Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Regolamento concernente l'approvazione della nuova tabella delle circo...

Regolamento concernente l'approvazione della nuova tabella delle circoscrizioni territoriali marittime.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visto l’articolo 87 della Costituzione;
Visto l’articolo 17, comma 1, lettera d), della legge 23 agosto
1988, n. 400;
Visto l’articolo 1 della legge 24 dicembre 1993, n. 537, istitutivo
del Ministero dei trasporti e della navigazione;
Visto l’articolo 16 del codice della navigazione, approvato con
regio decreto 30 marzo 1942, n. 327;
Visti gli articoli 1 e 2 del regolamento per l’esecuzione del
codice della navigazione (navigazione marittima), approvato con
decreto del Presidente della Repubblica del 15 febbraio 1952, n.
328;
Vista la tabella delle circoscrizioni territoriali marittime del
Ministero dei trasporti e della navigazione, approvata con decreto
del Presidente della Repubblica 9 agosto 1956, n. 1250, come
modificata da ultimo, dal decreto del Presidente della Repubblica
17 maggio 1999, n. 171;
Ritenuta l’opportunita’ di procedere, sulla base dell’avviso
espresso dal Consiglio di Stato con il parere n. 989/1997
nell’adunanza generale del 29 maggio 1997, alla ripubblicazione
integrale aggiornata della intera tabella delle circoscrizioni
territoriali marittime in conseguenza delle modificazioni alla
stessa apportate successivamente alla sua approvazione;
Ritenuta anche la necessita’ di apportare modifiche ai limiti delle
circoscrizioni territoriali dei compartimenti marittimi e
circondari marittimi di Livorno e di Gallipoli, nonche’ dei
circondari marittimi di Agropoli e Palinuro, al fine di assicurare
un ottimale ed efficace assetto funzionale dell’articolazione
periferica dell’amministrazione marittima adeguando le relative
strutture alle effettive necessita’ marittime ed alle esigenze
locali;
Attesa altresi’ la necessita’ di accentrare i servizi della sezione
staccata di Le Grazie accorpandoli a quelli del compartimento
marittimo di La Spezia in funzione delle attuali esigenze locali;
Udito il parere del Consiglio di Stato n. 17/2000, espresso dalla
sezione consultiva per gli atti normativi nell’adunanza del 7
febbraio 2000;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 7 aprile 2000;
Sulla proposta del Ministro dei trasporti e della navigazione, di
concerto con i Ministri della giustizia, della difesa e del tesoro,
del bilancio e della programmazione economica;
E m a n a
il seguente regolamento:
Art. 1.
1. La tabella delle circoscrizioni territoriali marittime del
Ministero dei trasporti e della navigazione, di cui al decreto del
Presidente della Repubblica 9 agosto 1956, n. 1250, come modificata
da ultimo dal decreto del Presidente della Repubblica 17 maggio
1999, n. 171, e’ abrogata e sostituita dalla tabella allegata, che
costituisce parte integrante del presente decreto.
Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara’ inserito
nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica
italiana. E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di
farlo osservare.
Dato a Roma, addi’ 18 aprile 2000
CIAMPI
D’Alema, Presidente del Consiglio dei Ministri
Bersani, Ministro dei trasporti e della navigazione
Diliberto, Ministro della giustizia
Mattarella, Ministro della difesa
Amato, Ministro del tesoro, del bilancio e della programmazione
economica
Visto, il Guardasigilli: Fassino
Registrato alla Corte dei conti il 15 maggio 2000
Atti di Governo, registro n. 120, foglio n. 31 Avvertenza:
Il testo delle note qui pubblicato e’ stato redatto
dall’amministrazione competente per materia, ai sensi dell’art. 10,
comma 3, del testo unico delle disposizioni sulla promulgazione
delle leggi, sull’emanazione dei decreti del Presidente della
Repubblica e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica
italiana, approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, al solo
fine di facilitare la lettura delle disposizioni di legge alle
quali e’ operato il rinvio. Restano invariati il valore e
l’efficacia degli atti legislativi qui trascritti.
Note alle premesse:
– L’art. 87, della Costituzione conferisce al Presidente della
Repubblica, fra l’altro, il potere di promulgare le leggi e di
emanare i decreti aventi valore di legge ed i regolamenti.
– Il testo dell’art. 17, comma 1, lettera d), della legge n.
400/1988, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 214 del 12
settembre 1988, supplemento ordinario, e’ ilseguente:
“Art. 17 (Regolamenti). – Con decreto del Presidente della
Repubblica, previa deliberazione del Consiglio di Ministri, sentito
il parere del Consiglio di Stato che deve pronunciarsi entro
novanta giorni dalla richiesta, possono essere emanati regolamenti
per disciplinare:
a) – c) (omissis);
d) l’organizzazione ed il funzionamento delle amministrazioni
pubbliche secondo le disposizioni dettate dalla legge”.
– Il testo dell’art. 1, commi 8, 9 e 10 della legge 24 dicembre
1993, n. 537, e’ il seguente:
“8. Sono soppressi il Ministero dei trasporti e il Ministero della
marina mercantile.
9. E’ istituito il Ministero dei trasporti e della navigazione, al
quale sono trasferiti funzioni, uffici, personale e risorse
finanziarie dei soppressi Ministeri, fatto salvo quanto disposto
dal comma 10.
10. Sono trasferite al Ministero dell’ambiente le funzioni del
Ministero della marina mercantile in materia di tutela e di difesa
dell’ambiente marino. Il Ministero dell’ambiente si avvale
dell’Istituto centrale per la ricerca scientifica e tecnologica
applicata al mare(ICRAM)”.
– Il codice della navigazione e’ stato approvato con R.D. 30 marzo
1942, n. 327. Si trascrive il testo dell’art. 16:
“Art. 16 (Circoscrizioni del litorale della Repubblica). – Il
litorale della Repubblica e’ diviso in zone marittime; le zone sono
suddivise in compartimenti e questi in circondari.
Alla zona e’ preposto un direttore marittimo, al compartimento un
capo del compartimento, al circondario un capo del circondario.
Nell’ambito del compartimento in cui ha sede l’ufficio della
direzione marittima, il direttore marittimo e’ anche capo del
compartimento. Nell’ambito del circondario in cui ha sede l’ufficio
del compartimento, il capo del compartimento e’ anche capo del
circondario.
Negli approdi di maggiore importanza in cui non hanno sede ne’
l’ufficio del compartimento ne’ l’ufficio del circondario sono
istituiti uffici locali di porto delegazioni di spiaggia dipendenti
dall’ufficio circondariale.
Il capo del compartimento, il capo del circondario e i capi degli
altri uffici marittimi dipendenti sono comandanti del porto o
dell’approdo in cui hanno sede”.
– Il regolamento per l’esecuzione del codice della navigazione
(navigazione marittima) e’ stato approvato con decreto del
Presidente della Repubblica n. 328/1952. Il testo degli articoli 1
e 2 e’ il seguente:
“Art. 1 (Circoscrizioni). – La determinazione delle circoscrizioni
marittime di cui all’art. 16 del codice e della loro estensione
territoriale lungo il litorale dello Stato e’ fatta con decreto del
Presidente della Repubblica.
Con decreto del Presidente della Repubblica e’ altresi’ stabilita,
agli effetti previsti dal codice e da altre leggi o regolamenti, la
ripartizione del territorio interno dello Stato rispetto alle
circoscrizioni marittime”.
“Art. 2 (Denominazione degli uffici marittimi). – L’ufficio della
zona marittima e’ denominato direzione marittima, l’ufficio del
compartimento capitaneria di porto, l’ufficio del circondario
ufficio circondariale marittimo.
Gli uffici che sono istituiti negli approdi di maggiore importanza
in cui non hanno sede ne’ l’ufficio del compartimento ne’ l’ufficio
del circondario sono denominati ufficio locale marittimo o
delegazione di spiaggia”.
– Il testo del decreto del Presidente della Repubblica 9 agosto
1956, n. 1250, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 288 del 13
novembre 1956, e’ ora sostituito dal decreto del Presidente della
Repubblica 5 ottobre 1994, n. 699, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 299 del 23 dicembre 1994 e modificato, da ultimo, dal
decreto del Presidente della Repubblica 17 maggio 1999, n. 171,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 138 del 15 giugno 1999.
Nota all’art. 1:
– Per quanto concerne il decreto del Presidente della Repubblica n.
1250/1956 e il decreto del Presidente della Repubblica n. 171/1999,
vedasi nelle note alle premesse.

Alcuni allegati sono attualmente disponibili solo su richiesta.
Scrivere all’e-mail [email protected] citando i dati (tipo,
data e numero) del documento e della fonte.
Es: Legge dello Stato del 18/02/2000 num. 27
Gazzetta del 19/02/2000 num. 41
I documenti saranno inviati in formato zip.

Allegati richiedibili per questa legge:

TABELLA ALLEGATA
Direzione marittima di Genova
Direzione marittima di Livorno
Direzione marittima di Roma
Direzione marittima di Napoli
Direzione marittima di Reggio Calabria
pag. 8
pag. 9
Direzione marittima di Bari
Direzione marittima di Ancona
Direzione marittima di Ravenna
Direzione marittima di Venezia
Direzione marittima di Trieste
Direzione marittima di Palermo
Direzione marittima di Catania
pag. 16
pag. 17
Direzione marittima di Cagliari

Architetto.info