Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Disposizioni interpretative delle norme sul conferimento delle funzion...

Disposizioni interpretative delle norme sul conferimento delle funzioni di prevenzione e accertamento, delle violazioni al codice della strada. (GU n. 258 del 3-11-1999)

DECRETO-LEGGE 2 novembre 1999, n.391
Disposizioni interpretative delle norme sul conferimento delle
funzioni di prevenzione e accertamento, delle violazioni al codice
della strada.
(GU n. 258 del 3-11-1999)
note: Entrata in vigore del decreto: 4-11-1999
IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visti gli articoli 77 e 87 della Costituzione; Ritenuta la
straordinaria necessita’ ed urgenza di emanare disposizioni volte,
anche al fine di deflazionare l’imponente contenzioso in essere, a
chiarire la portata normativa dei commi 132 e 133 dell’articolo 17
della legge 15 maggio 1997, n. 127, ed a consentire l’ampliamento
delle funzioni di accertamento demandabili agli ausiliari del
traffico, nonche’ ad aumentare il termine per l’emissione degli
atti di cui all’articolo 24, comma 1, del decreto legislativo 30
aprile 1992, n. 285; Vista la deliberazione del Consiglio dei
Ministri, adottata nella riunione del 27 ottobre 1999; Sulla
proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri, del Ministro
dei lavori pubblici, del Ministro dei trasporti e della navigazione
e del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro per gli
affari regionali e con il Ministro per la funzione pubblica;
E m a n a il seguente decreto legge:
Art. 1. 1. I commi 132 e 133 dell’articolo 17 della legge 15 maggio
1997, n. 127, si interpretano nel senso che il conferimento delle
funzioni di prevenzione e accertamento delle violazioni, ivi
previste, comprende, ai sensi del comma 1, lettera e),
dell’articolo 12 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, e
successive modificazioni, i poteri di contestazione immediata,
nonche’ di redazione e sottoscrizione del verbale di accertamento
con l’efficacia di cui agli articoli 2699 e 2700 del codice civile.
2. Al personale di cui al comma 132 ed al personale di cui al comma
133 dell’articolo 17 della legge 15 maggio 1997, n. 127, puo’
essere conferita anche la competenza a disporre la rimozione dei
veicoli, nei casi previsti, rispettivamente, dalle lettere b) e c)
e dalla lettera d) del comma 2 dell’articolo 158 del decreto
legislativo 30 aprile 1992, n. 285. 3. Il termine indicato
dall’articolo 204, comma 1, del decreto legislativo 30 aprile 1992,
n. 285, per l’emissione dell’ordinanzaingiunzione da parte del
prefetto e’ fissato in centottanta giorni.
Art. 2. 1. Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo
a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della
Repubblica italiana e sara’ presentato alle Camere per la
conversione in legge. Il presente decreto, munito del sigillo dello
Stato, sara’ inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi
della Repubblica italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di
osservarlo e di farlo osservare. Dato a Roma, addi’ 2 novembre 1999
CIAMPI D’Alema, Presidente del Consiglio dei Ministri Micheli,
Ministro dei lavori pubblici Treu, Ministro dei trasporti e della
navigazione Russo Jervolino, Ministro dell’interno Bellillo,
Ministro per gli affari regionali Piazza, Ministro per la funzione
pubblica Visto, il Guardasigilli: Diliberto

Architetto.info