Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Definizione di obblighi di registrazione delle interruzioni del serviz...

Definizione di obblighi di registrazione delle interruzioni del servizio di distribuzione dell'energia elettrica e di indicatori di continuita' del servizio. (Deliberazione n. 128/99).

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
DELIBERAZIONE 1 settembre 1999
Definizione di obblighi di registrazione delle interruzioni del
servizio di distribuzione dell’energia elettrica e di indicatori di
continuita’ del servizio. (Deliberazione n. 128/99).
L’AUTORITA’
PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 1 settembre 1999;
Premesso che:
l’art. 2, comma 12, lettera h) della legge 14 novembre 1995, n.
481, (di seguito:
legge n. 481/1995) prevede che l’Autorita’ per l’energia elettrica
e il gas (di seguito:
l’Autorita’) emani le direttive concernenti la produzione e
l’erogazione dei servizi da parte dei soggetti esercenti i servizi
medesimi, definendo in particolare i livelli generali di qualita’
riferiti al complesso delle prestazioni e i livelli specifici di
qualita’ riferiti alla singola prestazione da garantire all’utente;
con delibera 31 luglio 1997, n. 81/97 (di seguito: delibera n.
81/97) l’Autorita’ ha avviato il procedimento per la formazione di
provvedimenti di cui all’art. 2, comma 12, lettere g) e h) della
legge n. 481/1995, in tema di qualita’ del servizio dell’energia
elettrica;
Visti:
la legge n. 481/1995, recante norme per la concorrenza e la
regolazione dei servizi di pubblica utilita’;
la legge 31 dicembre 1996, n. 675, recante tutela delle persone e
di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali e
successive modificazioni e integrazioni;
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, di attuazione della
direttiva 96/92/CE recante norme comuni per il mercato interno
dell’energia elettrica;
l’art. 11 del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 286, recante
riordino e potenziamento di meccanismi e strumenti di monitoraggio
e valutazione dei costi dei rendimenti e dei risultati
dell’attivita’ svolta dalle amministrazioni pubbliche, a norma
dell’art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59;
Visti:
il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 18 settembre
1995, recante lo schema generale di riferimento della Carta dei
servizi del settore elettrico, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
– serie generale – n. 223 del 23 settembre 1995;
la delibera dell’Autorita’ 30 maggio 1997 numero 61/97, recante
disposizioni generali in materia di svolgimento dei procedimenti
per la formazione delle decisioni di competenza dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas;
il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato 25 giugno 1999, recante la determinazione
dell’ambito della rete elettrica di trasmissione nazionale,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, supplemento ordinario, n. 123
del 30 giugno 1999;
Visto il documento dell’Autorita’ “Nota informativa sulla
regolazione delle tariffe elettriche per la liberalizzazione del
mercato” approvato in data 4 agosto 1999;
Considerato che:
la norma tecnica del Comitato elettrotecnico italiano CEI EN 50160,
prima edizione, maggio 1995 (di seguito:
norma tecnica CEI EN 50160), avente per oggetto le caratteristiche
della tensione fornita dalle reti pubbliche di distribuzione
dell’energia elettrica, include tra le variazioni di tali
caratteristiche le interruzioni del servizio di distribuzione
dell’energia elettrica;
dalle indagini svolte dall’Autorita’ risulta che le metodologie in
uso presso i soggetti esercenti il servizio di distribuzione
dell’energia elettrica per la rilevazione delle interruzioni del
servizio e per l’elaborazione di indicatori di continuita’ sono in
generale incomplete e tra di loro non direttamente confrontabili;
Considerati gli esiti del procedimento avviato con la delibera n.
81/97;
Considerato che nell’ambito del medesimo procedimento e’ stata
segnalata l’esigenza di regolamentare la misurazione individuale di
caratteristiche della tensione previste dalla norma tecnica CEI EN
50160 anche diverse dalle interruzioni, tramite appositi strumenti
registratori da installare, su richiesta degli utenti interessati,
sul punto di consegna dell’energia elettrica;
Ritenuto che:
tra le variazioni delle caratteristiche della tensione previste
dalla norma tecnica CEI EN 50160, le interruzioni del servizio di
distribuzione dell’energia elettrica abbiano rilievo da un lato per
i disagi e i possibili danni arrecati agli utenti, dall’altro per
l’entita’ degli investimenti occorrenti al fine di ridurre il
numero e la durata delle medesime interruzioni;
l’uniformita’ e la completezza delle modalita’ di misura degli
effetti e delle cause delle interruzioni del servizio di
distribuzione dell’energia elettrica siano condizioni necessarie
sia ai fini del riconoscimento dei recuperi di qualita’ del
servizio rispetto a standard prefissati, sia ai fini
dell’introduzione di indennizzi automatici corrisposti agli utenti
in caso di mancato rispetto di livelli minimi di continuita’
nell’erogazione del servizio;
sia opportuno definire obblighi di registrazione delle interruzioni
del servizio di distribuzione dell’energia elettrica e indicatori
di continuita’ del servizio validi per tutti i soggetti esercenti,
determinando modalita’ di registrazione delle interruzioni e di
elaborazione di indicatori di continuita’ del servizio che siano
uniformi e verificabili;
le esigenze di uniformita’ e verificabilita’ delle registrazioni
richiedano a loro volta la determinazione di requisiti che i
sistemi di registrazione delle interruzioni debbano soddisfare;
per la realizzazione dei sistemi di registrazione di cui sopra sia
necessario prevedere gradualita’ nei tempi di attuazione;
Ritenuto che, anche in relazione al previsto riordino delle tariffe
del servizio di distribuzione dell’energia elettrica, sia opportuno
determinare con successivi provvedimenti dell’Autorita’ le
modalita’ di misurazione individuale, su richiesta dei clienti
vincolati e idonei, delle interruzioni e di altre variazioni delle
caratteristiche della tensione descritte nella norma tecnica CEI EN
50160, in particolare dei buchi di tensione, delle variazioni della
tensione di alimentazione, delle tensioni armoniche;
Delibera:
Titolo I
OGGETTO ED AMBITO DI
APPLICAZIONE
Art. 1.
O g g e t t o
1.1 Il presente provvedimento definisce gli obblighi di
registrazione delle interruzioni e gli indicatori di continuita’
del servizio di distribuzione dell’energia elettrica, stabilendo
norme ai fini della misurazione della continuita’ del servizio e
della uniformita’ e verificabilita’ della registrazione delle
interruzioni del servizio erogato ai clienti finali.
Art. 2.
Definizioni
2.1 Ai fini del presente provvedimento si applicano le seguenti
definizioni:
a) Autorita’ e’ l’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas,
istituita ai sensi della legge 14 novembre 1995, n. 481;
b) distribuzione e’ l’attivita’ di trasporto e di trasformazione
dell’energia elettrica sulle reti ad alta, media e bassa tensione;
c) rete elettrica di trasmissione nazionale e’ il complesso delle
stazioni di trasformazione e delle linee elettriche di trasmissione
ad altissima ed alta tensione sul territorio nazionale gestite
unitariamente, come definita dal decreto del Ministro
dell’industria, del commercio e dell’artigianato 25 giugno 1999,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, supplemento ordinario, n. 123
del 30 giugno 1999;
d) altissima tensione (AAT) e’ la tensione nominale tra le fasi
superiore a 150 kV;
e) alta tensione (AT) e’ la tensione nominale tra le fasi superiore
a 35 kV e non superiore a 150 kV;
f) media tensione (MT) e’ la tensione nominale tra le fasi
superiore a l kV e non superiore a 35 kV;
g) bassa tensione (BT) e’ la tensione nominale tra le fasi non
superiore a 1 kV;
h) interruzione e’ la condizione nella quale la tensione ai
terminali di consegna dell’energia elettrica per un utente e’
inferiore all’1% della tensione nominale;
i) interruzione con preavviso e’ l’interruzione dovuta di norma
all’esecuzione di interventi e manovre programmati sulla rete
preceduta dalla comunicazione agli utenti interessati del periodo
temporale di interruzione, con mezzi idonei e con un anticipo non
inferiore a un giorno;
j) interruzione senza preavviso lunga e’ l’interruzione di durata
superiore a tre minuti, in tutti i casi in cui gli utenti non siano
stati avvisati con mezzi idonei e con un anticipo non inferiore a
un giorno;
k) interruzione senza preavviso breve e’ l’interruzione di durata
superiore a un secondo e non superiore a tre minuti, in tutti i
casi in cui gli utenti non siano stati avvisati con mezzi idonei e
con un anticipo non inferiore a un giorno;
l) interruzione senza preavviso transitoria e’ l’interruzione di
durata non superiore a un secondo;
m) assetto standard e’ la configurazione della rete in condizioni
normali di esercizio;
n) sistema di telecontrollo e’ il sistema con il quale avviene la
gestione e la supervisione a distanza della rete di distribuzione
in alta e media tensione e che assolve anche alla funzione di
registrazione in modo automatico e continuo degli eventi di
apertura e chiusura di interruttori o di altri organi di manovra
(causati sia da comandi a distanza, sia da interventi di protezioni
o di dispositivi automatici), e degli eventi di mancanza di
tensione nel punto di interconnessione con la rete nazionale di
trasmissione o con altri esercenti;
o) strumentazione per la registrazione della continuita’ del
servizio e’ l’insieme degli strumenti atti a registrare in modo
automatico e continuo i parametri di qualita’ dell’energia
elettrica ed in particolare, con riferimento al presente
provvedimento, le interruzioni lunghe, brevi e transitorie;
p) gruppo di misura e’ l’insieme di apparecchiature poste presso il…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info