Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Regime definitivo di operativita' delle navi da pesca costiera locale....

Regime definitivo di operativita' delle navi da pesca costiera locale.

IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI
di concerto con
IL MINISTRO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE
Vista la legge 14 luglio 1965, n. 963, e successive modifiche,
concernente la disciplina della pesca marittima;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 2 ottobre 1968,
n.1639, recante regolamento per l’esecuzione della legge 14 luglio
1965, n. 963;
Vista la legge 17 febbraio 1982, n. 41, e successive modifiche,
riguardante il piano per la razionalizzazione e lo sviluppo della
pesca marittima;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 8 novembre 1991,
n. 435, con il quale e’ stato approvato il regolamento per la
sicurezza della navigazione e della vita umana in mare;
Visto il decreto ministeriale 22 giugno 1982, concernente
l’approvazione del regolamento di sicurezza per le navi abilitate
all’esercizio della pesca costiera locale e ravvicinata;
Visto il decreto ministeriale 16 gennaio 1990, prorogato con
decreti 8 febbraio 1991, 15 febbraio 1992, 26 febbraio 1993, 21
febbraio 1994, 21 luglio 1995, 9 dicembre 1996 e 11 novembre 1997,
con i quali e’ stato annualmente consentito, in via sperimentale,
l’esercizio della pesca costiera locale fino a una distanza di 12
miglia dalla costa;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 19 novembre 1998,
n. 445, con il quale e’ stato emanato il “Regolamento recante norme
per la semplificazione amministrativa nel settore della pesca”;
Visto il decreto legislativo 4 giugno 1997, n. 143, concernente il
conferimento alle regioni delle funzioni amministrative in materia
di agricoltura e pesca e riorganizzazione dell’amministrazione
centrale;
Considerata l’opportunita’ di instaurare, sulla base dei risultati
conseguiti con il regime sperimentale, un regime definitivo di
operativita’ della pesca costiera locale che garantisca una
migliore salvaguardia delle risorse biologiche marine della fascia
costiera;
Sentito il parere del comitato per la conservazione e la gestione
delle risorse biologiche del mare e della Commissione consultiva
centrale per la pesca marittima nella seduta congiunta del 17 marzo
1999;
Decreta:
Art. 1.
1. Gli armatori delle navi da pesca costiera locale possono
presentare domanda, secondo le modalita’ indicate nei commi
seguenti, al fine di conseguire l’autorizzazione per l’esercizio
dell’attivita’ fino a una distanza di 12 miglia dalla costa
nazionale.
2. La domanda, redatta su carta da bollo secondo lo schema in
allegato A e’ presentata al Capo del compartimento marittimo
d’iscrizione della nave.
Art. 2.
1. L’autorizzazione di cui al comma 1 del precedente art. 1 e’
rilasciata dal Capo del compartimento marittimo d’iscrizione previo
accertamento della conformita’ della nave alle prescrizioni di
sicurezza stabilite dal decreto ministeriale 22 giugno 1982 per le
navi abilitate alla pesca costiera ravvicinata.
2. L’autorizzazione ha una validita’ non superiore a tre anni ed e’
rinnovata in concomitanza con il rinnovo delle annotazioni di
sicurezza.
3. Il Capo del compartimento marittimo d’iscrizione della nave, su
richiesta degli armatori, apporta sui documenti di bordo le
occorrenti variazioni a seguito degli accertamenti effettuati dal
Registro italiano navale.
Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo alla sua
pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Roma, 19 aprile 2000
Il Ministro delle politiche agricole e forestali De Castro
p. Il Ministro dei trasporti e della navigazione Occhipinti
Allegato A
Al Capo del compartimento marittimo di ….
La sottoscritta ditta………………………. con sede in ….
via ………………………… codice fiscale o partita I.V.A.
n. …. iscritta al n. …………….. del registro delle imprese
di pesca di …. ……………….., chiede il rilascio
dell’autorizzazione per l’esercizio della pesca costiera locale
fino ad una distanza di 12 miglia dalla costa nazionale con il M/p
………………………. di …………… t.s.l. (GT), con
apparato propulsore di ……………… Kw, iscritto al n.
……………… di matricola del R.N.M.G. di
……………………. e munito di licenza di pesca n.
…………………….
Li’, ……………………
Firma ………………….. (*)
(*) La sottoscrizione della domanda deve essere conforme alle
disposizioni in materia di cui all’art. 11 della legge n. 127/1997
cosi’ come modificato dalla legge n. 191/1998.

Architetto.info