Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Potenza dei motori da installare su unita' da diporto....

Potenza dei motori da installare su unita' da diporto.

MINISTERO DEI TRASPORTI E DELLA NAVIGAZIONE

A tutte le capitanerie di porto
A tutti gli uffici circondariali marittimi
A tutti gli uffici provinciali della M.C.T.C.
Come e’ noto l’art. 15 della legge 11 febbraio 1971, n. 50,
prescrive che ai fini dell’utilizzazione in navigazione, i motori
amovibili di qualsiasi potenza da applicare sulle unita’ da diporto
e quelli entrobordo da installare su natanti devono essere dotati
di un certificato d’uso nel quale sono indicati i dati
identificativi e quelli relativi all’omologazione o al collaudo;
gli articoli 8 e 9 della predetta legge – come modificati dagli
articoli 12 e 13 del decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 436, e
successive modificazioni – dispongono, inoltre, che le unita’ da
diporto iscritte negli appositi registri sono abilitate alla
navigazione con il rilascio di apposita licenza di navigazione ad
opera di uffici competenti.
Come e’ altresi’ noto, il decreto del Presidente della Repubblica
24 luglio 1996, n. 459, recante “Regolamento per l’attuazione delle
direttive 89/392/CEE, 91/368/CEE, 93/44/CEE e 93/68/CEE concernenti
il riavvicinamento delle legislazioni degli Stati membri relative
alle macchine” – nel cui ambito di applicazione rientrano, tra
l’altro, i motori fuoribordo – ha disposto l’immissione sul mercato
comunitario, ovvero la messa in servizio, di macchine e componenti
di sicurezza, alla sola condizione di conformita’ ai requisiti di
cui all’allegato I del provvedimento stesso: analogamente il
decreto legislativo 14 agosto 1996, n. 436, recante “Attuazione
della direttiva 94/25/CE in materia di progettazione, di
costruzione e immissione in commercio di unita’ da diporto”, e
successive modificazioni – le cui disposizioni sono applicabili, ai
fini di quel che qui rileva, ai motori entrobordo installati su
tali unita’ – ha disposto la commercializzazione di queste ultime
alla sola condizione di conformita’ CE.
Inoltre, con decreto del Ministro dell’industria 13 marzo 1998,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana in
data 1 marzo 1998, n. 76, e’ stata adottata la norma UNI EN ISO
8665 concernente “unita’ di piccole dimensioni, motori marini di
propulsione e relativi impianti – misurazione di potenza”.
A seguito dell’entrata in vigore di tali provvedimenti non possono
trovare applicazione le procedure di omologazione e collaudo di cui
all’art. 1, commi 8 e 9, della citata legge 24 febbraio 1971, n.
50, ed il relativo regolamento di esecuzione adottato con decreto
del Ministro dei trasporti e della navigazione 21 settembre 1994,
n. 664.
Nel quadro normativo sopra ricordato, infatti, tali procedure si
porrebbero in contrasto con la libera circolazione dei beni in
parola nel mercato comunitario; restano al contrario applicabili –
in quanto non connesse a tale profilo – le disposizioni concernenti
gli aspetti amministrativi dell’abilitazione alla navigazione delle
unita’ e dell’utilizzo dei motori.
Pertanto, ai fini della redazione, e quindi del rilascio, del
certificato d’uso (alinea sei) e della licenza di navigazione
“pagina 4 lettera a) alinea nove, ovvero lettera b) alinea due”,
deve essere esibita dal proprietario una dichiarazione di potenza
ai sensi della citata norma UNI EN ISO 8665, rilasciata dal
costruttore, ovvero dal suo legale rappresentante o rivenditore
autorizzato in ambito comunitario, e redatta – per esigenze di
semplificazione ed uniformita’ dell’azione amministrativa – in
conformita’ al modello allegato.
Si richiama l’attenzione di codesti uffici sulla circostanza che la
falsita’ della dichiarazione e/o utilizzo di dichiarazione falsa
concretizzano le fattispecie di cui agli articoli 483 codice penale
(falsita’ ideologica commessa dal privato in atto pubblico) e 489
codice penale (uso di atto falso), per i quali e’ prevista la
procedibilita’ d’ufficio.
Devono conseguentemente ritenersi superate le disposizioni in
precedenza impartite in materia.
p. Il Ministro: Occhipinti
Registrata alla Corte dei conti il 10 maggio 2000
Registro n. 1 Trasporti e navigazione, foglio n. 116
ALLEGATO PAG. 38

Architetto.info