Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Norme per la disciplina della costruzione e l'esercizio di linee ele...

Norme per la disciplina della costruzione e l'esercizio di linee elettriche aeree esterne.

Legge 13 dicembre 1964, n. 1341 (in Gazz. Uff., 22 dicembre, n.
316). – Norme per la disciplina della costruzione e l’esercizio
di linee elettriche aeree esterne.

La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica
hanno approvato;
Il Presidente della Repubblica:
Promulga la seguente legge:

Art. 1. Le linee aeree elettriche esterne sono soggette
alla osservanza delle prescrizioni della presente legge.
La progettazione, l’esecuzione e l’esercizio di tali linee
dovrà avvenire in modo da garantire la sicurezza e la
stabilità delle strutture e da evitare qualsiasi pericolo per la
pubblica incolumità.
Con apposito regolamento di esecuzione da emanarsi entro sei
mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge su
proposta del Ministro per i lavori pubblici di concerto con
il Ministro per l’industria e commercio, sentito il Consiglio
nazionale delle ricerche ed il Consiglio superiore dei
lavori pubblici saranno emanate le norme tecniche che dovranno
osservarsi per l’applicazione del disposto di cui al comma
precedente.

Art. 2. Il regolamento di esecuzione di cui all’articolo
precedente dovrà comunque prevedere:
la classificazione delle linee a seconda delle
loro caratteristiche elettriche e meccaniche;
la suddivisione del territorio nazionale in zone per
ciascuna delle quali potranno essere convenzionalmente fissate le
condizioni di carico e di temperatura per il calcolo dei
conduttori e dei sostegni, nonché i carichi di lavoro dei
materiali nelle varie ipotesi, e per la verifica delle distanze
minime dei conduttori della linea dalle opere poste in vicinanza
della linea stessa e da questa attraversate, nonché le distanze
dei sostegni da fabbricati e opere vicini.

Art. 3. Compete agli organi del Ministero dei lavori pubblici
la vigilanza per la esecuzione delle prescrizioni della presente
legge e del regolamento previsto dal precedente art. 1.
Il Ministero dei trasporti e dell’aviazione civile e il
Ministero delle poste e delle telecomunicazioni ciascuno per
quanto di propria competenza, dispongono verifiche e controlli
delle linee allo scopo di accertare la rispondenza alle norme
emanate col regolamento d’esecuzione.

Art. 4. Per le infrazioni alle norme della presente legge e
del relativo regolamento di esecuzione di cui al precedente
art. 1 si applicano le sanzioni e le disposizioni previste dagli
articoli 219 e seguenti del testo unico delle leggi sulle acque
e sugli impianti elettrici approvato con regio decreto 11 dicembre
1933, n. 1775.

Art. 5. Il regolamento di esecuzione della presente legge
entrerà in vigore tre mesi dopo la sua pubblicazione nella Gazzetta
Ufficiale della Repubblica.
Con l’entrata in vigore del regolamento, e salvo il disposto di
cui all’articolo seguente, cessano di aver efficacia le
norme per l’esecuzione delle linee elettriche aeree esterne
approvate con regio decreto 25 novembre 1940, n. 1969 e successive
modificazioni.

Art. 6. Per le domande di autorizzazione alla costruzione
e all’esercizio di linee aeree elettriche esterne presentate
prima dell’entrata in vigore del regolamento di esecuzione
di cui al precedente art. 1, continueranno ad applicarsi le norme
contenute nel regio decreto 25 novembre 1940, n. 1969, e successive
modificazioni.
Su richiesta dei presentatori delle domande di cui al
comma precedente, l’Amministrazione potrà consentire
l’applicazione di altre norme da essa indicate e rispondenti
ai criteri stabiliti all’art. 1 della presente legge.

Architetto.info