Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Criteri per l'assegnazione delle somme per il concorso agli oneri sost...

Criteri per l'assegnazione delle somme per il concorso agli oneri sostenuti dalle amministrazioni e dagli enti per la gestione dei servizi di base e speciali nei comuni interessati dagli eventi giubilari durante l'anno 2000.

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI UFFICIO PER ROMA CAPITALE E GRANDI EVENTI
IL MINISTRO DEI LAVORI PUBBLICI
Delegato per Roma capitale e Giubileo del 2000
Vista la legge 23 dicembre 1996, n. 651;
Vista la legge 7 agosto 1997, n. 270;
Vista la legge 16 dicembre 1999, n. 494;
Ritenuto di definire con la Conferenza permanente per i rapporti
tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e
Bolzano, i criteri sulla base dei quali assegnare le somme per il
concorso agli oneri di gestione dei servizi di base e speciali nei
comuni interessati dagli eventi giubilari durante l’anno 2000;
Vista l’intesa espressa, sullo schema del presente decreto, dalla
Conferenza permanente per i rapporti fra lo Stato, le regioni e le
province autonome di Trento e Bolzano in data 16 marzo 2000;
Decreta:
1. Possono presentare richiesta di finanziamento le amministrazioni
pubbliche di cui all’art. 1 del decreto legislativo 3 febbraio
1993, n. 29, e gli enti pubblici, titolari di interventi inclusi
nei piani di cui alla legge 23 dicembre 1996, n. 651, ed alla legge
7 agosto 1997, n. 270.
2. Sono ammissibili a finanziamento i servizi riferiti alle
seguenti tipologie: assistenza; igiene pubblica; informazione e
comunicazione; protezione civile; sanita’; sicurezza pubblica;
trasporto pubblico urbano.
3. Ai fini dell’assegnazione del contributo sono ritenuti
prioritari i servizi da erogarsi, nell’ordine, nei territori dei
seguenti comuni:
Roma, in quanto sede delle principali celebrazioni giubilari;
Assisi, Loreto, Padova, Pompei, S. Giovanni Rotondo, in quanto mete
religiose di particolare rilevanza;
Firenze, Milano, Napoli, Venezia, in quanto citta’ d’arte di
maggiore rilevanza, nonche’ nei territori comunali costieri ed in
quelli ricadenti in prossimita’ delle frontiere dello Stato.
4. Non sono ammesse a contributo le richieste concernenti la
realizzazione di opere e la fornitura di attrezzature, anche se
funzionali all’erogazione del servizio medesimo.
5. Il contributo in conto capitale non puo’ superare l’incremento
dei costi, ovvero lo sbilancio tra le voci di entrata e di uscita
del bilancio di previsione relativo all’anno 2000, rispetto al
conto consuntivo relativo all’anno 1999, e deve essere computato al
netto delle voci di investimento e della quota di cofinanziamento
anche regionale.
6. Le richieste di assegnazione finanziaria devono essere redatte
in conformita’ al modello “494”, allegato al presente decreto,
reperibile, per la compilazione, anche sul sito internet
dell’Ufficio per Roma capitale e grandi eventi all’indirizzo
http://www.rocage.it 7. Il modello deve essere corredato:
a) dalla documentazione utile all’esame di merito da parte
dell’Ufficio per Roma capitale e grandi eventi;
b) dalla relazione descrittiva delle modalita’ di espletamento del
servizio e dagli atti amministrativi che lo hanno disposto;
c) dalla certificazione della disponibilita’ di tutte le idonee
strutture fisiche e/o delle attrezzature strumentali,
indispensabili all’erogazione del servizio.
8. A pena di esclusione, il suddetto modello “494” e la
documentazione a corredo devono essere sottoscritti, pagina per
pagina, dal rappresentante legale del soggetto richiedente.
9. La busta, contenente la documentazione suddetta, deve portare la
dicitura: “legge n. 494/1999 – Gestione dei servizi di base e
speciali” e deve essere spedita, a mezzo di raccomandata del
servizio postale, al presidente della giunta regionale
territorialmente competente, ovvero al presidente della provincia
autonoma di Bolzano o di Trento, ovvero limitatamente al territorio
del comune di Roma al commissario straordinario di Governo per il
Giubileo.
10. Le richieste devono essere presentate entro e non oltre il
termine essenziale di giorni trenta dalla data di pubblicazione del
presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.
Ai fini del computo dei trenta giorni fa fede il timbro a data
dell’ufficio postale accettante.
11. Ciascuna regione, le province autonome ed il commissario
straordinario di Governo per il Giubileo, verificata
l’ammissibilita’ formale e sostanziale delle richieste, valutano la
priorita’ dei servizi da erogarsi nell’ambito territoriale di
rispettiva competenza. Entro sessanta giorni dalla data di
pubblicazione del presente decreto, trasmettono alla Presidenza del
Consiglio dei Ministri – Ufficio per Roma capitale e grandi eventi,
via del Corso n. 184 – 00186 Roma, l’elenco delle richieste di
contributo ritenute ammissibili, compilato in ordine di priorita’
decrescente, indicando, a fianco di ciascuna richiesta, l’entita’
dell’eventuale finanziamento regionale, assentito a titolo di
cofinanziamento. Le suddette richieste di contributo devono essere
corredate dalla documentazione prevista al punto 6 del presente
provvedimento.
12. Il contributo e’ attribuito con decreto del Ministro delegato
per il Giubileo, sentite le regioni interessate ed acquisito il
parere della Conferenza permanente per i rapporti fra lo Stato, le
regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, ed e’
erogato in tre rate. La prima rata, pari al 50% del contributo
assentito, viene erogata su richiesta del legale rappresentante ed
a titolo di anticipazione. La seconda rata, fino alla concorrenza
del 90% del contributo, e’ erogata a seguito della richiesta del
rappresentante legale, supportata dalla documentazione attestante
una spesa di importo pari alla somma dell’acconto gia’ erogato (50%
del contributo) e dell’importo corrispondente al costo dichiarato
per l’anno 1999. La terza rata, fino al saldo dell’intero
contributo, e’ erogata sulla base della rendicontazione delle spese
complessivamente sostenute.
Roma, 28 marzo 2000
Il Ministro: Bordon
Registrato alla Corte dei conti il 5 maggio 2000
Registro n. 1 Presidenza del Consiglio dei Ministri, foglio n. 258
Allegato

Modello “494”
(Legge 16 dicembre 1999, n. 494)

Ufficio per Roma capitale e grandi eventi – Via del Corso n. 184
00186 – Roma
Data …..;
Prot. …..;
A) Dati identificativi del soggetto proponente
1. Codice fiscale …..;
2. Denominazione o ragione sociale del soggetto proponente …..;
3. Indirizzo o sede sociale …..;
4. Codice di avviamento postale …..;
5. Telefono …..;
6. Telefax …..;
7. E-mail …..;
8. Nominativo del legale rappresentante …..;
B) Dati identificativi del soggetto gestore (ove diverso dal
soggetto proponente)
9. Codice fiscale …..;
10. Denominazione o ragione sociale del soggetto proponente …..;
11. Indirizzo o sede sociale
12. Indirizzo …..;
13. Codice di avviamento postale …..;
14. Telefono …..; 15. Telefax …..;
16. E-mail ……;
C) Localizzazione del servizio
17. Citta’ …..;
18. Provincia …..;
19. Regione …..;
D) Tipologia di servizio (specificare) …..;
E) Conto consuntivo 1999 relativo al servizio sopra specificato per
le seguenti voci
20. Personale ….. L. …..
21. Materiale di consumo ….. L. …..
22. Energia ….. L. …..
23. Altri costi (da specificare): ….. L. …..
24. Totale ….. L. …..
F) Conto economico di previsione degli oneri di gestione del
servizio per l’anno 2000
25. Personale ….. L. …..
26. Materiale di consumo ….. L. …..
27. Energia ….. L. …..
28. Altri costi (da specificare): ….. L. …..
29. Totale ….. L. …..
G) Sbilancio imputabile al Giubileo (incremento di costo)
30. Totale conto economico di previsione anno 2000 (voce 29) …..
L. …..
31. Totale conto consuntivo anno 1999 (voce 24) ….. L. …..
32. Totale sbilancio (voce 30 meno voce 31) L. …..
H) Fonti di copertura finanziaria
33. Importo delle risorse proprie ….. L. …..
34. Importo delle risorse regionali ….L. ……
35. Importo delle risorse provenienti da altre fonti finanziarie
….. L. …..
36. Importo del finanziamento richiesto ….. L. …..
37. Totale ….. L. …..

Firma del legale rappresentante
…………………………………

Architetto.info