Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Istituzione di zone di riposo biologico al largo delle coste romagnole...

Istituzione di zone di riposo biologico al largo delle coste romagnole e marchigianoromagnole.

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI
DECRETO 20 ottobre 1999
Istituzione di zone di riposo biologico al largo delle coste
romagnole e marchigianoromagnole.
IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI
Vista la legge 14 luglio 1965, n. 963 e successive modificazioni
concernente la disciplina della pesca marittima;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 2 ottobre 1968, n.
1639 recante Regolamento per l’esecuzione della legge n. 963/1965;
Vista la legge 17 febbraio 1982, n. 41 recante il piano per
razionalizzazione e lo sviluppo della pesca marittima;
Visto il quinto piano triennale della pesca marittima, adottato con
decreto ministeriale 24 marzo 1997;
Avuto riguardo alle risultanze della riunione interministeriale,
tenuta in data 20 ottobre 1999, presso la Presidenza del Consiglio
dei Ministri;
Ritenuto che la normativa dinanzi citata prevede, tra le altre
misure tendenti a limitare lo sforzo di pesca, quelle relative alla
istituzione di zone di tutela biologica al fine di consentire la
ricostituzione degli stock ovvero di tener conto di particolari
situazioni di carattere contingente;
Considerato che le operazioni di recupero degli ordigni rilasciati
in mare durante le operazioni legate alla crisi internazionale in
Kosovo sono completate;
Ritenuta la necessita’ di assicurare da un lato la piu’ ampia
sicurezza dell’attivita’ di pesca e dall’altro di consentire, per
effetto della istituzione di zone e di tutela, la ricostituzione
ulteriore degli stock ittici; Decreta:
Art. 1. 1. Per i motivi in premessa indicati, con effetto immediato
sono istituite le zone di riposo biologico individuate dalle
seguenti coordinate geografiche: Zona A (al largo delle coste
romagnole): a) lat. 44 20’00”- long. 13 16’00”; b) lat. 44
26’30”-long. 13 28’00”; c) lat. 44 08’30”-long. 13 52’00”; d)
lat. 44 03’00”-long. 13 40’00”. Zona B (al largo delle coste
marchigianoromagnole): Area circolare incentrata sul punto di
coordinate Lat. 44 30’00”-long. 13 30’00” avente raggio di sette
miglia nautiche dal medesimo punto. Il presente decreto, avente
carattere di urgenza, e’ comunicato alle altre amministrazioni
interessate ed alle associazioni professionali ed e’ pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 20 ottobre 1999
Il Ministro: De Castro

Architetto.info