Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Estensione ai dirigenti dell'Istituto nazionale di fisica nucleare del...

Estensione ai dirigenti dell'Istituto nazionale di fisica nucleare delle disposizioni del decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, e istituzione del ruolo unico. (Disposizione n. 8325).

ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE
IL PRESIDENTE
Vista la legge 9 maggio 1989, n. 168 “Istituzione del Ministero
dell’universita’ e della ricerca scientifica e tecnologica”;
Visto il regolamento generale dell’Istituto nazionale di fisica
nucleare, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana n. 146 del 24 giugno 1995;
Vista la deliberazione n. 6664 del 22 dicembre 1999, con la quale
il consiglio direttivo ha esteso ai dirigenti dell’Istituto
nazionale di fisica nucleare con profilo amministrativo le
disposizioni di cui all’art. 3 ed al capo II del decreto
legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, ed ha istituito il ruolo unico
dei dirigenti dell’Istituto nazionale di fisica nucleare;
Vista la nota dell’Istituto del 3 febbraio 2000, prot. n. 003243,
con la quale la deliberazione n. 6664 e’ stata trasmessa al
Ministero dell’universita’ e della ricerca scientifica e
tecnologica ed alla Presidenza del Consiglio dei Ministri –
Dipartimento della funzione pubblica, ai sensi di quanto disposto
dalla citata legge n. 168/1989;
Viste le note della Presidenza del Consiglio dei Ministri –
Dipartimento della funzione pubblica del 9 marzo 2000, prot.
UOPA/ST/24133-48034/00/7.491 e del 5 aprile 2000, prot. n.
123/segr.;
Vista la nota del Ministero dell’universita’ e della ricerca
scientifica e tecnologica del 23 maggio 2000, prot. n. 843;
Visto quanto stabilito dall’art. 8, comma 4, della richiamata legge
n. 168/1989;
Dispone che si provveda, ai sensi dell’art. 8, comma 4, della legge
9 maggio 1989, n. 168, alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana, nel testo allegato quale parte
integrante della presente disposizione, della deliberazione del
consiglio direttivo n. 6664, adottata nella riunione del 22
dicembre 1999.
Frascati, 18 settembre 2000
Il presidente: Iarocci
Allegato
ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE
Consiglio direttivo Deliberazione n. 6664
Il consiglio direttivo dell’Istituto nazionale di fisica nucleare,
riunito in Roma il giorno 22 dicembre 1999, alla presenza di
trentadue componenti su un totale di trentacinque;
Visto il decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, nel testo
vigente;
Considerato che i decreti legislativi numeri 80 e 387 del 1998,
sottoponendo ad una profonda revisione il richiamato decreto
legislativo n. 29/1993, hanno delineato, tra l’altro, una nuova
disciplina della dirigenza che, ancorche’ direttamente riferita
alle amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo,
deve essere recepita dalla generalita’ delle amministrazioni
pubbliche;
Visto in particolare l’art. 27-bis del richiamato decreto
legislativo n. 29/1993 come risultante dalle modifiche ed
integrazioni apportate, secondo il quale le “altre amministrazioni
pubbliche” e gli “enti pubblici non economici” adeguano i propri
ordinamenti ai principi dell’art. 3 del Capo II, tenendo conto
delle relative peculiarita’, adottando appositi regolamenti di
organizzazione;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 26 febbraio 1999,
n. 150, con il quale e’ stato emanato il “Regolamento recante
disciplina delle modalita’ di costituzione e tenuta del ruolo unico
della dirigenza delle amministrazioni statali, anche ad ordinamento
autonomo, e della banca dati informatica della dirigenza, nonche’
di elezione del componente del comitato di garanti”;
Vista la direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 1o
giugno 1999, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 172 del 24
luglio 1999, con la quale sono state dettate le linee guida per la
definizione dei contratti individuali della dirigenza;
Tenuto conto che gran parte degli enti pubblici si e’ gia’ attivata
per porre in essere gli adempimenti citati, che rappresentano un
passaggio essenziale sul piano della funzionalita’ istituzionale ed
operativa e che quindi vanno effettuati con urgenza;
Visto il regolamento generale dell’Istituto;
Visto il regolamento generale delle strutture dell’INFN;
Nelle more dell’emanazione del regolamento del personale, ai sensi
di quanto disposto dall’art. 28 del citato regolamento generale;
Ritenuto che il disegno complessivo delle parti concernenti la
materia specifica dei regolamenti appena ricordati, debba essere
riconsiderato per adeguarlo alla nuova impostazione della funzione
dirigenziale quale emerge dal testo del decreto legislativo n.
29/1993;
Vista l’attuale dotazione organica dei dirigenti dell’INFN con
profilo amministrativo, contingente al quale di applica il
riordinamento in esame;
Tenuto conto che i provvedimenti adottati dovranno essere
trasmessi, entro due mesi, alla Presidenza del Consiglio dei
Ministri – Dipartimento della funzione pubblica, che ne cura la
raccolta e la pubblicazione;
Visto l’art. 8 della legge 9 maggio 1989, n. 168;
Con trentadue voti favorevoli;
Delibera:
1) Sono estese ai dirigenti dell’INFN, per quanto compatibili con
l’attuale ordinamento, le disposizioni di cui all’art. 3 e al capo
II del decreto legislativo 3 febbraio 1993, n. 29, nel testo
vigente.
2) E’ istituito il ruolo unico dei dirigenti dell’INFN, articolato
in due fasce, utilizzando, in quanto compatibili con le norme
vigenti per l’istituto stesso, le disposizioni di cui al decreto
del Presidente della Repubblica 26 febbraio 1999, n. 150. Il
direttore dell’amministrazione centrale assume le funzioni di
responsabile della tenuta del ruolo unico dell’Istituto.
3) In aggiunta al provvedimento di conferimento dell’incarico
dirigenziale viene stipulato un contratto individuale di lavoro con
scadenza pari a quella dell’incarico e la sua durata, gli obiettivi
da conseguire, le modalita’ di svolgimento, i casi di revoca
dell’incarico, di cessazione e di risoluzione del rapporto di
lavoro, nonche’ il trattamento economico spettante al dirigente e
la relativa disciplina, in conformita’ al contratto collettivo di
lavoro vigente.
4) Entro sei mesi dalla pubblicazione della presente delibera nella
Gazzetta Ufficiale, e con riferimento per il personale in servizio
alla data del 30 dicembre 1998, si provvede agli adempimenti
conseguenti ai precedenti punti 1, 2 e 3.
5) Con successive deliberazioni si provvedera’ all’adeguamento
puntuale dei vigenti regolamenti dell’Istituto alle disposizioni
generali ricordate nelle premesse, in relazione alle attribuzioni
della dirigenza, all’assegnazione degli incarichi dirigenziali,
alla responsabilita’, all’accesso alla qualifica di dirigente.
6) La presente deliberazione e’ trasmessa alla Presidenza del
Consiglio dei Ministri – Dipartimento della funzione pubblica ed al
Ministero dell’universita’ e della ricerca scientifica e
tecnologica per gli adempimenti di rispettiva competenza.

Architetto.info