Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Assunzione a carico dello Stato delle garanzie prestate da soci di coo...

Assunzione a carico dello Stato delle garanzie prestate da soci di cooperative a favore delle cooperative stesse, ai sensi della legge n. 237 del 19 luglio 1993, art. 1, comma 1-bis.

MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE E FORESTALI
IL DIRETTORE GENERALE
delle politiche agricole
ed agroindustriali nazionali
Vista la legge n. 237 del 19 luglio 1993, art. 1, comma 1-bis, di
conversione con modificazioni del decreto-legge 20 maggio 1993, n.
149, recante interventi urgenti in favore dell’economia che recita
“le garanzie concesse, prima della data di entrata in vigore del
presente decreto, da soci di cooperative agricole, a favore delle
cooperative stesse, di cui sia stata previamente accertata
l’insolvenza, sono assunte a carico del bilancio dello Stato”;
Visto il decreto ministeriale n. 80161 del 2 febbraio 1994,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 39 del 17 febbraio 1994, con
il quale sono stati fissati i criteri di attuazione della
richiamata legge n. 237/1993, art. 1 comma 1-bis;
Vista la circolare n. 17 del 14 luglio 1994, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale n. 196 del 23 agosto 1994, con la quale sono
state fissate le modalita’ di presentazione delle istanze da parte
di soci, di curatori fallimentari, commissari liquidatori e
presidenti dei collegi sindacali;
Visto il decreto ministeriale n. 83667 del 2 ottobre 1995,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 238
dell’11 ottobre 1995, con il quale sono stati approvati i risultati
dell’istruttoria svolta sulle istanze presentate ai sensi della
citata legge n. 237/1993, art. 1, comma 1-bis;
Visto il decreto ministeriale del 18 dicembre 1995, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 1 del 2 gennaio
1996, con il quale e’ stato approvato un nuovo elaborato datato 30
novembre 1995 in sostituzione di quello di cui al decreto
ministeriale 2 ottobre 1995 n. 83667;
Considerato che il tribunale amministrativo regionale dell’Umbria
con sentenza n. 418 del 19 aprile 2000 ha accolto i ricorsi
presentati da Vincenzo Pacchiarini, Teodoro Fontetrosciani
Continelli e Giampaolo Di Cesare, soci fideiussori della
cooperativa G. Di Vittorio, contro il Ministero delle risorse
agricole alimentari e forestali, ora Ministero delle politiche
agricole e forestali, annullando il decreto ministeriale 18
dicembre 1995 nella parte in cui esclude la cooperativa Di Vittorio
dall’accollo a carico dello Stato ai sensi della legge n. 237/1993,
art. 1, comma 1-bis, delle garanzie prestate dai soci ricorrenti;
Considerato che la predetta sentenza e’ immediatamente esecutiva,
anche se sara’ gravata da appello da proporsi da questa
amministrazione tramite l’avvocatura generale;
Esaminate nel merito le domande e la documentazione
allegata,presentate dai suddetti soci garanti;
Preso atto della annotazione riportata nella scheda A4 dal curatore
che dichiara che i debiti della cooperativa garantiti da Teodoro
Fontetrosciani Continelli ed altri sono stati pagati dai soci
fideiussori e che conseguentemente non sono stati mai iscritti al
passivo della procedura concorsuale;
Preso atto che i crediti garantiti da Vincenzo Pacchiarini sono
stati soddisfatti dalla procedura;
Visto che, ai sensi dell’art. 2, punto 1, del decreto ministeriale
2 febbraio 1994, sono ammesse all’intervento finanziario le
garanzie prestate per crediti ammessi nello stato del passivo e nei
limiti da esso risultanti;
Constatata la regolarita’ dell’istanza presentata da Giampaolo Di
Cesare;
Decreta:
Art. 1.
La garanzia prestata da Giampaolo Di Cesare socio della cooperativa
G. Di Vittorio a favore della Banca Toscana e’ inserita nell’elenco
n. 1 allegato al decreto ministeriale 18 dicembre 1995, pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale n. 1 del 2 gennaio 1996, al n. 64;
Art. 2.
Le garanzie prestate dal socio Vincenzo Pacchiarini a favore
dell’Istituto federale credito agricolo italiano rimangono escluse
in quanto il relativo debito iscritto al passivo e’ stato
soddisfatto in sede di riparto parziale;
Art. 3.
Le garanzie prestate dal socio Teodoro Fontetrosciani Continelli
rimangono escluse in quanto il debito non risulta iscritto nello
stato del passivo della procedura concorsuale;
Art. 4.
In conseguenza della modifica di cui all’art. 1 la garanzia
prestata da Anelli socio della Cooperativa Fruttarda assume la
posizione 65 del su citato elenco n. 1 e conseguentemente si
modificano tutte le posizioni successive.
Art. 5.
Le determinazioni assunte con il presente decreto potranno essere
modificate in relazione agli esiti del ricorso che sara’ promosso
dal Ministero avverso la sentenza n. 418 del 19 aprile 2000 innanzi
al Consiglio di Stato.
Roma, 7 agosto 2000
Il direttore generale: Ambrosio

Architetto.info