Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Assegnazione di risorse per il finanziamento di nuovi patti territoria...

Assegnazione di risorse per il finanziamento di nuovi patti territoriali. (Deliberazione n. 77/99).

COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
DELIBERAZIONE 9 giugno 1999
Assegnazione di risorse per il finanziamento di nuovi patti
territoriali. (Deliberazione n. 77/99). IL COMITATO
INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Visto l’art. 2, commi 203 e seguenti, della legge 23 dicembre 1994,
n. 662 e successive modificazioni ed integrazioni, recanti
disposizioni, tra l’altro, in materia di patti territoriali;
Vista la legge 30 giugno 1998, n. 208, che, per assicurare la
prosecuzione degli interventi nelle aree depresse, autorizza la
spesa complessiva di 12.200 miliardi di lire per il periodo 1999-
2004 demandando a questo Comitato il riparto delle risorse stesse,
sentite le indicazioni di priorita’ della Conferenza permanente per
i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di
Trento e Bolzano;
Vista la legge 23 dicembre 1998, n. 449 (legge finanziaria 1999)
che, nel rifinanziare la predetta legge n. 208/1998, prevede,
autorizzazioni di spesa per complessive lire 11.100 miliardi,
finalizzate alla prosecuzione degli interventi nelle aree depresse;
Vista la delibera CIPE del 21 marzo 1997, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale n. 105 dell’8 maggio 1997 che ha disciplinato in modo
organico la programmazione negoziata;
Vista la propria delibera n. 127 dell’11 novembre 1998, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale n. 4 del 7 gennaio 1999, con la quale, in
attuazione dell’art. 10 del decreto legislativo n. 173 del 30
aprile 1998, si e’ provveduto ad estendere all’agricoltura e alla
pesca gli strumenti previsti dalla programmazione negoziata;
Visti i punti 3 e 6 della propria delibera n. 11 in data 19
febbraio 1999, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 78 del 3
aprile 1999 relativi rispettivamente, all’assegnazione delle
risorse per il finanziamento di patti territoriali inclusi nel
bando con scadenza 10 aprile 1999, lire 750 miliardi
(387.342.674,32 euro) per le aree dell’obiettivo 1 e lire 239,6
miliardi (123.743.073,02 euro) per le aree del Centro-Nord ed
all’individuazione di una residua disponibilita’ di lire 685,1
miliardi (353.824.621,57 euro) da destinare ad un ulteriore bando
limitato alle aree obiettivo 1;
Considerato che in data 31 maggio 1999 e’ stata definita la
graduatoria relativa al bando di cui alla richiamata delibera CIPE
n. 11 del 19 febbraio 1999;
Considerato che la graduatoria di cui sopra ha evidenziato, per i
patti delle aree obiettivo 1, a fronte di una disponibilita’ di
lire 750 miliardi (387.342.674,32 euro), richieste di finanziamento
pari a lire 529,625 miliardi (273.528.485,18 euro), con una residua
disponibilita’ pari a lire 220,375 miliardi (113.814.189,14 euro);
Considerato che detta graduatoria per i patti delle aree depresse
del Centro-Nord ha evidenziato, a fronte di una disponibilita’ pari
a lire 239,6 miliardi (123.743.073,02 euro), richieste di
finanziamenti pari a lire 436,837 miliardi (225.607.482,43 euro),
con una carenza di finanziamento pari a lire 197,237 miliardi
(101.864.409,41 euro);
Considerato che le opere infrastrutturali previste nei predetti
patti ricadenti nelle regioni del Centro-Nord, comportano un onere
complessivo pari a lire 151,120 miliardi (78.046.966,59 euro) e che
le regioni interessate, in sede di Conferenza Stato -regioni del 27
maggio 1999, hanno dichiarato la propria disponibilita’ a
provvedere alla copertura del predetto onere e che specifici
impegni sono stati assunti al riguardo in sede di incontri tra i
soggetti responsabili e le regioni nelle quali ricadono i patti;
Valutato in lire 46,117 miliardi (23.817.442,82 euro) il residuo
importo necessario per assicurare il finanziamento di tutti i patti
del Centro-Nord utilmente inseriti nella graduatoria conclusasi il
31 maggio 1999;
Tenuto conto che, al netto delle predette somme utilizzate per il
bando concluso il 31 maggio 1999, residua un importo complessivo di
lire 859,358 miliardi (443.821.367,89 euro) da destinare ad un
prossimo bando per le sole aree dell’obiettivo 1;
Ritenuto opportuno prevedere, nell’ambito del prossimo bando, una
specifica riserva per i settori turismo, agricoltura e pesca che
consenta di attivare patti specializzati nei predetti settori nelle
forme piu’ diffiise possibile sul territorio;
Su proposta del Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica;
Delibera:
1. A valere sulla residua disponibilita’ di lire 220,375 miliardi
(113.814.189,14 euro) indicata in premessa, l’importo di lire
46,117 miliardi (23.817.442,82 euro) e’ finalizzato a garantire la
copertura di tutti i patti del Centro-Nord utilmente inseriti nella
graduatoria conclusasi il 31 maggio 1999, tale importo costituisce
anticipazione delle future quote da destinarsi al finanziamento dei
patti localizzati nelle stesse aree.
2. Il soggetto responsabile dei patti di cui al precedente punto 1
e’ autorizzato al riutilizzo, nei limiti degli importi destinati a
ciascun patto, delle risorse finanziarie derivanti da eventuali
rinunce, revoche, economie conseguite in sede di attuazione dei
medesimi patti territoriali, secondo le procedure di cui al punto
2.10 della delibera CIPE 21 marzo 1997.
3. Il restante importo di 174,258 miliardi di lire (89.996.746,32
euro), incrementato della disponibilita’ di lire 685,1 miliardi
(353.824.621,57 euro) di cui al punto 6 della delibera CIPE n. 11
del 19 febbraio 1999, per un totale di 859,358 miliardi di lire
(443.821.367,89 euro), e’ assegnato al Ministero del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica e finalizzato ad un nuovo
bando per il finanziamento dei patti territoriali localizzati
esclusivamente nelle aree obiettivo 1.
4. Possono partecipare al predetto bando i patti territoriali la
cui istruttoria bancaria perverra’ al Ministero del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica entro il 10 ottobre 1999;
la graduatoria verra’ definita dal Ministero del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica entro il successivo 30
novembre.
5. Sulla predetta somma di lire 859,358 miliardi (443.821.367,89
euro) un importo fino ad un massimo di 350 miliardi di lire
(180.759.914,68 euro) e’ riservato ai patti specializzati nei
settori turismo, agricoltura e pesca, fermo restando quanto
disposto al punto 4 della citata delibera CIPE n. 127 dell’11
novembre 1998 per gli interventi relativi ai settori agricoltura e
pesca.
6. Ciascuno dei patti territoriali specializzati di cui al
precedente punto 5 puo’ utilizzare, a valere sulle risorse di cui
allo stesso punto, l’importo massimo di 50 miliardi di lire
(25.822.844,95 euro).
Roma, 9 giugno 1999
Il Presidente delegato:
Amato
Registrata alla Corte dei conti il 19 luglio 1999
Registron. 4 Tesoro, bilancio e programmazione economica, foglio n.
27

Architetto.info