Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Direttiva concernente la facolta' di recesso nei contratti di fornitur...

Direttiva concernente la facolta' di recesso nei contratti di fornitura annuali, ad esecuzione continuata, di servizi elettrici. (Deliberazione n. 158/99).

DELIBERAZIONE 20 ottobre 1999
Direttiva concernente la facolta’ di recesso nei contratti di
fornitura annuali, ad esecuzione continuata, di servizi elettrici.
(Deliberazione n. 158/99).
L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS Nella riunione del 20
ottobre 1999; Premesso che: l’Autorita’ per l’energia elettrica e
il gas (di seguito: l’Autorita’), in base al disposto dell’art. 1,
comma 1, della legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n.
481/1995), e’ investita di funzioni di regolazione dei servizi di
pubblica utilita’ dell’energia elettrica e del gas, al fine di
garantire, tra l’altro, la “promozione della concorrenza e
dell’efficienza”; alcuni utenti hanno segnalato all’Autorita’ che
nei contratti di fornitura annuale, ad esecuzione continuata, di
servizi elettrici a clienti vincolati stipulati dalle imprese
distributrici, di cui all’art. 9, comma 1, del decreto legislativo
16 marzo 1999, n. 79 (di seguito: decreto legislativo n. 79/1999),
non e’ riconosciuta la facolta’ di recesso, essendo esclusivamente
prevista la proroga di diritto per un ulteriore periodo di un anno
qualora il cliente non dia disdetta con raccomandata almeno due
mesi prima di ogni scadenza; taluni degli utenti di cui al
precedente alinea, hanno inviato all’Autorita’ copia di proposte
contrattuali agli stessi presentate dall’Enel S.p.a. – Divisione
distribuzione a seguito della disdetta, comunicata successivamente
all’acquisizione della qualifica di cliente idoneo, di un contratto
di fornitura annuale, ad esecuzione continuata, di servizi
elettrici e a fronte della richiesta di un nuovo contratto per il
periodo compreso tra la data di scadenza del contratto originario e
la data di stipula di un contratto sul libero mercato; dalle
proposte contrattuali di cui al precedente alinea risulta che: a)
per quanto concerne i corrispettivi di potenza, l’Enel S.p.a.
ritiene applicabile il provvedimento del Comitato interministeriale
dei prezzi 14 settembre 1979, n. 36, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 263 del 25 settembre 1979, ed in
particolare di quanto disposto al capitolo I, lettera A, paragrafo
11, recante tariffe per forniture ricorrenti di durata inferiore ad
un anno; b) per quanto concerne i corrispettivi per l’energia,
l’Enel S.p.a. propone l’applicazione di una tariffa non multioraria
a utenze soggette a tariffa multioraria, cio’ che comporta un
significativo incremento dei costi per il cliente; Visti: la legge
n. 481/1995, ed in particolare l’art. 2, comma 12, lettere h) e m);
il decreto legislativo n. 79/1999 di attuazione della direttiva
96/92/CE recante norme comuni per il mercato interno dell’energia
elettrica;
Viste: la deliberazione dell’Autorita’ 23 settembre 1998, n.
120/98, recante direttive concernenti l’erogazione del servizio
elettrico ai sensi dell’art. 2, comma 12, lettera h), della legge
14 novembre 1995, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 229 del 1 ottobre 1998, con la quale l’Autorita’ ha
disposto l’inserimento nei contratti pluriennali di fornitura, ad
esecuzione continuata, di servizi elettrici a clienti vincolati, di
una clausola che riconosca al cliente la facolta’ di recesso
unilaterale, con onere di preavviso non superiore a sei mesi, nel
caso in cui detto cliente acquisisca la qualifica di cliente
idoneo; la deliberazione dell’Autorita’ 18 febbraio 1999, n. 13/99
(di seguito: deliberazione n. 13/99), recante disciplina delle
condizioni tecnicoeconomiche del servizio di vettoriamento e di
alcuni servizi di rete, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 49 del 1 marzo 1999; la deliberazione dell’Autorita’
26 maggio 1999, n. 78/99, recante definizione di alcune clausole
negoziali da inserire nei contratti bilaterali di fornitura di
servizi elettrici a clienti idonei di cui all’art. 6 del decreto
legislativo 16 marzo 1999, n. 79, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 144 del 22 giugno 1999, con la
quale l’Autorita’ ha disposto l’inserimento nei contratti
bilaterali, ad esecuzione continuata, di fornitura di servizi
elettrici a clienti idonei di una clausola che riconosca al cliente
la facolta’ di recesso con onere di preavviso non superiore a sei
mesi; la deliberazione dell’Autorita’ 30 giugno 1999, n. 91/99,
recante definizione delle modalita’ di riconoscimento e di verifica
della qualifica di cliente idoneo e istituzione dell’elenco dei
clienti idonei, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 188 del 12 agosto 1999;
Considerato che: le segnalazioni di cui in premessa, unitamente
alla documentazione acquisita dall’Autorita’, evidenziano il
permanere di profili di natura tariffaria e contrattuale che, non
giustificati da esigenze di tutela di interessi generali afferenti
il funzionamento del sistema elettrico, costituiscono un obiettivo
ostacolo al processo di liberalizzazione avviato dal decreto
legislativo n. 79/1999; l’attivazione di una fornitura di energia
elettrica e’ subordinata alla preventiva verifica, da parte
delgestore della rete a cui e’ allacciato il cliente idoneo, della
compatibilita’ della richiesta di vettoriamento con la salvaguardia
della sicurezza di funzionamento del sistema elettrico nazionale,
secondo quanto previsto dalla deliberazione n. 13/99; le imprese
distributrici, ai sensi dell’art. 9, comma 1, del decreto
legislativo n. 79/1999, hanno l’obbligo di connettere alle proprie
reti tutti i soggetti che ne facciano richiesta, senza
compromettere la continuita’ del servizio e purche’ siano
rispettate le regole tecniche nonche’ le deliberazioni emanate
dall’Autorita’ in materia di tariffe, contributi ed oneri; Ritenuta
la necessita’ di riconoscere, al fine di eliminare situazioni di
fatto o di diritto tali da creare ostacoli all’effettiva apertura
del mercato elettrico come prevista dal decreto legislativo n.
79/1999, la facolta’ di recesso unilaterale anche nei contratti di
fornitura di energia elettrica di durata annuale ai clienti che
acquisiscano la qualifica di cliente idoneo, ovvero possano
indirettamente beneficiare del riconoscimento di detta qualifica ai
soggetti di cui all’art. 4, comma 2, lettera b), del decreto
legislativo n. 79/1999; Delibera:
Art. 1. Ambito di applicazione La presente direttiva si applica ai
contratti di fornitura annuale, ad esecuzione continuata, di
servizi elettrici stipulati con clienti finali dalle imprese
distributrici di cui all’art. 9, comma 1, del decreto legislativo
16 marzo 1999, n. 79.
Art. 2. Facolta’ di recesso da contratti di fornitura annuali ad
esecuzione continuata, di servizi elettrici 2.1 Nei contratti di
cui al precedente art. 1 viene riconosciuta al cliente finale la
facolta’ di recesso unilaterale, con onere di preavviso non
superiore ad un mese, qualora il medesimo cliente finale: a) abbia
acquisito la qualifica di cliente idoneo ai sensi della
deliberazione dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas 30
giugno 1999, n. 91/99; b) partecipi ad un consorzio, ovvero assuma
una partecipazione in una societa’ consortile, che abbia acquisito
la qualifica di cliente idoneo ai sensi della deliberazione
dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas 30 giugno 1999, n.
91/99; c) limitatamente alle persone giuridiche, faccia parte di
gruppi di imprese che abbiano acquisito la qualifica di cliente
idoneo ai sensi della deliberazione dell’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas 30 giugno 1999, n. 91/99. 2.2 La facolta’ di cui
al comma 2.1 puo’ essere esercitata limitatamente ai siti di
consumo rilevanti per il riconoscimento della qualifica di cliente
idoneo ai sensi della deliberazione dell’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas 30 giugno 1999, n. 91/99.
Art. 3. Disposizioni finali La presente direttiva viene pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana ed entra in
vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione.
Milano, 20 ottobre 1999
Il presidente: Ranci

Architetto.info