Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Applicazione del decreto del Ministro dell'industria, del commercio e ...

Applicazione del decreto del Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato 4 agosto 1994, recante modificazioni ai provvedimenti CIP in materia di tariffe, di sovrapprezzi e di cassa conguaglio per il settore elettrico. (Deliberazione n. 84/2000).

AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
DELIBERAZIONE 4 maggio 2000
Applicazione del decreto del Ministro dell’industria, del commercio
e dell’artigianato 4 agosto 1994, recante modificazioni ai
provvedimenti CIP in materia di tariffe, di sovrapprezzi e di cassa
conguaglio per il settore elettrico. (Deliberazione n. 84/2000).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 4 maggio 2000,

Premesso che sono stati portati all’attenzione dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas problemi interpretativi riguardanti
quanto disposto dal capitolo 1, punto 2, primo capoverso, del
decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato 4 agosto 1994, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
– serie generale – n. 186 del 10 agosto 1994, recante modificazioni
ai provvedimenti CIP in materia di tariffe, di sovrapprezzi e di
cassa conguaglio per il settore elettrico (di seguito: decreto del
Ministro dell’industria 4 agosto 1994);
Premesso che la sopracitata disposizione prevede che “Limitatamente
alle forniture [in locali e luoghi diversi dalle abitazioni in
bassa tensione e per quelle a media tensione non regolate dalle
tariffe multiorarie] in atto alla data del 1o ottobre 1994, le
imprese fornitrici procederanno all’applicazione del tipo di
tariffa piu’ conveniente per l’utente in base all’utilizzazione
della fornitura nel periodo precedente l’applicazione della
presente normativa”;
Visto il provvedimento del Comitato interminesteriale dei prezzi 19
dicembre 1990, n. 45, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie
generale – n. 302, del 29 dicembre 1990;
Visto il provvedimento del Comitato interministeriale dei prezzi,
14 dicembre 1993, n. 15, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale –
serie generale – n. 301 del 24 dicembre 1993;
Visto il decreto del Ministro dell’industria 4 agosto 1994;
Vista la legge 17 dicembre 1995, n. 481, in particolare l’art. 2,
comma 14 e l’art. 3, comma 1;
Considerato che nel capitolo 1, punto 2, primo capoverso, del
decreto del Ministro dell’industria 4 agosto 1994:
per “tipo tariffa” si intende la tariffa che comprende i
corrispettivi concernenti: l’impegno di potenza; i prelievi oltre
la potenza impiegata; i prelievi oltre la potenza massima
disponibile; i consumi di energia elettrica;
per “tipo di trariffa piu’ conveniente per l’utente in base
all’utilizzazione della fornitura nel periodo precedente
l’applicazione della presente normativa” si intende la tariffa che
minimizza la spesa complessiva della fornitura dell’energia
elettrica, sulla base dell’impegno di potenza, degli eventuali
superi e dei consumi di energia elettrica, registrati nel periodo
dei dodici mesi precedente il 1° ottobre 1994;
Considerato che la procedura seguita da alcune imprese fornitrici
nella determinazione del tipo di tariffa piu’ conveniente per
l’utente prevista dal capitolo 1, punto 2, primo capoverso, del
decreto del Ministro dell’industria 4 agosto 1994, non ha
considerato i corrispettivi per superi dell’impegno di potenza, e
ha portato di conseguenza all’applicazione di una tariffa diversa
da quella piu’ conveniente per l’utente;
Ritenuta l’opportunita’ di confermare che l’applicazione del tipo
di tariffa piu’ conveniente per l’utente minimizza la spesa
complessiva della fornitura dell’energia elettrica, e di definire
misure per la rettifica delle tariffe nei casi in cui il decreto
del Ministro dell’industria 4 agosto 1994 non sia stato
correttamente applicato;

Delibera:
Art. 1.
Applicazione del capitolo I, punto 2, primo capoverso, del decreto
del Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato 4
agosto 1994.
Le imprese fornitrici, con riferimento alle forniture di energia
elettrica di cui al capitolo 1, punto 1 del decreto del Ministro
dell’industria, del commercio e dell’artigianato 4 agosto 1994,
recante modificazioni ai provvedimenti CIP in materia di tariffe,
di sovrapprezzi e di cassa conguaglio per il settore elettrico,
applicano il tipo di tariffa piu’ conveniente per l’utente
determinata come la tariffa che, al netto delle imposte, minimizza
la spesa complessiva della fornitura, tenendo conto dell’impegno di
potenza; dei prelievi oltra la potenza impegnata; dei prelievi
oltre la potenza massima disponibile e dei consumi di energia
elettrica registrati nel periodo dei dodici mesi precedente il 1o
ottobre 1994.
Art. 2.
Decorrenza e rimborsi
Gli utenti titolari delle forniture di energia elettrica di cui
all’articolo precedente, qualora le imprese fornitrici abbiano
proceduto all’applicazione di un tipo di tariffa diverso da quello
ivi previsto, hanno la facolta’ di richiedere, entro il 30 giugno
2000, la rettifica del tipo di tariffa con decorrenza non
antecedente il 1o ottobre 1994. A tal fine gli utenti devono
presentare domanda alle medesime imprese fornitrici, o ai loro
aventi causa, corredata dai documenti di fatturazione relativi alla
fornitura di energia elettrica per il periodo 1o ottobre 1993 – 30
settembre 1994, indicando il periodo di tempo per il quale si
richiede l’applicazione del tipo di tariffa piu’ conveniente, Le
imprese fornitrici sono tenute a provvedere ai rimborsi delle
differenze e degli interessi legali, fatta salva eventuale
prescrizione ai termini di legge.
Art. 3.
Disposizioni finali
La presente deliberazione viene pubblicata nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana ed entra in vigore dalla data della
pubblicazione.
Milano, 4 maggio 2000
Il presidente: Ranci

Architetto.info