Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Piano temporaneo per fronteggiare l'emergenza per il conferimento dei ...

Piano temporaneo per fronteggiare l'emergenza per il conferimento dei rifiuti urbani prodotti in alcuni comuni del bacino di utenza BA3. Proroga ordinanze n. 51/99 e n. 52/99. (Ordinanza 31 gennaio 2000, n. 53).

COMUNICATO
Piano temporaneo per fronteggiare l’emergenza per il conferimento
dei rifiuti urbani prodotti in alcuni comuni del bacino di utenza
BA3. Proroga ordinanze n. 51/99 e n. 52/99. (Ordinanza 31 gennaio
2000, n. 53).
IL COMMISSARIO DELEGATO PER L’EMERGENZA RIFIUTI IN PUGLIA
(Omissis);
Ordina:
1. Ai sindaci dei comuni di Adelfia, Grumo Appula, Valenzano e
Toritto, ricompresi nel bacino di utenza BA3 cosi’ come definito
dal piano regionale ordinario, di conferire, con decorrenza dall’1
febbraio 2000 e per l’intero mese di febbraio 2000, i rifiuti
urbani prodotti nel proprio territorio, depurati della quota del
10% dei materiali provenienti dalla raccolta differenziata, alla
discarica controllata di I cat. autorizzata all’esercizio, ubicata
nel comune di Altamura.
2. Ai sindaci dei comuni di Bitetto e Noicattaro, ricompresi nel
bacino di utenza BA3, cosi’ come definito dal piano regionale
ordinario, di conferire, con decorrenza dall’1 febbraio 2000 e per
l’intero mese di febbraio 2000, i rifiuti urbani prodotti nel
proprio territorio, depurati della quota del 10% dei materiali
provenienti dalla raccolta differenziata, alla discarica
controllata di I cat. autorizzata all’esercizio, ubicata nel comune
di Bitonto.
3. Al sindaco del comune di Casamassima, ricompreso nel bacino di
utenza BA3, cosi’ come definito dal piano regionale ordinario, di
conferire, con decorrenza dall’1 gennaio 2000 e per l’intero mese
di gennaio 2000, i rifiuti urbani prodotti nel proprio territorio,
depurati della quota del 10% dei materiali provenienti dalla
raccolta differenziata, alla discarica controllata di I cat.
autorizzata all’esercizio, ubicata nel comune di Conversano.
4. Ai sindaci dei comuni di Altamura, Bitonto e Conversano di
disporre che venga consentito il conferimento dei rifiuti urbani
alle discariche controllate di I cat. ubicate nei rispettivi
territori, secondo la distribuzione e le modalita’ indicate ai
commi precedenti.
5. La tariffa di smaltimento da applicare ad ogni comune conferente
i rifiuti in ciascun impianto di discarica sopra indicato, sia in
forza della appartenenza al bacino di utenza a servizio del quale
e’ posto lo stesso impianto, sia in forza della presente ordinanza,
cosi’ come previsto dalla legge, deve essere conforme ai criteri
stabiliti dalla legislazione regionale (ll.rr. n. 17/93 e n. 13/96)
e dal programma di emergenza commissariale adottato con decreto n.
70/1997, come integrato dal decreto commissariale n. 243 del 24
novembre 1998. 6. Al Presidente dell’amministrazione provinciale di
Bari, di disporre il controllo dell’osservanza del presente
provvedimento da parte dei comuni e dei soggetti interessati.
Il presente provvedimento e’ notificato per l’esecuzione ai sindaci
dei comuni di Adelfia, Bitetto, Casamassima, Grumo Appula,
Noicattaro, Valenzano e Toritto, nonche’ ai sindaci dei comuni di
Altamura, Bitonto e Conversano e al Presidente dell’amministrazione
provinciale di Bari.
E’ inviato inoltre, per opportuna conoscenza, al Ministro della
sanita’, al Ministro dell’ambiente, al Sottosegretario del
Dipartimento protezione civile, al prefetto di Bari, alla regione
Puglia.
Il presente provvedimento e’ pubblicato per intero nel Bollettino
ufficiale della regione Puglia.
Il provvedimento e’ altresi’ pubblicato per estratto nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica.
Bari, 31 gennaio 2000 Il commissario delegato:
Distaso

Architetto.info