Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Attuazione della direttiva (CEE) n. 47 del 16 gennaio 1984, che adegu...

Attuazione della direttiva (CEE) n. 47 del 16 gennaio 1984, che adegua al progresso tecnico la precedente direttiva (CEE) n. 196 del 6 febbraio 1979, concernente il materiale elettrico destinato ad essere impiegato in atmosfera esplosiva, e già recepita con il decreto del Presidente della Repubblica 21 luglio 1982, n. 675.

ENERGIA ELETTRICA
Decreto Ministeriale 5 ottobre 1984 (in Gazz. Uff., 18 ottobre,
n. 288). — Attuazione della direttiva (CEE) n. 47 del 16 gennaio
1984, che adegua al progresso tecnico la precedente direttiva
(CEE) n. 196 del 6 febbraio 1979, concernente il materiale
elettrico destinato ad essere impiegato in atmosfera esplosiva,
e già recepita con il decreto del Presidente della Repubblica 21
luglio 1982, n. 675.

Il Ministro dell’industria, del commercio e dell’artigianato:
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 21 luglio 1982,
n. 727, relativo al recepimento della direttiva CEE/76/117 sul
materiale elettrico destinato ad essere utilizzato in <<atmosfera
esplosiva>>;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 21 luglio 1982,
n. 675, relativo al recepimento della direttiva CEE/79/196 sui
metodi di protezione che si applicano al materiale elettrico
destinato ad essere utilizzato in <<atmosfera esplosiva>>;
Vista la direttiva CEE/84/47 che adegua al progresso tecnico
la direttiva CEE/79/196;
Visto l’art. 5 del decreto del Presidente della Repubblica
21 luglio 1982, n. 675, che delega al Ministro
dell’industria, del commercio e dell’artigianato l’adeguamento al
progresso tecnico del contenuto delle norme armonizzate di cui
agli allegati I e II al citato decreto;
Considerando che dato il livello attualmente raggiunto
dalla tecnica è necessario adeguare le norme armonizzate
di cui all’allegato I del sopracitato decreto del
Presidente della Repubblica 21 luglio 1982, n. 675;
Considerando che, data l’esperienza acquisita
successivamente all’adozione in Italia della direttiva CEE/79/196,
occorre modificare la rappresentazione grafica del marchio
distintivo comunitario che figura nell’allegato II del decreto
del Presidente della Repubblica 21 luglio 1982, n. 675;
Ritenuta la necessità di procedere all’adeguamento delle
norme armonizzate di cui agli allegati I e II del decreto del
Presidente della Repubblica 21 luglio 1982, n. 675;
Decreta:

Art. 1. Gli allegati I e II del decreto del Presidente
della Repubblica 21 luglio 1982, n. 675, sono sostituiti
rispettivamente dagli allegati I e II del presente decreto.

Art. 2. Sino al 1° gennaio 2005 il materiale elettrico di
cui all’art. 1 del decreto del Presidente della Repubblica 21
luglio 1982, n. 675, può essere venduto, circolare liberamente
ed essere usato in modo conforme alla sua destinazione anche se è
conforme alle prescrizioni previste negli allegati I e II
del decreto del Presidente della Repubblica 21 luglio 1982,
n. 675, purché la conformità sia comprovata da un certificato
rilasciato secondo l’art. 5 del decreto del Presidente della
Repubblica 21 luglio 1982, n. 727, qualora detto certificato sia
stato rilasciato anteriormente al 31 dicembre 1987.

Art. 3. Il presente decreto sarà pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

(Sono omessi gli allegati).

Architetto.info