Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Modificazioni e integrazioni delle deliberazioni dell'autorita' per l'...

Modificazioni e integrazioni delle deliberazioni dell'autorita' per l'energia elettrica e il gas 1 settembre 1999, n. 128/99, e 28 dicembre 1999, n. 202/99. (Deliberazione n. 143/00).

L’AUTORITA’ PER L’ENERGIA ELETTRICA E IL GAS
Nella riunione del 3 agosto 2000;
Premesso che:
con la deliberazione 1 settembre 1999, n. 128/99 (di seguito:
deliberazione n. 128/99) l’autorita’ per l’energia elettrica e il
gas (di seguito: autorita’) ha definito gli obblighi di
registrazione delle interruzioni del servizio di distribuzione
dell’energia elettrica e gli indicatori di continuita’ del
servizio;
con la deliberazione 28 dicembre 1999, n. 202/99 (di seguito:
deliberazione n. 202/99) l’autorita’ ha emanato una direttiva
concernente la disciplina dei livelli generali di qualita’ relativi
alle interruzioni senza preavviso lunghe del servizio di
distribuzione dell’energia elettrica ai sensi dell’art. 2, comma
12, lettere g) e h), della legge 14 novembre 1995, n. 481 (di
seguito legge n. 481/95);
Visti:
la legge n. 481/95;
il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 (di seguito: decreto
legislativo n. 79/99);
il decreto legislativo 11 novembre 1999, n. 463, recante norme di
attuazione dello statuto speciale della regione Trentino-Alto Adige
in materia di demanio idrico, di opere idrauliche e di concessioni
di grandi derivazioni a scopo idroelettrico, produzione e
distribuzione dell’energia (di seguito: decreto legislativo n.
463/99);
Viste:
la deliberazione n. 128/99, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale –
serie generale – n. 234 del 5 ottobre 1999;
la deliberazione n. 202/99, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale –
serie generale – n. 306 del 31 dicembre 1999, supplemento ordinario
n. 235;
Considerato che:
nel corso dell’attivita’ di verifica della validita’ dei dati di
continuita’ del servizio, forniti dagli esercenti, e’ emersa la
necessita’ di modificare e integrare la disciplina prevista dalla
deliberazione n. 128/99, al fine di meglio precisare alcune
modalita’ di registrazione delle interruzioni e di comunicazione
all’autorita’ dei dati annuali relativi agli indicatori di
continuita’ del servizio;
alcuni esercenti il servizio di distribuzione e vendita
dell’energia elettrica con numero di utenti BT non superiore a
5.000 utenti, contestualmente all’istanza di esenzione temporanea
dagli obblighi di registrazione automatica di cui all’art. 16,
comma 16.5, della deliberazione n. 128/99, hanno evidenziato che il
rispetto di tali obblighi da parte dei medesimi esercenti non
sarebbe compatibile con la previsione di cui all’art. 3, comma 3.3,
della deliberazione n. 202/99, in base alla quale gli ambiti
territoriali devono comprendere un numero di utenti BT superiore a
5.000;
Considerato che:
l’art. 9, comma 3, del decreto legislativo n. 79/99, prevede che,
al fine di razionalizzare la distribuzione dell’energia elettrica,
e’ rilasciata una sola concessione di distribuzione per ambito
comunale e che nei comuni ove, alla data di entrata in vigore del
medesimo decreto legislativo, sono operanti piu’ distributori,
questi ultimi, attraverso le normali regole di mercato, adottano le
opportune iniziative per la loro aggregazione;
a seguito delle iniziative di aggregazione di cui al precedente
alinea, nonche’ dei trasferimenti degli impianti di distribuzione
di cui agli articoli 12, comma 2 e 16, comma 1, del decreto
legislativo n. 463/99 e degli ulteriori mutamenti relativi
all’attivita’ di distribuzione dell’energia elettrica, che potranno
occorrere in attuazione di quanto previsto dall’art. 16, comma 1,
del decreto legislativo n. 79/99, si potranno verificare variazioni
nel numero di utenti appartenenti agli ambiti territoriali e che
tali variazioni potranno assumere valori diversi da un ambito
territoriale all’altro e da un anno all’altro;
Ritenuto che:
al fine di tenere conto di quanto emerso in seguito alla verifica
della validita’ dei dati di continuita’ del servizio, sia opportuno
apportare alcune modifiche alla deliberazione n. 128/99 precisando
le modalita’ di registrazione delle interruzioni e di comunicazione
all’autorita’ dei dati annuali relativi agli indicatori di
continuita’ del servizio;
in relazione a quanto segnalato da alcuni esercenti con numero di
utenti BT non superiore a 5.000, alla data del 31 dicembre 1998, e
al fine di tenere conto delle esigenze di tutela degli utenti che
comportano gli obblighi di registrazione automatica delle
interruzioni di cui all’art. 3, commi 3.2 e 3.3, della
deliberazione n. 128/99, sia opportuno differire il termine
previsto dall’art. 16, comma 16.2, della medesima deliberazione al
1 gennaio 2004 per gli esercenti con numero di utenti BT non
superiore a 5.000 alla data del 31 dicembre 1998;
Ritenuto altresi’ che sia opportuno modificare le disposizioni
relative alle modalita’ di calcolo del livello effettivo
dell’indicatore di riferimento contenute all’art. 4, comma 4.2
della deliberazione n. 202/1999, al fine di tenere conto delle
variazioni nel numero di utenti appartenenti agli ambiti
territoriali che possono conseguire dalle iniziative di
aggregazione degli esercenti del servizio di distribuzione di cui
al sopra richiamato art. 9, comma 3, del decreto legislativo n.
79/1999, nonche’ dai trasferimenti di impianti di distribuzione di
cui all’art. 12, comma 2, del decreto legislativo n. 463/1999 e
dagli ulteriori mutamenti nell’assetto della distribuzione
dell’energia elettrica, che potranno occorrere in attuazione di
quanto previsto dall’art. 16, comma 16.1, del decreto legislativo
n. 79/1999;
Delibera:
di approvare il seguente provvedimento:
Art. 1.
Modificazioni e integrazioni della deliberazione dell’Autorita’
perl’energia elettrica e il gas 1 settembre 1999, n. 128/1999.
1.1 All’art. 3, comma 3.2, della deliberazione dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas 1 settembre 1999, n. 128/1999,
richiamata nel seguito come: “deliberazione n. 128/1999”, le parole
“dell’istante di inizio e di fine” sono soppresse.
1.2 All’art. 5, comma 5.2, lettera c), della deliberazione n.
128/1999, le parole “per le sole interruzioni senza preavviso” sono
soppresse.
1.3 All’art. 6, comma 6.1, della deliberazione n. 128/1999, e’
aggiunto il seguente periodo: “Per le interruzioni che si originano
negli impianti di trasformazione, l’interruzione e’ attribuita al
lato a monte se provoca la disalimentazione anche di una sola linea
a monte”.
1.4 La rubrica dell’art. 7 della deliberazione n. 128/1999, e’
sostituita dalla seguente: “Cause delle interruzioni”. All’art. 7,
comma 7.1, della deliberazione n. 128/1999, le parole “le cause
delle interruzioni senza preavviso lunghe e senza preavviso brevi”
sono sostituite con le parole “le cause delle interruzioni con
preavviso, senza preavviso lunghe e senza preavviso brevi”.
1.5 All’art. 8, comma 8.3, della deliberazione n. 128/1999, le
parole “mediante registrazione dell’apertura definitiva degli
interruttori, al netto delle eventuali interruzioni transitorie e
brevi connesse allo stesso evento” sono sostituite con le parole
“mediante registrazione della prima apertura degli interruttori”.
1.6 All’art. 11, comma 11.2, della deliberazione n. 128/1999, le
parole “degli utenti MT interessato” sono sostituite con le parole
“dell’utente MT interessato”.
1.7 Le lettere f), dei commi 14.4 e 14.6 dell’art. 14 della
deliberazione n. 128/1999, sono entrambe sostituite come di
seguito:
“f) distintamente per ambiti territoriali come definiti dall’art. 3
della deliberazione dell’autorita’ per l’energia elettrica e il gas
28 dicembre 1999, n. 202/1999”.
1.8 All’art. 15, comma 15.3, della deliberazione n. 128/1999, e’
aggiunto il seguente periodo: “Gli esercenti comunicano
all’autorita’ la modalita’ adottata per l’arrotondamento al minuto
delle durate delle interruzioni con preavviso, senza preavviso
lunghe e senza preavviso brevi”.
1.9 Al comma 16.2 dell’art. 16 della deliberazione n. 128/1999,
dopo le parole “Per gli esercenti con numero di utenti BT non
superiore a 100.000 alla data del 31 dicembre 1998” sono aggiunte
le parole “e superiore a 5.000 alla stessa data”.
1.10 Dopo il comma 16.2 dell’art. 16 della deliberazione n.
128/1999 e’ aggiunto il seguente comma “16.2-bis. Per gli esercenti
con numero di utenti BT non superiore a 5.000 alla data del 31
dicembre 1998, gli obblighi di cui al presente provvedimento
decorrono dal 1 gennaio 2001, ad eccezione degli obblighi di
registrazione automatica delle interruzioni di cui al precedente
art. 3, commi 3.2 e 3.3, che decorrono dal 1 gennaio 2004”.
Art. 2.
Modificazioni alla deliberazione dell’Autorita’ per l’energia
elettrica e il gas 28 dicembre 1999, n. 202/1999
L’art. 4, comma 4.2, della deliberazione dell’Autorita’ per
l’energia elettrica e il gas 28 dicembre 1999, n. 202/1999,
richiamata nel seguito come: “deliberazione n. 202/1999”, e’
sostituito come di seguito: “4.2 Il livello effettivo
dell’indicatore di riferimento per l’anno i e’ ottenuto come media
ponderata dei valori dell’anno i e dell’anno i-1, utilizzando come
criterio di ponderazione il numero di utenti BT di ciascun anno. I
valori di continuita’ e il numero di utenti BT di ciascun anno sono
calcolati al netto degli utenti BT serviti da linee MT non
provviste dei requisiti di cui dall’art. 3, commi 3.2 e 3.3, della
deliberazione n. 128/1999, e tenendo conto delle variazioni del
numero di utenti per effetto delle iniziative di aggregazione
previste dall’art. 9, comma 3 del decreto legislativo 16 marzo
1999, n. 79, o per effetto dell’esercizio delle prerogative di cui
all’art. 16 dello stesso decreto legislativo”.
Art. 3.
Disposizioni finali
La presente deliberazione sara’ pubblicata nella Gazz…

[Continua nel file zip allegato]

Architetto.info