Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Comunicato relativo al decreto del Ministro dei trasporti e della navi...

Comunicato relativo al decreto del Ministro dei trasporti e della navigazione 5 ottobre 1999, n. 478, concernente: 'Regolamento recante norme di sicurezza per la navigazione da diporto'.

MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE
ERRATA-CORRIGE
COMUNICATO relativo al decreto del Ministro dei trasporti e della
navigazione 5 ottobre 1999, n. 478, concernente: “Regolamento
recante norme di sicurezza per la navigazione da diporto”. (Decreto
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 295 del
17 dicembre 1999). Nel decreto citato in epigrafe, pubblicato
nella sopra indicata Gazzetta Ufficiale, alla pag. 21, nella
seconda colonna, l’art. 1, commi 1 e 2 deve intendersi pubblicato
come segue:
“Art. 1. Finalita’ e campo di applicazione
1. Il presente regolamento stabilisce le condizioni per il rilascio
del certificato di sicurezza ed individua i mezzi di salvataggio
nonche’ le dotazioni di sicurezza minime che devono essere tenute a
bordo delle unita’ da diporto in relazione alla navigazione
effettivamente svolta. Resta nella responsabilita’ del conduttore
dotare l’unita’ degli ulteriori mezzi e delle attrezzature di
sicurezza e marinaresche necessarie in relazione alle condizioni
meteo-marine e alla distanza da porti sicuri per la navigazione che
intende effettivamente intraprendere.
2. La disciplina del presente regolamento si applica alla
navigazione intrapresa nelle acque marittime ed interne dalle
unita’ da diporto di seguito indicate:
a) unita’ con scafo di lunghezza compresa tra i 2,5 e i 24 metri,
munite di marcatura CE, di cui al decreto legislativo 14 agosto
1996, n. 436, e successive modificazioni;
b) unita’ da diporto rientranti nella categoria delle imbarcazioni
e dei natanti, conformi alle prescrizioni della legge 11 febbraio
1971, n. 50, e successive modificazioni.
3. Per la navigazione intrapresa con unita’ da diporto rientranti
nella categoria dei natanti, di cui all’articolo 13, comma 3, della
legge 11 febbraio 1971, n. 50, e successive modificazioni, le
disposizioni del presente decreto si applicano limitatamente a
quanto stabilito per i mezzi di salvataggio e le dotazioni di
sicurezza, per il numero delle persone trasportabili, nonche’ per
il motore ausiliario”.

Architetto.info