dati dei contratti di cui si richiede la registrazione
telematica;
3) le ricevute trasmesse dall’Amministrazione finanziaria;
f) per “utenti del servizio telematico , i soggetti individuati
nell’art. 2 che effettuano la trasmissione telematica della
dichiarazione ovvero quelli individuati nell’art. 14, che
richiedono la registrazione telematica;
g) per “servizio telematico Internet , il sistema informatico che
consente all’Amministrazione finanziaria la ricezione tramite la
rete internet delle dichiarazioni e dei versamenti e la consegna
delle ricevute da parte della stessa Amministrazione;
h) per “dichiarazione telematica Internet la rappresentazione
informatica delle dichiarazioni trasmesse via internet dai
contribuenti;
i) per “versamento telematico Internet , il versamento dei tributi,
dei contributi e dei premi di cui all’art. 17 del decreto
legislativo 9 luglio 1997, n. 241, effettuato mediante l’utilizzo
del servizio telematico internet;
j) per “file Internet , l’archivio elettronico, munito del codice
di riscontro, che contiene la dichiarazione o il versamento
telematico, ovvero le relative ricevute;
k) per “ufficio finanziario competente , gli uffici delle entrate,
gli uffici delle imposte dirette, gli uffici dell’imposta sul
valore aggiunto;
l) per “PINCODE , il codice di cifratura personalizzato assegnato
dall’Amministrazione finanziaria a ciascun contribuente abilitato
all’utilizzazione del servizio telematico internet.
2. Le specifiche tecniche per l’utilizzo dei servizi telematici di
cui al comma 1, sono riportate nei seguenti allegati:
“allegato tecnico , contenente le specifiche tecniche relative alla
trasmissione telematica delle dichiarazioni da parte dei soggetti
di cui all’art. 2;
“allegato tecnico bis , contenente le specifiche tecniche per
l’utilizzo del servizio telematico relativo alla registrazione
telematica, da parte dei soggetti di cui agli articoli 14 e 15;
“allegato tecnico ter , contenente le specifiche tecniche per
l’utilizzo del servizio telematico internet, da parte dei soggetti
di cui all’art. 25”.
c) il comma 3 dell’art. 4 e’ sostituito dal seguente:
“3. La domanda per richiedere l’abilitazione di cui al comma 1 deve
essere presentata in tempo utile per ottemperare agli obblighi di
trasmissione telematica delle dichiarazioni; le modalita’ e i tempi
di rilascio delle abilitazioni non legittimano in alcun caso il
differimento dei termini previsti per l’assolvimento degli
adempimenti in materia fiscale”.
d) dopo l’art. 24, aggiungere:
“Capo IV – Modalita’ tecniche per la trasmissione via Internet
delle dichiarazioni e per l’effettuazione, con lo stesso mezzo, dei
pagamenti dei tributi, contributi e premi di cui all’art. 17 del
decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241”.
Art. 25 (Abilitazione al servizio telematico internet) – 1. Per
avvalersi del servizio telematico internet, i contribuenti devono
inoltrare via internet apposita richiesta indirizzata
all’Amministrazione finanziaria, che provvede all’abilitazione
secondo le modalita’ descritte al paragrafo 2 dell’allegato tecnico
ter al presente decreto; l’abilitazione scade il 31 dicembre
dell’anno successivo a quello dell’ultima utilizzazione o, se non
utilizzata, a quello del rilascio e perde la sua validita’ all’atto
del decesso del titolare.
2. Le modalita’ e i tempi di abilitazione al servizio telematico
internet non legittimano in alcun caso il dif…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info