Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Autorizzazione all'utilizzo delle economie di appalto in interventi di...

Autorizzazione all'utilizzo delle economie di appalto in interventi di acquedotti non di competenza statale. (GU n. 282 del 1-12-1999)

MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICIDECRETO 16 novembre 1999

Autorizzazione all’utilizzo delle economie di appalto in interventi
di acquedotti non di competenza statale.

(GU n. 282 del 1-12-1999)

IL DIRETTORE GENERALE della difesa del suolo

Vista la legge 11 marzo 1988 n. 67, recante “Disposizioni per la
formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge
finanziaria 1988);
Visti il decreto ministeriale 20 luglio 1989, con il quale e’ stata
autorizzata, ai sensi e per gli effetti dell’art. 17, commi 38 e
42, della citata legge, la concessione da parte della Cassa
depositi e prestiti, a favore della regione Basilicata, di mutui
finalizzati all’attuazione di vari interventi acquedottistici fra i
quali quello riguardante i “Lavori di rifacimento degli acquedotti
e delle opere di presa di Terranova del Pollino (Potenza)”
dell’ERGAL dell’importo complessivo di L. 1.826.000.000;
Vista la deliberazione n. 418365900 del 14 marzo 1991 con la quale
la Cassa depositi e prestiti ha assentito un muto di L.
1.643.400.000 al citato progetto;
Vista la legge 30 dicembre 1991 n. 412 recante “Disposizioni in
materia di finanza pubblica”, in particolare l’art. 20 comma 1,
secondo il quale “le economie verificatesi nella realizzazione
di opere pubbliche finanziate con
ricorso a mutui con ammortamento a carico del bilancio statale in
base a specifiche disposizioni legislative, possono essere
utilizzate per lavori suppletivi e di variante al progetto
originario, previa autorizzazione del Ministero competente, secondo
le medesime procedure previste dalla legge di riferimento”;
Considerato che con legge regionale n. 20 del 9 aprile 1996 l’ERGAL
e’ stato soppresso e che la regione Basilicata e’ subentrata nei
rapporti attivi e passivi che facevano capo all’ente soppresso;
Vista la legge 17 maggio 1999, n. 144 recante “Misure in materia di
investimenti”, in particolare l’art. 8, che sostituisce il
menzionato art. 20 comma 1 della legge n. 412/1991, secondo il
quale “le economie verificatesi nella realizzazione di opere
pubbliche finanziate con ricorso a mutui con ammortamento a carico
del bilancio statale in base a specifiche disposizioni legislative,
possono essere utilizzate per il finanziamento di ulteriori lavori
afferenti al progetto originario ovvero a un nuovo progetto di
opere della stessa tipologia di quelle previste dalla legge
originaria di finanziamento previa autorizzazione del Ministero
competente”;
Vista la perizia di completamento, per l’utilizzazione delle
economie di appalto finalizzate all’esecuzione di opere integrative
del progetto originariamente approvato e aventi la stessa tipologia
di quelle previste dalla legge di finanziamento, all’uopo redatta
dall’ing. Aniello Vietro dell’ufficio OO.PP. e difesa del suolo
della regione Basilicata, dell’importo complessivo di L.
198.584.404 di cui L. 158.000.000 per lavori e L. 40.584.404 per
somme a disposizione dell’amministrazione;
Vista la delibera n. 354 in data 1 marzo 1999 con la quale la
giunta regionale, ha approvato la citata perizia di completamento
dell’importo di L. 198.584.404 per l’utilizzazione delle economie
di appalto;
Visto il decreto del presidente della giunta regionale n. 80b
del 2 marzo 1999 di approvazione della perizia di
completamento in questione;
Visto il nulla osta n. 30 del 27 ottobre 1998 del comune di
Terranova di Pollino ai sensi dell’art. 7, comma m) della legge
regionale n. 53/93;
Vista l’autorizzazione n. 9795/98 del 23 novembre 1998
dell’Ente parco nazionale del Pollino;
Viste la note del 25 maggio 1999, n. 7934/97 e del 29 luglio 1999
n. 6776/99 con le quali la regione Basilicata, ufficio OO.PP. e
difesa del suolo ha chiesto al Ministero dei lavori pubblici
l’autorizzazione per l’utilizzo delle citate economie di appalto;
Viste le risultanze favorevoli dell’istruttoria compiuta sugli
elaborati della perizia in argomento, ai fini della rispondenza
degli interventi in essa
previsti ai requisiti di ammissibilita’ fissati dalla deliberazione
C.I.P.E. del 14 giugno 1988;

Decreta:
Art.1.
Ai sensi e per gli effetti dell’art. 20 comma 1 della legge 30
dicembre 1991, n. 412 come sostituito dall’art. 8 della legge 17
maggio 1999, n. 144, la regione Basilicata e’ autorizzata ad
utilizzare, per il finanziamento della perizia di completamento, le
economie, ammontanti complessivamente a L. 198.584.404, derivanti
dall’appalto dell’intervento denominato “Lavori di rifacimento
degli acquedotti e delle opere di presa di Terranova del Pollino
(Potenza)”, dell’importo complessivo di L. 1.826.000.000,
finanziato con mutuo della Cassa depositi e prestiti di L.
1.643.400.000.

Roma, 16 novembre 1999
Il direttore generale: Cappiello

Architetto.info