Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Quesiti ricorrenti sulle modalita' di invio dei dati all'Osservatorio ...

Quesiti ricorrenti sulle modalita' di invio dei dati all'Osservatorio dei lavori pubblici

AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI
IL PRESIDENTE
Premesso:
che nella Gazzetta Ufficiale del 2 novembre 1999, n. 257,
l’Autorita’ per la vigilanza sui lavori pubblici ha dato
comunicazione della costituzione alle proprie dipendenze
dell’Osservatorio dei lavori pubblici;
che nella suddetta comunicazione ha fissato i termini di invio
delle informazioni e si e’ riservata ulteriori comunicazioni in
merito ai criteri di raccolta e modalita’ di invio delle
informazioni richieste;
che nel supplemento ordinario n. 219 alla Gazzetta Ufficiale n. 293
del 15 dicembre 1999 la stessa Autorita’ ha dato comunicazione dei
detti criteri di trasmissione dei dati informativi nonche’
dell’apertura del proprio sito Internet a partire dal 15 febbraio
2000;
che attraverso il detto sito Internet si e’ avviato un costante
rapporto con le costituite sezioni regionali dell’Osservatorio
nonche’ con le stazioni appaltanti aventi sede sull’intero
territorio nazionale;
che detta via telematica ha consentito il superamento, in sede
tecnica, di difficolta’ ravvisate dalle stazioni appaltanti nella
compilazione delle schede;
che parimenti sul sito Internet sono venute in evidenza
problematiche piu’ o meno rilevanti espresse per la maggior parte
dei casi in forma di “quesiti”;
che, le problematiche piu’ rilevanti sono state esaminate dal
consiglio dell’Autorita’ che in merito ha assunto proprie
decisioni;
che in particolare il suddetto consiglio, con delibera del 30 marzo
2000, allo scopo di facilitare l’attuazione dell’attivita’ di
raccolta ed elaborazione dei dati, in via sperimentale, ha
deliberato di sospendere, allo stato, l’utilizzo della scheda D e
della scheda E, per l’invio delle informazioni concernenti tutti i
lavori d’importo inferiore a 150.000 euro sia affidati a trattativa
privata che aggiudicati a seguito di gara;
Comunica:
1) le informazioni concernenti tutti i lavori aggiudicati a seguito
di gara o affidati a trattativa privata, nel corso dell’anno, di
importo inferiore a 150.000 euro sono, in via sperimentale, inviate
all’Osservatorio in elenco riassuntivo, secondo l’allegato
prospetto, entro il 31 gennaio dell’anno successivo;
2) e’ pertanto sospeso, fino a data da destinare, l’utilizzo della
scheda D e della scheda E;
3) le informazioni gia’ trasmesse con la scheda D, non devono
essere inserite all’atto dell’invio dell’elenco successivo;
4) resta fermo l’obbligo, previsto dal comma 2, articolo 24, legge
n. 109/1994 e successive modificazioni, dell’invio, in allegato al
detto elenco, delle motivazioni di ciascuna trattativa privata;
5) ove i lavori aggiudicati o affidati non si concludano entro
l’anno, le informazioni relative all’ultimazione, con le stesse
modalita’, dovranno essere inviate nell’anno successivo;
6) con riferimento ai sottoelencati quesiti sollevati da numerose
stazioni appaltanti, si precisa che:
a) la persona fisica incaricata dell’integrazione tra le varie
prestazioni specialistiche (punto 1.10 della scheda A) ai sensi
dell’art. 17, comma 8, della legge n. 109/1994 e successive
modificazioni, e’ il soggetto indicato in sede di offerta nelle
gare di progettazione;
b) i soggetti di cui all’art. 2, comma 2, lettera b), della legge
n. 109/1994 e successive modificazioni, non tenuti alla nomina del
responsabile del procedimento indicheranno, in sostituzione di
questo, un tecnico designato per seguire l’intervento nelle fasi
della progettazione, dell’affidamento e dell’esecuzione;
c) il referente richiamato nella scheda C1 e’ il rappresentante
legale della stazione appaltante o persona da quest’ultimo
incaricata di tenere con l’Autorita’ gli eventuali contatti non
relativi al singolo lavoro;
d) per lavori di importo superiore a 150.000 euro le motivazioni
del ricorso alla trattativa privata vanno allegate alla scheda A ed
anche trascritte sinteticamente nelle note in calce alla stessa.
Per lavori di importo inferiore a 150.000 euro le motivazioni vanno
allegate all’elenco annuale riassuntivo di cui al punto 1;
e) i dati relativi all’aggiudicazione di appalti pubblici devono
essere inviati entro quindici giorni dalla data in cui si e’
determinata l’aggiudicazione definitiva;
f) fino all’entrata in funzione del sistema di validazione dei dati
informatici il rispetto del termine di invio della documentazione
cartacea e del floppy disk e’ attestato, per le amministrazioni
pubbliche dalla data del protocollo in uscita e per le altre
stazioni appaltanti dalla data del timbro postale e da quello di
arrivo alla sezione regionale nel caso di consegna a mano;
g) il riferimento di cui al punto 1.6 della scheda A e’ attinente
alle categorie e tipologie d’intervento indicate nelle tabelle 4
A/4 B/ 4 C. La nozione trova conferma nell’articolo 2, comma 1 del
Regolamento ex art. 3, legge n. 109/1994 e successive
modificazioni. Nel caso in cui l’appalto riguardi piu’ categorie e
tipologie di cui alla tabella 4 B, si deve inserire il codice della
categoria e della tipologia di maggiore importo.
Roma, 30 maggio 2000
Il presidente: Garri

Alcuni allegati sono attualmente disponibili solo su richiesta.
Scrivere all’e-mail [email protected] citando i dati (tipo,
data e numero) del documento e della fonte.
Es: Legge dello Stato del 18/02/2000 num. 27
Gazzetta del 19/02/2000 num. 41
I documenti saranno inviati in formato zip.

Allegati richiedibili per questa legge:

ALLEGATI
Pag. 74
Pag. 75

Architetto.info