Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Disposizioni urgenti in materia di stipula di contratti di vettoriamen...

Disposizioni urgenti in materia di stipula di contratti di vettoriamento dell'energia elettrica in deroga di cui all'art. 4, comma 4.4, della deliberazione dell'Autorita' per l'energia elettrica e il gas 18 febbraio 1999, n. 13/99. (Deliberazione n. 194/99). (GU n. 303 del 28-12-1999)

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
DELIBERAZIONE 22 dicembre 1999
Disposizioni urgenti in materia di stipula di contratti di
vettoriamento dell’energia elettrica in deroga di cui all’art. 4,
comma 4.4, della deliberazione dell’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas 18 febbraio 1999, n. 13/99. (Deliberazione n.
194/99). (GU n. 303 del 28-12-1999)
L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 22 dicembre 1999,
Premesso che:
l’art. 4, comma 4.4, della deliberazione dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas (di seguito: l’Autorita’) 18 febbraio
1999, n. 13/99, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 49 del 1° marzo 1999, recante disciplina delle
condizioni tecnico-economiche del servizio di vettoriamento
dell’energia elettrica e di alcuni servizi di rete (di seguito:
deliberazione n. 13/99), prevede che: “E’ consentita, per motivate
esigenze e previa autorizzazione dell’Autorita’, la stipula di un
contratto di vettoriamento in deroga alle condizioni previste dagli
articoli da 5 a 12 e dall’art. 15 della presente deliberazione o
anche difforme dallo schema di contratto-tipo di cui al comma 4.1.
L’Autorita’, qualora il contratto in deroga o difforme dallo schema
di contratto-tipo contrasti con l’esigenza di garantire liberta’ di
accesso alla rete e suo uso a parita’ di condizioni, la massima
imparzialita’ e la neutralita’ del servizio, puo’ rifiutarne
l’approvazione, ovvero subordinarla a modifiche delle clausole
contrattuali. Se l’Autorita’ non si pronuncia entro trenta giorni
dalla domanda di autorizzazione, l’autorizzazione si intende
tacitamente accordata”;
l’art. 16, comma 16.2, della deliberazione n. 13/99 prevede che la
disciplina in essa contenuta, con riferimento ai rapporti di
vettoriamento e scambio in essere alla sua data di entrata in
vigore, si applica a decorrere dal 1° gennaio 2000;
e’ ancora in corso il procedimento per l’approvazione dello schema
di contratto-tipo per il vettoriamento previsto dall’art. 4, comma
4.1, della deliberazione n. 13/99, anche a motivo della complessa
redazione dello stesso e dell’esigenza di tener conto delle
osservazioni inviate dai soggetti interessati a seguito della
diffusione del documento per la consultazione “Schema di contatto-
tipo per il servizio di vettoriamento dell’energia elettrica” del 4
agosto 1999;
fino all’approvazione dello schema di contratto-tipo sopra
richiamato, tutti i contratti di vettoriamento sono considerati
contratti in deroga alle condizioni previste dagli articoli da 5 a
12 e dall’art. 15 della deliberazione n. 13/99 e, come tali,
soggetti ad approvazione da parte dell’Autorita’;
a seguito dei provvedimenti adottati dall’Autorita’ in materia di
modalita’ e condizioni delle importazioni di energia elettrica, ai
sensi dell’art. 10, comma 2, del decreto legislativo 16 marzo 1999,
n. 79 (di seguito: decreto legislativo n. 79/99), e’ previsto
l’inoltro all’Autorita’ di domande di autorizzazione alla stipula
di contratti di vettoriamento internazionale che, al fine di
utilizzare in modo efficiente la capacita’ disponibile sulle linee
di interconnessione con l’estero destinata al mercato libero,
avranno decorrenza a partire dal 1° gennaio 2000;
nell’approssimarsi del termine di cui ai due precedenti alinea ed
in mancanza dello schema di contratto-tipo di vettoriamento,
l’Autorita’ dovra’ esaminare e valutare numerose domande di
autorizzazione alla stipula di contratti di vettoriamento;
Visti:
la legge 14 novembre 1995, n. 481, ed in particolare l’art. 2,
comma 12, lettera d), che prevede, tra l’altro, che l’Autorita’
definisca le condizioni tecnico-economiche di accesso e di
interconnessione alle reti;
il decreto legislativo n. 79/99;
la deliberazione n. 13/99;
la deliberazione dell’Autorita’ 28 ottobre 1999, n. 162/99,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 264 del
10 novembre 1999 come modificata dalla deliberazione dell’Autorita’
11 novembre 1999, n. 172/99, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale –
serie generale – n. 268 del 15 novembre 1999;
la deliberazione dell’Autorita’ 3 dicembre 1999, n. 180/99,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 286 del 6
dicembre 1999;
Considerato che:
i contratti di vettoriamento non possono avere decorrenze anteriori
alla data di comunicazione del provvedimento di autorizzazione alla
stipula reso dall’Autorita’, ovvero dal formarsi del silenzio-
assenso sulla domanda di autorizzazione;
con decorrenza dal 1° gennaio 2000, tutti i rapporti di
vettoriamento, in essere alla data di entrata in vigore della
deliberazione dell’Autorita’ n. 13/99, dovranno essere disciplinati
da contratti formulati ai sensi delle disposizioni contenute nella
richiamata deliberazione;
Ritenuto che:
sia opportuno semplificare la procedura prevista dall’art. 4, comma
4.4, della deliberazione n. 13/99 in merito alle modalita’ per
l’erogazione del servizio di vettoriamento, prevedendo in capo ai
soggetti contraenti l’obbligo di comunicazione, entro un termine
prestabilito, dei contratti di vettoriamento all’Autorita’, al fine
della verifica da parte di questa, del rispetto dell’esigenza di
garantire la liberta’ di accesso alla rete, l’uso della stessa a
parita’ di condizioni, la massima imparzialita’ e la neutralita’
del servizio;
sia conseguentemente opportuno prevedere che nei contratti di
vettoriamento stipulati in applicazione della procedura di cui al
precedente alinea sia inserita una clausola che preveda
l’inserimento automatico delle modifiche contrattuali eventualmente
imposte dall’Autorita’ a seguito della verifica prevista
nell’ambito della medesima procedura;
Delibera:
Art. 1.
Disposizioni urgenti in materia di stipula di contratti di
vettoriamento dell’energia elettrica
1. Sino all’approvazione dello schema di contratto-tipo di
vettoriamento dell’energia elettrica, previsto dall’art. 4, comma
4.1, della deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e
il gas 18 febbraio 1999, n. 13/99, e’ sospesa l’applicazione della
disciplina di cui all’art. 4, comma 4.4, della medesima
deliberazione in materia di autorizzazione alla stipula di
contratti di vettoriamento.
2. In conseguenza di quanto disposto al precedente comma 1, e sino
alla scadenza ivi prevista, possono essere stipulati contratti di
vettoriamento in deroga alle condizioni previste dagli articoli da
5 a 12 e dall’art. 15 della deliberazione dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas 18 febbraio 1999, n. 13/99, o anche
difformi dallo schema di contratto-tipo di cui al comma 4.1 della
medesima deliberazione, con l’obbligo per i soggetti contraenti di
trasmettere copia di tali contratti entro tre giorni dalla stipula
alla medesima Autorita’.
3. Entro trenta giorni dalla data di trasmissione di cui al comma
precedente, l’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas verifica
che il contratto di vettoriamento, trasmesso ai sensi del comma
precedente, non contrasti con le esigenze di garantire la liberta’
di accesso alla rete, l’uso della stessa a parita’ di condizioni,
l’imparzialita’ e la neutralita’ del servizio e comunica ai
soggetti contraenti, entro il medesimo termine, l’eventuale esito
negativo della verifica e le necessarie modifiche delle clausole
contrattuali. Se la medesima Autorita’ non si pronuncia entro
trenta giorni dalla domanda di autorizzazione, l’autorizzazione si
intende tacitamente accordata.
4. I contratti di vettoriamento, stipulati in applicazione del
presente provvedimento, dovranno contenere una clausola che preveda
l’inserimento automatico delle modifiche contrattuali che saranno
eventualmente imposte dall’Autorita’ per l’energia elettrica e il
gas a seguito della verifica di cui al precedente comma 3. Tali
modifiche contrattuali avranno effetto sin dalla data di stipula
dei contratti di vettoriamento.
Art. 2.
Disposizioni finali
Il presente provvedimento entra in vigore alla data della sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Milano, 22 dicembre 1999
Il presidente:
Ranci

Architetto.info