Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Delimitazione del bacino idrografico del fiume Fiora...

Delimitazione del bacino idrografico del fiume Fiora

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA
Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22
dicembre 1977, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 354 del 29
dicembre 1977, con il quale, ai sensi degli articoli 89 e 91 del
decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616, è
stata approvata la delimitazione dei bacini idrografici a carattere
interregionale;
Visto l’art. 13, comma 2, della legge 18 maggio 1989, n. 183, che
ha provvisoriamente confermato la delimitazione dei bacini di
rilievo nazionale ed interregionale di cui al citato decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri 22 dicembre 1977;
Visto il combinato disposto dell’art. 4, comma 1, lettera b), della
legge 18 maggio 1989, n. 183, modificato ai sensi dell’art. 1,
comma 1, lettera ii), della legge 12 gennaio 1991, n. 13, e degli
articoli 1 e 3 del decreto del Presidente della Repubblica 14
aprile 1994, in base al quale la delimitazione dei bacini di
rilievo nazionale ed interregionale è approvata con decreto del
Presidente della Repubblica, previa delibera del Consiglio dei
Ministri, adottata su proposta del Ministro dei lavori pubblici, su
parere del Comitato nazionale per la difesa del suolo espresso
previa istruttoria tecnica svolta mediante avvalimento dei Servizi
tecnici nazionali competenti, sentita la conferenza permanente per
i rapporti fra lo Stato, le regioni e le province autonome di
Trento e Bolzano;
Visto l’art. 2 del citato decreto del Presidente della Repubblica
14 aprile 1994, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 152 del 1°
luglio 1994, che prevede che il progetto di delimitazione dei
bacini idrografici sia preventivamente adottato dalle autorità di
bacino di rilievo nazionale ed interregionale;
Vista la deliberazione n. 2 del 21 gennaio 1999, con la quale il
comitato istituzionale dell’Autorità di bacino del Fiora ha
definito il progetto di delimitazione del bacino di propria
competenza;
Vista la nota n. 1635/SIM dell’8 settembre 1999, con cui il
servizio idrografico e mareografico nazionale ha espresso il
proprio parere sulla delimitazione proposta;
Visto il parere espresso dalla conferenza permanente per i rapporti
tra lo Stato, le regioni e la provincia autonoma di Trento e
Bolzano, reso ai sensi dell’art. 88, comma 2, del decreto
legislativo 31 marzo 1998, n. 112, nella riunione del 16 dicembre
1999;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 7 luglio 2000;
Sulla proposta del Ministro dei lavori pubblici;
Decreta:
Art. 1.
E’ approvata l’unita perimetrazione del bacino di rilievo
interregionale del Fiora, quale risultante dall’annessa cartografia
che, vistata dal Ministro dei lavori pubblici, forma parte
integrante del presente decreto.
Art. 2.
Ai fini della soluzione di problemi specifici, che potrebbero
manifestarsi in corrispondenza delle linee di confine, soprattutto
nelle zone ove i limiti di bacino intersecano i limiti
amministrativi dei territori comunali, le Autorità di bacino e le
regioni interessate provvedono ad una intesa tra loro per produrre
idonea cartografia, tenendo anche conto delle indicazioni di cui
all’art. 2, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 14
aprile 1994.
Art. 3.
L’Autorità di bacino rende disponibile, oltre alla cartografia in
scala 1:250.000 che è parte integrante del presente decreto, anche
cartografia di maggiore dettaglio, per le esigenze del cittadino
che voglia prenderne conoscenza o richiederne copia.Il presente
decreto sarà trasmesso alla Corte dei conti per la registrazione e
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.
Allegato disponibile in banca dati

Architetto.info