Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Regolamento recante norme di attuazione della direttiva 96/50/CE relat...

Regolamento recante norme di attuazione della direttiva 96/50/CE relativa all'armonizzazione dei requisiti per il conseguimento dei certificati nazionali di conduzione di navi per il trasporto di merci e di persone nella Comunita', nel settore della navigazione interna.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 18 dicembre 1999, n.545
Regolamento recante norme di attuazione della direttiva 96/50/CE
relativa all’armonizzazione dei requisiti per il conseguimento dei
certificati nazionali di conduzione di navi per il trasporto di
merci e di persone nella Comunita’, nel settore della navigazione
interna.
in vigore dal:
8-3-2000
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visto l’articolo 87, quinto comma, della Costituzione;
Vista la direttiva 96/50/CE del Consiglio del 23 luglio 1996
riguardante l’armonizzazione dei requisiti per il conseguimento dei
certificati nazionali di conduzione di navi per il trasporto di
merci e di persone nella Comunita’ nel settore della navigazione
interna;
Vista la legge 24 aprile 1998, n. 128, recante:
“Disposizioni derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle
Comunita’ europee – legge comunitaria 1995-1997” ed in particolare
l’articolo 5 e l’allegato C;
Visto l’articolo 134 del codice della navigazione, approvato con
regio decreto 30 marzo 1942, n. 327;
Visti gli articoli da 49 a 53 del regolamento per la navigazione
interna approvato con decreto del Presidente della Repubblica 28
giugno 1949, n. 631;
Visto il decreto ministeriale 16 febbraio 1971, che ha istituito il
titolo professionale di pilota motorista per il personale navigante
della navigazione interna, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.
75 del 25 marzo 1971;
Visto il decreto ministeriale 28 luglio 1979, che ha istituito, tra
l’altro, il titolo professionale di timoniere per il personale
navigante della navigazione interna, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 239 del 31 agosto 1979;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 19 gennaio 1957,
n. 332, recante norme relative agli accertamenti sanitari per
l’iscrizione nelle matricole del personale navigante della
navigazione interna e per il conseguimento dei rispettivi titoli
professionali;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 7 aprile 1959,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 137 dell’11 giugno 1959, e
successive modifiche e integrazioni, recante norme sullo
svolgimento degli esami e la composizione delle rispettive
commissioni esaminatrici per il conferimento dei titoli
professionali e delle qualifiche di autorizzato della navigazione;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 12 gennaio 1998,
n. 24, con il quale e’ stata data attuazione alla direttiva
91/672/CEE, relativa al riconoscimento reciproco dei certificati
nazionali di conduzione di navi per il trasporto di merci e persone
nel settore della navigazione interna;
Visto l’articolo 17, comma 2, della legge 23 agosto 1998, n. 400;
Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri
adottata nella riunione del 7 maggio 1999;
Udito il parere del Consiglio di Stato, espresso dalla sezione
consultiva per gli atti normativi nell’adunanza del 21 giugno 1999;
Acquisiti i pareri delle competenti commissioni della Camera dei
deputati e del Senato della Repubblica;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 16 dicembre 1999;
Sulla proposta dei Ministri per le politiche comunitarie e dei
trasporti e della navigazione, di concerto con i Ministri degli
affari esteri, della giustizia e del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica;
E m a n a
il seguente regolamento:
Art. 1.
Definizioni
1. Ai fini del presente regolamento, si intende per:
a) “autorita’ competente”, i direttori degli uffici provinciali
della motorizzazione civile e dei trasporti in concessione di
Milano
e di Venezia, individuati quali sedi di esame per il conseguimento
dei titoli professionali dall’articolo 2 del decreto del Presidente
della Repubblica 7 aprile 1959, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
n. 137 dell’11 giugno 1959, e successive modifiche e integrazioni,
e incaricati del rilascio del certificato per la conduzione di
navi nel settore della navigazione interna;
b) “conduttore di navi”, la persona che assume il comando per la
conduzione della nave sulle idrovie degli Stati membri dell’Unione
europea e che e’ responsabile della navigazione a bordo;
c) “membro del personale di coperta”, una persona che regolarmente
partecipa alla conduzione ed alla tenuta del timone di una nave per
la navigazione interna.

Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione competente per materia, ai sensi dell’art. 10,
comma 3, del testo unico delle disposizioni sulla promulgazione
delle leggi, sull’emanazione dei decreti del Presidente della
Repubblica e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica
italiana, approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge alle
quali e’ operato il rinvio. Restano invariati il valore e
l’efficacia degli atti legislativi qui trascritti. Per le direttive
CEE vengono forniti gli estremi di pubblicazione nella Gazzetta
Ufficiale delle Comunita’ europee (GUCE).
Note alle premesse:
– L’art. 87 della Costituzione conferisce, tra l’altro, al
Presidente della Repubblica il potere di promulgare le leggi e di
emanare i decreti aventi valore di legge e di regolamenti.
– La direttiva 96/50/CE del Consiglio del 23 luglio 1996 e’ stata
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale delle Comunita’ europee L 235
del 17 settembre 1996.
– La legge 24 aprile 1998, n. 128, reca: “Disposizioni per
l’adempimento di obblighi derivanti dalla appartenenza dell’Italia
alle Comunita’ europee (Legge comunitaria 1995-1997)”. L’art. 5 e
l’allegato C cosi’ recitano:
“Art. 5 (Attuazione di direttive comunitarie con regolamento
autorizzato). – 1. Il Governo e’ autorizzato a dare attuazione alle
direttive comprese nell’elenco di cui all’allegato C con uno o piu’
regolamenti ai sensi dell’art. 17, comma 2, della legge 23 agosto
1988, n. 400, adottati previo parere delle commissioni parlamentari
e del Consiglio di Stato, attenendosi a principi e criteri
direttivi corrispondenti a quelli enunciati nelle lettere b), e),
f) e g) del comma 1 dell’art. 2.
2. Fermo restando il disposto dell’art. 5, comma 1, della legge 9
marzo 1989, n. 86, i regolamenti di cui al comma 1 del presente
articolo possono altresi’, per tutte le materie non coperte da
riserva assoluta di legge, dare attuazione alle direttive anche se
precedentemente trasposte, di cui le direttive comprese
nell’allegato C costituiscano la modifica, l’aggiornamento od il
completamento.
3. Ove le direttive cui essi danno attuazione prescrivano di
adottare discipline sanzionatorie, il Governo, in deroga a quanto
stabilito nell’art. 8, puo’ prevedere nei regolamenti di cui al
comma 1, per le fattispecie individuate dalle direttive stesse,
adeguate sanzioni amministrative, che dovranno essere determinate
in ottemperanza ai principi stabiliti in materia dalla lettera e)
del comma 1 dell’art. 2”.
“Allegato C
(Omissis).
96/50/CE: direttiva del Consiglio del 23 luglio 1996, riguardante
l’armonizzazione dei requisiti per il conseguimento dei certificati
nazionali di conduzione di navi per il trasporto di merci e di
persone nella Comunita’ nel settore della navigazione interna.
(Omissis)”
– L’art. 134 del codice della navigazione, approvato con regio
decreto 30 marzo 1942, n. 137, cosi’ recita:
“Art. 134 (Titoli professionali del personale). – Per i servizi di
coperta i titoli professionali sono:
a) capitano;
b) capo timoniere;
c) capo barca;
d) conduttore di motoscafi;
e) barcaiolo abilitato.
Per i servi di macchina i titoli professionali sono:
a) macchinista;
b) motorista.
Coloro che sono in possesso dei titoli di cui alla lettera a), b),
d), del primo comma e a), b) del secondo comma, possono essere
autorizzati con apposita annotazione sul documento di abilitazione
a prestare servizio su navi addette a servizi pubblici di linea o
di rimorchio o a servizi di trasporto di persone per conto di
terzi. I requisiti per il conseguimento dei titoli, i limiti
dell’abilitazione professionale propria a ciascun titolo e le
modalita’ del rilascio sono stabiliti da regolamento. Il Ministro
per i trasporti, in relazione alle caratteristiche e alle esigenze
dei trasporti, puo’ determinare altre qualifiche relative
all’esercizio della navigazione interna, stabilendo le condizioni e
le modalita’ per il conseguimento dei relativi titoli
professionali.
I limiti e le abilitazioni professionali del personale addetto ai
servizi portuali sono stabiliti da leggi o regolamenti speciali”.
– Il decreto del Presidente della Repubblica del 28 giugno 1949, n.
631, reca: “Approvazione del regolamento per la navigazione
interna”. Gli articoli da 49 a 53 cosi’ recitano:
“Art. 49 (Capitano). – Per conseguire il titolo di capitano
occorrono i seguenti requisiti:
1) essere iscritto nella prima categoria del personale navigante;
2) aver compiuto i ventuno anni di eta’;
3) essere fisicamente idoneo all’esercizio delle funzioni alle
quali abilita il titolo;
4) non aver riportato condanna due volte per ubriachezza o una
volta per un delitto punibile con pena non inferiore nel minimo a
tre anni di reclusione, oppure per furto, truffa, appropriazione
indebita, ricettazione, per un delitto contro la fede pubblica,
salvo che non sia intervenuta la riabilitazione;
5) aver compiuto gli studi dell’ordine medio;
6) aver effettuato due anni di navigazione in servizio di coperta;
7) aver sostenuto con esito favorevole un esame secondo i programmi
stabiliti dal Ministro per i trasporti.
I sottufficiali di carriera della Marina militare in congedo, che
hanno tenuto il comando di nave militare per almeno un anno, e che
siano in possesso degli altri requisit…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info