Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Situazioni di emergenza ambientale nella regione Puglia per la gestion...

Situazioni di emergenza ambientale nella regione Puglia per la gestione dei rifiuti urbani e speciali, anche pericolosi, e nella regione Calabria per la gestione dei rifiuti urbani e speciali, anche pericolosi, nonche' in materia di bonifica e risanamento ambientale e tutela delle acque. (GU n. 2 del 4-1-2000)

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 29 dicembre 1999
Situazioni di emergenza ambientale nella regione Puglia per la
gestione dei rifiuti urbani e speciali, anche pericolosi, e nella
regione Calabria per la gestione dei rifiuti urbani e speciali,
anche pericolosi, nonche’ in materia di bonifica e risanamento
ambientale e tutela delle acque. (GU n. 2 del 4-1-2000) IL
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
Visto l’Art. 5, comma 1, della legge 24 febbraio 1992, n. 225;
Considerato che permangono situazioni di emergenza ambientale nella
regione Puglia per la gestione dei rifiuti urbani e speciali, anche
pericolosi, e nella regione Calabria per la gestione dei rifiuti
urbani e speciali, anche pericolosi, nonche’ in materia di bonifica
e risanamento ambientale e tutela delle acque.
Rilevato che con il decreto del Presidente del Consiglio dei
Ministri protempore datato 23 dicembre 1998 si era provveduto alla
proroga, fino al 31 dicembre 1999, dei relativi stati di emergenza;
Ravvisata la necessita’ di adottare ulteriori interventi
finalizzati al superamento della situazione di crisi e di
completare quelli attualmente in corso;
Tenuto conto delle richieste presentate dalle regioni interessate;
Considerato che tali interventi necessitano dell’adozione di altri
provvedimenti straordinari ed urgenti;
Viste le note numeri 23632, 23631 del Ministro dell’ambiente del 29
dicembre 1999 con le quali viene espresso il parere favorevole
all’ulteriore proroga dello stato di emergenza fino al 30 giugno
2000;
Considerato, pertanto, che persiste la necessita’ di prorogare
ulteriormente gli stati di emergenza gia’ dichiarati;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 29 dicembre 1999 su proposta del Ministro
dell’interno;
Decreta:
Ai sensi e per gli effetti dell’Art. 5, comma 1, della legge 24
febbraio 1992, n. 225, e, sulla base delle motivazioni di cui in
premessa, e’ prorogato fino al 30 giugno 2000 lo stato di emergenza
ambientale nelle regioni Puglia e Calabria. Il presente decreto
sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.
Roma, 29 dicembre 1999
Il Presidente del Consiglio dei Ministri D’Alema
IL MINISTRO DELL’INTERNO
Bianco

Architetto.info