Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Copertura assicurativa agricola agevolata nella campagna di produzione...

Copertura assicurativa agricola agevolata nella campagna di produzione 1997.

IL MINISTRO
DELLE RISORSE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI

VISTA la
legge 25 maggio 1970, n. 364, istitutiva del Fondo di solidarietà
nazionale in agricoltura;

VISTE le leggi 15 ottobre 1981, n. 590 e 14
febbraio 1992, n. 185, concernenti modifiche ed integrazioni della
disciplina del Fondo di solidarietà nazionale;

VISTO il D.P.R. 17
maggio 1996, n. 324 che ha approvato il nuovo regolamento
sull’assicurazione agricola agevolata;

VISTO lart. 1, comma 3, del
predetto D.P.R. n. 324/96 che prevede, con riferimento a territori
agricoli omogenei, la determinazione annuale degli eventi, delle
colture, delle fitopatie e delle garanzie ammissibili
all’assicurazione agevolata;

VISTI i pareri delle regioni e
dell’associazione nazionale dei consorzi di difesa, per la copertura
assicurativa del 1997;

ACCERTATE le disponibilità di bilancio per la
concessione ai consorzi di difesa del contributo statale sulla spesa
assicurativa, ai sensi dellart. 2, comma 1, del richiamato D.P.R. n.
324/96;

CONSIDERATO che per contenere la spesa contributiva nei
limiti delle disponibilità di bilancio, occorre limitare la copertura
dei rischi della sola grandine, alle colture più significative
nell’ordinamento aziendale, nelle aree in cui nell’anno 1996 sono
state stipulate polizze assicurative;

RITENUTO di provvedere ai
necessari adempimenti per consentire la copertura assicurativa
agricola agevolata nella campagna di produzione 1997;

D E C R E T
A:

Art. 1 – Per la copertura assicurativa agricola agevolata delle
produzioni 1997, ai sensi del D.P.R. 17 maggio 1996, n. 324, art.1,
comma 3, si stabilisce quanto segue:

Colture assicurabili al
mercato agevolato: actinidia, albicocche, mais da granella, mele,
nettarine, nettarine precoci, pere, pere precoci, pesche, pesche
precoci, piante di viti porta innesto, pomodoro pelato, pomodoro
concentrato, pomodoro da tavola, riso, susine, susine precoci,
tabacco, uva da tavola, uva da vino, vivai di viti.
Avversità:
Grandine, per tutte le colture nelle rispettive aree omogenee.

Garanzie:
a) – Danno di quantità per i prodotti: mais da granella e
riso.
b) – Danno di quantità e qualità per i prodotti: actinidia,
albicocche, mele, nettarine, nettarine precoci, pere, pere precoci,
pesche, pesche precoci, piante di viti porta innesto, pomodoro pelato,
pomodoro concentrato, pomodoro da tavola, susine, susine precoci,
tabacco, uva da tavola, uva da vino, vivai di viti.
Art. 2 – Le aree
omogenee, nell’ambito di ciascuna provincia, sono individuate nei
territori agricoli dei comuni elencati a fianco di ciascuna coltura,
come riportato negli allegati prospetti, elaborati dal Sistema
informativo agricolo nazionale, che fanno parte integrante del
presente decreto.

Art. 3 – I valori assicurabili al mercato agevolato
sono determinati ai sensi dellart. 17, comma 4, lettera e), della
legge 25 maggio 1970, n. 364, e secondo le procedure e le modalità
stabilite con la circolare di questo Ministero del 24 febbraio 1993,
n. 100.318.

Le produzioni soggette alla disciplina delle quote, in
attuazione della politica dell’Unione Europea, sono assicurabili al
mercato agevolato nei limiti dei quantitativi preassegnati a ciascun
produttore.

Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 4 marzo 1997

IL
MINISTRO

Architetto.info