Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Convocazione di una audizione speciale al fine dell'adozione dei provv...

Convocazione di una audizione speciale al fine dell'adozione dei provvedimenti dell'Autorita' per l'energia elettrica e il gas in materia di regole tecniche ai sensi dell'art. 3, comma 6, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79. (Deliberazione n. 115/00).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 22 giugno 2000;
Premesso che:
l’art. 3, comma 6, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (di
seguito: decreto legislativo n. 79/1999), di attuazione della
direttiva 96/92/CE recante norme comuni per il mercato interno
dell’energia elettrica, prevede che sulla base di direttive emanate
dall’Autorita’ per l’energia elettrica e il gas (di seguito:
l’Autorita’) la societa’ Gestore della rete di trasmissione
nazionale S.p.a. (di seguito: il Gestore) adotti regole tecniche,
di carattere obiettivo e non discriminatorio, in materia di
progettazione e funzionamento degli impianti di generazione, delle
reti di distribuzione, delle apparecchiature direttamente connesse,
dei circuiti di interconnessione e delle linee dirette, al fine di
garantire la piu’ idonea connessione alla rete di trasmissione
nazionale nonche’ la sicurezza e la connessione operativa tra le
reti, e che l’Autorita’ verifica la conformita’ delle regole
tecniche adottate dal Gestore alle direttive dalla stessa emanate e
si pronuncia, sentito il Gestore, entro novanta giorni e che
qualora la pronuncia dell’Autorita’ non intervenga entro tale
termine le regole si intendono approvate;
l’Autorita’, con deliberazione 9 marzo 2000, n. 52/2000, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale, serie generale, n. 68 del 22 marzo 2000
(di seguito deliberazione n. 52/00), ha emanato le direttive di cui
al precedente alinea;
la regolamentazione tecnica concernente la disciplina dell’accesso
alle reti elettriche e’ caratterizzata dall’esigenza di una
continua attivita’ di implementazione e di aggiornamento al fine di
consentire il costante adeguamento all’evoluzione tecnologica ed ai
processi di riforma del settore elettrico e che, pertanto, la
verifica della conformita’ alle direttive delle regole tecniche
adottate dal Gestore e dei successivi aggiornamenti comporta lo
svolgimento di un’attivita’ istruttoria avente analoghe
caratteristiche di implementazione e di aggiornamento;
ai sensi dell’art. 9 della delibera 16 maggio 1997, n. 44/1997,
recante Regolamento per le audizioni periodiche delle formazioni
associative di consumatori e utenti, delle associazioni
ambientaliste, delle associazioni sindacali delle imprese e dei
lavoratori e per lo svolgimento di rilevazioni sulla soddisfazione
degli utenti e l’efficacia dei servizi (di seguito: delibera n.
44/1997), l’Autorita’ puo’ convocare audizioni speciali su singoli
argomenti o temi particolari anche al fine di garantire forme di
rappresentazione delle istanze dei soggetti portatori di interessi
pubblici e privati nei procedimenti di formazione di atti normativi
o atti a contenuto generale;
Visti:
la direttiva 83/189/CEE del Consiglio del 28 marzo 1983 recante
procedura di informazione nel settore delle norme e delle
regolamentazioni tecniche;
la legge 14 novembre 1995, n. 481 (di seguito: legge n. 481/1995);
il decreto legislativo n. 79/1999;
Visti:
il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato 25 giugno 1999, recante determinazione dell’ambito
della rete elettrica di trasmissione nazionale, pubblicato nel
supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale – serie generale – n.
151 del 30 giugno 1999 ed, in particolare, l’art. 3, comma 5;
il decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato 21 gennaio 2000, recante assunzione della
titolarita’ e delle funzioni da parte della societa’ Gestore della
rete di trasmissione nazionale S.p.a., pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale – serie generale – n. 21 del 27 gennaio 2000;
la direttiva del Ministro dell’industria del commercio e
dell’artigianato 21 gennaio 2000, recante direttive per la societa’
Gestore della rete di trasmissione nazionale di cui all’art. 3,
comma 4, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 21 del 27 gennaio
2000.
Viste:
la delibera n. 44/97;
la delibera 30 maggio 1997, n. 61/97 recante disposizioni generali
in materia di svolgimento dei procedimenti per la formazione delle
decisioni di competenza dell’Autorita’ per l’energia elettrica e il
gas;
la delibera dell’Autorita’, 11 maggio 1999, n. 64/1999;
la deliberazione n. 52/00;
Visto il documento per la consultazione del 4 agosto 1999, recante
lo schema di provvedimento “direttive al gestore della rete di
trasmissione nazionale per l’adozione di regole tecniche in materia
di progettazione e funzionamento degli impianti di generazione,
delle reti di distribuzione, delle apparecchiature direttamente
connesse, dei circuiti di interconnessione e delle linee dirette ai
fini della connessione alla rete di trasmissione nazionale, della
sicurezza e della interoperabilita’ delle reti elettriche” (di
seguito: documento per la consultazione 4 agosto 1999);
Considerato che:
nel documento per la consultazione 4 agosto 1999 l’Autorita’ ha
rappresentato la necessita’ di organizzare forme di consultazione
stabile dei soggetti interessati ai provvedimenti di cui all’art.
3, comma 6, del decreto legislativo n. 79/1999, ai fini della
introduzione di interessi e dell’acquisizione di elementi
conoscitivi utili per l’adozione dei provvedimenti di competenza
dell’Autorita’ in materia di verifica e approvazione delle regole
tecniche;
gli esiti del procedimento avviato dall’Autorita’ con la delibera
n. 64/99 e i commenti e le osservazioni scritte pervenute in
relazione al documento per la consultazione 4 agosto 1999 e, in
particolare, quanto osservato dai soggetti interessati in ordine
alla necessita’ di istituire forme stabili di consultazione che
prevedano l’apporto di elementi conoscitivi con carattere di
continuita’ da parte dei soggetti interessati e che siano
funzionali alla rappresentazione di istanze all’Autorita’ nelle
fasi di verifica e approvazione delle regole tecniche;
Ritenuto che:
sia opportuno utilizzare il modello dell’audizione speciale secondo
modalita’ aderenti alle particolari esigenze istruttorie connesse
all’esercizio delle attribuzioni dell’Autorita’ in materia di
verifica ed approvazione delle regole tecniche;
sia opportuno convocare, di conseguenza, in audizione speciale i
soggetti interessati alle regole tecniche ai fini dell’acquisizione
di elementi conoscitivi per la verifica e l’approvazione delle
medesime regole e per l’attivazione della funzione di monitoraggio
sull’applicazione delle regole tecniche;
sia opportuno limitare la durata di tale audizione ad un periodo di
sei mesi a far data dalla sua prima convocazione;
all’interno del periodo appena individuato, sia necessario
convocare tale audizione periodicamente e, comunque, almeno ogni
quindici giorni;
l’audizione speciale di cui sopra possa altresi’ essere d’ausilio
all’espletamento delle funzioni di monitoraggio sull’applicazione
delle regole tecniche anche al fine della eventuale segnalazione
all’Autorita’ delle esigenze di aggiornamento e modifica delle
direttive o delle regole tecniche;
Delibera:
Art. 1.
Convocazione di audizione speciale
1. E’ convocata l’audizione speciale, nel seguito richiamata come
“audizione”, dei soggetti interessati ai provvedimenti di cui
all’art. 3, comma 6, del decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79,
e, piu’ in generale, ai provvedimenti di competenza dell’Autorita’
per l’energia elettrica e il gas, nel seguito richiamata come
“Autorita’”, concernenti la regolamentazione tecnica delle
attivita’ di trasmissione, di dispacciamento e di distribuzione
dell’energia elettrica.
2. Attraverso l’audizione l’Autorita’ acquisisce:
a) nell’ambito dei procedimenti per la formazione dei provvedimenti
di cui al precedente comma 1, osservazioni e valutazioni dei
soggetti interessati, ove possibile anche mediante documenti
presentati congiuntamente dagli stessi;
b) segnalazioni di esigenze di aggiornamento e modifica dei
provvedimenti di cui al precedente comma 1.
Art. 2.
Partecipanti ed osservatori
1. All’audizione partecipano:
a) tre rappresentanti dei soggetti responsabili degli impianti di
cui all’art. 3, comma 3.1, lettera a), delle direttive approvate
con la deliberazione dell’Autorita’ 9 marzo 2000, n. 52/00, nel
seguito richiamate come “Direttive”, di cui:
uno designato dalla societa’ Enel S.p.a.;
due designati dall’UNAPACE;
b) tre rappresentanti designati dai soggetti responsabili degli
impianti di cui all’art. 3, comma 3.1, lettera b), delle direttive,
di cui:
uno designato dalla societa’ Enel S.p.a.;
due designati dalla Federazione nazionale delle imprese locali dei
servizi elettrici (Federelettrica);
c) due rappresentanti designati dai soggetti responsabili degli
impianti di cui all’art. 3, comma 3.1, lettera c), delle direttive,
di cui:
uno designato dalla Confindustria;
uno designato dall’Associazione italiana consumatori energia di
processo (AICEP);
d) due rappresentanti designati dai soggetti responsabili degli
impianti di cui all’art. 3, comma 3.1, lettera d), delle direttive,
di cui:
uno designato dalla societa’ Ferrovie dello Stato S.p.a.;
uno designato dalla Association of European Transmission System
Operators (ETSO);
e) due rappresentanti designati dai soggetti responsabili degli
impianti indirettamente connessi alla rete di trasmissione
nazionale di cui all’art. 3, comma 3.1, lettere a) e b) delle
direttive, di cui:
uno designato dall’Associazione produttori energie rinnovabili
(APER);
uno designato dalla Federazione produttori energie rinnovabili,
(Federpern);
f) un rappresentante designato dai soggetti di cui all’art. 3,
comma 3.4, lettera e), delle direttive.
2. La designazione dei rappresentanti di cu…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info