Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Programma nazionale per la valorizzazione delle biomasse agricole e fo...

Programma nazionale per la valorizzazione delle biomasse agricole e forestali. (Deliberazione n. 217/99).

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA

DELIBERAZIONE 21 dicembre 1999
Programma nazionale per la valorizzazione delle biomasse agricole e
forestali. (Deliberazione n. 217/99).
IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Vista la legge 15 gennaio 1994, n. 65, di ratifica della
Convenzione quadro delle Nazioni unite sui cambiamenti climatici,
fatta a New York nel 1992, concernente la “stabilizzazione delle
concentrazioni in atmosfera di gas ad effetto serra ad un livello
tale da prevenire pericolose interferenze delle attivita’ umane al
sistema climatico”;
Visto il decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, che trasferisce
alle regioni e agli enti locali ulteriori funzioni e competenze in
materia ambientale ed energetica e considerate le funzioni
attribuite dall’art. 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n.
281, alla conferenza unificata per i rapporti tra lo Stato, le
regioni, le province autonome, le autonomie locali;
Visto il decreto legislativo 4 giugno 1997, n. 143, relativo al
conferimento alle regioni delle funzioni amministrative in materia
di
agricoltura e pesca e riorganizzazione dell’Amministrazione
centrale;
Visto il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300, che riforma
l’organizzazione del Governo ed istituisce il Ministero delle
politiche agricole e forestali;
Vista la comunicazione della Commissione europea Com (98)353
“Climate Change – Towards an EU postKyoto strategy”, che individua
le linee di sviluppo delle politiche e misure europee per
l’attuazione del protocollo di Kyoto, con particolare riferimento
all’energia, ai trasporti, all’agricoltura, all’industria, alle
misure fiscali, alla ricerca scientifica ed allo sviluppo di nuove
tecnologie, oltreche’ alla utilizzazione dei meccanismi di
flessibilita’;
Visti il libro bianco della Commissione europea sulle fonti
rinnovabili del 26 novembre 1997, e le decisioni del Consiglio dei
Ministri dell’energia dell’Unione europea dell’8 dicembre 1997 e 11
maggio 1998, ugualmente richiamati dalla decisione del 17 giugno
1998, che sottolineano l’esigenza di favorire con adeguate
normative tecniche e fiscali la promozione in tutti gli Stati
membri delle fonti rinnovabili, dei cicli combinati a gas naturale,
dell’efficienza energetica;
Considerato che la sessione del Consiglio dell’Unione europea per
l’energia dell’11 maggio 1999 ha posto tra l’altro l’attenzione
sull’accesso al mercato interno dell’energia elettrica delle fonti
energetiche rinnovabili e sulle strategie e piani d’azione
comunitari
per campagne di lancio delle fonti energetiche rinnovabili;
Visto il quinto programma quadro dell’Unione europea per la ricerca
e lo sviluppo tecnologico e attivita’ dimostrative 1998-2002;
Visto il libro verde sulle fonti rinnovabili, di energia elaborato
dall’Enea in collaborazione con i Ministeri dell’industria,
dell’ambiente e della ricerca scientifica e tecnologica nel luglio
1998;
Vista la propria delibera in data 5 agosto 1998 concernente il
regolamento interno del CIPE ed in particolare l’art. 2, comma 1,
che istituisce tra l’altro, a supporto dell’attivita’ del comitato,
la commissione per lo sviluppo sostenibile;
Vista la propria delibera n. 137 del 19 novembre 1998 che definisce
le linee guida per le politiche e le misure nazionali di riduzione
delle emissioni dei gas serra;
Considerato che il protocollo di Kyoto in data 10 dicembre 1997 ha,
fra l’altro, individuato le azioni che dovranno essere realizzate
dai Paesi “Annex I” per la riduzione delle emissioni con
particolare riferimento anche allo sviluppo delle fonti rinnovabili
per la produzione di energia e delle tecnologie innovative per la
riduzione delle emissioni;
Vista la propria delibera n. 126 del 6 agosto 1999 che approva il
“Libro bianco per la valorizzazione energetica delle fonti
rinnovabili”;
Vista la legge 2 dicembre 1998, n. 423, art. 3, comma 4, che
prevede la presentazione al CIPE per l’approvazione da parte del
Ministro per le politiche agricole, d’intesa con la conferenza
permanente Stato-regioni, di un programma nazionale
“biocombustibili”, per avviare le azioni nazionali derivanti dagli
impegni assunti con il protocollo di Kyoto;
Visto il “Programma nazionale energia rinnovabile da biomasse”
(PNERB) predisposto dal Ministero per le politiche agricole il
24 giugno 1998;
Considerato che il Ministro delle politiche agricole e forestali,
d’intesa con i Ministri dell’ambiente, dell’industria, dei
trasporti,
delle finanze e dell’universita’ e della ricerca scientifica e
tecnologica, sottopone, ai sensi del punto 2.3 della citata propria
delibera n. 137/98, all’approvazione del CIPE il “Programma
nazionale per la valorizzazione delle biomasse agricole e
forestali”,
predisposto sulla base del surrichiamato “PNERB”;
Vista l’approvazione del documento di programma di cui sopra da
parte della commissione sviluppo sostenibile nella riunione del 20
luglio 1999;
Visto il parere positivo espresso sullo stesso documento dalla
conferenza unificata nella seduta del 2 dicembre 1999;
Vista la proposta del Ministro delle politiche agricole e forestali
con nota n. 28428 del 16 dicembre 1999;
Delibera:
1. E’ approvato il “Programma nazionale per la valorizzazione delle
biomasse agricole e forestali”.
2. Sara’ cura dell’osservatorio, di cui al punto 1.4 della citata
propria delibera n. 137/98, riferire periodicamente alla
commissione sviluppo sostenibile sul monitoraggio dell’attuazione,
cosi’ come previsto all’obiettivo 6, del programma di cui al punto
1.
Roma, 21 dicembre 1999
Il Presidente delegato: Amato
Registrata alla Corte dei conti il 21 febbraio 2000 Registro n. 1
Tesoro, bilancio e programmazione economica, foglio n. 190

Architetto.info