Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Differimento del termine finale di presentazione delle domande di agev...

Differimento del termine finale di presentazione delle domande di agevolazione di cui al decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, valido per il bando del 2000, per il settore dell'industria relativo alle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia

IL MINISTRO DELL’INDUSTRIA DEL COMMERCIO E DELL’ARTIGIANATO
Visto il decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con
modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, in materia di
disciplina dell’intervento straordinario nel Mezzogiorno;
Visto il decreto ministeriale del 20 ottobre 1995, n. 527,
concernente le modalità e le procedure per la concessione ed
erogazione delle agevolazioni in favore delle attività produttive
nelle aree depresse del Paese di cui alla citata legge n. 488/1992,
già modificato e integrato dal decreto ministeriale 31 luglio 1997,
n. 319 e, da ultimo, modificato, e integrato dal decreto
ministeriale 9 marzo 2000, n. 133;
Visto, in particolare, l’art. 5, comma 1, del decreto ministeriale
n. 527/1995 e successive modifiche e integrazioni, che rimanda a un
decreto del Ministro dell’industria, del commercio e
dell’artigianato la fissazione dei termini di presentazione delle
domande di agevolazione;
Visto il proprio decreto del 14 luglio 2000 con il quale, con
riferimento alle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia,
Sardegna e Sicilia, sono stati fissati i termini di presentazione
delle domande del bando relativo al settore “Industria” per l’anno
2000 dal 24 luglio 2000 al 30 settembre 2000;
Considerato che le dette domande devono essere formulate secondo i
criteri e le modalità fissate con la recente circolare del 14
luglio 2000, che ha introdotto rilevanti modifiche rispetto alla
precedente normativa, in linea con i nuovi orientamenti comunitari
in materia di aiuti di Stato e con le indicazioni fornite dalla
Commissione dell’Unione europea in sede di autorizzazione del nuovo
regime d’aiuto della legge n. 488/1992;
Tenuto conto delle istanze, avanzate dai soggetti interessati, di
usufruire di un maggior lasso di tempo, rispetto a quello
consentito dai predetti termini, per condurre i necessari
approfondimenti del nuovo quadro normativo, tenuto conto delle
rilevanti novità dallo stesso introdotte nonché del fatto che il
periodo di presentazione delle domande comprende anche il mese di
agosto;
Ritenuto opportuno accogliere le dette istanze e quindi di
consentire alle imprese interessate, attraverso il differimento del
termine finale di presentazione delle domande, di usufruire di un
più lungo periodo di tempo per condurre i necessari approfondimenti
della nuova normativa e per la predisposizione di una corretta
domanda di agevolazioni nel pieno rispetto dei nuovi orientamenti
comunitari;
Decreta:
Articolo unico
1. Il termine finale di presentazione delle domande di agevolazione
di cui al decreto-legge 22 ottobre 1992, n. 415, convertito, con
modificazioni, dalla legge 19 dicembre 1992, n. 488, valido con
riferimento alle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia,
Sardegna e Sicilia per il bando relativo al settore “Industria”,
già fissato al 30 settembre 2000, con decreto ministeriale del 14
luglio 2000, è differito al 31 ottobre 2000.
2. Il presente decreto sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.

Architetto.info