Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Tipologie unitarie di bandi di gara per l'affidamento di lavori pubbli...

Tipologie unitarie di bandi di gara per l'affidamento di lavori pubblici. (Licitazione privata e pubblico incanto). Supplemento Ordinario n. 143

AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI
COMUNICATO
Tipologie unitarie di bandi di gara per l’affidamento di lavori
pubblici. (Licitazione privata e pubblico incanto).
NOTA ILLUSTRATIVA
1. premessa Le profonde innovazioni apportate al sistema di
qualificazione delle imprese dalla legge n. 109/94 e successive
modificazioni e dal DPR 554/99 (regolamento generale di attuazione
della suddetta legge 109/94) nonche’ dal DPR n. 34/2000
(regolamento recante istituzione del sistema di qualificazione),
determinano certamente per gli operatori del settore alcune
difficolta’ operative.
Le incertezze applicative riguardano soprattutto la fase
transitoria – stabilita, per gli appalti di importo pari o
inferiore al controvalore in euro di 5 milioni di dsp (diritti
speciali di prelievo) equivalenti a lire 10.374.830.909, fino al 31
dicembre 2001 e, per gli appalti di importo superiore a tale
valore, fino al 28 febbraio 2001 – durante la quale e’ affidato
alle stazioni appaltanti la verifica del possesso, da parte dei
concorrenti, dei requisiti economico-finanziari e tecnico-
organizzativi indicati nel DPR 34/2000 come condizione necessaria e
sufficiente per l’affidamento di lavori pubblici. Tali requisiti
sono indicati nella allegata tabella A.
Uno dei molteplici compiti che il legislatore ha assegnato
all’Autorita’, e’ costituito dalla “formazione di archivi di
settore e la formulazione di tipologie unitarie da mettere a
disposizione delle amministrazioni interessate” (art. 4, comma 16,
lett. g) della legge 109/94 e successive modificazioni).
L’Autorita’, nell’ambito di tale disposizione, ha deliberato di
fornire un contributo di studio relativamente alle nuove norme,
elaborando modelli di bandi di gara che possano servire da linee-
guida per le stazioni appaltanti nella gestione della delicata fase
dell’affidamento.
I documenti predisposti riguardano le procedure del pubblico
incanto e della licitazione privata che sono individuate
dall’articolo 20 della legge 109/94 come ordinari sistemi di
affidamento.
Sono stati predisposti due modelli per ciascuna delle due procedura
di affidamento. La necessita’ di elaborare due diversi modelli e’
dovuta alla circostanza che gli appalti di importo pari o inferiore
a 150.000 euro, essendo fuori dal sistema unico di qualificazione,
richiedono una diversa impostazione di parti essenziali del bando.
Per gli appalti di importo superiore a 150.000 euro poiche’ le
modalita’ e le procedure per la qualificazione sono analoghe sopra
e sotto la soglia del controvalore in euro di 5 milioni di dsp
(diritti speciali di prelievo) equivalenti a lire 10.374.830.909,
si e’ ritenuto sufficiente elaborare per ogni procedura un unico
modello di bando di gara – che dovra’ essere adattato dalle
stazioni appaltanti alle diverse soglie di importo per quanto
riguarda i requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi e
la valutazione delle offerte anomale.
Gli schemi di bando di gara per pubblico incanto sono accompagnati
da un disciplinare di gara che contiene norme integrative del bando
relativamente alle modalita’ di partecipazione alla gara e di
presentazione dell’offerta nonche’ alle procedure di
aggiudicazione.
Quelli per la licitazione privata sono corredati della lettera di
invito contenente le medesime indicazioni previste dal disciplinare
di gara, adattate al diverso sistema di affidamento.
A tutti i modelli sono allegati fac-simili di dichiarazione del
possesso dei requisiti generali e speciali necessari per la
partecipazione alla gara e fac-simili di dichiarazione da
presentare all’atto dell’offerta.
Gli schemi indicano i punti soggetti a modifica. Le opzioni in
relazione al periodo transitorio introdotto dal DPR 34/2000
(inasprimento dei parametri nel 2001 nonche’ quelle relative alle
differenti previsioni in ragione degli importi dei lavori
(requisiti ed offerte anomale) sono evidenziate nei modelli in
carattere corsivo e grassetto. Le variabili che devono essere
definite dalle stazioni appaltanti sono, invece, vuote.
Ai fini di una maggiore chiarezza dei modelli sono state, inoltre,
predisposte tre tabelle: nella tabella B sono indicati i diversi
contenuti dei bandi che sono ipotizzabili alla luce delle
disposizioni previste nella legge 109/94 e nel DPR 554/1999, nella
tabella C sono illustrate le categorie dei lavori e nella tabella D
sono indicati i soggetti che possono partecipare alle gare nonche’
sintetizzati in tre casi tutti i possibili oggetti dei bandi.
Nella tabella F sono indicate, per tutte le categorie generali e
specializzate, le diverse prescrizioni (obbligo o facolta’ di
subappalto o di scorporo) che si applicano ad esse.
I modelli proposti per appalti di importo da zero a 150.000 euro
potranno essere utilizzati anche dopo la fine del regime
transitorio in quanto questi appalti non sono condizionati da detto
regime.
2. Principi, regole ed oggetto dei bandi di gara La predisposizione
dei modelli e’ stata condotta tenendo conto che l’articolo 18,
comma 3, della legge 55/90 e l’articolo 30 del DPR 34/2000 nonche’
l’art. 73, del DPR 554/99 dispongono che i bandi devono specificare
l’importo totale dei lavori, la categoria prevalente e le eventuali
ulteriori categorie relative a tutte le altri lavorazioni previste
in progetto. Le disposizioni prevedono che la individuazione delle
suddette categorie deve essere effettuata sulla base delle
declaratorie contenute nell’allegato A al DPR 34/2000.
Va sottolineato che per cogliere appieno il senso delle suddette
declaratorie va tenuto presente che l’articolo 9, comma 3, della
legge 109/94, ha disposto una bipartizione delle categorie delle
opere pubbliche o dei lavori pubblici tra categorie di opere
generali e categorie di opere specializzate. Questa suddivisione e’
stata attuata, per la prima volta, dal D/M 304/1998, che pero’, non
specificava in che si differenziavano le due categorie. Tale
specificazione e’, oggi, contenuta nelle premesse all’allegato A
del D.P.R. 34/2000 e nell’articolo 72, commi 2 e 3, del D.P.R.
554/1999.
In particolare la prima alinea delle premesse dell’allegato A del
D.P.R. 34/2000 stabilisce che si intende per opera o intervento un
insieme di lavorazioni capace di esplicare funzioni economiche e
tecniche.
L’articolo 72, commi 2 e 3, del D.P.R. 554/1999 suddivide le opere
in quelle generali ed in quelle specializzate e stabilisce che si
intendono per:
– opere generali: le opere caratterizzate da una pluralita’ di
lavorazioni, indispensabili per consegnare le opere o i lavori
finiti in ogni loro parte;
– opere specializzate: le lavorazioni che nell’ambito del processo
realizzativo delle opere o dei lavori necessitano di una
particolare specializzazione o professionalita’.
Si puo’, quindi, concludere, che in base alle suddetto
disposizioni:
– le opere generali sono quelle per la cui realizzazione sono
necessarie l’esecuzione di un insieme di lavorazioni alcune proprie
della categorie ed altre appartenenti a categorie di opere
specializzate;
– le opere specializzate sono quelle lavorazioni che necessitano di
particolari capacita’ operative e professionalita’ e che, di norma,
sono parti di opere generali.
Nella predisposizione dei modelli si e’, inoltre, tenuto presente
che, in connessione alle suddette definizioni, la seconda, la terza
e la quinta alinea delle premesse del suddetto allegato A del
D.P.R. 34/2000 specificano che:
– la qualificazione in ciascuna delle categorie di opere generali,
indicate con l’acronimo OG, e’ conseguita dimostrando capacita’ di
svolgere in proprio o con qualsiasi mezzo l’attivita’ di
costruzione, ristrutturazione e manutenzione di opere o interventi
per la cui realizzazione, finiti in ogni loro parte e pronti
all’uso da parte dell’utilizzatore finale, siano necessarie una
pluralita’ di specifiche lavorazioni;
– la qualificazione in ciascuna delle categorie di opere
specializzate, indicate con l’acronimo OS, e’ conseguita
dimostrando capacita’ di svolgere in proprio l’attivita’ di
esecuzione, ristrutturazione e manutenzione di specifiche
lavorazioni che costituiscono di norma parte dei processi
realizzativi di un’opera o un intervento e necessitano di una
particolare specializzazione o professionalita’;
– l’esecuzione di lavorazioni riconducibili a categorie generali
nonche’ a categorie specializzate per le quali nella tabella
corrispondenze nuove e vecchie categorie contenuta nel suddetto
allegato A e’ prevista la qualificazione obbligatoria – qualora
siano indicate nei bandi di gara, ai sensi di quanto disposto
nell’articolo 73, commi 2 e 3, del D.P.R. 554/1999 e dell’articolo
30, commi 1 e 2, del D.P.R. 34/2000, come parti dell’intervento da
realizzare – non possono essere eseguite dalle imprese
aggiudicatarie, singole o raggruppate se prive delle relative
adeguate qualificazioni e, pertanto, devono essere subappaltate ad
imprese in possesso delle relative qualificazioni.
In connessione alle suddette disposizioni la quarta alinea delle
premesse del richiamato allegato A del D.P.R. 34/2000 – poiche’ le
declaratorie previste dai DD.MM. 770/82 e 304/98 sono in parte
diverse da quelle previste nel medesimo allegato stabilisce che la
qualificazione avviene nelle nuove categorie generali o
specializzate se le lavorazioni effettivamente realizzate dalle
imprese negli anni antecedenti all’entrata in vigore del suddetto
D.P.R. 34/2000 in base alle qualificazioni, ovvero alle iscrizioni
all’Albo Nazionale dei Costruttori, possedute, riguardano
lavorazioni previste dalle nuove declaratorie.
Per effettuare tale valutazione occorre tenere conto delle
indicazioni contenute nella tabella corrispondenze nuove e vecchie
categorie facente parte del suddetto allegato A. Va pero’
considerato che la tabella, per quanto riguarda la corrispondenza
fra le categorie di cui al D.M. 304/98 e al D.M. 770/82, riporta
quella contenuta nel medesimo D.M. 304/98 che e’ da considerarsi
puramente indicativa poiche’, in questo decreto, la suddetta
informazione aveva la sola finalita’ di permettere il trasferimento
diretto delle iscrizioni all’A.N.C. dalle vecchie categorie alle
nuove categorie.
Quello che rileva per la nuova qualificazione e’, invece,
l’effettivo contenuto delle lavorazioni eseguite.
Al fine di fare in modo che le stazioni appaltanti possano
predisporre i bandi di gara nel rispetto delle disposizioni prima
richiamate, va esaminata ed interpretata la disposizione di cui
alla seconda alinea delle premesse al suddetto allegato A che
stabilisce che ciascuna categoria di opere generali individua
attivita’ non comprese nelle altre categorie generali.
Tale norma potrebbe far sorgere alcuni interrogativi, in
particolare con riferimento alle categorie generali OG1 e OG11, in
quanto le lavorazioni di cui alla categoria OG11 fanno parte delle
lavorazioni previste nella categoria OG1.
Tale fatto non pone, pero’, alcun problema se si tiene conto che,
in base alle altre disposizioni prima richiamate, ogni intervento
puo’ essere costituito da lavorazioni appartenenti ad una sola
categoria di opera generale o, anche, ad un insieme di categorie di
opere generali che, a loro volta, sono costituite da lavorazioni
proprie e da un insieme di lavorazioni appartenenti, invece, a
diverse categorie di opere specializzate.
Un intervento autostradale puo’, infatti, prevedere la esecuzione
di rilevati, viadotti e gallerie naturali. I rilevati ed i viadotti
appartengono alla categoria generale OG3 e le gallerie naturali
alla categoria generale OG4. A loro volta sia le OG3 e sia le OG4
possono prevedere lavorazioni appartenente ad una categoria di
opere specializzate (ad esempio lavori in terra (OS1), impianti per
la segnaletica luminosa e la sicurezza del traffico (OS9),
segnaletica stradale non luminosa (OS10), apparecchiature
strutturali speciali (OS11), barriere e protezioni stradali (OS12),
ecc.). Si sottolinea che le disposizioni prevedono che la categoria
prevalente e’ unica ed e’ quella di importo piu’ elevato.
E’, infatti, proprio in conseguenza dell’esistenza di tali
possibilita’ oggettive e del fatto di ritenere necessario che la
maggior parte delle lavorazioni costituenti un’opera generale siano
eseguite da imprese adeguatamente e specificatamente qualificate,
che le disposizioni di cui all’articolo 18, comma 3, della legge
55/90, all’articolo 13, comma 7, della legge 109/94, agli articoli
73, commi 2 e 3, 74, commi 1 e 2, e 95 del D.P.R. 554/1999 nonche’
all’articolo 30, commi 1 e 2, del D.P.R. 34/2000, prevedono:
a) che nel bando di gara siano indicate:
– l’importo complessivo dell’intervento oggetto dell’appalto;
– la categoria generale o specializzata considerata prevalente;
– tutte le parti, purche’ di importo singolarmente superiore al 10%
dell’importo complessivo dell’appalto e comunque superiore a
150.000 Euro, appartenenti alle categorie generali o specializzate
di cui si compone l’intervento, con i relativi importi e categorie
che, a scelta del concorrente, sono subappaltabili o affidabili a
cottimo, oppure scorporabili;
b) che le categorie di opere specializzate si suddividano in quelle
a qualificazione non obbligatoria ed in quelle a qualificazione
obbligatoria;
c) che le lavorazioni delle categorie specializzate a
qualificazione obbligatoria, qualora l’aggiudicatario sia privo di
adeguata qualificazione, devono essere affidate in subappalto;
d) che vi siano alcune lavorazioni appartenenti quasi tutte a
categorie specializzate da considerarsi strutture, impianti ed
opere speciali caratterizzate, sotto il profilo ingegneristico, da
notevole contenuto tecnologico o da rilevante complessita’ tecnica,
(individuate all’articolo 72, comma 4, del D.P.R.
554/1999) per le quali qualora tutte quelle previste nel bando di
gara siano, singolarmente considerate, di importo superiore al 15%
dell’importo complessivo dei lavori – vi sia un particolare divieto
di subappalto.
Quindi nel caso di un intervento appartenente alla categoria
generale OG1 (edifici civili ed industriali) il bando di gara deve
indicare, ove previste, anche le lavorazioni appartenenti alla
categoria OG11 (impianti tecnologici), sempre che esse siano di
importo superiore al 10% dell’importo complessivo dell’appalto e
comunque superiore a 150.000 Euro, indipendentemente dal fatto che
la declaratoria della categoria OG1 parla di impianti tecnologici.
Questa indicazione e’, infatti, conseguenza del fatto che la
definizione di opera generale prevede che essa sia finita in ogni
sua parte e sia pronta all’uso da parte dell’utilizzatore sia,
cioe’, di per se’ capace di esplicare funzioni economiche e
tecniche.
Va anche rilevato che, ai sensi del suddetto articolo 18, comma 3,
della legge 55190, si ritiene sia possibile indicare nel bando di
gara anche lavorazioni di importo inferiore al 10% dell’importo
complessivo dell’appalto oppure a 150.000 euro che, pero’, sono
soltanto subappaltabili.
Per quanto riguarda gli impianti tecnologici da realizzarsi in
opere generali occorre, pero’, tenere presente che l’allegato A del
D.P.R. 34/2000 parla di questi impianti oltre che nella
declaratoria relativa alla categoria OG11 anche nelle declaratorie
relative alle categorie OS3, OS5, OS28 e OS30. E’ possibile,
pertanto, nei bandi riferirsi o alla categoria OG11 o alle
categorie OS3, OS5, OS28 e OS30. La scelta fra le due ipotesi deve
essere effettuata tenendo conto che la declaratoria della categoria
OG11 si riferisce ad un insieme coordinato di impianti da
realizzarsi congiuntamente. Ove non si ricada in tale situazione
gli impianti vanno singolarmente presi in esame e, di conseguenza,
considerati appartenenti alle specifiche categorie specializzate
quali le OS3, OS5, OS28 e OS30 ed in tal modo indicati nel bando di
gara sempre che siano singolarmente di importo superiore al 10%
dell’importo complessivo dell’appalto e comunque di importo
superiore a 150.000 Euro. Tali impianti, logicamente, potranno
essere realizzati anche da imprese in possesso di attestazione che
preveda la qualificazione nella categoria OG11.
Per quanto, invece, riguarda le strutture, impianti ed opere
speciali caratterizzate, di cui all’articolo 13, comma 7, della
legge 109/94, elencate all’articolo 72, comma 4, del D.P.R.
554/1999 – dato che le disposizioni di cui all’articolo 73, commi 2
e 3, del D.P.R. 554/1999 e all’articolo 30, commi 1 e 2, del D.P.R.
34/2000, come gia’ rilevato, prevedono che le parti dell’intervento
da realizzare siano sempre indicate nel bando di gara con
riferimento alle categorie generali e/o specializzate di cui al
suddetto D.P.R. 34/2000 – vi e’ la necessita’ di individuare a
quale categoria corrisponda ognuna delle voci del suddetto elenco.
Tale corrispondenza deve essere effettuata comparando le
indicazioni dell’elenco con le declaratorie dell’allegato A al
citato D.P.R. 34/2000.
Sulla base di tale comparazione si puo’ stabilire che:
– le strutture, gli impianti e le opere speciali di cui alle
lettere a), c), d), e), g), h), i), l), m), n), o), p), dell’elenco
sono rispettivamente quelle delle categorie OS2, OS4, OS5, OS30,
OS21, OG12, OS11, OS13, OS29, OS27, OS14, OS22;
– le strutture, gli impianti e le opere speciali di cui alla
lettera b) sono quelle della categoria OS3 nonche’ della categoria
OS28 in quanto nella lettera si parla anche di impianti di
termoregolazione e, cioe’, di impianti termici e di condizionamento
che costituiscono la suddetta categoria OS28;
– le strutture, gli impianti e le opere speciali di cui alla
lettera f) sono quelle della categoria OS20 nonche’ della categoria
OS21 in quanto nella lettera si parla anche di esplorazioni del
sottosuolo con mezzi speciali e, cioe’, di indagini geognostiche
che fanno parte della suddetta categoria OS21.
Va, inoltre, tenuto conto che, nel rispetto delle disposizioni
dell’articolo 13, comma 7, della legge 109/94, nel caso di cui
all’articolo 72, comma 4, lettere b) ed f) la condizione che gli
importi, singolarmente considerati, siano superiori al 15%
dell’importo complessivo dell’intervento dove riferirsi ad ognuna
delle due categorie cui si riferiscono le due lettere.
Altro aspetto che e’ stato esaminato riguarda l’articolo 24 del
D.P.R. 34/2000. Esso stabilisce come va determinato l’importo dei
lavori contrattuali utilizzabile ai fini della qualificazione.
In particolare e’ stato necessario stabilire quale criterio si
debba seguire per determinare la quota parte dell’importo
contrattuale che sia utilizzabile ai fini della qualificazione nel
caso siano state subappaltate lavorazioni a qualificazione non
obbligatoria insieme a lavorazioni a qualificazione obbligatoria e
queste siano entrambe di importo superiore alle due diverse
franchigie previste dal suddetto articolo (30% dell’importo
complessivo dell’appalto nel caso di lavorazioni a qualificazione
non obbligatoria e 40% dell’importo complessivo dell’appalto nel
caso di lavorazioni a qualificazione obbligatoria).
Per definire il criterio si e’ tenuto conto che:
se le eccedenze fossero determinate con riferimento separato agli
importi calcolati in base alle due percentuali (30% e 40%) la
franchigia diventerebbe pari al 70% in violazione delle
disposizioni di cui al suddetto articolo 24;
se le eccedenze fossero determinate con riferimento in entrambi i
casi (qualificazione non obbligatoria e qualificazione
obbligatoria) o al 30% o al 40% si avrebbe l’effetto di produrre,
nella prima ipotesi, un danno all’impresa e, nella seconda ipotesi
un favore alla stessa;
E’ stato, pertanto, ritenuto rispondente alle norme stabilire che
l’eventuale eccedenza deve essere determinata con riferimento ad
una percentuale (compresa fra il 30% ed il 40%) che tenga
adeguatamente conto dei due diversi importi delle opere
subappaltate. Tale percentuale, e’ determinabile in uno dei due
seguenti modi:
– sommando le due percentuali del 30% e del 40% la prima
moltiplicata per il valore del rapporto fra l’importo delle
lavorazioni a qualificazione non obbligatoria e l’importo totale
delle lavorazioni subappaltate e la seconda moltiplicata per il
valore del rapporto fra l’importo delle lavorazioni a
qualificazione obbligatoria e l’importo totale delle lavorazioni
subappaltate;
– sommando alla percentuale del 30% la quota parte del 10% ottenuta
moltiplicando tale percentuale per il valore del rapporto fra
l’importo delle lavorazioni a qualificazione obbligatoria e
l’importo totale delle lavorazioni subappaltate.
Nel fac-simile allegato ai bandi si e’ seguita la prima ipotesi.
Nella predisposizione dei modelli si e’, inoltre, tenuto conto che,
ai sensi dell’articolo 19, commi 4 e 5 della legge 109/94 i modi di
determinazione del corrispettivo sono tre (a corpo e a misura (caso
A), a corpo (caso D), a misura (caso C).
La scelta tra i contratti con corrispettivo a corpo, con
corrispettivo a corpo e a misura o con corrispettivo a misura, in
relazione alla natura delle opere, e’ rilevante perche’ la legge ne
fa derivare diversi effetti. Ai fini del bando di gara tale scelta
determina, infatti, una diversa modalita’ di articolazione del
criterio di aggiudicazione, descritto al punto 13, del modello del
pubblico incanto ed al punto 11, del modello della licitazione
privata, secondo quanto previsto dall’articolo 21 della legge
109/94:
per i contratti a corpo e a misura (caso A) l’aggiudicazione va
effettuata con il metodo dell’offerta a prezzi unitari; per i
contratti a corpo (caso B) mediante offerta a prezzi unitari
(alternativa 1) ovvero mediante massimo ribasso percentuale
sull’importo dei lavori a base di gara (alternativa 2); per i
contratti a misura mediante massimo ribasso sull’elenco prezzi
posto a base di gara (alternativa 1) oppure mediante offerta a
prezzi unitari (alternativa 2).
Tali alternative sono considerate anche al punto 5. del modello di
bando per il pubblico incanto che indica la documentazione di cui i
concorrenti devono tenere conto al fine della formulazione
dell’offerta che, per il caso di offerta a prezzi unitari,
comprende anche la lista delle categorie e lavorazioni.
I tre diversi modi di determinazione del corrispettivo ed i due
diversi criteri di aggiudicazione hanno effetto anche sulle
modalita’ con cui viene effettuata la contabilita’ dei lavori in
particolare per quanto riguarda il pagamento degli oneri di
attuazione dei piani della sicurezza che, ai sensi dell’articolo
31, comma 2, della legge 109/94 e dell’articolo 12, comma 1, del
decreto legislativo 494/96 e successive modificazioni, non sono
soggetti a ribasso. Le disposizioni prevedono, infatti, che i
prezzi costituenti l’offerta e prezzi unitari siano al netto dei
suddetti oneri, mentre l’offerta di ribasso sul prezzo complessivo
dei lavori o sull’elenco prezzi posti a base di gara riguardano
valori che comprendono i suddetti oneri di sicurezza. E’, inoltre,
stabilito che la contabilita’:
a) per gli interventi il cui corrispettivo e’ esclusivamente a
corpo venga effettuata sulla base delle aliquote percentuali di cui
all’articolo 45, comma 6, del D.P.R. 554/1999 da applicarsi
all’importo complessivo offerto che costituisce quello
contrattuale;
b) per gli interventi il cui corrispettivo e’ parte a corpo e parte
a misura:
– per la parte a corpo venga effettuata sulla base delle aliquote
percentuali di cui all’articolo 45, comma 6, del D.P.R. 554/1999 da
applicarsi all’importo offerto che costituisce parte di quello
contrattuale;
– per la parte a misura venga effettuata sulla base dei prezzi
offerti per le singole lavorazioni e forniture;
c) per gli interventi il cui corrispettivo e’ esclusivamente a
misura venga effettuata sulla base dei prezzi offerti (alternativa
1) per le singole lavorazioni e forniture necessarie per
l’esecuzione dell’intervento oppure dell’elenco prezzi (alternativa
2) delle singole lavorazioni e forniture, posto a base di gara, al
netto del ribasso offerto.
Le suddette norme hanno reso necessario, prevedere nei modelli di
bando di gara apposite disposizioni. E’ stato stabilito al punto
15.
(lettera j) di quello per pubblico incanto ed al punto 12. (lettera
j) di quello per licitazione privata che nel:
– (caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura) la
contabilita’ dei lavori sia effettuata, ai sensi del titolo XI del
D.P.R. 554/1999, per la patte dei lavori a corpo, sulla base delle
aliquote percentuali di cui all’articolo 45, comma 6, del suddetto
D.P.R. applicate al relativo prezzo offerto e, per la parte dei
lavori a misura, sulla base dei prezzi unitari contrattuali; agli
importi degli stati di avanzamento (SAL) sia aggiunto, in
proporzione dell’importo dei lavori eseguiti, l’importo degli oneri
per l’attuazione dei piani di sicurezza;
– (caso B: appalto con corrispettivo a corpo) la contabilita’ dei
lavori sia effettuata, ai sensi del titolo XI del D.P.R. 554/1999,
sulla base delle aliquote percentuali di cui all’articolo 45, comma
6, del suddetto D.P.R. applicate all’importo contrattuale pari al
prezzo offerto aumentato dell’importo degli oneri per l’attuazione
dei piani di sicurezza;
– (caso C: appalto con corrispettivo a misura) (alternativa n. 1)
la contabilita’ dei lavori sia effettuata, ai sensi del titolo XI
del D.P.R. 554/1999, sulla base dei prezzi unitari contrattuali;
agli importi degli dati di avanzamento (SAL) sia aggiunto, in
proporzione dell’importo dei lavori eseguiti, l’importo degli oneri
per l’attuazione dei piani di sicurezza;
(alternativa n. 2) la contabilita’ dei lavori sia effettuata, ai
sensi del titolo XI del D.P.R. 554/1999, sulla base dei prezzi
unitari di progetto; agli importi degli stati di avanzamento (SAL)
venga detratto l’importo conseguente al ribasso offerto calcolato,
per fare in modo che l’importo degli oneri per l’attuazione dei
piani di sicurezza, non sia assoggettato a ribasso con la seguente
formula (SAL*(1-IS)*R) (dove SAL = Importo stato di avanzamento; IS
= Importo oneri di sicurezza/Importo complessivo dei lavori; R =
Ribasso offerto).
Per quanto riguarda il problema prospettato circa l’ammissibilita’
di una dimostrazione del possesso del requisito della cifra
d’affari con riferimento anche ad un solo anno va rilevato che esso
ha due profili completamente differenti: uno riguarda l’esibizione
della documentazione, l’altro le verifiche della stazione
appaltante.
Sotto il primo profilo non si puo’ prescindere dalla disposizione
riguardante il costo del lavoro e l’ammortamento che richiedono
necessariamente l’esibizione dei bilanci per un quinquennio che
debbono, pertanto, essere esibiti.
Sotto il secondo profilo, invece, non e’ da escludere che la
stazione appaltante, di fronte a risultanze di bilanci che
evidenziano come gia’ in uno solo dei cinque anni si raggiunga
l’importo della cifra d’affari possa omettere la verifica degli
altri bilanci anche se occorre tenere conto che queste verifiche
devono essere effettuate ai fini del costo del personale e
dell’ammortamento.
In base a queste considerazioni la possibilita’ di documentare il
possesso dei requisiti anche con riferimento ad un solo anno deve
essere limitata agli appalti di importo pari o inferiore 150.000
euro.
Per quanto riguarda la richiesta di prevedere la possibilita’ di
autodichiarare il rispetto della legge 68/99 e di individuare un
periodo di validita’ della relativa certificazione non si ritiene
che possa essere accolta in quanto la disposizione dell’articolo 17
della legge 68/99 deve essere considerata norma speciale che deroga
al principio generale in materia di autocertificazione. In tal
senso si e’ espresso il Ministero del Lavoro con circolare n. 41
del 26/6/2000.
Per quanto riguarda le cause di esclusione dalle gare si e’ tenuto
conto che la mancata registrazione da parte della Corte dei Conti
della disposizione contenuta nell’articolo 75 del testo originario
del D.P.R. 554/1999 ha fatto permanere in vita l’efficacia
dell’articolo 17 del D.P.R. 34/2000 e, pertanto, e’ a questa
disposizione che fino a nuove norme va fatto riferimento. Si deve
comunque considerare che la disposizione regolamentare non era
altro che trascrizione normativa di principi giurisprudenziali
pacifici.
E’ stato, inoltre, previsto nei modelli che nel momento in cui si
conclude il procedimento relativo a nuove norme regolamentari che
riproducano piu’ o meno il detto articolo 75, e’ a queste norme che
occorrera’ fare riferimento nei bandi. Cio’ soltanto dal giorno
della loro entrata in vigore e non dalla data di mera approvazione.
3. Appalti di importo superiore a 150.000 euro 3.1 Bando di gara
(pubblico incanto e licitazione privata) Per la redazione dei
modelli di bando si e’ fatto riferimento agli allegati “L” e “M”
del DPR 554/99, che recepiscono indicazioni della direttiva
97/52/CEE. I modelli proposti sono stati elaborati in modo da
essere concisi – come richiesto dalla normativa comunitaria – ma
sufficientemente chiari e contenenti tutto le informazioni
essenziali per mettere i concorrenti in condizione di formulare
l’offerta o la richiesta di invito.
Per quanto riguarda la licitazione privata, la procedura di
aggiudicazione e’ articolata, secondo quanto previsto dall’articolo
23 della legge 109/94, in una prima fase di verifica dei requisiti
di qualificazione ed una seconda fase di presentazione e
valutazione delle offerte.
Tale modalita’ procedimentale si esplica nella pubblicazione di un
bando di gara sulla base del quale il concorrente che ritenga di
avere i requisiti puo’ presentare domanda; la stazione appaltante
deve invitare tutti i soggetti che ne abbiano fatto richiesta e che
siano in possesso dei requisiti di qualificazione previsti dal
bando.
A differenza del pubblico incanto, si operano, sostanzialmente, due
ammissioni: pre-ammissione e ammissione all’apertura delle buste,
mentre nel pubblico incanto esiste solo la seconda.
Si e’ ritenuto – per tener conto della semplificazione apportate
all’ordinamento dal DPR 403/98 e per non imporre ai concorrenti
adempimenti che sono ripetitivi – di anticipare alla fase della
prequalificazione la presentazione delle dichiarazioni sostitutive
relative al possesso dei requisiti generali, speciali e al divieto
di partecipazione per le imprese in situazioni di controllo. In tal
modo si realizza uno snellimento della fase istruttoria da parte
della stazione appaltante, eliminando subito i concorrenti privi di
requisiti.
Nei modelli di bando e’ stata, pertanto, previsto:
a) l’importo complessivo dell’intervento (punto 3.3.);
b) la relativa categoria prevalente e la relativa classifica
individuata secondo l’allegato A del DPR 34/2000 (punto 3.3.);
c) le parti appartenenti alle categorie generali o specializzate
con qualificazione obbligatoria, diverse dalla categoria
prevalente, di cui si compone l’opera o il lavoro con i relativi
importi o categorie, se di importo singolarmente superiore al 10%
dell’importo complessivo dell’opera ovvero di importo superiore a
150.000 euro (da inserire nella tabella prevista al punto 3.5.).
Per quanto riguarda le condizioni di ammissibilita’ alla gara
queste sono state indicate al punto 11. del bando per pubblico
incanto ed al punto 10. del bando per licitazione privata, tenendo
conto che, per il regime transitorio, i requisiti economico-
finanziari e tecnico-organizzativi sono quelli previsti dagli
articoli 31 e 32 del DPR 34/2000, in ragione delle diverse soglie
di importo. E’ sempre prevista la possibilita’ di partecipare alla
gara qualora in possesso dell’attestazione SOA.
Il punto 10. del modello di bando per pubblico incanto ed il punto
5.
del modello di bando per licitazione privata individuano i soggetti
ammessi alla gara. E’ stata inoltre precisata, per il caso di
associazione temporanea di impresa o consorzi (articolo 95 del DPR
554/1999) la misura dei requisiti che devono possedere l’impresa
mandataria e le mandanti.
3.2. Documenti complementari al bando di gara 3.2.1 disciplinare di
gara La prima parte del disciplinare indica dettagliatamente la
documentazione amministrativa richiesta e la modalita’ di
presentazione dell’offerta economica. La documentazione
amministrativa riguarda il possesso dei requisiti di ordine
generale e di capacita’ tecnico-organizzativa e economico-
finanziaria previsti dalla legge per la partecipazione alle gare ad
evidenza pubblica.
In questa fase sono stati eliminati gli oneri documentali non
strettamente necessari semplificando la gara e favorendo cosi’ la
piu’ ampia concorrenzialita’. Pertanto e’ prevista
l’autodichiarazione per le cause di esclusione e per i requisiti
speciali e, come sancito dall’articolo 6 del DPR 403/98, sono stati
predisposti fac-simili della modulistica necessaria. Tutte le
dichiarazioni (esclusa quella relativa al subappalto in quanto
dipendente dalle scelte del concorrente) sono state ordinate in un
modello unico che facilita certamente l’accesso alla gara e l’esame
istruttorio della documentazione da parte della stazione
appaltante.
E’ comunque stato precisato che la domanda, le dichiarazioni e la
documentazione devono contenere quanto prescritto nel disciplinare
stesso o nella lettera di invito.
Si evidenzia che la dichiarazione relativa alle opere da
subappaltare e’ necessaria a pena di esclusione, qualora il
concorrente non sia qualificato per le lavorazioni, previste al
punto 3.5 del bando di gara, appartenenti a categorie di opere
generali o di opere specializzate a qualificazione obbligatoria.
Le modalita’ di formulazione dell’offerta economica sono diverse in
relazione alla diversa determinazione del criterio di
aggiudicazione nei tre casi ipotizzati nel bando (“A” “B” e “C”).
In particolare, nel caso di offerta a prezzi unitari il concorrente
dovra’ presentare la lista delle lavorazioni e delle forniture
redatta in conformita’ a quanto previsto dall’articolo 90 del DPR
554/99.
La seconda parte del disciplinare, a garanzia della trasparenza
della procedura e della “par condicio” dei concorrenti, stabilisce
dettagliatamente il procedimento di aggiudicazione e la
documentazione da presentare nel caso di verifica a campione ex
articolo 10, comma 1-quater della legge 109/94.
Si prevede che il soggetto che presiede la gara il giorno fissato
per l’apertura delle offerte, sulla base della documentazione
contenuta nel plico “A”, verifichi il possesso dei requisiti,
nonche’ l’assenza di offerte da parte di imprese che sono tra loro
in situazioni di controllo ovvero da parte di consorziati per conto
dei quali il consorzio concorre.
Successivamente si procede al sorteggio di una percentuale,
stabilita nel disciplinare, del numero dei concorrenti ammessi ai
quali e’ richiesta la trasmissione della documentazione indicata
nel disciplinare stesso.
Il disciplinare prevede la presentazione di documentazione
integrativa rispetto a quella prevista dal DPR 34/2000, al fine
della dimostrazione del possesso dei requisiti economico-finanziari
e tecnico-organizzativi. Cio’ perche’ sia i dati dei bilanci, sia
quelli delle dichiarazioni fiscali non sono sempre sufficienti a
dimostrare completamente i requisiti della cifra d’affari in
lavori, del personale dipendente e degli ammortamenti.
Si e’ ritenuto opportuno, pertanto, integrare la documentazione con
dichiarazioni sostitutive di atto di notorieta’ esplicitanti la
cifra d’affari, il personale dipendente e gli ammortamenti. Tali
dichiarazioni devono essere “asseverate” dal presidente del
collegio sindacale o, in mancanza, da professionista iscritto nel
registro dei revisori contabili o da un consulente del lavoro
iscritto al corrispondente Albo. La documentazione e’ modulata per
ciascun tipo di societa’. Sono allegati al disciplinare i fac-
simile di dichiarazione.
Si segnala che l’elenco dei lavori eseguiti e’ integrato da quello
dei lavori diretti dal direttore tecnico, come previsto
dall’articolo 18, comma 14, del DPR 34/2000 e cio’ al fine di
permettere la partecipazione alle gare anche di concorrenti che non
abbiano realizzato direttamente lavori appartenenti alla categoria
generale o specializzata prevista dal bando.
Si forniscono, inoltre, alcune precisazioni per chiarire a quale
voci del bilancio o delle dichiarazioni dei redditi ci si deve
riferire per individuare la cifra d’affari, l’ammortamento ed il
costo del personale; a tale scopo sono fornite le tabelle F, G e H
che, si sottolinea, non sono parte dei modelli di bando.
E’ poi ammessa la possibilita’ per il concorrente di adempiere
all’obbligo probatorio avvalendosi dell’articolo 7 del DPR
403/1998, nel caso in cui abbia gia’ presentato la documentazione
alla medesima stazione appaltante o ai suoi uffici (per il concetto
di uffici si veda l’atto di regolazione n. 15/2000 dell’Autorita’
di vigilanza per i lavori pubblici).
Per esigenze di economia del procedimento e’ poi previsto che la
stazione appaltante possa procedere, contemporaneamente alla
verifica a campione dei requisiti economico-finanziari e tecnico-
organizzativi, anche alla verifica dei requisiti di ordine
generale, secondo quanto previsto dall’articolo 11 del DPR 403/98;
gli effetti della verifica sono diversi e, in questo caso, qualora
vi sia discordanza tra il dichiarato e l’accertato, la sanzione
consiste soltanto nell’esclusione dalla gara, oltre alle
conseguenze previste dalla legge per le dichiarazioni false.
E’ infine disciplinato il procedimento di valutazione delle offerte
anomale in relazione all’importo dell’appalto, secondo le modalita’
previste nell’atto di regolazione n. 15/2000 dell’Autorita’ di
vigilanza per i lavori pubblici.
3.2.2 Lettera di invito La lettera di invito specifica sia i
documenti sia le dichiarazioni da presentare unitamente all’offerta
sia il procedimento di aggiudicazione.
Alla lettera di invito, per il caso di offerta prezzi unitari, e’
altresi’ allegata la lista delle lavorazioni e forniture.
L’offerta economica e’ presentata con le stesse modalita’ previste
nel disciplinare di gara per il pubblico incanto.
Il procedimento di aggiudicazione prevede la verifica della
correttezza formale delle offerte e della documentazione ed il
sorteggio ex art. 10, comma 1-quater della legge 109/94.
La documentazione da trasmettere e le relative modalita’ e
condizioni sono le medesime indicate nel disciplinare di gara del
pubblico incanto.
4. Appalti di importo pari o inferiore a 150.000 euro 4.1. Bando di
gara (pubblico incanto e licitazione privata) Gli appalti di
importo pari o inferiore a 150.000 euro sono fuori dal sistema
unico di qualificazione e sono disciplinati dall’articolo 28 del
DPR 34/2000 secondo un regime semplificato che prevede requisiti
ridotti per le imprese. Cio’ comporta, ai fini della redazione del
bando di gara, che non occorre indicare la categoria delle
lavorazioni. Tuttavia, l’articolo 8, comma 1, della legge 109/94
impone comunque il possesso di una professionalita’ qualificata che
si traduce in un rapporto di analogia tra i lavori eseguiti dal
concorrente e quelli oggetto dell’appalto da affidare, intesa come
coerenza tecnica tra la natura degli uni e degli altri.
Pertanto, nel modello di bando (punto 3.3.) e’ specificata la
natura dei lavori intesa come appartenenza ad una tipologia
individuata per grandi insiemi di lavori; tale tipologia e’
elencata, a titolo di esempio, tra parentesi.
Tale previsione si riflette anche sulle condizioni minime di
partecipazione alla gara, ove e’ richiesto espressamente che i
lavori eseguiti nel quinquennio anteriore al bando di gara
(articolo 28, comma 1, lettera a) devono riferirsi al lavori della
stessa natura prevista al punto 3.3 del bando stesso. Tali
requisiti devono essere valutati, quindi, non solo con riferimento
all’importo dell’appalto da affidare ma anche alla natura
dell’intervento. Cio’ comporta, al fine dell’eventuale subappalto,
che il limite del 30% previsto dall’articolo 34 della legge 109/94
si deve riferire all’importo del contratto da stipulare.
Alla luce di queste considerazioni, non e’ quindi prevista
l’indicazione delle lavorazioni subappaltabili o scorporabili ai
fini della qualificazione, fatta eccezione per le lavorazioni
richiedenti una specifica qualificazione resa indispensabile da
norme speciali (legge 46/90). Tale indicazione non e’ obbligatoria,
ma e’ opportuna poiche’, in caso contrario queste lavorazioni
andrebbero ad incidere sulla quota del 30% dell’importo di
contratto che l’aggiudicatario puo’ subappaltare con la
possibilita’ che sorgano difficolta’, nel caso che tali lavorazioni
superino la suddetta percentuale e l’aggiudicatario non sia in
possesso di questa specifica qualificazione.
Ai fini del rilascio del certificato dei lavori eseguiti e’ stato,
pero’, previsto che il bando indichi a quale categoria i lavori
appartengano.
4.2. Documenti complementari al bando di gara Il disciplinare di
gara e la lettera di invito sono state redatte in modo analogo a
quelle prima descritte con riferimento agli appalti di importo
superiore ai 150.000 euro.
Le differenze piu’ rilevanti si riscontrano nella parte relativa
alla documentatone dei requisiti tecnico-organizzativi. La
documentazione e’ semplificata e comprende un elenco dei lavori
eseguiti, un elenco dei lavori diretti dal proprio direttore
tecnico, i bilanci, una dichiarazione relativa alla consistenza
dell’organico ed una dichiarazione relativa all’attrezzatura
posseduta.

TABELLA A REQUISITI A REGIME E TRANSITORI
TABELLA B
TABELLA C
TABELLA D
TABELLA E ESECUZIONE LAVORAZIONI COSTITUENTI PARTE DELL’INTERVENTO
TABELLA F CIFRA D’AFFARI
TABELLA G AMMORTAMENTO IMMOBILIZZAZIONI TECNICHE
TABELLA H COSTO DEL PERSONALE

BOZZA DI BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO
(per appalti di importo inferiore ai 150.000 Euro)
1. STAZIONE APPALTANTE: (indicare denominazione, indirizzo,
indirizzo telegrafico, numero di telefono, telex e telefax) 2.
PROCEDURA DI GARA: pubblico incanto ai sensi della legge 109/1994 e
successive modificazioni;
3. LUOGO, DESCRIZIONE, NATURA E IMPORTO COMPLESSIVO DEI LAVORI,
ONERI PER LA SICUREZZA E MODALITA’ DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI:
3.1. luogo di esecuzione:
3.2. descrizione:
3.3. natura: (indicare la natura dei lavori tra le seguenti: lavori
edilizi e stradali, lavori idraulici, fluviali e marittimi, lavori
impiantistici, lavori su beni immobili sottoposti a tutela ai sensi
delle disposizioni in materia di beni culturali ed ambientali,
lavori agricolo-forestali; ai soli fini del rilascio del
certificato di esecuzione dei lavori eseguiti i lavori si intendono
appartenenti alla categoria……….;
3.4. (caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura) importo
complessivo dell’appalto (compresi oneri per la sicurezza):
lire (in cifre e lettere)…….. euro………. di cui a corpo
lire (in cifre e lettere)…….. (euro)………. e a misura Lire
(in cifre e lettere)……. (euro)……………;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo);
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) importo complessivo
dell’appalto (compresi oneri per la sicurezza):
lire (in cifre e lettere)…………… euro…………..;
3.5. oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti
a ribasso: lire (in cifre e lettere)………….
euro…………..;
3.6. lavorazioni di cui all’articolo 1 della legge 46/90 e relativi
importi (nel caso siano parte dei lavori da eseguire);
3.7. modalita’ di determinazione del corrispettivo:
(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura) a corpo ed a
misura ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto degli
articoli 19, comma 4, e 21, comma 1, lettera c), della legge 109/94
e successive modificazioni;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo) a corpo ai sensi di
quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 19, comma 4,
e 21, comma 1, lettera b), della legge 109/94 e successive
modificazioni;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) a misura ai sensi di
quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 19, comma 4,
e 21, comma 1, lettera c), della legge 109/94 e successive
modificazioni;
4. TERMINE DI ESECUZIONE: giorni……….(………..) naturali e
consecutivi decorrenti dalla data di consegna dei lavori;
5. DOCUMENTAZIONE:
(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura, caso B:
appalto con corrispettivo a corpo (alternativa n. 1); caso C:
appalto con corrispettivo a misura (alternativa n. 1) il
disciplinare di gara contenente le norme integrative del presento
bando relative alle modalita’ di partecipazione alla gara, alle
modalita’ di compilazione e presentazione dell’offerta, ai
documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di
aggiudicazione dell’appalto nonche’ gli elaborati grafici, il
computo metrico il piano di sicurezza, il capitolato speciale di
appalto, lo schema di contratto e la lista delle categorie di
lavorazioni e forniture previste per l’esecuzione dei lavori e per
formulare l’offerta, sono visibili presso…………. nei giorni
……. e nelle ore……….; e’ possibile acquistarne una copia,
fino a dieci giorni antecedenti il termine di presentazione delle
offerte, presso……sito in via…….. nei giorni feriali dalle
ore…..alle ore…..; sabato escluso, previo versamento di
lire…….; a tal fine gli interessati ne dovranno fare
prenotazione a mezzo fax inviato, 48 ore prima della data di
ritiro, alla stazione appaltante al numero di cui al punto 1.; il
disciplinare di gara e’, altresi’ disponibile sul sito
Internet……..;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo (alternativa n. 2); caso
C: appalto con corrispettivo a misura (alternativa n. 2) il
disciplinare di gara contenente le norme integrative del presente
bando relative alle modalita’ di partecipazione alla gara, alle
modalita’ di compilazione e presentazione dell’offerta, ai
documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di
aggiudicazione dell’appalto nonche’ gli elaborati grafici, il
computo metrico, il piano di sicurezza, il capitolato speciale di
appalto e lo schema di contratto sono visibili presso ………..
nei giorni……..e nelle ore………; e’ possibile acquistarne
una copia, fino a dieci giorni antecedenti il termine di
presentazione delle offerte, presso……..sito in
via………..nei giorni feriali dalle ore……. alle
ore………, sabato escluso, previo versamento di lire……; a
tal fine gli interessati ne’ dovranno fare prenotazione a mezzo fax
inviato, 49 ore prima della data di ritiro, alla stazione
appaltante al numero di cui al punto 1; il disciplinare di gara e’,
altresi’ disponibile sul sito Internet……;
6. TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITA’ DI PRESENTAZIONE E
DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE:
6.1. termine:…….;
6.2. indirizzo:…..;
6.3. modalita’: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara di
cui al punto 5.;
6.4. apertura offerte: prima seduta pubblica il giorno…… alle
ore…… presso….; eventuale seconda seduta pubblica il
giorno………. alle ore ……… presso la medesima sede;
7. SOGGETTI AMMESSI ALL’APERTURA DELLE OFFERTE: i legali
rappresentanti dei concorrenti di cui al successivo punto 10.
ovvero soggetti, uno per ogni concorrente, muniti di specifica
delega loro conferita dai suddetti legali rappresentanti;
8. CAUZIONE: l’offerta dei concorrenti deve essere corredata: a) da
una cauzione provvisoria, pari al 2% (due per cento) dell’importo
dei lavori e forniture costituita alternativamente:
– da versamento in contanti o in titoli del debito pubblico
presso………;
– da fideiussione bancaria o polizza assicurativa, avente validita’
per almeno 180 giorni dalla data stabilita al punto 6.1. del
presente bando; b) dichiarazione di un istituto bancario, ovvero di
una compagnia di assicurazione, contenente l’impegno a rilasciare,
in caso di aggiudicazione dell’appalto, a richiesta del
concorrente, una fideiussione bancaria o una polizza assicurativa
fideiussoria, relativa alla cauzione definitiva, in favore della
stazione appaltante valida fino a …………
9. FINANZIAMENTO:
10. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA: i concorrenti di cui all’art. 10,
comma 1, della legge 109/94 e successive modificazioni, costituiti
da imprese singole o imprese riunite o consorziate, ai sensi degli
articoli 93, 94, 95, 96 e 97 del D.P.R. n. 554/1999, ovvero da
imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi
dell’articolo 13, comma 5. della legge 109/94 e successive
modificazioni, nonche’ concorrenti con sede in altri stati membri
dell’Unione Europea alle condizioni di cui all’articolo 3, comma 7,
del D.P.R. n. 34/2000;
11. CONDIZIONI MINIME DI CARATTERE ECONOMICO E TECNICO NECESSARIE
PER LA PARTECIPAZIONE: i concorrenti devono possedere (nel caso di
concorrente in possesso dell’attestato SOA) attestazione, relativa
ad almeno una categoria attinente alla natura dei lavori da
appaltare rilasciata da societa’ di attestazione (SOA) di cui al
D.P.R. 34/2000 regolarmente autorizzata, in corso di validita’;
(nel caso di concorrente non in possesso dell’attestato SOA) i
requisiti di cui all’articolo 28 del D.P.R. 34/2000 in misura non
inferiore a quanto previsto dal medesimo articolo 28; il requisito
di cui all’articolo 28, comma 1, lettera a), deve riferirsi a
lavori della natura indicata al punto 3.3. del presente bando;
12. TERMINE DI VALIDITA’ DELL’OFFERTA: l’offerta e’ valida per 180
giorni dalla data dell’esperimento della gara;
13. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: (caso A: appalto con corrispettivo
a corpo e a misura): massimo ribasso percentuale del prezzo offerto
rispetto all’importo complessivo dei lavori a base di gara al netto
degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto
3.5. del presente bando; il prezzo offerto deve essere determinato,
ai sensi dell’art. 21, commi 1 e 1-bis, della citata legge n.
109/94 e successive modificazioni, mediante offerta a prezzi
unitari compilata secondo le norme e con le modalita’ previste nel
disciplinare di gara; il prezzo offerto deve essere, comunque,
inferiore a quello posto a base di gara al netto degli oneri per
l’attuazione dei piani della sicurezza di cui al punto 3.5. del
presente bando;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo) – (alternativa n. 1)
massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo
complessivo dei lavori a base di gara al netto degli oneri per
l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.5.
del presente bando; il prezzo offerto deve essere determinato, ai
sensi dell’art. 21, commi 1 e 1-bis, della citata legge n. 109/94 e
successive modificazioni, mediante offerta a prezzi unitari
compilata secondo le norme e con le modalita’ previste dal
disciplinare di gara; il prezzo offerto deve essere, comunque,
inferiore a quello posto a base di gara al netto degli oneri per
l’attuazione dei piani della sicurezza di cui al punto 3.5. del
presente bando;
– (alternativa n. 2) massimo ribasso percentuale del prezzo offerto
rispetto all’importo complessivo dei lavori a base di gara al netto
degli oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza di cui al
punto 3.5. del presente bando;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) – (alternativa n. 1)
massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo
complessivo dei lavori a base di gara al netto degli oneri per
l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.5.
del presente bando; il prezzo offerto deve essere determinato, ai
sensi dell’art. 21, commi 1 e 1-bis, della citata legge n. 109/94 e
successive modificazioni, mediante offerta a prezzi unitari
compilata secondo le norme e con le modalita’ previste dal
disciplinare di gara; il prezzo offerto deve essere, comunque,
inferiore a quello posto a base di gara al netto degli oneri per
l’attuazione dei piani della sicurezza di cui al punto 3.5, del
presente bando;
(alternativa n. 2) massimo ribasso percentuale sull’elenco prezzi
posto a base di gara;
14. VARIANTI: non sono ammesse offerte in variante;
15. ALTRE INFORMAZIONI:
a) (fino all’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti privi dei
requisiti generali di cui all’articolo 17 del D.P.R. n. 34/2000 e
di cui alla legge n. 68/99; (dopo l’entrata in vigore del
regolamento recante modifiche al D.P.R. n. 554/99 approvato dal
Consiglio dei Ministri a 28 luglio 2000) non sono ammessi a
partecipare alle gare soggetti privi dei requisiti generali di cui
all’articolo 75 del D.P.R. n. 554/99 e di cui alla legge n. 68/99;
b) si procedera’ all’esclusione automatica delle offerte
anormalmente basse secondo le modalita’ previste dall’articolo 21,
comma 1-bis, della legge 109/94 e successive modificazioni; nel
caso di offerte in numero inferiore a cinque non si procede ad
esclusione automatica ma la stazione appaltante ha comunque la
facolta’ di sottoporre a verifica le offerte ritenute anormalmente
basse;
c) si procedera’ all’aggiudicazione anche in presenza di una sola
offerta valida sempreche’ sia ritenuta congrua e conveniente;
d) in caso di offerte uguali si procedera’ per sorteggio, e)
l’aggiudicatario deve prestare cauzione definitiva nella misura e
nei modi previsti dall’articolo 30, comma 2, della legge 109/94 e
successive modificazioni; f) si applicano le disposizioni previste
dall’articolo 8, comma 11-quater, della legge 109/94 e successive
modificazioni;
g) le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e
l’offerta devono essere in lingua italiana o corredati di
traduzione giurata;
h) nel caso di concorrenti costituiti ai sensi dell’art. 10, comma
1, lettere d), e) ed e-bis), della legge 109/94 e successive
modificazioni i requisiti di cui al punto 11. del presente bando
devono essere posseduti nella misura di cui all’articolo 95, comma
2, del D.P.R. 554/1999 qualora associazioni di tipo orizzontale, e,
nella misura di cui all’articolo 95, comma 3. del medesimo D.P.R.
qualora associazioni di tipo verticale;
i) gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato
membro dell’Unione Europea, qualora espressi in altra valuta,
dovranno essere convertiti in lire italiane adottando il valore
dell’euro;
j) (caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura) la
contabilita’ dei lavori sara’ effettuata, ai sensi del titolo XI
del D.P.R. 554/1999, per la parte dei lavori a corpo, sulla base
delle aliquote percentuali di cui all’articolo 45, comma 6, del
suddetto D.P.R. applicate al relativo prezzo offerto e, per la
parte dei lavori a misura, sulla base dei prezzi unitari
contrattuali; agli importi degli stati di avanzamento (SAL) sara’
aggiunto, in proporzione dell’importo dei lavori eseguiti,
l’importo degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di
cui al punto 3.4. del presente bando; le rate di acconto saranno
pagate con le modalita’ previste dall’articolo…… del capitolato
speciale d’appalto;
(caso B: con corrispettivo a corpo) la contabilita’ dei lavori
sara’ effettuata, ai sensi del titolo XI del D.P.R. 554/1999, sulla
base delle aliquote percentuali di cui all’articolo 45, comma 6,
del suddetto D.P.R. applicate all’importo contrattuale pari al
prezzo offerto aumentato dell’importo degli oneri per l’attuazione
dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando; le
rate di acconto saranno pagate con le modalita’ previste
dall’articolo……. del capitolato speciale d’appalto;
(caso C: appalto con corrispettivo a Misura) – (alternativa n. 1)
la contabilita’ dei lavori sara’ effettuata, ai sensi del titolo XI
del D.P.R. 554/1999, sulla base dei prezzi unitari contrattuali;
agli importi degli stati di avanzamento (SAL) sara’ aggiunto, in
proporzione dell’importo dei lavori eseguiti l’importo degli oneri
per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del
presente bando; le rate di acconto saranno pagate con le modalita’
previste dall’articolo…… del capitolato speciale d’appalto;
– (alternativa n. 2) la contabilita’ dei lavori sara’ effettuata,
ai sensi del titolo XI del D.P.R. 554/1999, sulla base dei prezzi
unitari di progetto;
agli importi degli stati di avanzamento (SAL) verra’ detratto
l’importo conseguente al ribasso offerto calcolato, per fare in
modo che l’importo degli oneri per l’attuazione dei piani di
sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando non sia
assoggettato a ribasso, con la seguente formula [SAL*(1-IS)*R]
(dove SAL = Importo stato di avanzamento; IS = Importo oneri di
sicurezza/Importo complessivo dei lavori; R = Ribasso offerto); le
rate di acconto saranno pagato con le modalita’ previste
dall’articolo…… del capitolato speciale d’appalto;
k) i corrispettivi saranno pagati con le modalita’ previste
dall’articolo…… del capitolato speciale d’appalto;
l) gli eventuali subappalti saranno disciplinati ai sensi delle
vigenti leggi;
m) i pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore o
cottimista verranno effettuati dall’aggiudicatario che e’ obbligato
a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento
effettuato, copia delle fatture quietanzate con l’indicazione delle
ritenute a garanzie effettuate;
n) la stazione appaltante si riserva la facolta’ di applicare le
disposizioni di cui all’articolo 10, comma 1-ter, della legge
109/94 e successive modificazioni, o) (alternativa n. 1) tutte le
controversie derivanti dal contratto sono deferite alla competenza
arbitrale ai sensi dell’articolo 32 della legge 109/94 e successive
modificazioni;
(alternativa n. 2) e’ esclusa la competenza arbitrale;
p) responsabile del procedimento: (deve essere un tecnico);
via…..;
tel…….; ……….. li’………..
Il dirigente ………………….
BOZZA DI DISCIPLINARE DI GARA 1. Modalita’ di presentazione e
criteri di ammissibilita’ delle offerte I plichi contenenti
l’offerta e le documentazioni, pena l’esclusione dalla gara, devono
pervenire, a mezzo raccomandata del servizio postale, ovvero
mediante agenzia di recapito autorizzata, entro il termine
perentorio ed all’indirizzo di cui al punto 6. del bando di gara;
e’ altresi’ facolta’ dei concorrenti la consegna a mano dei plichi,
dalle ore………… alle ore………….. dei tre giorni
antecedenti il suddetto termine perentorio, all’ufficio…….
della stazione appaltante sito in via…….. che ne rilascera’
apposita ricevuta. Il recapito tempestivo del plichi rimane ad
esclusivo rischio dei mittenti. I plichi devono essere idoneamente
sigillati con ceralacca, controfirmati sui lembi di chiusura, e
devono recare all’esterno – oltre all’intestazione del mittente ed
all’indirizzo dello stesso – le indicazioni relative all’oggetto
della gara, al giorno e all’ora dell’espletamento della medesima. I
plichi devono contenere al loro interno due buste, a loro volta
sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi di chiusura,
recanti l’intestazione del mittente e la dicitura, rispettivamente
“A – Documentazione” e “B – Offerta economica”.
Nella busta “A” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i
seguenti documenti:
1) domanda di partecipazione alla gara, sottoscritta dal legale
rappresentante del concorrente; nel caso di concorrente costituito
da associazione temporanea o consorzio non ancora costituito la
domanda deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che
costituiranno la predetta associazione o consorzio; alla domanda,
in alternativa all’autenticazione della sottoscrizione, deve essere
allegata, a pena di esclusione, copia fotostatica di un documento
di identita’ del sottoscrittore; la domanda puo’ essere
sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed
in tal caso va trasmessa la relativa procura.
2) (nel caso concorrente in possesso dell’attestato SOA)
attestazione (o copia autenticata) o, nel caso di concorrenti
costituiti da imprese riunite o associate o da riunirsi o da
associarsi piu’ attestazioni (o copie autenticate), relativa ad
almeno una categoria attinente alla natura dei lavori da appaltare,
rilasciata/e da societa’ di attestazione (SOA) di cui al D.P.R.
34/2000 regolarmente autorizzata, in corso di validita’;
3) dichiarazione sostitutiva ai sensi della legge 15/68 e
successive modificazioni e del D.P.R. 403/98, o piu’ dichiarazioni
ai sensi di quanto previsto successivamente ovvero, per i
concorrenti non residenti in Italia, documentazione idonea
equivalente secondo la legislazione dello stato di appartenenza,
con la quale il legale rappresentante del concorrente assumendosene
la piena responsabilita’:
a) (fino all’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) certifica, indicandole specificatamente, di trovarsi in tutte
le condizioni previste dall’articolo 17, comma 1, lettere a), b),
c), d), e), f) g), h), i), l), m), del D.P.R. 34/2000;
(dopo l’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R.
n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio 2000)
certifica, indicandole specificatamente, di non trovarsi nelle
condizioni previste nell’articolo 75, lettere a), d), e), f), g) ed
h) del D.P.R. n. 554/99;
b) indica i nominativi le date di nascita e di residenza degli
eventuali titolari, soci, direttori tecnici, amministratori muniti
di poteri di rappresentanza e soci accomandatari;
c) elenca le imprese (denominazione, ragione sociale e sede)
rispetto alle quali si trova, ai sensi dell’articolo 2359 del
codice civile, in situazione di controllo diretto o come
controllante o come controllato; tale dichiarazione deve essere
resa anche se negativa;
d) (nel caso di concorrente non in possesso dell’attestato SOA)
attesta di possedere i requisiti di cui all’articolo 28 del D.P.R.
34/2000 in misura non inferiore a quanto previsto al medesimo
articolo 28 e al punto 11. del bando di gara;
e) attesta di aver preso esatta cognizione della natura
dell’appalto e di tutte le circostanze generali e particolari che
possono influire sulla sua esecuzione;
f) dichiara di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte
le norme e disposizioni contenute nel bando di gara, nel
disciplinare di gara, nello schema di contratto, nel capitolato
speciale d’appalto, nei piani di sicurezza, nei grafici di
progetto;
g) attesta di essersi recato sul posto dove debbono eseguirsi i
lavori;
h) attesta di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella
formulazione dell’offerta delle condizioni contrattuali e degli
oneri compresi quelli eventuali relativi alla raccolta, trasporto e
smaltimento dei rifiuti e/o residui di lavorazione nonche’ degli
obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in materia di
sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di
previdenza e assistenza in vigore nel luogo dove devono essere
eseguiti i lavori;
i) attesta di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le
circostanze generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed
eccettuata, che possono avere influito o influire sia sulla
esecuzione dei lavori, sia sulla determinazione della propria
offerta e di giudicare, pertanto, remunerativa l’offerta economica
presentata fatta salva l’applicazione delle disposizioni
dell’articolo 26 della legge 109/94;
j) attesta di avere effettuato uno studio approfondito del
progetto, di ritenerlo adeguato e realizzabile per il prezzo
corrispondente all’offerta presentata;
k) (nel caso A: corrispettivo a corpo e a misura) dichiara di
prendere atto che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate
nella “lista delle categorie di lavorazioni e forniture previste
per l’esecuzione dei lavori” relativamente alla parte a corpo non
ha valore negoziale essendo il prezzo, determinato attraverso la
stessa, fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge
109/94 e successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della
legge 20/03/1865 n. 2248 all. F;
(nel caso B: corrispettivo a corpo (alternativa n. 1) dichiara di
prendere atto che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate
nella “lista delle categoria di lavorazioni e forniture previste
per l’esecuzione dei lavori” non ha valore negoziale essendo il
prezzo, determinato attraverso la stessa, convenuto a corpo e,
pertanto, fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge
109/94 e successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della
legge 20/03/1865 n. 2248 all. F;
l) dichiara di avere tenuto conto, nel formulare la propria
offerta, di eventuali maggiorazioni per lievitazione dei prezzi che
dovessero intervenire durante l’esecuzione dei lavori, rinunciando
fin d’ora a qualsiasi azione o eccezione in merito;
m) attesta di avere accertato l’esistenza e la reperibilita’ sul
mercato dei materiali e della mano d’opera da impiegare nei lavori,
in relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi;
n) indica il numero di fax al quale va inviata, ai sensi del DPR
403/1998, l’eventuale richiesta di cui all’articolo 10, comma 1-
quater, della legge 109/94 e successive modificazioni;
o) (per le imprese che occupano non piu’ di 15 dipendenti e da 15
fino a 35 dipendenti che non abbiano effettuato nuove assunzioni
dopo il 18 gennaio 2000) dichiara la propria condizione di non
assoggettabilita’ agli obblighi diassunzioni obbligatorie di cui
alla legge 68/99;
4) dichiarazione con la quale il concorrente indica le lavorazioni
che, ai sensi dell’articolo 18 della legge 55/90 e successive
modificazioni, intende eventualmente subappaltare o concedere a
cottimo o deve subappaltare o concedere a cottimo trattandosi di
lavori di cui all’articolo 1 della legge 46/90;
5) (nel caso di consorzi di cui all’articolo 10, comma 1, lettere
b) e c) della legge 109/94 e successive modificazioni):
dichiarazione che indichi per quali consorziati il consorzio
concorre e relativamente a questi ultimi consorziati opera il
divieto di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma; in caso
di aggiudicazione i soggetti assegnatari dell’esecuzione dei lavori
non possono essere diversi da quelli indicati.
6) (nel caso di associazione o consorzio o GEIE non ancora
costituiti): dichiarazioni, rese da ogni concorrente, attestanti:
a) a quale concorrente, in caso di aggiudicazione, sara’ conferito
mandato speciale con rappresentanza o funzioni di capogruppo;
b) l’impegno, in caso di aggiudicazione, ad uniformarsi alla
disciplina vigente in materia di lavori pubblici con riguardo alle
associazioni temporanee o consorzi o GEIE;
7) (nel caso di associazione o consorzio o GEIE gia’ costituiti):
mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza conferito alla
mandataria per atto pubblico o scrittura privata autenticata,
ovvero l’atto costitutivo in copia autentica del consorzio o GEIE.
8) quietanza del versamento ovvero fideiussione bancaria ovvero
polizza assicurativa originale relativa alla cauzione provvisoria
di cui al punto 5. del bando di gara valida per almeno centoottanta
giorni successivi al termine di cui al punto 6.1 del bando di gara;
essa e’ restituita ai concorrenti non aggiudicatari, dopo
l’aggiudicazione provvisoria, ed al concorrente aggiudicatario
all’atto della stipula del contratto; tali documentazioni devono
contenere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva
escussione del debitore principale e la loro operativita’ entro
quindici giorni a semplice richiesta scritta della stazione
appaltante;
9) dichiarazione di un istituto bancario, ovvero di una compagnia
di assicurazione, contenente l’impegno a rilasciare, in caso di
aggiudicazione dell’appalto, a richiesta del concorrente, una
fideiussione bancaria ovvero una polizza assicurativa fideiussoria,
relativa alla cauzione definitiva, in favore della stazione
appaltante, valida fino a……….;
10) (per le imprese che occupano piu’ di 35 dipendenti e per le
imprese che occupano da 15 a 35 dipendenti che abbiano effettuato
una nuova assunzione dopo il 18 gennaio 2000) certificazione, in
data non anteriore al quella di pubblicazione del presente bando,
di cui all’art. 17 della legge n. 68/99 dalla quale risulti
l’ottemperanza alle norme della suddetta legge;
11) (dopo l’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) certificato del casellario giudiziale o dei carichi pendenti
per ciascuno dei soggetti indicati dall’articolo 75, comma 1, lett.
b) e c).
Le dichiarazioni di cui ai punti 3) e 4) dovranno essere
sottoscritte dal legale rappresentante in caso di concorrente
singolo.
Nel caso di concorrenti costituiti da imprese riunite o associate o
da riunirsi o da associarsi la medesima dichiarazione deve essere
prodotta o sottoscritta da ciascun concorrente che costituisce o
che costituira’ l’associazione o il consorzio o il GEIE. Le
dichiarazioni possono essere sottoscritte anche da procuratori dei
legali rappresentanti ed in tal caso va trasmessa la relativa
procura. La documentazione di cui ai punti 8) e 9) devono essere
uniche, indipendentemente dalla forma giuridica del concorrente.
La domanda e le dichiarazioni sostitutive ai sensi della legge 4
gennaio 1968, n. 15 e successive modificazioni si consiglia siano
redatte preferibilmente in conformita’ ai modelli allegati al
presente disciplinare.
La domanda, le dichiarazioni e le documentazioni di cui ai punti 1,
2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 10 e 11, a pena di esclusione, devono
contenere quanto previsto nei predetti punti.
(fino all’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) La dichiarazione relativa al possesso dei requisiti di ordine
generale di cui all’articolo 17, comma 1, lettere a), b) e c) del
D.P.R. 34/2000 indicati alla lettera a) del punto 3 dovra’ essere
resa anche dai soggetti indicati dal suddetto articolo 17, comma 3,
del D.P.R. 34/2000.
Nella busta B” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i
seguenti documenti:
a) dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante del
concorrente, o da suo procuratore, contenente (caso A: appalto con
corrispettivo a corpo e a misura):
l’indicazione dal prezzo inferiore al prezzo posto a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza di
cui al punto 3.5. del bando – espresso in cifre ed in lettere ed il
conseguente ribasso percentuale, anch’esso espresso in cifre ed in
lettere, rispetto al suddetto prezzo posto a base di gara, che il
concorrente offre per l’esecuzione dei lavori; il prezzo offerto
deve essere determinato, ai sensi dell’art. 21, commi 1 e 1-bis,
della citata legge n. 109/94 e successive modificazioni, mediante
offerta a prezzi unitari compilata secondo le norme e con le
modalita’ previste nel presente disciplinare di gara;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo) – (alternativa n. 1)
l’indicazione dal prezzo – inferiore al prezzo posto a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza di
cui al punto 3.5. del bando – espresso in cifre ed in lettere ed il
conseguente ribasso percentuale, anch’esso espresso in cifre ed in
lettere, rispetto al suddetto prezzo posto a base di gara, che il
concorrente offre per l’esecuzione dei lavori; il prezzo offerto
deve essere determinato, ai sensi dell’art. 21, commi 1 e 1 -bis,
della citata legge n. 109/94 e successive modificazioni, mediante
offerta a prezzi unitari compilata secondo le norme e con le
modalita’ previste nel presente disciplinare di gara;
-(alternativa n. 2) l’indicazione del massimo ribasso percentuale
del prezzo offerto rispetto all’importo dei lavori a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza di
cui al punto 3.5. del bando;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) – (alternativa n. 1)
l’indicazione dal prezzo globale – inferiore al prezzo posto a base
di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della
sicurezza di cui al punto 3.5. del bando – espresso in cifre ed in
lettere ed il conseguente ribasso percentuale, anch’esso espresso
in cifre ed in lettere, rispetto al suddetto prezzo posto a base di
gara, che il concorrente offre per l’esecuzione dei lavori; il
prezzo offerto deve essere determinato ai sensi dell’art. 21, commi
1 e 1-bis, della citata legge n. 109/94 e successive modificazioni,
mediante offerta a prezzi unitari compilata secondo le norme e con
le modalita’ previste nel presente disciplinare di gara;
– (alternativa n. 2) l’indicazione del massimo ribasso percentuale
sull’elenco prezzi posto a base di gara;
b) (nel caso di offerta a prezzi unitari) la lista delle categorie
di lavorazioni e forniture previste per l’esecuzione dei lavori,
messa a disposizione del concorrente completata in ogni sua parte
in base alla quale e’ determinato il prezzo globale.
La lista e’ composta di sette colonne. Nella prima colonna e’
riportato il numero di riferimento dell’elenco delle descrizioni
delle varie lavorazioni e forniture previste in progetto, nella
seconda colonna la descrizione sintetica delle varie lavorazioni e
forniture, nella terza colonna le unita’ di misura, nella quarta
colonna il quantitativo previsto per ogni voce. I concorrenti
riporteranno, nella quinta e sesta colonna, i prezzi unitari che
offrono per ogni lavorazione e fornitura espressi in cifre nella
quinta colonna ed in lettere nella sesta colonna e, nelle settima
colonna i prodotti dei quantitativi indicati nella quarta colonna
per i prezzi indicati nella sesta.
(nel caso A: appalto con corrispettivo parte a corpo e parte a
misura) Si precisa che:
– la lista delle categorie di lavorazioni e forniture per
l’esecuzione dei lavori ha valore ai soli fini dell’aggiudicazione
e non anche per la determinazione del corrispettivo che rimane
stabilito per la parte a corpo nell’ammontare fisso ed invariabile
riportato in contratto;
– il concorrente ha l’obbligo di controllare le voci riportate
nella lista suddetta relativamente alla parte a corpo, previo
accurato esame degli elaborati progettuali comprendenti il computo
metrico ed il capitolato speciale d’appalto posti in visione dalla
stazione appaltante ed acquisibili; in esito a tale verifica il
concorrente e’ tenuto ad integrare o ridurre le quantita’ che
valuta carenti o eccessive ed a inserire le voci e le relative
quantita’ che ritiene mancanti, rispetto a quanto previsto negli
elaborati grafici e nel capitolato speciale nonche’ negli altri
documenti che e’ previsto facciano parte del contratto alle quali
applica i prezzi unitari che ritiene di offrire.
(nel caso B: appalto con corrispettivo a corpo) Si precisa che:
– la lista delle categorie di lavorazioni e forniture per
l’esecuzione dei lavori ha valore ai soli fini dell’aggiudicazione
e non anche per la determinazione del corrispettivo che rimane
stabilito a corpo nell’ammontare fisso ed invariabile riportato in
contratto;
– il concorrente ha l’obbligo di controllare le voci riportate
nella lista suddetta, previo accurato esame degli elaborati
progettuali e del capitolato speciale d’appalto posti in visione
dalla stazione appaltante ed acquisibili; in esito a tale verifica
il concorrente e’ tenuto ad integrare o ridurre le quantita’ che
valuta carenti o eccessive ed a inserire le voci e le relative
quantita’ che ritiene mancanti, rispetto a quanto previsto negli
elaborati grafici e nel capitolato speciale alle quali applica i
prezzi unitari che ritiene di offrire.
In calce all’ultima pagina della lista e’ indicato il prezzo
globale offerto, rappresentato dalla somma dei prodotti riportati
nella settima colonna, ed il conseguente ribasso percentuale
rispetto al prezzo posto a base di gara. Il prezzo globale ed i
ribasso sono espressi in cifre ed in lettere e vengono riportati
nella dichiarazione.
La lista deve essere sottoscritta in tutte le pagine dal legale
rappresentante del concorrente o da suo procuratore e non puo’
presentare correzioni che non siano da lui stesso confermate e
sottoscritte a pena di esclusione dell’offerta.
Qualora il concorrente sia costituito da associazione temporanea, o
consorzio o GEIE non ancora costituiti la dichiarazione di cui alla
lettera a) e la lista di cui alla lettera b) devono essere
sottoscritte da tutti i soggetti che costituiranno il concorrente.
La percentuale di ribasso sul prezzo posto a base di gara e’
determinato mediante la seguente operazione: r=(Pg-Po)/Pg dove “r”
indica la percentuale di ribasso, “Pg” l’importo a base di gara al
netto degli oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza di cui
al punto 3.5. del bando, “Po” il prezzo globale offerto
L’aggiudicazione avviene in base al ribasso percentuale indicato in
lettere.
La stazione appaltante, dopo l’aggiudicazione definitiva e prima
della stipulazione del contratto, procede alla verifica dei
conteggi della “lista delle categorie di lavorazione e forniture
previste per l’esecuzione dei lavori” tenendo per validi ed
immutabili le quantita’ ed i prezzi unitari offerti, espressi in
lettere, correggendo, ove si riscontrino errori di calcolo, i
prodotti e/o la somma. In caso di discordanza fra il prezzo
complessivo risultante da tale verifica e quello dipendente dal
ribasso percentuale offerto tutti i prezzi unitari offerti sono
corretti in modo costante in base alla percentuale di discordanza.
I prezzi unitari offerti dall’aggiudicatario costituiranno l’elenco
dei prezzi unitari contrattuali In caso di discordanza fra prezzi
unitari offerti relativi a medesime categorie di lavorazioni o
forniture sara’ considerato prezzo contrattuale quello di importo
minore.
2. Procedura di aggiudicazione Il soggetto deputato
all’espletamento della gara ovvero la commissione di gara, il
giorno fissato al punto 6.4. del bando per l’apertura delle
offerte, in seduta pubblica, sulla base della documentazione
contenuta nelle offerte presentate, procede a:
a) verificare la correttezza formale delle offerte e della
documentazione ed in caso negativo ad escluderle dalla gara;
b) verificare che non hanno presentato offerte concorrenti che, in
base alla dichiarazione di cui al punto 3 dell’elenco dei documenti
contenuti nella busta A, sono fra di loro in situazione di
controllo ed in caso positivo ad escluderli entrambi dalla gara;
c) verificare che i consorziati – per conto dei quali i consorzi di
cui all’articolo 10, comma 1, lettere b) e c), della legge 109/94 e
successive modificazioni hanno indicato che concorrono – non
abbiano presentato offerta in qualsiasi altra forma ed in caso
positivo ad escludere il consorziato dalla gara;
d) a sorteggiare un numero pari al…….per cento del numero delle
offerte ammesse arrotondato all’unita’ superiore.
Ai concorrenti sorteggiati che non siano in possesso
dell’attestazione SOA, ai sensi dell’articolo 10 comma 1-quater,
della legge 109/94 e successive modificazioni – tramite fax inviato
al numero indicato alla lettera n) della dichiarazione di cui al
punto 3 dell’elenco dei documenti da inserire nella busta A – viene
richiesto di esibire, entro il termine perentorio di dieci giorni
dalla data della richiesta, la documentazione attestante il
possesso dei requisiti.
La documentazione da trasmettere e’ costituita:
a) per tutti i soggetti:
1)da un elenco dei lavori eseguiti nel quinquennio antecedente la
data del bando, corredato dai certificati di esecuzione dei lavori,
ovvero da copie degli stessi; tali lavori devono appartenere alla
natura indicata al punto 3.3. del bando; in alternativa, per i
soggetti aventi sede negli stati aderenti all’Unione Europea,
certificati attestanti l’iscrizione dei soggetti componenti il
concorrente negli albi o liste ufficiali del paese di residenza
sulla base del medesimo requisito richiesto alle imprese aventi
sede in Italia;
2) da un elenco dei lavori, appartenenti alla natura indicata al
punto 3.3. del bando, della cui condotta e’ stato responsabile uno
dei propri direttori tecnici nel quinquennio antecedente la data
del bando, sottoscritto dal legale rappresentante del concorrente,
corredato dai certificati di esecuzione dei lavori, ovvero da copie
degli stessi; tale elenco deve essere presentato qualora il
concorrente non possa o non intenda documentare tramite l’elenco di
cui al punto 1) l’esecuzione diretta di lavori della natura
indicata al punto 3.3. del bando.
b) per le societa’ di capitali e le societa’ cooperative:
1) dalle copie dei bilanci, riclassificati in base alle normative
europee recepite nell’ordinamento italiano (articoli 2423 e
seguenti del codice civile), corredati dalle note integrative e
dalla relativa nota di deposito, riguardanti gli anni…….;
2) da un documento che indichi il “numero medio dei dipendenti” e
la relativa ripartizione per categoria, nel caso che la nota
integrativa non riporti questi dati; il documento deve essere
corredato da una dichiarazione che ne attesti la veridicita’ resa,
ai sensi del combinato disposto dell’articolo 4, della legge 15/68
e successive modificazioni e dell’articolo 2 del 403/98, dal
presidente del collegio sindacale, ovvero, in mancanza di tale
organo, da un consulente del lavoro che rileva i dati del libro
paga, e, relativamente alle qualifiche dei singoli percipienti, dal
libro matricola;
c) per i consorzi di cooperative, i consorzi fra imprese artigiane
ed i consorzi stabili:
1) dalle copie dei bilanci, riclassificati in base alle normative
europee recepite nell’ordinamento italiano (articoli 2423 e
seguenti del codice civile), corredati dalle note integrative e
dalla relativa nota di deposito, riguardanti gli anni…………;
d) per le ditte individuali, le societa’ di persone, i consorzi di
cooperative, i consorzi fra imprese artigiane e i consorzi stabili:
1) dalle copie delle dichiarazioni annuali IVA ovvero Modello Unico
corredati da relativa ricevuta di presentazione riguardanti gli
anni………..;
2) da un documento relativo alla consistenza dell’organico e
l’eventuale ripartizione del costo dei dipendenti nelle varie
attivita’ svolte dal concorrente, corredato da una dichiarazione,
resa ai sensi dell’articolo 4, della legge 15/68 e successive
modificazioni e dell’articolo 2 del DPR 403/98, dal presidente del
collegio sindacale ovvero, in mancanza di tale organo, da un
consulente del lavoro che rileva i dati dal libro paga e,
relativamente alle qualifiche dei singoli percepenti, dal libro
matricola;
e) per i consorzi di cui all’art. 10, comma 1, lettere e) ed e-bis)
della legge 109/94 e successive modifiche, e per le societa’ fra
imprese riunite dei quali l’unita’ concorrente o uno dei soggetti
dell’unita’ concorrente fa parte:
1) dalle copie dei bilanci, riclassificati in base alle normative
europee recepite nell’ordinamento italiano (articoli 2423 e
seguenti del codice civile), corredati dalla relativa nota di
deposito;
f) per tutti i soggetti:
1) dichiarazione che indichi l’attrezzatura posseduta, o
disponibile;
I documenti sono redatti nelle forme di cui alla legge 4 gennaio
1968, n. 15 e successive modificazioni e preferibilmente in
conformita’ dei modelli allegati al presente disciplinare e sono
sottoscritti dal legale rappresentante o da un suo procuratore ed
in tal caso va trasmessa la relativa procura.
I concorrenti hanno la facolta’ di non trasmettere tutti o parte
dei suddetti documenti nel caso che questi siano gia’ in possesso
della stazione appaltante che ha indetto la gara, o di una sua
articolazione territoriale, siano in corso di validita’ e siano
stati verificati positivamente. In sostituzione i concorrenti
devono trasmettere una dichiarazione, redatta preferibilmente in
conformita’ al modello allegato al presente disciplinare, che
attesti le suddette condizioni.
La documentazione puo’ riferirsi anche ad un solo anno qualora i
dati in essa contenuti siano sufficienti a dimostrare il possesso
dei requisiti di cui agli articoli 28 del DPR 34/2000.
Si precisa in particolare che:
a) il costo per il personale dipendente e’ pari:
1) per i soggetti tenuti alla redazione del bilancio: all’importo
della voce B9, costo per il personale (somma delle voci B9a, salari
e stipendi, B9b, oneri sociali, B9c, trattamento di fine rapporto e
B9d, trattamento di quiescenza e simili) del conto economico; la
ripartizione di tale costo per categoria va fatta in proporzione
alla ripartizione del numero medio dei dipendenti per categoria
risultante dalla nota integrativa redatta in conformita’ della art.
2427 del codice civile, punto 15, ovvero come risultante dal
documento di cui alla lettera b), punto 2, dell’elenco dei
documenti;
2) per i soggetti non tenuti alla redazione del bilancio:
all’importo della voce “totale retribuzioni esposte ai fini
previdenziali” (RA66, RA81, A81, A114, RB15, B15, B21, RF63, RF81,
F80, F86, RG15, G15, G21, RA67, RF64, risultante dalla
dichiarazione dei redditi presentate nei vari anni; la ripartizione
di tale voce per categoria e’ quella risultante dal documento di
cui alla lettera d), punto 2, dell’elenco dei documenti;
La stazione appaltante, ai sensi dell’articolo 11 del DPR 403/98,
procede, altresi’, con riferimento ai medesimi concorrenti
individuati con il sorteggio sopra indicato e nello stesso tempo in
cui essi trasmettono i documenti, al controllo della veridicita’
delle dichiarazioni, contenute nella busta A, attestanti il
possesso dei requisiti generali.
Il soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero la
commissione di gara, il giorno fissato al punto 6.4. del bando per
la seconda seduta pubblica, procede:
a) all’esclusione dalla gara dei concorrenti per i quali non
risulti confermato il possesso dei requisiti generali;
b) esclusione dalla gara dei concorrenti che non abbiano trasmesso
la documentazione di prova della veridicita’ della dichiarazione
del possesso dei requisiti speciali, contenuta nella busta A,
ovvero le cui dichiarazioni non siano confermate;
c) alla comunicazione di quanto avvenuto agli uffici della stazione
appaltante cui spetta provvedere all’escussione della cauzione
provvisoria, alla segnalazione, ai sensi dell’articolo 10, comma 1-
quater, del fatto all’Autorita’ per la vigilanza sui lavori
pubblici, nonche’ all’eventuale applicazione delle norme vigenti in
materia di false dichiarazioni.
Il soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero la
commissione di gara procede poi all’apertura delle buste “B-offerta
economica” presentate dai concorrenti non esclusi dalla gara ed
all’aggiudicazione provvisoria dell’appalto ai sensi dell’articolo
21, comma 1-bis, della legge 109/94 e successive modificazioni e
della determinazione assunta dall’Autorita’ per la vigilanza sui
lavori pubblici in materia di offerte di ribasso anormalmente basse
pubblicata nella G.U.R.I. n. 24 del 31 gennaio 2000. Le medie sono
calcolate fino alla terza cifra decimale arrotondata all’unita’
superiore qualora la quarta cifra decimale sia pari o superiore a
cinque. Qualora l’aggiudicatario provvisorio ed il secondo in
graduatoria non siano compresi fra i concorrenti sorteggiati, si
applicano le disposizioni di cui all’articolo 10, comma 1-quater,
ultimo periodo ed nel caso che anche la seconda eventuale
aggiudicazione non dia esito positivo la stazione appaltante ha la
facolta’ di procedere alla determinazione di una nuova media oppure
di dichiarare deserta la gara alla luce degli elementi economici
desumibili dalla nuova media.
I concorrenti, ad eccezione dell’aggiudicatario, possono chiedere
alla stazione appaltante la restituzione della documentazione
presentata al fine di partecipare alla gara.
La stipulazione del contratto e’, comunque, subordinata al positivo
esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia
di lotta alla mafia.
BOZZA DI BANDO DI GARA LICITAZIONE PRIVATA
(per appalti di importo inferiore ai 150.000 Euro)
1. STAZIONE APPALTANTE: (indicare denominazione, indirizzo,
indirizzo telegrafico, numero di telefono, telex e telefax) 2.
PROCEDURA DI GARA: licitazione privata ai sensi della legge
109/1994 e successive modificazioni;
3. LUOGO, DESCRIZIONE, NATURA E IMPORTO COMPLESSIVO DEI LAVORI,
ONERI PER LA SICUREZZA E MODALITA’ DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI:
3.1. luogo di esecuzione:
3.2. descrizione:
3.3. natura: (indicare la natura dei lavori tra le seguenti: lavori
edilizi e stradali, lavori idraulici, fluviali e marittimi, lavori
impiantistici, lavori su beni immobili sottoposti a tutela ai sensi
delle disposizioni in materia di beni culturali ed ambientati,
lavori agricolo-forestali); ai soli fini del rilascio del
certificato di esecuzione dei lavori eseguiti i lavori si intendono
appartenenti alla categoria…………;
3.4. importo complessivo dell’appalto (compresi oneri per la
sicurezza): lire (in cifre e lettere) euro…………… di cui
(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura) a corpo lire
(in cifre e lettere)…….. (euro)……. e a misura lire (in
cifre e lettere)….. (euro )……;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo) a corpo lire (in cifre
e lettere) ….. (euro)…..;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) a misura lire (in
cifre e lettere)…….. (euro)………;
3.5. oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti
a ribasso lire (in cifre e lettere)……… euro………..;
3.6. lavorazioni di cui all’articolo 1 della legge 46/90 e relativi
importi (nel caso siano parte dei lavori da eseguire);
3.7. modalita’ di determinazione del corrispettivo:
(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura) a corpo ed a
misura ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto degli
articoli 19, comma 4, e 21, comma 1, lettera c), della legge 109/94
e successive modificazioni;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo) a corpo ai sensi di
quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 19, comma 4,
e 21, comma 1, lettera b), della legge 109194 e successive
modificazioni;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) a misura ai sensi di
quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 19, comma 4,
e 21, comma 1, lettera c), della legge 109/94 e successive
modificazioni;
4. TERMINE DI ESECUZIONE: giorni…….(…..) naturali e
consecutivi decorrenti dalla data di consegna dei lavori;
5. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA:
concorrenti di cui all’art. 10, comma 1, della legge 109/94 e
successive modificazioni, costituite da imprese singole o imprese
riunite o consorziate, ai sensi degli articoli 93, 94, 95, 96 e 97
del D.P.R. n. 554/1999, ovvero da imprese che intendano riunirsi o
consorziarsi ai sensi dell’articolo 13, comma 5. della legge 109/94
e successive modificazioni, nonche’ concorrenti con sede in altri
stati membri dell’Unione Europea alle condizioni di cui
all’articolo 3, comma 7, del D.P.R. n. 34/2000;
6. DOMANDA DI PARTECIPAZIONE: La domanda di partecipazione deve
essere inviata a mezzo raccomandata A.R. del servizio postale,
ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata all’indirizzo di
cui al punto 1. del presente bando e pervenire, a pena di
esclusione, entro le ore…… del giorno……..; e’ altresi’
possibile la consegna a mano della domanda, dalle ore…. alle
ore…. dei tre giorni antecedenti il suddetto termine perentorio,
all’ufficio…. della stazione appaltante sito in via……che ne
rilascera’ apposita ricevuta. Sull’esterno della busta dovra’
essere riportata l’indicazione del mittente nonche’ la dicitura
“Richiesta di invito alla licitazione privata per……..”. La
domanda deve essere sottoscritta, a pena di esclusione, da persona
abilitata ad impegnare il concorrente e deve riportare l’indirizzo
di spedizione, il codice fiscale e/o partita IVA, il numero del
telefono e dei fax. In caso di associazione temporanea o consorzio
gia’ costituito, alla domanda deve essere allegato, in copia
autentica, il mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza
conferito alla mandataria o l’atto costitutivo del consorzio; in
mancanza la domanda deve essere sottoscritta dai rappresentanti di
tutte le imprese associate o consorziate ovvero da associarsi o
consorziarsi. Alla domanda, in alternativa all’autenticazione della
sottoscrizione, deve essere allegata, a pena di esclusione, copia
fotostatica di un documento di identita’ del sottoscrittore.
Alla domanda va acclusa, a pena di esclusione:
a) una dichiarazione sostitutiva ai sensi della legge n. 15/68 e
successive modificazione e del D.P.R. 403/98 o piu’ dichiarazioni
ai sensi di quanto previsto successivamente, ovvero, per i
concorrenti non residenti in Italia, documentazione equivalente
secondo la legislazione dello stato di appartenenza, con la quale
il legale rappresentante, assumendone piena responsabilita’:
1) (fino all’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n.554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) certifica, indicandole specificatamente, di trovarsi in tutte
le condizioni previste dall’articolo 17, comma 1, lettere a), b),
c), d), e), f), g), h), i), l), m), del D.P.R. 34/2000;
(dopo l’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R.
n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio 2000)
certifica, indicandole specificatamente, di non trovarsi nelle
condizioni previste nell’articolo 75 comma 1, lett. a), d), e), f,
g) ed h) del D.P.R. n. 554/99;
2) dichiara di essere in possesso dell’attestazione SOA relativa ad
almeno una categoria attinente alla natura dei lavori da appaltare
ovvero di possedere i requisiti di cui al punto 10 del presente
bando;
3) elenca le imprese (denominazione, ragione sociale e sede)
rispetto alle quali si trova in situazioni di controllo diretto o
come controllante o come controllato ai sensi dell’articolo 2359
del codice civile; tale dichiarazione deve essere resa anche se
negativa;
b) (fino all’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) una dichiarazione o piu’ dichiarazioni sottoscritta/e dai
soggetti indicati all’articolo 17, comma 3 del DPR 34/2000
attestante 9 possesso dei requisiti di cui al medesimo articolo 17,
comma 1, lettere a), b) e c).
c) (dopo l’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) certificato del casellario giudiziale o dei carichi pendenti
per ciascuno dei soggetti indicati dall’articolo 75, comma 1, lett.
b) e c).
d) (per le imprese che occupano non piu’ di 15 dipendenti e da 15 a
35 dipendenti che non abbiano effettuato nuove assunzioni dopo il
18 gennaio 2000) dichiara la propria condizione di non
assoggettabilita’ agli obblighi di assunzioni obbligatorie di cui
alla legge 68/99;
e) (per le imprese che occupano piu’ di 35 dipendenti e per le
imprese che occupano da 15 a 35 dipendenti che abbiano effettuato
una nuova assunzione dopo il 18 gennaio 2000) certificazione, in
data non anteriore a quella della data di pubblicazione del
presente bando, di cui all’art. 17 della legge n.
68/99 dalla quale risulti l’ottemperanza alle norme della suddetta
legge.
f) (nel caso di consorzi di cui all’articolo 10, comma 1, lettere
b) e c), della legge 109/94 e successive modificazioni)
dichiarazione con cui si indica per quali consorziati il consorzio
concorre e relativamente a questi ultimi consorziati opera il
divieto di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma.
La dichiarazione di cui alla lettera a) deve essere sottoscritta
dal legale rappresentante in caso di concorrente singolo. Nel caso
di concorrente costituito da imprese riunite o da riunirsi o da
associarsi la medesima dichiarazione deve essere prodotta o
sottoscritta da ciascuna concorrente che costituisce o che
costituira’ l’associazione o il consorzio o il GEIE. Le
dichiarazioni possono essere sottoscritte anche da procuratori dei
legali rappresentanti ed in tal caso va trasmessa la relativa
procura.
7. TERMINE DI SPEDIZIONE DEGLI INVITI: l’invito a presentare
offerta contenente altresi’ le norme per la partecipazione alla
gara e per l’aggiudicazione dell’appalto e’ inviato ai concorrenti
prequalificati entro giorni…. dalla data del presente bando.
8. CAUZIONE: l’offerta dei concorrenti deve essere corredata:
a) da una cauzione provvisoria, pari al 2% (due per cento)
dell’importo dei lavori e forniture costituita alternativamente:
– da versamento in contanti o in titoli del debito pubblico
presso…..;
– da fideiussione bancaria o polizza assicurativa, avente validita’
per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell’offerta;
1) dichiarazione di un istituto bancario, ovvero di una compagnia
di assicurazione, contenente l’impegno a rilasciare, in caso di
aggiudicazione dell’appalto, a richiesta del concorrente, una
fideiussione bancaria o polizza assicurativa fideiussoria, relativa
alla cauzione definitiva, in favore della stazione appaltante
valida fino a …………;
9. FINANZIAMENTO:
10. CONDIZIONI MINIME DI CARATTERE ECONOMICO E TECNICO NECESSARIE
PER LA PARTECIPAZIONE: i concorrenti devono possedere:
(nel caso di concorrenti in possesso dell’attestato SOA)
attestazione, rilasciata da societa’ di attestazione (SOA) di cui
al D.P.R. 34/2000 regolarmente autorizzata, in corso di validita’
relativa ad almeno una categoria attinente alla natura dei lavori
da appaltare;
(nel caso di concorrente non in possesso dell’attestato SOA) i
requisiti di cui all’articolo 28 del D.P.R. 34/2000 in misura non
inferiore a quanto previsto dal medesimo articolo 28; il requisito
di cui all’articolo 28, comma 1, lettera a) deve riferirsi a lavori
della natura indicata al punto 3.3. del presente bando di gara;
11. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE:
(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura):
massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo
dei lavori a base di gara; il prezzo offerto deve essere
determinato mediante offerta a prezzi unitari ai sensi dell’art.
21, commi 1 e 1-bis, della citata legge n. 109/94 e successive
modificazioni;
l’offerta a prezzi unitari deve essere compilata secondo le norme e
con le modalita’ previste nella lettera di invito; il prezzo
offerto deve essere comunque inferiore a quello posto a base di
gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della
sicurezza di cui al punto 3.5. del presente bando di gara;
(caso B; appalto con corrispettivo a corpo) – (alternativa n. 1)
massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo
complessivo dei lavori a base di gara; il prezzo offerto deve
essere determinato mediante offerta a prezzi unitari ai sensi
dell’art. 21, commi 1 e 1-bis, della citata legge n. 109/94 e
successive modificazioni; l’offerta a prezzi unitari deve essere
compilata secondo le norme e con le modalita’ previste dalla
lettera di invito;
il prezzo offerto deve essere, comunque, inferiore a quello posto a
base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della
sicurezza di cui al punto 3.5. del presente bando di gara;
– (alternativa n. 2) massimo ribasso percentuale del prezzo offerto
rispetto all’importo complessivo dei lavori a base di gara al netto
degli oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza di cui al
punto 3.5. del presente bando di gara;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) – (alternativa n. 1)
massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo
complessivo dei lavori a base di gara; il prezzo offerto deve
essere determinato mediante offerta a prezzi unitari ai sensi
dell’art. 21, commi 1 e 1-bis, della citata legge n. 109/94 e
successive modificazioni; l’offerta a prezzi unitari deve essere
compilata secondo le norme e con le modalita’ previste nella
lettera di invito;
il prezzo offerto deve essere, comunque, inferiore a quello posto a
base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della
sicurezza di cui al punto 3.5. del presente bando di gara;
– (alternativa n. 2) massimo ribasso percentuale sull’elenco prezzi
posto a base di gara;
12. VARIANTI: non sono ammesse offerte in varianti;
13. ALTRE INFORMAZIONI:
a) (fino all’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti privi dei
requisiti generali di cui all’articolo 17 del D.P.R. n. 34/2000 e
di cui alla legge n. 68/99; (dopo l’entrata in vigore del
regolamento recante modifiche al D.P.R. n. 554/99 approvato dal
Consiglio dei Ministri il 28 luglio 2000) non sono ammessi a
partecipare alle gare soggetti privi dei requisiti generali di cui
all’articolo 75 del D.P.R. n.554/99 e di cui alla legge n. 68/991:
b) si procedera’ all’esclusione automatica delle offerte
anormalmente basse secondo le modalita’ previste dall’articolo 21,
comma 1-bis, della legge 109/94 e successive modificazioni; nel
caso di offerte in numero inferiore a cinque non si procede ad
esclusione automatica ma la stazione appaltante ha comunque la
facolta’ di sottoporre a verifica le offerte ritenute anormalmente
basse;
c) si procedera’ all’aggiudicazione anche in presenza di una sola
offerta valida sempreche’ sia ritenuta congrua e conveniente;
d) in caso di offerte uguali si procedera’ per sorteggio;
e) l’aggiudicatario deve prestare cauzione definitiva nella misura
e nei modi previsti dall’articolo 30, comma 2, della legge 109/94 e
successive modificazioni;
f) si applicano le disposizioni previste dall’articolo 8, comma 11-
quater, della legge 109/94 e successive modificazioni;
g) le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e
l’offerta devono essere in lingua italiana o corredati di
traduzione giurata;
h) nel caso di concorrenti costituiti ai sensi dell’art. 10, comma
1, lettere d), e) ed e-bis), della legge 109/94 e successive
modificazioni i requisiti di cui al punto 10 del presente bando
devono essere posseduti, nella misura di cui all’articolo 95, comma
2, del D.P.R. 554/1999 qualora associazioni di tipo orizzontale, e,
nella misura di cui all’articolo 95, comma 3. del medesimo D.P.R.
qualora associazioni di tipo verticale;
i) gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato
membro dell’Unione Europea, qualora espressi in altra valuta,
dovranno essere convertiti in lire italiane adottando il valore
dell’EURO;
j) (caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura) la
contabilita’ dei lavori sara’ effettuata, ai sensi del titolo XI
del D.P.R. 554/1999, per la parte dei lavori a corpo, sulla base
delle aliquote percentuali di cui all’articolo 45, comma 6, del
suddetto D.P.R. applicate al relativo prezzo offerto e, per la
parte dei lavori a misura, sulla base dei prezzi unitari
contrattuali; agli importi degli stati di avanzamento (SAL) sara’
aggiunto, in proporzione dell’importo dei lavori eseguiti,
l’importo degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di
cui al punto 3.4. del presente bando; le rate di acconto saranno
pagate con le modalita’ previste dall’articolo…. del capitolato
speciale d’appalto;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo) la contabilita’ dei
lavori sara’ effettuata, ai sensi del titolo XI del D.P.R.
554/1999, sulla base delle aliquote percentuali di cui all’articolo
45, comma, 6, del suddetto D.P.R. applicate all’importo
contrattuale pari al prezzo offerto aumentato dell’importo degli
oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4.
del presente bando; le rate di acconto saranno pagate con le
modalita’ previste dall’articolo…….del capitolato speciale
d’appalto;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) – (alternativa n. 1)
la contabilita’ dei lavori sara’ effettuata, ai sensi del titolo XI
del D.P.R. 554/1999, sulla base dei prezzi unitari contrattuali;
agli importi degli stati di avanzamento (SAL) sara’ aggiunto, in
proporzione dell’importo dei lavori eseguiti, l’importo degli oneri
per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del
presente bando; le rate di acconto saranno pagate con le modalita’
previste dall’articolo del capitolato speciale d’appalto;
– (alternativa n. 2) la contabilita’ dei lavori sara’ effettuata,
ai sensi del titolo XI del D.P.R. 554/1999, sulla base dei premi
unitari di progetto; agli importi degli stati di avanzamento (SAL)
verra’ detratto l’importo conseguente al ribasso offerto calcolato,
per fare in modo che l’importo degli oneri per l’attuazione dei
piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando non sia
assoggettato a ribasso, con la seguente formula [SAL*(1-IS)*R]
(dove SAL = Importo stato di avanzamento; IS = Importo oneri di
sicurezza/Importo complessivo dei lavori; R = Ribasso offerto); le
rate di acconto saranno pagate con le modalita’ previste
dall’articolo…. del capitolato speciale d’appalto;
k) i corrispettivi saranno pagati con le modalita’ previste
dall’articolo….. del capitolato speciale d’appalto;
l) gli eventuali subappalti saranno disciplinati ai sensi delle
vigenti leggi;
m) i pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore o
cottimista verranno effettuati dall’aggiudicatario che e’ obbligato
a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento
effettuato, copia delle fatture quietanzate con l’indicazione delle
ritenute a garanzie effettuate;
n) la stazione appaltante si riserva la facolta’ di applicare le
disposizioni di cui all’articolo 10, comma 1-ter, della legge
109/94 e successive modificazioni;
o) (alternativa n. 1) tutte le controversie derivanti dal contratto
sono deferite alla competenza arbitrale ai sensi dell’articolo 32
della legge 109/94 e successive modificazioni;
– (alternativa n. 2) e’ esclusa la competenza arbitrale;
p) responsabile del procedimento (deve essere un tecnico); via
……….; tel………..;
……..il……..
Il dirigente (……………………………..) BOZZA DI LETTERA
DI INVITO All’impresa ………………
Invito a licitazione privata Lavori
di………………………………………………….
………………………………………………………….
………………………………………………………….
Importo complessivo: lire……… euro……..(compresi oneri per
la sicurezza) Oneri per la sicurezza (non soggetti a ribasso
d’asta) Codesta impresa, essendo stata prequalificata, e’ invitata
a presentare offerta per l’affidamento dei lavori specificati in
oggetto.
Il bando di gara relativi ai lavori di che trattasi e’ stato
pubblicato in data……… su………
La licitazione avra’ luogo il giorno….. alle ore…….,
presso………. e vi potranno partecipare i legali rappresentanti
delle imprese interessate ovvero persone munite di specifica
delega, loro conferita dai suddetti legali rappresentanti. Le
operazioni di licitazione potranno essere aggiornate ad altra ora o
ai giorni successivi.
L’offerta e’ valida per 180 giorni dalla data dell’esperimento
della gara.
Gli elaborati grafici, il computo metrico, il piano di sicurezza,
il capitolato speciale di appalto e lo schema di contratto sono
visibili presso……….. nei giorni….. e nelle ore…..; e’
possibile acquistarne una copia, fino a dieci giorni antecedenti il
termine di presentazione delle offerte, presso….. sito in
via…… nei giorni feriali dalle ore alle ore sabato escluso,
previo versamento di lire………; a tal fine gli interessati ne
dovranno fare prenotazione a mezzo fax inviato, 48 ore prima della
data di ritiro, alla stazione appaltante al numero di cui al punto
1. del bando di gara.
(nel caso di offerta a prezzi unitari) Allegata alla presente
lettera di invito si trasmette la lista delle categorie di
lavorazioni e forniture previste per l’esecuzione dei lavori e
sulla base della quale dovra’ essere formulata l’offerta.
1. Modalita’ di presentazione delle offerte I plichi contenenti le
offerte e la relativa documentazione, pena l’esclusione dalla gara,
devono pervenire a mezzo di raccomandata del servizio postale,
ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, entro il termine
perentorio del…………..; e’ altresi’ facolta’ dei concorrenti
la consegna a mano dei plichi, dalle ore……alle ore……dei tre
giorni antecedenti il suddetto termine perentorio, all’ufficio…..
della stazione appaltante sito in via……….che ne rilascera’
apposita ricevuta.
Il recapito tempestivo dei plichi rimane ad esclusivo rischio del
mittente.
I plichi devono essere idoneamente sigillati, controfirmati sui
lembi di chiusura, e devono recare all’esterno – oltre
all’intestazione del mittente, all’indirizzo dello stesso – le
indicazioni relative all’oggetto della gara, al giorno e all’ora
dell’espletamento della medesima.
I plichi devono contenere al loro interno due buste, a loro volta
sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi di chiusura,
recanti l’intestazione del mittente e la dicitura, rispettivamente
“A – Documentazione” e “B – Offerta economica”.
Nella busta “A” devono essere contenuti, a pena di esclusione. i
seguenti documenti:
1) (nel caso concorrenti in possesso dell’attestato SOA)
attestazione (o copia autenticata) o, nel caso di concorrenti
costituiti da imprese riunite o associate o da riunirsi o da
associarsi piu’ attestazioni (o copie autenticate), rilasciata/e da
societa’ di attestazione (SOA) di cui al D.P.R. 3412000
regolarmente autorizzata in corso di validita’, relativa ad almeno
una categoria attinente alla natura dei lavori da appaltare;
2) dichiarazione sostitutiva ai sensi dell’articolo 4 della legge
15/68 e successive modificazioni e dell’articolo 2 del D.P.R.
403/98 o piu’ dichiarazioni ai sensi di quanto previsto
successivamente, ovvero, per i concorrenti non residenti in Italia,
dichiarazione idonea equivalente, secondo la legislazione dello
stato di appartenenza, con la quale il legale rappresentante del
concorrente o suo procuratore assumendosene la piena
responsabilita’:
a) conferma le dichiarazioni rese nella domanda di partecipazione
alla gara;
b) attesta di aver preso esatta cognizione della natura
dell’appalto e di tutte le circostanze generali e particolari che
possono influire sulla sua esecuzione;
e) dichiara di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte
le norme e disposizioni contenute nel bando di gara, nel
disciplinare di gara, nello schema di contratto, nel capitolato
speciale d’appalto, nei piani di sicurezza, nei grafici di
progetto;
d) attesta di essersi recato sul posto dove debbono eseguirsi i
lavori;
e) attesta di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella
formulazione dell’offerta delle condizioni contrattuali e degli
oneri compresi quelli eventuali relativi alla raccolta, trasporto e
smaltimento dei rifiuti e/o residui di lavorazione nonche’ degli
obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in materia di
sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di
previdenza e assistenza in vigore nel luogo dove devono essere
eseguiti i lavori;
f) attesta di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le
circostanze generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed
eccettuata, che possono avere influito o influire sia sulla
esecuzione dei lavori, sia sulla determinazione della propria
offerta e di giudicare, pertanto, remunerativa l’offerta economica
presentata, fatta salva l’applicazione delle disposizioni
dell’articolo 26 della legge 109/94;
g) attesta di avere effettuato uno studio approfondito del
progetto, di ritenerlo adeguato e realizzabile per il prezzo
corrispondente all’offerta presentata;
h) (nel caso A: corrispettivo a corpo e a misura) dichiara di
prendere atto che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate
nella “lista delle categoria di lavorazioni e forniture previste
per l’esecuzione dei lavori” relativamente alla parte a corpo non
ha valore negoziale essendo il prezzo, determinato attraverso la
stessa, fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge
109/94 e successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della
legge 20/03/1865 n. 2248 all. F;
i) (nel caso B: corrispettivo a corpo (alternativa n. 1) dichiara
di prendere atto che le indicazioni delle voci e quantita’
riportate nella “lista delle categoria di lavorazioni e forniture
previste per l’esecuzione dei lavori” non ha valore negoziale
essendo il prezzo, determinato attraverso la stessa, convenuto a
corpo e, pertanto, fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19,
della legge 109/94 e successive modificazioni e dell’art. 326,
comma 2, della legge 20/03/1865 n. 2248 all. F;
j) dichiara di avere tenuto conto, nel formulare la propria
offerta, di eventuali maggiorazioni per lievitazione dei prezzi che
dovessero intervenire durante l’esecuzione dei lavori, rinunciando
fin d’ora a qualsiasi azione o eccezione in merito;
k) dichiara di avere accertato l’esistenza e la reperibilita’ sul
mercato dei materiali e della mano d’opera da impiegare nei lavori,
in relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi;
l) indica a quale numero di fax va inviata ai sensi dei D.P.R.
513/1997 e 403/1998, l’eventuale richiesta di cui all’articolo 10,
comma 1-quater, della legge 109/94 e successive modificazioni;
3) dichiarazione con la quale il concorrente indica le lavorazioni
che, ai sensi dell’articolo 18 della legge 55/90 e successive
modificazioni, intende eventualmente subappaltare o concedere a
cottimo o deve subappaltare o concedere a cottimo trattandosi di
lavori di cui all’articolo 1 della legge 46/90;
4) quietanza del versamento ovvero fideiussione bancaria ovvero
polizza assicurativa originale relativa alla cauzione provvisoria
di cui al punto 8 del bando di gara valida per almeno centoottanta
giorni dalla data di presentazione dell’offerta; essa e’ restituita
ai concorrenti non aggiudicatari, dopo l’aggiudicazione
provvisoria, ed al concorrente aggiudicatario all’atto della
stipula del contratto; tali documentazioni devono contenere
espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione
del debitore principale e la loro operativita’ entro quindici
giorni a semplice richiesta scritta della stazione appaltante;
5) dichiarazione di un istituto bancario, ovvero di una compagnia
di assicurazione contenente l’impegno a rilasciare, in caso di
aggiudicazione dell’appalto, a richiesta del concorrente, una
fideiussione bancaria ovvero una polizza assicurativa fideiussoria,
relativa alla cauzione definitiva, in favore della stazione
appaltante, valida fino a…….;
6) (in caso di associazione o consorzio o GEIE non ancora
costituiti) dichiarazioni, rese da ogni concorrente, attestanti:
– a quale concorrente, in caso di aggiudicazione, sara’ conferito
mandato speciale con rappresentanza o funzioni di capogruppo –
l’impegno, in caso di aggiudicazione, ad uniformarsi alla
disciplina vigente in materia di lavori pubblici con riguardo alle
associazioni temporanee o consorzi o GEIE.
Le dichiarazioni di cui ai punti 2) e 3) dovranno essere
sottoscritte dal legale rappresentante in caso di concorrente
singolo. Nel caso di concorrenti costituiti da imprese riunite o
associate o da riunirsi o da associarsi le medesime dichiarazioni
deve essere prodotta o sottoscritta da ciascun concorrente che
costituisce o che costituira’ l’associazione o il consorzio o il
GEIE. Le dichiarazioni possono essere sottoscritte anche da
procuratori dei legali rappresentanti ed in tal caso va trasmessa
la relativa procura.
La documentazione di cui ai punti 4) e 5) devono essere uniche,
indipendentemente dalla forma giuridica del concorrente.
La dichiarazione di cui alla lettera b), e’ redatta nelle forme di
cui alla legge 4 gennaio 1968, n. 15 e successive modificazioni e
preferibilmente in conformita’ ai modelli allegati alla presente
lettera di invito. Le dichiarazioni e le documentazioni di cui ai
punti 1), 2), 3), 4), 5), e 6), a pena di esclusione, devono
contenere quanto previsto dalle suddette lettere.
Nella busta B” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i
seguenti documenti:
a) dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante del
concorrente, o da suo procuratore, contenente (caso A: appalto con
corrispettivo a corpo e a misura):
l’indicazione dal prezzo – inferiore al prezzo posto a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza di’
cui al punto 3.5. del bando – espresso in cifre ed in lettere ed il
conseguente ribasso percentuale, anch’esso espresso in cifre ed in
lettere, rispetto al suddetto prezzo posto a base di gara, che il
concorrente offre per l’esecuzione dei lavori; il prezzo offerto
deve essere determinato, ai sensi dell’art. 21, commi 1 e 1-bis,
della citata legge n. 109/94 e successive modificazioni, mediante
offerta a prezzi unitari compilata secondo le norme e con le
modalita’ previste nel presente disciplinare di gara;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo) – (alternativa n. 1)
l’indicazione dal prezzo – inferiore al prezzo posto a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza di
cui al punto 3.5. del bando – espresso in cifre ed in lettere ed il
conseguente ribasso percentuale, anch’esso espresso in cifre ed in
lettere, rispetto al suddetto prezzo posto a base di gara, che il
concorrente offre per l’esecuzione dei lavori; il prezzo offerto
deve essere determinato, ai sensi dell’art. 21, commi 1 e 1-bis,
della citata legge n. 109/94 e successive modificazioni, mediante
offerta a prezzi unitari compilata secondo le norme e con le
modalita’ previste nel presente disciplinare di gara;
-(alternativa n. 2) l’indicazione del massimo ribasso percentuale
del prezzo offerto rispetto all’importo dei lavori a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza di
cui al punto 3.5. del bando;
(C: appalto con corrispettivo a misura) – (alternativa n. 1)
l’indicazione dal prezzo globale – inferiore al prezzo posto a base
di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della
sicurezza di cui al punto 3.5. del bando – espresso in cifre ed in
lettere ed il conseguente ribasso percentuale, anch’esso espresso
in cifre ed in lettere, rispetto al suddetto prezzo posto a base di
gara, che il concorrente offre per l’esecuzione dei lavori; il
prezzo offerto deve essere determinato ai sensi dell’art. 21, commi
1 e 1-bis, della citata legge n. 109/94 e successive modificazioni,
mediante offerta a prezzi unitari compilata secondo le norme e con
le modalita’ previste nel presente disciplinare di gara;
– (alternativa n. 2) l’indicazione del massimo ribasso percentuale
sull’elenco prezzi posto a base di gara;
b) (nel caso di offerta a prezzi unitari) la lista delle categorie
di lavorazioni e forniture previste per l’esecuzione dei lavori,
messa a disposizione del concorrente completata in ogni sua parte
in base alla quale e’ determinato il prezzo globale.
La lista e’ composta di sette colonne. Nella prima colonna e’
riportato il numero di riferimento dell’elenco delle descrizioni
delle varie lavorazioni e forniture previste in progetto, nella
seconda colonna la descrizione sintetica delle varie lavorazioni e
forniture, nella terza colonna le unita’ di misura nella quarta
colonna il quantitativo previsto per ogni voce. I concorrenti
riporteranno, nella quinta e sesta colonna, i prezzi unitari che
offrono per ogni lavorazione e fornitura espressi in cifre nella
quinta colonna ed in lettere nella sesta colonna e, nelle settima
colonna i prodotti dei quantitativi indicati nella quarta colonna
per i prezzi indicati nella sesta.
(nel caso A: appalto con corrispettivo parte a corpo e parte a
misura) Si precisa che:
– la lista delle categorie di lavorazioni e forniture per
l’esecuzione dei lavori ha valore ai soli fini dell’aggiudicazione
e non anche per la determinazione del corrispettivo che rimane
stabilito per la parte a corpo nell’ammontare fisso ed invariabile
riportato in contratto;
– il concorrente ha l’obbligo di controllare le voci riportate
nella lista suddetta relativamente alla parte a corpo, previo
accurato esame degli elaborati progettuali comprendenti il computo
metrico ed il capitolato speciale d’appalto posti in visione dalla
stazione appaltante ed acquisibili; in esito a tale verifica il
concorrente e’ tenuto ad integrare o ridurre le quantita’ che
valuta carenti o eccessive ed a inserire le voci e le relative
quantita’ che ritiene mancanti, rispetto a quanto previsto negli
elaborati grafici e nel capitolato speciale nonche’ negli altri
documenti che e’ previsto facciano parte del contratto alle quali
applica i prezzi unitari che ritiene di offrire.
(nel caso B: appalto con corrispettivo a corpo) Si precisa che:
– la lista delle categorie di lavorazioni e forniture per
l’esecuzione dei lavori ha valore ai soli fini dell’aggiudicazione
e non anche per la determinazione del corrispettivo che rimane
stabilito a corpo nell’ammontare fisso ed invariabile riportato in
contratto;
– il concorrente ha l’obbligo di controllare le voci riportate
nella lista suddetta, previo accurato esame degli elaborati
progettuali e del capitolato speciale d’appalto posti in visione
dalla stazione appaltante ed acquisibili; in esito a tale verifica
il concorrente e’ tenuto ad integrare o ridurre le quantita’ che
valuta carenti o eccessive ed a inserire le voci e le relative
quantita’ che ritiene mancanti, rispetto a quanto previsto negli
elaborati grafici e nel capitolato speciale alle quali applica i
prezzi unitari che ritiene di offrire.
In calce all’ultima pagina della lista e’ indicato il prezzo
globale offerto, rappresentato dalla somma dei prodotti riportati
nella settima colonna, ed il conseguente ribasso percentuale
rispetto al prezzo posto a base di gara. Il prezzo globale ed i
ribasso sono espressi in cifre ed in lettere e vengono riportati
nella dichiarazione.
La lista deve essere sottoscritta in tutte le pagine dal legale
rappresentante del concorrente o da suo procuratore e non puo’
presentare correzioni che non siano da lui stesso confermate e
sottoscritte a pena di esclusione dell’offerta.
Qualora il concorrente sia costituito da associazione temporanea, o
consorzio o GEIE non ancora costituiti la dichiarazione di cui alla
lettera a) e la lista di cui alla lettera b) devono essere
sottoscritte da tutti i soggetti che costituiranno il concorrente.
La percentuale di ribasso sul prezzo posto a base di gara e’
determinato mediante la seguente operazione: r = (Pg-Po)/Pg dove
“r” indica la percentuale di ribasso, “Pg” l’importo a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza di
cui al punto 3.5. del bando, “Po” il prezzo globale offerto.
L’aggiudicazione avviene in base al ribasso percentuale indicato in
lettere.
La stazione appaltante, dopo l’aggiudicazione definitiva e prima
della stipulazione del contratto, procede alla verifica dei
conteggi della “lista delle categorie di lavorazione e forniture
previste per l’esecuzione dei lavori” tenendo per validi ed
immutabili le quantita’ ed i prezzi unitari offerti, espressi in
lettere, correggendo, ove si riscontrino errori di calcolo, i
prodotti e/o la somma. In caso di discordanza fra il prezzo
complessivo risultante da tale verifica e quello dipendente dal
ribasso percentuale offerto tutti i prezzi unitari offerti sono
corretti in modo costante in base alla percentuale di discordanza.
I prezzi unitari offerti dall’aggiudicatario costituiranno l’elenco
dei prezzi unitari contrattuali. In caso di discordanza fra prezzi
unitari offerti relativi a medesime categorie di lavorazioni o
forniture sara’ considerato prezzo contrattuale quello di importo
minore.
2. Procedura di aggiudicazione Il soggetto deputato
all’espletamento della gara ovvero la commissione di gara, il
giorno sopra indicato per l’apertura delle offerte, in seduta
pubblica, sulla base della documentazione contenuta nelle offerte
presentate, procede a:
a) verificare la correttezza formale delle offerte e della
documentazione ed in caso negativo ad escluderle dalla gara;
b) a sorteggiare un numero pari al….. per cento del numero delle
offerte ammesse arrotondato all’unita’ superiore.
Ai concorrenti sorteggiati che non sono in possesso
dell’attestazione SOA ai sensi dell’articolo 10 comma 1-quater,
della legge 109/94 e successive modificazioni tramite fax inviato
al numero indicato alla lettera 1) della dichiarazione di cui al
punto 2) dell’elenco dei documenti da inserire nella busta A –
viene richiesto di esibire, entro il termine perentorio di dieci
giorni dalla data della richiesta, la documentazione attestante il
possesso dei requisiti economico-finanziari e tecnico-
organizzativi.
La documentazione da trasmettere e’ costituita:
a) per tutti i soggetti:
1) da un elenco dei lavori eseguiti nel quinquennio antecedente la
data del bando, corredato dai certificati di esecuzione dei lavori,
ovvero da copie; tali lavori devono appartenere alla natura
indicata al punto 3.3. del bando; in alternativa, per i soggetti
aventi sede negli stati aderenti all’Unione Europea, certificati
attestanti l’iscrizione dei soggetti componenti il concorrente
negli albi o liste ufficiali del paese di residenza sulla base del
medesimo requisito richiesto alle imprese aventi sede in Italia;
2) da un elenco dei lavori, appartenenti alla natura indicata al
punto 3.3. del bando, della cui condotta e’ stato responsabile uno
dei propri direttori tecnici nel quinquennio antecedente la data
del bando, sottoscritto dal legale rappresentante del concorrente,
corredato dai certificati di esecuzione dei lavori, ovvero da copie
degli stessi; tale elenco deve essere presentato qualora il
concorrente non possa o non intenda documentare tramite l’elenco di
cui al punto 1) l’esecuzione diretta di lavori della natura
indicata al punto 3.3. del bando.
b) per le societa’ di capitali e le societa’ cooperative:
1) dalle copie dei bilanci, riclassificati in base alle normative
europee recepite nell’ordinamento italiano (articoli 2423 e
seguenti del codice civile), corredati dalle note integrative e
dalla relativa nota di deposito, riguardanti gli anni…;
2) da un documento che indichi il “numero medio dei dipendenti” e
la relativa ripartizione per categoria, nel caso che la nota
integrativa non riporti questi dati; il documento deve essere
corredato da una dichiarazione che ne attesti la veridicita’ resa,
ai sensi del combinato disposto dell’articolo 4, della legge 15/68
e successive modificazioni e dell’articolo 2 del 403/98, dal
presidente del collegio sindacale, ovvero, in mancanza di tale
organo, da un consulente del lavoro che rileva i dati del libro
paga, e, relativamente alle qualifiche dei singoli percipienti, dal
libro matricola;
c) per i consorzi di cooperative, i consorzi fra imprese artigiane
ed i consorzi stabili:
1) dalle copie dei bilanci, riclassificati in base alle normative
europee recepite nell’ordinamento italiano (articoli 2423 e
seguenti del codice civile), corredati dalle note integrative e
dalla relativa nota di deposito, riguardanti gli
anni…………..;
d) Per le ditte individuali, le societa’ di persone, i consorzi di
cooperative, i consorzi fra imprese artigiane e i consorzi stabili:
2) dalle copie delle dichiarazioni annuali IVA ovvero Modello Unico
corredati da relativa ricevuta di presentazione riguardanti gli
anni……..;
3) da un documento relativo alla consistenza dell’organico e
l’eventuale ripartizione del costo dei dipendenti nelle varie
attivita’ svolte dal concorrente, corredato da una dichiarazione,
resa ai sensi dell’articolo 4, della legge 15/68 e successive
modificazioni e dell’articolo 2 del DPR 403/98, dal presidente del
collegio sindacale ovvero, in mancanza di tale organo, da un
consulente del lavoro che rileva i dati dal libro paga e,
relativamente alle qualifiche dei singoli percepenti, dal libro
matricola;
e) per i consorzi di cui all’art. 10, comma 1, lettere c) ed e-bis)
della legge 109/94 e successive modifiche, e per le societa’ fra
imprese riunite dei quali l’unita’ concorrente o uno dei soggetti
dell’unita’ concorrente fa parte:
1) dalle copie dei bilanci, riclassificati in base alle normative
europee recepite nell’ordinamento italiano (articoli 2423 e
seguenti del codice civile), corredati dalla relativa nota di
deposito;
f) per tutti i soggetti:
1) dichiarazione che indichi l’attrezzatura posseduta, o
disponibile;
I documenti sono redatti nelle forme di cui alla legge 4 gennaio
1968, n. 15 e successive modificazioni e preferibilmente in
conformita’ dei modelli allegati al presente disciplinare e sono
sottoscritti dal legale rappresentante o da un suo procuratore ed
in tal caso va trasmessa la relativa procura.
I concorrenti hanno la facolta’ di non trasmettere tutti o parte
dei suddetti documenti nel caso che questi siano gia’ in possesso
della stazione appaltante che ha indetto la gara, o di una sua
articolazione territoriale, siano in corso di validita’ e siano
stati verificati positivamente. In sostituzione i concorrenti
devono trasmettere una dichiarazione redatta preferibilmente in
conformita’ al modello allegato al presente disciplinare, che
attesti le suddette condizioni.
La documentazione puo’ riferirsi anche ad un solo anno qualora i
dati in essa contenuti siano sufficienti a dimostrare il possesso
dei requisiti di cui agli articoli 28 del DPR 34/2000.
Si precisa in particolare che:
a) il costo per il personale dipendente e’ pari:
1) per i soggetti tenuti alla redazione del bilancio: all’importo
della voce B9, costo per il personale (somma delle voci B9a, salari
e stipendi, B9b, oneri sociali, B9c, trattamento di fine rapporto e
B9d, trattamento di quiescenza e simili) del conto economico; la
ripartizione di tale costo per categoria va fatta in proporzione
alla ripartizione del numero medio dei dipendenti per categoria
risultante dalla nota integrativa redatta in conformita’ della art.
2427 del codice civile, punto 15, ovvero come risultante dal
documento di cui alla lettera b), punto 2, dell’elenco dei
documenti;
2) per i soggetti non tenuti alla redazione del bilancio:
all’importo della voce “totale retribuzioni esposte ai fini
provvidenziali” (RA67, RA66, RA81, A81, A114, RB15, B15, B21, RF63,
RF81, F80, F86, RG15, G15, G21, RF64, risultante dalla
dichiarazione dei redditi presentate nei vari anni; la ripartizione
di tale voce per categoria e’ quella risultante dal documento di
cui alla lettera d), punto 2, dell’elenco dei documenti;
La stazione appaltante, ai sensi dell’articolo 11 del DPR 403/98,
procede, altresi’, con riferimento ai medesimi concorrenti
individuati con il sorteggio sopra indicato e nello stesso tempo in
cui essi trasmettono i documenti, al controllo della veridicita’
delle dichiarazioni, allegate alla domanda di partecipazione alla
gara, attestanti il possesso dei requisiti generali.
Il soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero la
commissione di gara, il giorno fissato per la seconda seduta
pubblica, procede:
a) all’esclusione dalla gara dei concorrenti per i quali non
risulti confermato il possesso dei requisiti generali;
b) esclusione dalla gara dei concorrenti che non abbiano trasmesso
la documentazione di prova della veridicita’ della dichiarazione
del possesso dei requisiti speciali, allegata alla domanda di
partecipazione alla gara, ovvero le cui dichiarazioni non siano
confermate;
alla comunicazione di quanto avvenuto agli uffici della stazione
appaltante cui spetta provvedere all’escussione della cauzione
provvisoria, alla segnalazione, ai sensi dell’articolo 10, comma 1-
quater, del fatto all’Autorita’ per la vigilanza sui lavori
pubblici, nonche’ all’eventuale applicazione delle norme vigenti in
materia di false dichiarazioni.
Il soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero la
commissione di gara procede poi all’apertura delle buste “B-offerta
economica” presentate dai concorrenti non esclusi dalla gara ed
all’aggiudicazione provvisoria dell’appalto ai sensi dell’articolo
21, comma 1-bis, della legge 109/94 e successive modificazioni e
della determinazione assunta dall’Autorita’ per la vigilanza sui
lavori pubblici in materia di offerte di ribasso anormalmente basse
pubblicata nella G.U.R.I. n. 24 del 31 gennaio 2000. Le medie sono
calcolate fino alla terza cifra decimale arrotondata all’unita’
superiore qualora la quarta cifra decimale sia pari o superiore a
cinque. Qualora l’aggiudicatario provvisorio ed il secondo in
graduatoria non siano compresi fra i concorrenti sorteggiati, si
applicano le disposizioni di cui all’articolo 10, comma 1-quater,
ultimo periodo ed nel caso che anche la seconda eventuale
aggiudicazione non dia esito positivo la stazione appaltante ha la
facolta’ di procedere alla determinazione di una nuova media oppure
di dichiarare deserta la gara alla luce degli elementi economici
desumibili dalla nuova media.
I concorrenti, ad eccezione dell’aggiudicatario, possono chiedere
alla stazione appaltante la restituzione della documentazione
presentata al fine della partecipazione alla gara.
La stipulazione del contratto e’, comunque, subordinata al positivo
esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia
di lotta alla mafia.
BOZZA DI BANDO DI GARA PUBBLICO INCANTO
1. STAZIONE APPALTANTE: (indicare denominazione, indirizzo,
indirizzo telegrafico, numero di telefono, telex e telefax) 2.
PROCEDURA DI GARA: pubblico incanto ai sensi della legge 109/1994 e
successive modificazioni;
3. LUOGO, DESCRIZIONE, IMPORTO COMPLESSIVO DEI LAVORI, ONERI PER LA
SICUREZZA E MODALITA’ DI PAGAMENTO DELLE PRESTAZIONI:
3. 1. luogo di esecuzione:
3.2. descrizione:
3.3. (caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura) importo
complessivo dell’appalto (compresi oneri per la sicurezza): lire
(in cifre e lettere)………….
euro……………. di cui a corpo lire (in cifre e lettere)……
(euro)…….. e a misura lire (in cifre e
lettere)…………(euro…….);
categoria prevalente……….:
classifica……………;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo);
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) importo complessivo
dell’appalto (compresi oneri per la sicurezza):
lire (in cifre e lettere)………………… euro……………;
categoria prevalente…………….;
classifica………………;
3.4. oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti
a ribasso: lire (in cifre e lettere)………… euro……..;
3.5. lavorazioni di cui si compone l’intervento:
Lavorazione CategoriaImporto
(lire) (euro)

3.6. modalita’ di determinazione del corrispettivo:
(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura) a corpo ed a
misura ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto degli
articoli 19, comma 4, e 21, comma 1, lettera c), della legge 109/94
e successive modificazioni;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo) a corpo ai sensi di
quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 19, comma 4,
e 21, comma 1, lettera b), della legge 109/94 e successive
modificazioni;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) a misura ai sensi di
quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 19, comma 4,
e 21, comma 1, lettera c), della legge 109/94 e successive
modificazioni;
4. TERMINE DI ESECUZIONE: giorni……(………) naturali e
consecutivi decorrenti dalla data di consegna dei lavori;
5. DOCUMENTAZIONE:
(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura; caso B:
appalto con corrispettivo a corpo (alternativa n. 1); caso C:
appalto con corrispettivo a misura (alternativa n. 1) il
disciplinare di gara contenente le norme integrative del presente
bando relative alle modalita’ di partecipazione alla gara, alle
modalita’ di compilazione e presentazione dell’offerta, ai
documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di
aggiudicazione dell’appalto nonche’ gli elaborati grafici, il
computo metrico, il piano di sicurezza, il capitolato speciale di
appalto, lo schema di contratto e la lista delle categorie di
lavorazioni e forniture previste per l’esecuzione dei lavori e per
formulare l’offerta, sono visibili presso………. nei
giorni……. e nelle ore……; e’ possibile acquistarne una
copia, fino a dieci giorni antecedenti il termine di presentazione
delle offerte, presso…..
sito in via….. nei giorni feriali dalle ore…….. alle
ore……, sabato escluso, previo versamento di lire….. ; a tal
fine gli interessati ne dovranno fare prenotazione a mezzo fax
inviato, 48 ore prima della data di ritiro, alla stazione
appaltante al numero di cui al punto 1; il disciplinare di gara e’,
altresi’ disponibile sul sito Internet………..;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo (alternativa n. 2); caso
C: appalto con corrispettivo a misura (alternativa n. 2) il
disciplinare di gara contenente le norme integrative del presente
bando relative alle modalita’ di partecipazione alla gara, alle
modalita’ di compilazione e presentazione dell’offerta, ai
documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di
aggiudicazione dell’appalto nonche’ gli elaborati grafici, il
computo metrico, il piano di sicurezza, il capitolato speciale di
appalto e lo schema di contratto sono visibili presso nei giorni
…….. e nelle ore……..; e’ possibile acquistarne una copia,
fino a dieci giorni antecedenti il termine di presentazione delle
offerte, presso….. sito in via…… nei giorni feriali dalle
ore………
alle ore……, sabato escluso, previo versamento di lire….; a
tal fine gli interessati ne dovranno fare prenotazione a mezzo fax
inviato, 48 ore prima della data di ritiro, alla stazione
appaltante al numero di cui al punto 1; il disciplinare di gara e’,
altresi’ disponibile sul sito Internet…….;
6. TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, MODALITA’ DI PRESENTAZIONE E
DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE:
6.1. termine:……………….;
6.2. indirizzo:……………..;
6.3. modalita’: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara di
cui al punto 5. del presente bando;
6.4. apertura offerte: prima seduta pubblica il giorno…………
alle ore…. presso…….; eventuale seconda seduta pubblica il
giorno ……… alle ore…. presso la medesima sede;
7. SOGGETTI AMMESSI ALL’APERTURA DELLE OFFERTE: i legali
rappresentanti dei concorrenti di cui al successivo punto 10.
ovvero soggetti, uno per ogni concorrente, muniti di specifica
delega loro conferita dai suddetti legali rappresentanti;
8. CAUZIONE: l’offerta dei concorrenti deve essere corredata:
a) da una cauzione provvisoria, pari al 2% (due per cento)
dell’importo dei lavori e forniture costituita alternativamente:
– da versamento in contanti o in titoli del debito pubblico
presso……….;
– da fideiussione bancaria o polizza assicurativa, avente validita’
per almeno 180 giorni dalla data stabilita al punto 6.1. del
presente bando;
b) dichiarazione di un istituto bancario, ovvero di una compagnia
di assicurazione, contenente l’impegno a rilasciare, in caso di
aggiudicazione dell’appalto, a richiesta del concorrente, una
fideiussione bancaria o polizza assicurativa fideiussoria, relativa
alla cauzione definitiva, in favore della stazione appaltante
valida fino a …………;
9. FINANZIAMENTO:
10. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA:
concorrenti di cui all’art. 10, comma 1, della legge 109/94 e
successive modificazioni, costituiti da imprese singole o imprese
riunite o consorziate, ai sensi degli articoli 93, 94, 95, 96 e 97
del D.P.R. n. 554/1999, ovvero da imprese che intendano riunirsi o
consorziarsi ai sensi dell’articolo 13, comma 5. della legge 109/94
e successive modificazioni, nonche’ concorrenti con sede in altri
stati membri dell’Unione Europea alle condizioni di cui
all’articolo 3, comma 7, del D.P.R. n. 34/2000;
11. CONDIZIONI MINIME DI CARATTERE ECONOMICO E TECNICO NECESSARIE
PER LA PARTECIPAZIONE: i concorrenti devono possedere – (nel caso
di concorrente in possesso dell’attestato SOA) attestazione,
rilasciata da societa’ di attestazione (SOA) di cui al D.P.R.
34/2000 regolarmente autorizzata, in corso di validita’; le
categorie e le classifiche devono essere adeguate alle categorie ed
agli importi dei lavori da appaltare; (nel caso di appalto di
importo complessivo superiore a 40 miliardi) nonche’ una cifra
d’affari in lavori non inferiore a 3 volte l’importo complessivo
dei lavori a base di gara;
(nel caso di concorrente non in possesso dell’attestato SOA) (nel
caso gli appalti di importo superiore a 150.000 euro (lire
290.440.500) e inferiore al controvalore in euro di 5.000.000 di
DSP (lire 10.374.830.909) e comunque limitatamente ai bandi
pubblicati entro a 31 dicembre 2001) i requisiti di cui
all’articolo 31 del D.P.R. 34/2000 in misura non inferiore a quanto
previsto dal medesimo articolo 31, commi 1 e 2;
(nel caso di appalti di importo pari o superiore al controvalore in
euro di 5.000.000 di DSP (lire 10.374.830.909) e comunque
limitatamente ai bandi pubblicati entro il 28 febbraio 2001) i
requisiti di cui all’articolo 32 del D.P.R. 34/2000 in misura non
inferiore a quanto previsto dal medesimo articolo 32, commi 2 e 3.
12. TERMINE DI VALIDITA’ DELL’OFFERTA: l’offerta e’ valida per 180
giorni dalla data dell’esperimento della gara;
13. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: (caso A: appalto con corrispettivo
a corpo e a misura) massimo ribasso percentuale del prezzo offerto
rispetto all’importo complessivo dei lavori a base di gara al netto
degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto
3.4. del presente bando; il prezzo offerto deve essere determinato,
ai sensi dell’art. 21, commi 1 e 1 -bis, della citata legge n.
109/94 e successive modificazioni mediante offerta a prezzi unitari
compilata secondo le norme e con le modalita’ previste nel
disciplinare di gara; il prezzo offerto deve essere, comunque,
inferiore a quello posto a base di gara al netto degli oneri per
l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del
presente bando;
(Caso B: appalto con corrispettivo a corpo) – (alternativa n. 1)
massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo
complessivo dei lavori a base di gara al netto degli oneri per
l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del
presente bando; il prezzo offerto deve essere determinato, ai sensi
dell’art.
21, commi 1 e 1-bis, della citata legge n. 109/94 e successive
modificazioni, mediante offerta a prezzi unitari compilata secondo
le norme e con le modalita’ previste dal disciplinare di gara; il
prezzo offerto deve essere, comunque, inferiore a quello posto a
base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di
sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando;
– (alternativa n. 2) massimo ribasso percentuale del prezzo offerto
rispetto all’importo complessivo dei lavori a base di gara al netto
degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto
3.4. del presente bando;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) – (alternativa n. 1)
massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo
complessivo dei lavori a base di gara al netto degli oneri per
l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del
presente bando; il prezzo offerto deve essere determinato ai sensi
dell’art.
21, commi 1 e 1-bis, della citata legge n. 109/94 e successive
modificazioni, mediante offerta a prezzi unitari compilata secondo
le norme e con le modalita’ previste dal disciplinare di gara; il
prezzo offerto deve essere, comunque, inferiore a quello posto a
base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di
sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando;
– (alternativa n. 2) massimo ribasso percentuale sull’elenco prezzi
posto a base di gara;
14. VARIANTI: non sono ammesse offerte in variante;
15. ALTRE INFORMAZIONI:
a) (fino all’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti privi dei
requisiti generali di cui all’articolo 17 del D.P.R. n. 34/2000 e
di cui alla legge n. 68/99; (dopo l’entrata in vigore del
regolamento recante modifiche al D.P.R. n. 554/99 approvato dal
Consiglio dei Ministri il 28 luglio 2000) non sono ammessi a
partecipare alle gare soggetti privi dei requisiti generali di cui
all’articolo 75 del D.P.R. n. 554/99 e di cui alla legge n. 68/99;
b) (nel caso di appalti di importo inferiore al controvalore in
euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909) si procedera’
all’esclusione automatica delle offerte anormalmente basse secondo
le modalita’ previste dall’articolo 21, comma 1-bis, della legge
109/94 e successive modificazioni; nel caso di offerte in numero
inferiore a cinque non si procede ad esclusione automatica ma la
stazione appaltante ha comunque la facolta’ di sottoporre a
verifica le offerte ritenute anormalmente basse;
(nel caso di appalti di importo pari o superiore al controvalore in
euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909) si procedera’ alla
verifica delle offerte anormalmente basse secondo le modalita’
previste dall’articolo 21, comma 1-bis, della legge 109/94 e
successive modificazioni; nel caso di offerte in numero inferiore a
cinque la stazione appaltante ha comunque la facolta’ di sottoporre
a verifica le offerte ritenute anormalmente basse;
c) si procedera’ all’aggiudicazione anche in presenza di una sola
offerta valida sempre che sia ritenuta congrua e conveniente;
d) in caso di offerte uguali si procedera’ per sorteggio;
e) l’aggiudicatario deve prestare cauzione definitiva nella misura
e nei modi previsti dall’articolo 30, comma 2, della legge 109/94 e
successive modificazioni;
f) si applicano le disposizioni previste dall’articolo 8, comma 11-
quater, della legge 109/94 e successive modificazioni;
g) le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e
l’offerta devono essere in lingua italiana o corredati di
traduzione giurata;
h) nel caso di concorrenti costituiti ai sensi dell’art. 10, comma
1, lettere d), e) ed e-bis), della legge 109/94 e successive
modificazioni i requisiti di cui al punto 11. del presente bando
devono essere posseduti nella misura di cui all’articolo 95, comma
2, del D.P.R. 554/1999 qualora associazioni di tipo orizzontale, e,
nella misura di cui all’articolo 95, comma 3. del medesimo D.P.R.
qualora associazioni di tipo verticale;
i) gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato
membro dell’Unione Europea, qualora espressi in altra valuta,
dovranno essere convertiti in lire italiane adottando il valore
dell’euro;
j) (caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura) la
contabilita’ dei lavori sara’ effettuata, ai sensi del titolo XI
del D.P.R. 554/1999, per la parte dei lavori a corpo, sulla base
delle aliquote percentuali di cui all’articolo 45, comma 6, del
suddetto D.P.R. applicate al relativo prezzo offerto e, per la
parte dei lavori a misura, sulla base dei prezzi unitari
contrattuali; agli importi degli stati di avanzamento (SAL) sara’
aggiunto, in proporzione dell’importo dei lavori eseguiti,
l’importo degli onori per l’attuazione dei piani di sicurezza di
cui al punto 3.4. del presente bando; le rate di acconto saranno
pagate con le modalita’ previste dall’articolo………. del
capitolato speciale d’appalto;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo) la contabilita’ dei
lavori sara’ effettuata, ai sensi del titolo XI del D.P.R.
554/1999, sulla base delle aliquote percentuali di cui all’articolo
45, comma 6, del suddetto D.P.R. applicate all’importo contrattuale
pari al prezzo offerto aumentato dell’importo degli oneri per
l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4.
del presente bando; le rate di acconto saranno pagate con le
modalita’ previste dall’articolo…… del capitolato speciale
d’appalto;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) – (alternativa n. 1)
la contabilita’ dei lavori sara’ effettuata, ai sensi del titolo XI
del D.P.R. 554/1999, sulla base dei prezzi unitari contrattuali;
agli importi degli stati di avanzamento (SAL) sara’ aggiunto, in
proporzione dell’importo dei lavori eseguiti, l’importo degli oneri
per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del
presente bando; le rate di acconto saranno pagate con le modalita’
previste dall’articolo del capitolato speciale d’appalto;
– (alternativa n. 2) la contabilita’ dei lavori sara’ effettuata,
ai sensi del titolo XI del D.P.R 554/1999, sulla base dei prezzi
unitari di progetto; agli importi degli stati di avanzamento (SAL)
verra’ detratto l’importo conseguente al ribasso offerto calcolato,
per fare in modo che l’importo degli oneri per l’attuazione dei
piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando non sia
assoggettato a ribasso, con la seguente formula [SAL *(1-IS) *R]
(dove SAL = Importo stato di avanzamento; IS = Importo oneri di
sicurezza/Importo complessivo dei lavori; R = Ribasso offerto); le
rate di acconto saranno pagate con le modalita’ previste
dall’articolo….. del capitolato speciale d’appalto;
k) i corrispettivi saranno pagati con le modalita’ previste
dall’articolo…….. del capitolato speciale d’appalto;
l) gli eventuali subappalti saranno disciplinati ai sensi delle
vigenti leggi;
m) i pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore o
cottimista verranno effettuati dall’aggiudicatario che e’ obbligato
a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun pagamento
effettuato, copia delle fatture quietanzate con l’indicazione delle
ritenute a garanzie effettuate;
n) la stazione appaltante si riserva la facolta’ di applicare le
disposizioni di cui all’articolo 10, comma 1-ter, della legge
109/94 e successive modificazioni;
o) (alternativa n. 1) tutte le controversie derivanti dal contratto
sono deferite alla competenza arbitrale ai sensi dell’articolo 32
della legge 109/94 e successive modificazioni;
(alternativa n. 2) e’ esclusa la competenza arbitrale;
p) responsabile del procedimento: (deve essere un tecnico);
via……….; tel………….;
16. (nel caso di appalti di importo pari o superiore al
controvalore in euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909)
AVVISO DI PREINFORMAZIONE NELLA GUCE: data dell’avviso o menzione
della sua mancata pubblicazione;
17. (nel caso di appalti di importo pari o superiore al
controvalore in euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909) DATA
DI SPEDIZIONE DEL BANDO DI GARA:
18. (nel caso di appalti di importo pari o superiore al
controvalore in euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909) DATA
DI RICEVIMENTO DEL BANDO DI GARA DA PARTE DELL’UFFICIO DELLE
PUBBLICAZIONI UFFICIALI DELLE COMUNITA’ EUROPEE:
19. (nel caso di appalti di importo pari o superiore al
controvalore in euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.930.909) e
sempre che esso rientri nel campo di applicazione dell’accordo
sugli appalti pubblici che figura nell’allegato 4 dell’accordo che
istituisce l’OMC – Decisione 94/800/CE del 22 dicembre 1994)
EVENTUALI INDICAZIONI DEL FATTO CHE L’APPALTO RIENTRA NEL CAMPO
D’APPLICAZIONE DELL’ACCORDO:
…… il …….
Il dirigente …………………….
BOZZA DI DISCIPLINARE DI GARA
1. Modalita’ di presentazione e criteri di ammissibilita’ delle
offerte I plichi contenenti l’offerta e le documentazioni, pena
l’esclusione dalla gara, devono pervenire, a mezzo raccomandata del
servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata,
entro il termine perentorio ed all’indirizzo di cui al punto 6. del
bando di gara; e’ altresi’ facolta’ dei concorrenti la consegna a
mano dei plichi, dalle ore…………. alle ore…….. dei tre
giorni antecedenti il suddetto termine perentorio,
all’ufficio………..
della stazione appaltante sito in via……….. che ne rilascera’
apposita ricevuta.
I plichi devono essere idoneamente sigillati, controfirmati sui
lembi di chiusura, e devono recare all’esterno – oltre
all’intestazione del mittente e all’indirizzo dello stesso – le
indicazioni relativo all’oggetto della gara, al giorno e all’ora
dell’espletamento della medesima.
Il recapito tempestivo del plichi rimane ad esclusivo rischio dei
mittenti. I plichi devono contenere al loro interno due buste, a
loro volta sigillate con ceralacca e controfirmate sui lembi di
chiusura, recanti l’intestazione del mittente e la dicitura,
rispettivamente “A – Documentazione” e “B – Offerta economica”.
Nella busta “A” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i
seguenti documenti:
1) domanda di partecipazione alla gara, sottoscritta dal legale
rappresentante del concorrente; nel caso di concorrente costituito
da associazione temporanea o consorzio non ancora costituito la
domanda deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che
costituiranno la predetta associazione o consorzio; alla domanda,
in alternativa all’autenticazione della sottoscrizione, deve essere
allegata, a pena di esclusione, copia fotostatica di un documento
di identita’ del/dei sottoscrittore/i; la domanda puo’ essere
sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed
in tal caso va trasmessa la relativa procura.
2) (nel caso di concorrente in possesso dell’attestato SOA)
attestazione (o copia autenticata) o, nel caso di concorrenti
costituiti da imprese riunite o associate o da riunirsi o da
associarsi, piu’ attestazioni (o copie autenticate), rilasciata/e
da societa’ di attestazione (SOA) di cui al D.P.R. 34/2000
regolarmente autorizzata, in corso di validita’; le categorie e le
classifiche devono essere adeguate a quelle dei lavori da
appaltare;
3) dichiarazione sostitutiva ai sensi della legge 15/68 e
successive modificazioni e del D.P.R. 403/98 ovvero, per i
concorrenti non residenti in Italia, documentazione idonea
equivalente secondo la legislazione dello stato di appartenenza,
con le quali il concorrente:
a) (fino all’entrata In vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) certifica, indicandole specificatamente, di trovarsi in tutte
le condizioni previste dall’articolo 17, comma 1, lettere a), b),
c), d), e), f) g), h), i), l), m), del D.P.R. 34/2000;
(dopo l’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) certifica, indicandole specificatamente, di non trovarsi
nelle condizioni previste nell’articolo 75, lettere a), d), e), f),
g), h), del D.P.R. n. 554/99;
b) indica i nominativi, le date di nascita e di residenza degli
eventuali titolari, soci, direttori tecnici, amministratori muniti
di poteri di rappresentanza e soci accomandatari;
c) elenca le imprese (denominazione, ragione sociale e sede)
rispetto alle quali, ai sensi dell’articolo 2359 del codice civile,
si trova in situazione di controllo diretto o come controllante o
come controllato; tale dichiarazione deve essere resa anche se
negativa;
d) (nel caso di concorrente non in possesso dell’attestato SOA)
attesta:
(nel caso di appalti di importo superiore a 150.000 euro (lire
290.440.500) e inferiore al controvolore in euro di 5.000.000 di
DSP (lire 10.374.830.909 e comunque limitatamente al bandi
pubblicati entro il 31 dicembre 2001) di possedere i requisiti di
cui all’articolo 31, comma 1, lettere a), b), c), e d) del D.P.R.
34/2000, in misura non inferiore a quanto previsto al medesimo
articolo 3 1, commi 1 e 2;
(nel caso di appalti di importo pari o superiore al controvalore in
euro di 5.000.000 di DSP (lire 10.374.830.909) e comunque
limitatamente ai bandi pubblicati entro il 28 febbraio 2001) di
possedere i requisiti di cui all’articolo 32, comma 1, lettere a),
b), c), d), ed e) del D.P.R, 34/2000, in misura non inferiore a
quanto previsto al medesimo articolo 32, commi 2 e 3;
e) attesta di aver preso esatta cognizione della natura
dell’appalto e di tutte le circostanze generali e particolari che
possono influire sulla sua esecuzione;
f) dichiara di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte
le norme e disposizioni contenute nel bando di gara, nel
disciplinare di gara, nello schema di contratto, nel capitolato
speciale d’appalto, nei piani di sicurezza, nei grafici di
progetto;
g) attesta di essersi recato sul posto dove debbono eseguirsi i
lavori;
h) attesta di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella
formulazione dell’offerta delle condizioni contrattuali e degli
oneri compresi quelli eventuali relativi alla raccolta, trasporto e
smaltimento dei rifiuti e/o residui di lavorazione nonche’ degli
obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in materia di
sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di
previdenza e assistenza in vigore nel luogo dove devono essere
eseguiti i lavori;
i) attesta di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le
circostanze generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed
eccettuata, che possono avere influito o influire sia sulla
esecuzione dei lavori, sia sulla determinazione della propria
offerta e di giudicare, pertanto, remunerativa l’offerta economica
presentata, fatta salva l’applicazione delle disposizioni
dell’articolo 26 della legge 109/94;
j) attesta di avere effettuato uno studio approfondito del
progetto, di ritenerlo adeguato e realizzabile per il prezzo
corrispondente all’offerta presentata;
k) (nel caso A. corrispettivo a corpo e a misura) dichiara di
prendere atto che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate
nella lista delle categoria di lavorazioni e forniture previste per
l’esecuzione dei lavori” relativamente alla parte a corpo non ha
valore negoziale essendo il prezzo, determinato attraverso la
stessa, fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge
109/94 e successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della
legge 20/03/1865 n. 2248 all. F;
(nel caso B: corrispettivo a corpo (alternativa n. 1) dichiara di
prendere atto che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate
nella “lista delle categoria di lavorazioni e forniture previste
per l’esecuzione dei lavori” non ha valore negoziale essendo il
prezzo, determinato attraverso la stessa, convenuto a corpo e,
pertanto, fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge
109/94 e successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della
legge 20/03/1865 n. 2248 all. F;
l) dichiara di avere tenuto conto, nel formulare la propria
offerta, di eventuali maggiorazioni per lievitazione dei prezzi che
dovessero intervenire durante l’esecuzione dei lavori, rinunciando
fin d’ora a qualsiasi azione o eccezione in merito;
m) attesta di avere accertato l’esistenza e la reperibilita’ sul
mercato dei materiali e della mano d’opera da impiegare nei lavori,
in relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi;
n) indica il numero di fax al quale va inviata, ai sensi del DPR
403/1998, l’eventuale richiesta di cui all’articolo 10, comma 1-
quater della legge 109/94 e successive modificazioni;
o) (per le imprese che occupano non piu’ di 15 dipendenti e da 15
fino a 35 dipendenti che non abbiano effettuato nuove assunzioni
dopo il 18 gennaio 2000) dichiara la propria condizione di non
assoggettabilita’ agli obblighi di assunzioni obbligatorie di cui
alla legge 68/99;
4) dichiarazione con la quale il concorrente indica le lavorazioni
appartenenti alla categoria prevalente nonche’ quelle appartenenti
alle categorie diverse dalla prevalente ancorche’ subappaltabili
per legge che, ai sensi dell’articolo 18 della legge 55/90 e
successive modificazioni, intende eventualmente subappaltare o
concedere a cottimo o deve subappaltare o concedere in cottimo per
mancanza delle specifiche qualificazioni;
5) (nel caso di consorzi di cui all’articolo 10, comma 1, lettere
b) e c) della legge 109/94 e successive modificazioni):
dichiarazione che indichi per quali consorziati il consorzio
concorre e relativamente a questi ultimi consorziati opera il
divieto di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma; in caso
di aggiudicazione i soggetti assegnatari dell’esecuzione dei lavori
non possono essere diversi da quelli indicati.
6) (nel caso di associazione o consorzio o GEIE non ancora
costituiti): dichiarazioni, rese da ogni concorrente, attestanti:
a) a quale concorrente, in caso di aggiudicazione, sara’ conferito
mandato speciale con rappresentanza o funzioni di capo gruppo;
b) l’impegno, in caso di aggiudicazione, ad uniformarsi alla
disciplina vigente in materia di lavori pubblici con riguardo alle
associazioni temporanee o consorzi o GEIE;
7) (nel caso di associazione o consorzio o GEIE gia’ costituiti):
mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza conferito alla
mandataria per atto pubblico o scrittura privata autenticata,
ovvero l’atto costitutivo in copia autentica del consorzio o GEIE.
8)dichiarazioni bancarie sulla capacita’ finanziaria ed economica
in numero non inferiore a due;
9) quietanza del versamento ovvero fideiussione bancaria ovvero
polizza assicurativa originale relativa alla cauzione provvisoria
di cui al punto 8. del bando di gara valida per almeno centoottanta
giorni successivi al termine di cui al punto 6.1 del bando di gara;
essa e’ restituita ai concorrenti non aggiudicatari, dopo
l’aggiudicazione provvisoria, ed al concorrente aggiudicatario
all’atto della stipula del contratto; tali documentazioni devono
contenere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva
escussione del debitore principale e la loro operativita’ entro
quindici giorni a semplice richiesta scritta della stazione
appaltante;
10) dichiarazione di un istituto bancario, ovvero di una compagnia
di assicurazione contenente l’impegno a rilasciare, in caso di
aggiudicazione dell’appalto, a richiesta del concorrente, una
fideiussione bancaria ovvero una polizza assicurativa fideiussoria,
relativa alla cauzione definitiva, in favore della stazione
appaltante, valida fino a ……………..;
11) (per le imprese che occupano piu’ di 35 dipendenti e per le
imprese che occupano da 15 a 35 dipendenti che abbiano effettuato
una nuova assunzione dopo il 18 gennaio 2000) certificazione, in
data non anteriore al quella di pubblicazione del presente bando,
di cui all’art. 17 della legge n. 68/99 dal quale risulti
l’ottemperanza alle norme della suddetta legge.
12) (dopo l’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) certificato del casellario giudiziale o dei carichi pendenti
per ciascuno dei soggetti indicati dall’articolo 75, comma 1, lett.
b) e c).
Le dichiarazioni di cui ai punti 3) e 4) dovranno essere
sottoscritte dal legale rappresentante in caso di concorrente
singolo. Nel caso di concorrenti costituiti da imprese riunite o
associate o da riunirsi o da associarsi la medesima dichiarazione
deve essere prodotta da ciascun concorrente che costituisce o che
costituira’ l’associazione o il consorzio o il GEIE. Le
dichiarazioni possono essere sottoscritte anche da procuratori dei
legali rappresentanti ed in tal caso va trasmessa la relativa
procura. La documentazione di cui ai punti 9) ed 10) devono essere
uniche, indipendentemente dalla forma giuridica dell’unita’
concorrente.
La domanda e le dichiarazioni sostitutive ai sensi della legge 4
gennaio 1968, n. 15 e successive modificazioni devono essere
redatte preferibilmente in conformita’ al modello allegati) al
presente disciplinare.
La domanda, le dichiarazioni e le documentazioni di cui ai punti 1,
2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11 e 12, a pena di esclusione, devono
contenere quanto previsto nei predetti punti.
(fino all’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglia dei Ministri il 28 luglio
2000) La dichiarazione relativa al possesso dei requisiti di ordine
generale di cui all’articolo 17, comma 1, lettere a), b) e c) del
D.P.R. 34/2000 indicati alla lettera a) del punto 3 dovra’ essere
resa anche dai soggetti indicati nel terzo comma del suddetto
articolo 17 del D.P.R. 34/2000.
Nella busta “B” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i
seguenti documenti:
a) dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante o da suo
procuratore, contenente:
(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura):
l’indicazione dal prezzo globale, – inferiore al prezzo posto a
base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di
sicurezza di cui al punto 3.4. del bando – espresso in cifre ed in
lettere ed il conseguente ribasso percentuale, anch’esso espresso
in cifre ed in lettere, rispetto al suddetto prezzo posto a base di
gara, che il concorrente offre per l’esecuzione dei lavori; il
prezzo offerto deve essere determinato, ai sensi dell’art. 21,
commi 1 e 1-bis, della citata legge n. 109/94 e successive
modificazioni, mediante offerta a prezzi unitari compilata secondo
le norme e con le modalita’ previste nel presente disciplinare di
gara;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo) – (alternativa n. 1)
l’indicazione dal prezzo – inferiore al prezzo posto a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui
al punto 3.4. del bando – espresso in cifre ed in lettere ed il
conseguente ribasso percentuale, anch’esso espresso in cifre ed in
lettere, rispetto al suddetto prezzo posto a base di gara, che il
concorrente offre per l’esecuzione dei lavori; il prezzo offerto
deve essere determinato, ai sensi dell’art, 21, commi 1 e 1-bis,
della citata legge n. 109/94 e successive modificazioni, mediante
offerta a prezzi unitari compilata secondo le norme e con le
modalita’ previste nel presente disciplinare di gara;
– (alternativa n. 2) l’indicazione del massimo ribasso percentuale
del prezzo offerto rispetto all’importo dei lavori a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui
al punto 3.4. del bando;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) – (alternativa n. 1)
l’indicazione dal prezzo – inferiore al prezzo posto a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui
al punto 3.4. del presente bando – espresso in cifre ed in lettere
ed il conseguente ribasso percentuale, anch’esso espresso in cifre
ed in lettere, rispetto al suddetto prezzo posto a base di gara,
che il concorrente offre per l’esecuzione dei lavori; il prezzo
offerto deve essere determinato, ai sensi dell’art. 21, commi 1 e 1-
bis, della citata legge n. 109/94 e successive modificazioni,
mediante offerta a prezzi unitari compilata secondo le norme e con
le modalita’ previste nel presente disciplinare di gara;
– (alternativa n. 2) l’indicazione del massimo ribasso percentuale
sull’elenco prezzi posto a base di gara;
b) (nel caso di offerta a prezzi unitari) lista delle categorie di
lavorazioni e forniture previste per l’esecuzione dei lavori, messa
a disposizione del concorrente completata in ogni sua parte in base
alla quale e’ determinato il prezzo globale.
La lista e’ composta di sette colonne. Nella prima colonna e’
riportato il numero di riferimento dell’elenco delle descrizioni
delle vario lavorazioni e forniture previste in progetto, nella
seconda colonna la descrizione sintetica delle varie lavorazioni e
forniture, nella terza colonna le unita’ di misura, nella quarta
colonna il quantitativo previsto per ogni voce. I concorrenti
riporteranno, nella quinta e sesta colonna, i prezzi unitari che
offrono per ogni lavorazione e fornitura espressi in cifre nella
quinta colonna ed in lettere nella sesta colonna e, nelle settima
colonna i prodotti dei quantitativi indicati nella quarta colonna
per i prezzi indicati nella sesta.
(nel caso A: appalto con corrispettivo parte a corpo e parte a
misura) Si precisa che:
– la lista delle categorie di lavorazioni e forniture per
l’esecuzione dei lavori ha valore ai soli fini dell’aggiudicazione
e non anche per la determinazione del corrispettivo che rimane
stabilito per la parte a corpo nell’ammontare fisso ed invariabile
riportato in contratto;
– il concorrente ha l’obbligo di controllare le voci riportate
nella lista suddetta relativamente alla parte a corpo, previo
accurato esame degli elaborati progettuali comprendenti il computo
metrico ed il capitolato speciale d’appalto posti in visione dalla
stazione appaltante ed acquisibili; in esito a tale verifica il
concorrente e’ tenuto ad integrare o ridurre le quantita’ che
valuta carenti o eccessive ed a inserire le voci e le relative
quantita’ che ritiene mancanti, rispetto a quanto previsto negli
elaborati grafici e nel capitolato speciale, nonche’ negli altri
documenti che e’ previsto facciano parte del contratto, alle quali
applica i prezzi unitari che ritiene di offrire.
(nel case B: appalto con corrispettivo a corpo) Si precisa che:
– la lista delle categorie di lavorazioni e forniture per
l’esecuzione dei lavori ha valore ai soli fini dell’aggiudicazione
e non anche per la determinazione del corrispettivo che rimane
stabilito a corpo nell’ammontare fisso ed invariabile riportato in
contratto;
– il concorrente ha l’obbligo di controllare le voci riportate
nella lista suddetta previo accurato esame degli elaborati
progettuali e del capitolato speciale d’appalto posti in visione
dalla stazione appaltante ed acquisibili; in esito a tale verifica
il concorrente e’ tenuto ad integrare o ridurre le quantita’ che
valuta carenti o eccessive ed a inserire le voci e le relative
quantita’ che ritiene mancanti, rispetto a quanto previsto negli
elaborati grafici e nel capitolato speciale alle quali applica i
prezzi unitari che ritiene di offrire.
In calce all’ultima pagina della lista e’ indicato il prezzo
globale offerto, rappresentato dalla somma dei prodotti riportati
nella settima colonna, ed il conseguente ribasso percentuale
rispetto al prezzo posto a base di gara. Il prezzo globale ed i
ribasso sono espressi in cifre ed in lettere e vengono riportati
nella dichiarazione.
La lista deve essere sottoscritta in tutte le pagine dal legale
rappresentante del concorrente o da suo procuratore e non puo’
presentare correzioni che non siano da lui stesso confermante e
sottoscritte a pena di esclusione dell’offerta.
Qualora il concorrente sia costituito da associazione temporanea, o
consorzio o GEIE non ancora costituiti la dichiarazione di cui alla
lettera a) e la lista di cui alla lettera b) devono essere
sottoscritte da tutti i soggetti che costituiranno il concorrente.
La percentuale di ribasso sul prezzo posto a base di gara e’
determinato mediante la seguente operazione: r = (Pg-Po)/Pg dove
“r” indica la percentuale di ribasso, “Pg” l’importo a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui
al punto 3.4. del bando, “Po” il prezzo globale offerto;
L’aggiudicazione avviene in base al ribasso percentuale indicato in
lettere.
La stazione appaltante, dopo l’aggiudicazione definitiva e prima
della stipulazione del contratto, procede alla verifica dei
conteggi della lista delle categorie di lavorazione e forniture
previste per l’esecuzione dei lavori” tenendo per validi ed
immutabili le quantita’ ed i prezzi unitari offerti, espressi in
lettere, correggendo, ove si riscontrino errori di calcolo, i
prodotti e/o la somma. In caso di discordanza fra il prezzo
complessivo risultante da tale verifica e quello dipendente dal
ribasso percentuale offerto tutti i prezzi unitari offerti sono
corretti in modo costante in base alla percentuale di discordanza.
I prezzi unitari offerti dall’aggiudicatario costituiranno l’elenco
dei prezzi unitari contrattuali. In caso di discordanza fra prezzi
unitari offerti relativi a medesime categorie di lavorazioni o
forniture sara’ considerato prezzo contrattuale quello di importo
minore.
c) (nel caso di appalto di pari importo o superiore al controvalore
in euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909) le
giustificazione dei prezzi offerti relativi (nel caso di offerta a
prezzi unitari) alle voci n……… della “lista delle categorie
di lavorazioni e forniture per l’esecuzione dei lavori”
sottoscritte dal legale rappresentante del concorrente o da suo
procuratore;
(nel caso di offerta diversa da quella a prezzi unitari) alle voci
n…… dell’elenco dei prezzi unitari posti a base di gara
sottoscritte dal legale rappresentante del concorrente o da suo
procuratore.
In caso che i documenti di cui alle lettere a), b) ed c) siano
sottoscritte da un procuratore del legale rappresentante, va
trasmessa la relativa procura.
2. Procedura di aggiudicazione Il soggetto deputato
all’espletamento della gara ovvero la commissione di gara, il
giorno fissato al punto 6.4. del bando per l’apertura delle
offerte, in seduta pubblica, sulla base della documentazione
contenuta nelle offerte presentate, procede a:
a) verificare la correttezza formale delle offerte e della
documentazione ed in caso negativo ad escluderle dalla gara;
b) verificare che non hanno presentato offerte concorrenti che, in
base alla dichiarazione di cui al punto 3 dell’elenco dei documenti
contenuti nella busta A, sono fra di loro in situazione di
controllo ed in caso positivo ad escluderli entrambi dalla gara;
c) verificare che i consorziati – per conto dei quali i consorzi di
cui all’articolo 10, comma 1, lettere b) e c), della legge 109/94 e
successive modificazioni hanno indicato che concorrono – non
abbiano presentato offerta in qualsiasi altra forma ed in caso
positivo ad escludere il consorziato dalla gara;
d) a sorteggiare un numero pari al….. per cento del numero delle
offerte ammesse arrotondato all’unita’ superiore.
Ai concorrenti sorteggiati che non siano in possesso
dell’attestazione SOA, ai sensi dell’articolo 10 comma 1-quater,
della legge 109/94 e successive modificazioni – tramite fax inviato
al numero indicato alla lettera n) della dichiarazione di cui al
punto 3 dell’elenco dei documenti da inserire nella busta A – viene
richiesto di esibire, entro il termine perentorio di dieci giorni
dalla data della richiesta, la documentazione attestante il
possesso dei requisiti.
La documentazione da trasmettere e’ costituita:
a) per tutti i soggetti:
1) da un elenco dei lavori eseguiti nel quinquennio antecedente la
data del bando, corredato dai certificati di esecuzione dei lavori,
ovvero da copie degli stessi che la stazione appaltante valuta alla
luce delle corrispondenze fissate dalla apposita tabella
dell’allegato A al D.P.R. n. 34/2000, ovvero in alternativa, per i
soggetti aventi sede negli stati aderenti all’Unione Europea,
certificati attestanti l’iscrizione dei soggetti componenti il
concorrente negli albi o liste ufficiali del paese di residenza
sulla base del medesimo requisito richiesto alle imprese aventi
sede in Italia; nel caso il concorrente intende eseguire
direttamente le lavorazioni, previste nel bando di gara e che sono
appartenenti a categorie diverse da quella prevalente, per le quali
nella “tabella corrispondenze nuove e vecchie categorie”
dell’allegato A del D.P.R. 34/2000 e’ prescritta la qualificazione
obbligatoria, l’elenco deve comprendere lavori appartenenti alle
suddette categorie di importo adeguato a documentare i
corrispondenti requisiti di cui al D.P.R. 34/2000;
2) (nel caso di appalti di importo complessivo pari o inferiore a 2
miliardi) da un elenco dei lavori, appartenente alla categoria
indicata al punto 3.3. del bando, della cui condotta e’ stato
responsabile uno dei propri direttori tecnici nel quinquennio
antecedente la data del bando, corredato dai certificati di
esecuzione dei lavori, ovvero da copie degli stessi; tale elenco
deve essere presentato qualora il concorrente non possa o non
intenda documentare tramite l’elenco di cui al punto 1)
l’esecuzione di lavori appartenenti alle categorie indicate al
punto 3.3. del bando;
b) per le societa’ di capitali e le societa’ cooperative:
1) dalle copie dei bilanci, riclassificati in base alle normative
europee recepite nell’ordinamento italiano (articoli 2423 e
seguenti del codice civile), corredati dalle note integrative e
dalla relativa nota di deposito, riguardanti gli anni………..;
2) da un documento, che indichi la ripartizione della cifra
d’affari nelle eventuali varie attivita’ svolte dal concorrente nel
caso che la nota integrativa non riporti la suddetta ripartizione;
il documento deve essere corredato da una dichiarazione che ne
attesti la veridicita’ resa, ai sensi del combinato disposto
dell’articolo 4, della legge 15/68 e successive modificazioni e
dell’articolo 2 del DPR 403/98, dal presidente del collegio
sindacale, ovvero, in mancanza di tale organo, da un professionista
iscritto nel Registro dei revisori contabili di cui al decreto
legislativo 27/1/1992. n. 88;
3) da un documento, che indichi gli ammortamenti relativi alle
“attrezzature, mezzi d’opera ed equipaggiamento tecnico” e,
pertanto, esclusivamente al complesso dei beni che sono tipicamente
caratterizzati dall’essere destinati alla attivita’ di
realizzazione di lavori, nel caso che la nota integrativa non
riporti tali dati; il documento deve essere corredato da una
dichiarazione che ne attesti la veridicita’ resa, ai sensi del
combinato disposto dell’articolo 4, della legge 15/68 e successive
modificazioni e dell’articolo 2 del DPR 403/98, dal presidente del
collegio sindacale, ovvero, in mancanza di tale organo, da un
professionista iscritto nel Registro dei revisori contabili di cui
al decreto legislativo 27/1/1992. n.
88;
4) da un documento, che indichi il “numero medio dei dipendenti” e
la relativa ripartizione per categoria; nel caso che la nota
integrativa non riporti questi dati il documento deve essere
corredato da una dichiarazione che ne attesti la veridicita’ resa,
ai sensi del combinato disposto dell’articolo 4, della legge 15/68
e successive modificazioni e dell’articolo 2 del DPR 403/98, dal
presidente del collegio sindacale, ovvero, in mancanza di tale
organo, da un consulente del lavoro che rileva i dati del libro
paga, e, relativamente alle qualifiche dei singoli percepenti, dal
libro matricola;
c) per i consorzi di cooperative, i consorzi fra imprese artigiane
ed i consorzi stabili:
1) dalle copie dei bilanci, riclassificati in base alle normative
europee recepite nell’ordinamento italiano (articoli 2423 e
seguenti del codice civile), corredati dalle note integrative e
dalla relativa nota di deposito, riguardanti gli anni……..;
d) per le ditte individuali, le societa’ di persone, consorzi di
cooperative, i consorzi fra imprese artigiane e i consorzi stabili:
1) dalle copie delle dichiarazioni annuali IVA ovvero Modello Unico
corredati da relativa ricevuta di presentazione riguardanti gli
anni…………;
2) da un documento, che indichi la eventuale ripartizione
dell’importo complessivo della cifra d’affari nelle varie
attivita’;
il documento deve essere corredato da una dichiarazione che ne
attesti la veridicita’ resa, ai sensi del combinato disposto
dell’articolo 4, della legge 15/68 e successive modificazioni e
dell’articolo 2 del DPR 403/98, da un professionista iscritto nel
Registro dei revisori contabili di cui al decreto legislativo
27/1/1992, n. 88; al documento e’ allegato un prospetto delle
fatture relative all’attivita’ di costruzione;
3) da un documento, che indichi i dati relativi all’ammortamento
relativi alle “attrezzature, mezzi d’opera ed equipaggiamento
tecnico” e, pertanto, esclusivamente al complesso dei beni che sono
tipicamente caratterizzati dall’essere destinati alla attivita’ di
realizzazione di lavori; nel caso che le dichiarazioni non
riportino tali dati; il documento deve essere corredato da una
dichiarazione che ne attesti la veridicita’ resa, ai sensi del
combinato disposto dell’articolo 4, della legge 15/68 e successive
modificazioni e dell’articolo 2 del DPR 403/98, da un
professionista iscritto nel Registro dei revisori contabili di cui
al decreto legislativo 27/1/1992. n. 88;
4) da un documento relativo alla consistenza dell’organico e
l’eventuale ripartizione del costo dei dipendenti nelle varie
attivita’ svolte dal concorrente, corredato da una dichiarazione,
resa ai sensi dell’articolo 4, della legge 15/68 e successive
modificazioni e dell’articolo 2 del DPR 403/98, dal presidente del
collegio sindacale ovvero, in mancanza di tale organo, da un
consulente del lavoro che rileva i dati dal libro paga e,
relativamente alle qualifiche dei singoli percepenti, dal libro
matricola;
e) per i consorzi di cui all’art. 10, comma 1, lettere e) ed e-bis)
della legge 109/94 e successive modifiche, e per le societa’ fra
imprese riunite dei quali l’unita’ concorrente o uno dei soggetti
dell’unita’ concorrente fa parte:
1) dalle copie dei bilanci, riclassificati in base alle normative
europee recepite nell’ordinamento italiano (articoli 2423 e
seguenti del codice civile), corredati dalla relativa nota di
deposito;
f) per tutti i soggetti:
1) dalle copie degli eventuali contratti di noleggio o di locazione
finanziaria relativi alle “attrezzature, mezzi d’opera ed
equipaggiamento tecnico”;
2) da un documento, relativo all’ammortamento figurativo di cui
all’articolo 18, comma 8 del D.P.R. 34/2000; il documento deve
essere corredato da una dichiarazione che ne attesti la veridicita’
resa, ai sensi del combinato disposto dell’articolo 4, della legge
15/68 e successive modificazioni e dell’articolo 2 del DPR 403/98,
dal presidente del collegio sindacale ovvero, in mancanza di tale
organo, da un professionista iscritto nel Registro dei revisori
contabili di cui al decreto legislativo 27/1/1992, n. 88;
I documenti sono redatti nelle forme di cui alla legge 4 gennaio
1968, n. 15 e successive modificazioni e preferibilmente in
conformita’ dei modelli allegati al presente disciplinare e sono
sottoscritti dal legale rappresentante o da un suo procuratore ed
in tal caso va trasmessa la relativa procura.
I concorrenti hanno la facolta’ di non trasmettere tutti o parte
dei suddetti documenti nel caso che questi siano gia’ in possesso
della stazione appaltante che ha indetto la gara, o di una sua
articolazione territoriale, siano in corso di validita’ e siano
stati verificati positivamente. In sostituzione i concorrenti
devono trasmettere una dichiarazione, redatta preferibilmente in
conformita’ al modello allegato al presente disciplinare, che
attesti le suddette condizioni.
Si precisa in particolare che:
a) la cifra d’affari relativa all’attivita’ diretta e’ pari:
1) per le societa’ di capitali e societa’ cooperative: all’importo
della voce A (valore della produzione) somma algebrica degli
importi delle voci A1 (ricavi delle vendite e delle prestazioni),
A2 (variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione,
semilavorati e finiti), A3 (variazione dei lavori in corso di
ordinazione) e A4 (incremento di immobilizzazioni per lavori
interni) del conto economico, redatto ai sensi dell’articolo 2425
del C.C.;
nel caso la societa’ svolge una pluralita’ di attivita’ l’eventuale
ripartizione dell’importo della cifra d’affari fra le varie
attivita’ e’ rilevata dai dati indicati nella nota integrativa,
redatta ai sensi dell’articolo 2427 del C.C., punto 10,
“ripartizione dei ricavi delle vendite e delle prestazioni secondo
la categoria di attivita’” ovvero dal documento sottoscritto dal
legale rappresentante di cui alla lettera b), punto 2, dell’elenco
dei documenti;
2) per le ditte individuali, le societa’ di persone, i consorzi di
cooperative, i consorzi fra imprese artigiane, i consorzi stabili:
all’importo, della voce “volume d’affari Iva” decurtato della voce
“cessione di beni ammortizzabili e passaggi interni” per il periodo
che va fino all’esercizio dell’anno 1997; in alternativa, a partire
dall’esercizio 1997, la cifra d’affari in lavori e’ pari alla somma
algebrica delle voci “ricavi delle vendite e delle prestazioni”,
“variazioni delle rimanenze”, “variazioni dei lavori in corso di
ordinazione” e “incrementi di immobilizzazioni per lavori interni”
del quadro IQ o RQ (determinazione dell’IRAP) della dichiarazione
dei redditi; nel caso la societa’ svolge una pluralita’ di
attivita’ l’eventuale ripartizione dell’importo della “cifra
d’affari” fra le varie attivita’ e’ rilevata dal documento
sottoscritto dal legale rappresentante di cui alla lettera d),
punto 2 dell’elenco dei documenti;
b) la cifra d’affari relativa all’attivita’ indiretta e’ pari per
qualsiasi soggetto, in proporzione alle quote di partecipazione del
soggetto al consorzio o societa’ consortile, all’importo della voce
A (valore della produzione) somma algebrica degli importi delle
voci A1 (ricavi delle vendite e delle prestazioni), A2 (variazioni
delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e
finiti), A3 (variazione dei lavori in corso di ordinazione)e A4
(incremento di immobilizzazioni per lavori interni) del conto
economico, dei bilanci dei suddetti consorzi o societa’;
c) l’ammortamento e’ pari:
1) per i soggetti tenuti alla redazione del bilancio: all’importo
della voce B10, punto b), del conto economico per la parte relativa
all’ammortamento delle attrezzature, mezzi d’opera ed
equipaggiamento tecnico, come risultante dal prospetto predisposto
nella nota integrativa ai sensi dell’articolo 2427, punto 2), del
codice civile – ovvero all’importo indicato nel documento di cui
alla lettera b), punto 3 dell’elenco dei documenti – sommato
all’importo dei canoni di locazione e di noleggio relativi alle
attrezzature, mezzi d’opera ed equipaggiamento tecnico, come
rispettivamente risultanti dalle copie dei contratti di noleggio e
di locazione finanziaria e documentazione di cui alla lettera f),
dell’elenco dei documenti e all’importo degli ammortamenti
figurativi come risultanti dalle copie dei bilanci;
2) per i soggetti non tenuti alla redazione del bilancio:
all’importo delle voci “ammortamento delle immobilizzazioni
materiali” (RA69, RA68, RA83, A116, RB17, B17, B27, RF66, RF65,
RF83, F82, F88, RG17, G17, G27 delle dichiarazioni dei redditi dei
vari anni) per la parte relativa all’ammortamento delle
attrezzature, mezzi d’opera ed equipaggiamento tecnico, come
risultante dal documento di cui lettera d), punto 3, dell’elenco
dei documenti, sommati all’importo dei canoni di locazione
finanziaria e di noleggio relativi alle attrezzature, mezzi d’opera
ed equipaggiamento tecnico, nonche’ degli ammortamenti figurativi
come rispettivamente risultanti dalle copie autenticate dei
contratti di noleggio e di locazione e documentazione di cui alla
lettera f), dell’elenco dei documenti;
d) il costo per il personale dipendente e’ pari:
1) per i soggetti tenuti alla redazione del bilancio: all’importo
della voce B9, costo per il personale (somma delle voci B9a, salari
e stipendi, B9b, oneri sociali B9c, trattamento di fine rapporto e
B9d, trattamento di quiescenza e simili) del conto economico; la
ripartizione di tale costo per categoria va fatta in proporzione
alla ripartizione del numero medio dei dipendenti per categoria
risultante dalla nota integrativa redatta in conformita’ della art.
2427 del codice civile, punto 15, ovvero come risultante dal
documento di cui alla lettera b), punto 4, dell’elenco dei
documenti;
2) per i soggetti non tenuti alla redazione del bilancio:
all’importo della voce “totale retribuzioni esposte ai fini
previdenziali”(RA66, RA81, A81, A114, RB15, B15, B21, RF63, RF81,
F80, F86, RG15, G15, G21, RA67, RF64, risultante dalla
dichiarazione dei redditi presentate nei vari anni; la ripartizione
di tale voce per categoria e’ quella risultante dal documento di
cui alla lettera d), punto 4, dell’elenco dei documenti;
La stazione appaltante, ai sensi dell’articolo 11 del DPR 403/98,
procede, altresi’, con riferimento ai medesimi concorrenti
individuati con il sorteggio sopra indicato e nello stesso tempo in
cui essi trasmettono i documenti al controllo della veridicita’
delle dichiarazioni, contenute nella busta A, attestanti il
possesso dei requisiti generali.
Il soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero la
commissione di gara, il giorno fissato al punto 6.4. del bando per
la seconda seduta pubblica, procede:
a) all’esclusione dalla gara dei concorrenti per i quali non
risulti confermato il possesso dei requisiti generali;
b) esclusione dalla gara dei concorrenti che non abbiano trasmesso
la documentazione di prova della veridicita’ della dichiarazione
del possesso dei requisiti speciali, contenuta nella busta A,
ovvero le cui dichiarazioni non siano confermate;
c) alla comunicazione di quanto avvenuto agli uffici della stazione
appaltante, cui spetta provvedere all’escussione della cauzione
provvisoria, alla segnalazione, ai sensi dell’articolo 10, comma 1-
quater, del fatto all’Autorita’ per la vigilanza sui lavori
pubblici, nonche’ all’eventuale applicazione delle norme vigenti in
materia di false dichiarazioni.
(nel caso di appalto di importo inferiore al controvalore in euro
di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909) Il soggetto deputato
all’espletamento della gara ovvero la commissione di gara procede
poi all’apertura delle buste “B-offerta economica” presentate dai
concorrenti non esclusi dalla gara ed all’aggiudicazione
provvisoria dell’appalto ai sensi dell’articolo 21, comma 1-bis,
della legge 109/94 e successive modificazioni e della
determinazione assunta dall’Autorita’ per la vigilanza sui lavori
pubblici in materia di offerte di ribasso anormalmente basse
pubblicata nella G.U.R.I. n. 24 del 31 gennaio 2000. Le medie sono
calcolate fino alla terza cifra decimale arrotondate all’unita’
superiore qualora la quarta cifra decimale sia pari o superiore a
cinque. Qualora l’aggiudicatario provvisorio ed il secondo in
graduatoria non siano compresi fra i concorrenti sorteggiati, si
applicano le disposizioni di cui all’articolo 10, comma 1-quater,
ultimo periodo ed nel caso che anche la seconda eventuale
aggiudicazione non dia esito positivo la stazione appaltante ha la
facolta’ di procedere alla determinazione di una nuova media oppure
di dichiarare deserta la gara alla luce degli elementi economici
desumibili dalla nuova media.
(nel caso di appalto di importo pari o superiore al controvalore in
euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909) Il soggetto deputato
all’espletamento della gara ovvero la commissione di gara procede
poi all’apertura delle buste “B-offerta economica” presentate dai
concorrenti non esclusi dalla gara e procede, ai sensi
dell’articolo 21, comma 1-bis, della legge 109/94 e successive
modificazioni e della determinazione assunta dall’Autorita’ per la
vigilanza sui lavori pubblici in materia di offerte di ribasso
anormalmente basse pubblicata nella G.U.R.I. n. 24 del 31 gennaio
2000, alla determinazione della soglia di anomalia delle offerte,
alla individuazione di quelle che superano la detta soglia, alla
sospensione della seduta ed alla comunicazione dei nominativi al
responsabile del procedimento. Questi, avvalendosi anche di
organismi tecnici della stazione appaltante, esamina, ai sensi del
suddetto articolo 21, comma 1-bis, le giustificazioni presentate
dai concorrenti, valuta la congruita’ delle offerte e comunica le
decisioni al soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero
alla commissione di gara che, alla riapertura della seduta
pubblica, pronuncia l’esclusione delle offerte ritenute non congrue
e procede all’aggiudicazione provvisoria dell’appalto all’offerta
di maggior ribasso che sia stata ritenuta congrua.
L’aggiudicazione definitiva avviene, comunque, a seguito di
dimostrazione del possesso dei requisiti economico-finanziari e
tecnico-organizzativi dichiarati in sede di offerta. In caso che
tale dimostrazione non sia fornita si applicano le dipsosizioni di
cui all’articolo 10, comma 1-quater.
I concorrenti, ad eccezione dell’aggiudicatario, possono chiedere
alla stazione appaltante la restituzione della documentazione
presentata al fine della partecipazione alla gara.
La stipulazione del contratto e’, comunque, subordinata al positivo
esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia
di lotta alla mafia.
BOZZA DI BANDO DI GARA LICITAZIONE PRIVATA
1. STAZIONE APPALTANTE: (indicare denominazione, indirizzo,
indirizzo telegrafico, numero di telefono, telex e telefax) 2.
PROCEDURA DI GARA: licitazione privata ai sensi della legge
109/1994 e successive modificazioni;
3. LUOGO, DESCRIZIONE, IMPORTO DEI LAVORI E MODALITA’ DI PAGAMENTO
DELLE PRESTAZIONI:
3.1. luogo di esecuzione:
3.2. descrizione:
3.3. importo complessivo dell’appalto (compresi oneri per la
sicurezza): lire (in cifre e lettere)…….. (euro……..) di cui
(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura) a corpo
lire…….. (euro………..) …….e a misura lire (in cifre e
lettere)…….. (euro…….);
categoria prevalente……..;
classifica…………..;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo);
a corpo lire (in cifre e lettere)……..(euro……..);
categoria prevalente………;
classifica…………..;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) a misura lire (in
cifre e lettere)………(euro…….);
categoria prevalente………….;
classifica.. …….;
3.4. oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti
a ribasso: lire (in cifre e lettere)……….euro……..;
3.5. lavorazioni di cui si compone l’intervento:
Lavorazione CategoriaImporto
(lire) (euro)

(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura) a corpo ed a
misura ai sensi di quanto previsto dal combinato disposto degli
articoli 19, comma 4, 21, comma 1, lettera c), della legge 109/94 e
successive modificazioni;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo) a corpo ai sensi di
quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 19, comma 4,
21, comma 1, lettera b), della legge 109/94 e successive
modificazioni;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) a misura ai sensi di
quanto previsto dal combinato disposto degli articoli 19, comma 4,
21, comma 1, lettera c), della legge 109/94 e successive
modificazioni;
4. TERMINE DI ESECUZIONE: giorni (………….) naturali e
consecutivi decorrenti dalla data di consegna dei lavori;
5. SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA:
concorrenti di cui all’art. 10, comma 1, della legge 109/94 e
successive modificazioni, costituite da imprese singole o imprese
riunite o consorziate, ai sensi degli articoli 93, 94, 95, 96 e 97
del D.P.R. n. 554/1999, ovvero da imprese che intendano riunirsi o
consorziarsi ai sensi dell’articolo 13, comma 5. della legge 109/94
e successive modificazioni, nonche’ concorrenti con sede in altri
stati membri dell’Unione Europea alle condizioni di cui
all’articolo 3, comma 7, del D.P.R. n. 34/2000;
6. DOMANDA DI PARTECIPAZIONE: La domanda di partecipazione deve
essere inviata, a mezzo raccomandata A.R. del servizio postale,
ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, all’indirizzo di
cui al punto 1. del presente bando e pervenire, a pena di
esclusione, entro le ore……. del giorno……; e’ altresi’
possibile la consegna a mano della domanda, dalle ore…. alle
ore…. dei tre giorni antecedenti il suddetto termine perentorio,
all’ufficio della stazione appaltante sito in via…. che ne
rilascera’ apposita ricevuta. Sull’esterno della busta dovra’
essere riportata l’indicazione del mittente nonche’ la dicitura
“Richiesta di invito alla licitazione privata per…….”. La
domanda deve essere sottoscritta, a pena di esclusione, da persona
abilitata ad impegnare il concorrente e deve riportare l’indirizzo
di spedizione, il codice fiscale e/o partita IVA, il numero del
telefono e del fax. In caso di associazione temporanea o consorzio
gia’ costituito, alla domanda deve essere allegato, in copia
autentica, il mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza
conferito alla mandataria o l’atto costitutivo del consorzio; in
mancanza la domanda deve essere sottoscritta dai rappresentanti di
tutte le imprese associate o consorziate ovvero da associarsi o
consorziarsi. Alla domanda, in alternativa all’autenticazione della
sottoscrizione, deve essere allegata, a pena di esclusione, copia
fotostatica di un documento di identita’ del sottoscrittore.
Alla domanda va acclusa, a pena di esclusione:
1) una dichiarazione sostitutiva ai sensi della legge 15/68 e del
D.P.R. 403/98, o piu’ dichiarazioni ai sensi di quanto previsto
successivamente, ovvero, per i concorrenti non residenti in Italia,
dichiarazione idonea equivalente, secondo la legislazione dello
stato di appartenenza, con la quale il legale rappresentante del
concorrente assumendosene la piena responsabilita’:
a. (fino all’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) certifica, indicandole specificatamente, di trovarsi in tutte
le condizioni previste dall’articolo 17, comma 1, lettere a), b),
c), d), e), f), g), h), i), l), m), del D.P.R. 34/2000;
(dopo l’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R.
m 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio 2000)
certifica, indicandole specificatamente, di non trovarsi nelle
condizioni previste nell’articolo 75, comma 1, lettere a), d), e),
f), g), e h) del D.P.R. n. 554/99;
b. dichiara di essere in possesso dell’attestato SOA per categorie
ed importi adeguati all’appalto da aggiudicare ovvero di possedere
i requisiti di cui al punto 10. del presente bando;
c. elenca le imprese (denominazione, ragione sociale e sede)
rispetto alle quali si trova in situazioni di controllo o come
controllante o come controllato ai sensi dell’articolo, 2359 del
codice civile; tale dichiarazione deve essere resa anche se
negativa;
d. (per le imprese che occupano non piu’ di 15 dipendenti e da 15 a
35 dipendenti che non abbiano effettuato nuove assunzioni dopo il
18 gennaio 2000) dichiara la propria condizione di non
assoggettabilita’ agli obblighi di assunzioni obbligatorie di cui
alla legge 68/99;
2) (fino all’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) una dichiarazione o piu’ dichiarazioni sottoscritta/e dai
soggetti indicati all’articolo 17, comma 3 del DPR 34/2000
attestante il possesso dei requisiti di cui al medesimo articolo
17, comma 1, lettere a), b) e c);
3) (dopo l’entrata in vigore del regolamento recante modiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) certificato del casellario giudiziale o dei carichi pendenti
per ciascuno dei soggetti indicati dall’articolo 75, comma 1, lett.
b) e c).
4) (per le imprese che occupano piu’ di 35 dipendenti e per le
imprese che occupano da 15 a 35 dipendenti che abbiano effettuato
una nuova assunzione dopo il 18 gennaio 2000) certificazione, in
data non anteriore a quella della data di pubblicazione del
presente bando, di cui all’art. 17 della legge n.
68/99 dalla quale risulti l’ottemperanza alle norme della suddetta
legge.
5) (nel caso di consorzi di cui all’articolo 10, comma 1., lettere
b) e c) della legge 109/94 e successive modificazioni)
dichiarazione con cui si indica per quali consorziati il consorzio
concorre e relativamente a questi ultimi consorziati opera il
divieto di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma.
La dichiarazione di cui alla lettera a) deve essere sottoscritta
dal legale rappresentante in caso di concorrente singolo. Nel caso
di concorrente costituito da imprese riunite o da riunirsi o da
associarsi, la medesima dichiarazione deve essere prodotta da
ciascuna concorrente che costituisce o che costituira’
l’associazione o il consorzio o il GEIE. Le dichiarazioni possono
essere sottoscritte anche da procuratori dei legali rappresentanti
ed in tal caso va trasmessa la relativa procura.
7. TERMINE DI SPEDIZIONE DEGLI INVITI: l’invito a presentare
offerta contenente le norme per la partecipazione alla gara e per
l’aggiudicazione dell’appalto e’ inviato ai concorrenti
prequalificati entro giorni………….. dalla data del presente
bando.
8. CAUZIONE: l’offerta dei concorrenti deve essere corredata:
a) da una cauzione provvisoria, pari al 2% (due per cento)
dell’importo dei lavori e forniture costituita alternativamente:
– da versamento in contanti o in titoli del debito pubblico
presso……….;
– da fideiussione bancaria o polizza assicurativa, avente validita’
per almeno 180 giorni dalla data di presentazione dell’offerta; b)
dichiarazione di un istituto bancario, ovvero di una compagnia di
assicurazione, contenente l’impegno a rilasciare, in caso di
aggiudicazione dell’appalto, a richiesta del concorrente, una
fideiussione bancaria o polizza assicurativa fideiussoria, relativa
alla cauzione definitiva, in favore della stazione appaltante
valida fino a …………
9. FINANZIAMENTO:
10. CONDIZIONI MINIME DI CARATTERE ECONOMICO E TECNICO NECESSARIE
PER LA PARTECIPAZIONE: i concorrenti devono possedere:
(nel caso di concorrenti in possesso dell’attestato SOA)
attestazione rilasciata da societa’ di attestazione (SOA) di cui al
D.P.R. 34/2000 regolarmente autorizzata in corso di validita’; le
categorie e le classifiche per le quali l’impresa e’ qualificata
devono essere adeguate alle categorie ed importi relativi ai lavori
da appaltare;
(nel caso di appalto di importo complessivo superiore a 40
miliardi) una cifra d’affari in lavori non inferiore a 3 volte
l’importo complessivo a base di gara;
(nel caso di concorrenti non in possesso dell’attestato SOA) (nel
caso di appalti di importo superiore a 150.000 euro (lire
290.440.500) e inferiore al controvalore in euro di 5.000.000 di
DSP (lire 10.374.830.909 e comunque limitatamente ai bandi
pubblicati entro il 31 dicembre 2001) i requisiti di cui
all’articolo 31 del D.P.R. 34/2000 in misura non inferiore a quanto
previsto dal medesimo articolo 31, commi 1 e 2;
(nel caso di appalti di importo pari o superiore al controvalore in
euro di 5.000.000 di DSP (lire 10.374.830.909) e comunque
limitatamente ai bandi pubblicati entro il 28 febbraio 2001) i
requisiti di cui all’articolo 32 del D.P.R. 34/2000 in misura non
inferiore a quanto previsto dal medesimo articolo 32, commi 2 e 3.
11. CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE:
(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura):
massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo
complessivo dei lavori a base di gara; il prezzo offerto deve
essere determinato mediante offerta a prezzi unitari ai sensi
dell’art. 21, commi 1 e 1-bis, della citata legge n.109/94 e
successive modificazioni; l’offerta a prezzi unitari deve essere
compilata secondo le norme e con le modalita’ previste nella
lettera di invito;
il prezzo offerto deve essere, comunque, inferiore a quello posto a
base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di
sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando;
(Caso B: appalto con corrispettivo a corpo) – (alternativa n. 1)
massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo
complessivo dei lavori a base di gara; il prezzo offerto deve
essere determinato mediante offerta a prezzi unitari ai sensi
dell’art. 21, commi 1 e 1-bis, della citata legge n.109/94 e
successive modificazioni; l’offerta a prezzi unitari deve essere
compilata secondo le norme e con le modalita’ previste dalla
lettera di invito;
il prezzo offerto deve essere, comunque, inferiore a quello posto a
base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di
sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando;
– (alternativa n. 2) massimo ribasso percentuale del prezzo offerto
rispetto all’importo complessivo dei lavori a base di gara al netto
degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto
3.4. del presente bando;
(Caso C: appalto con corrispettivo a misura) – (alternativa n. 1)
massimo ribasso percentuale del prezzo offerto rispetto all’importo
complessivo dei lavori a base di gara; il prezzo offerto deve
essere determinato mediante offerta a prezzi unitari ai sensi
dell’art. 21, commi 1 e 1-bis, della, citata legge n. 109/94 e
successive modificazioni; l’offerta a prezzi unitari deve essere
compilata secondo le norme e con le modalita’ previste nella
lettera di invito;
il prezzo offerto deve essere, comunque, inferiore a quello posto a
base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di
sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando;
– (alternativa n. 2) massimo ribasso percentuale sull’elenco prezzi
posto a base di gara;
12. VARIANTI: non sono ammesse offerte, in varianti;
13. ALTRE INFORMAZIONI:
a) (fino all’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio
2000) non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti privi dei
requisiti generali di cui all’articolo 17 del D.P.R. n. 34/2000 e
di cui alla legge n.68/99;
(dopo l’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R.
n. 554/99 approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio 2000)
non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti privi dei
requisiti generali di cui all’articolo 75 del D.P.R. n. 554/99 e di
cui alla legge n. 68/99;
b) (nel caso di appalti di importo inferiore al controvalore in
euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909) si procedera’
all’esclusione automatica delle offerte anormalmente basse secondo
le modalita’ previste dall’articolo 21, comma 1-bis, della legge
109/94 e successive modificazioni; nel caso di offerte in numero
inferiore a cinque non si procede ad esclusione automatica ma la
stazione appaltante ha comunque la facolta’ di sottoporre a
verifica le offerte ritenute anormalmente basse;
(nel caso di appalti di importo pari o superiore al controvalore in
euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909) si procedera’ alla
verifica delle offerte anormalmente basse secondo le modalita’
previste dall’articolo 21, comma 1-bis, della legge 109/94 e
successive modificazioni; nel caso di offerte in numero inferiore a
cinque la stazione appaltante ha comunque la facolta’ di sottoporre
a verifica le offerte ritenute anormalmente basse;
c) si procedera’ all’aggiudicazione anche in presenza di una sola
offerta valida, sempreche’ sia ritenuta congrua e conveniente;
d) in caso di offerte uguali si procedera’ per sorteggio;
e) l’aggiudicatario deve prestare cauzione definitiva nella misura
e nei modi previsti dall’articolo 30, comma 2, della legge 109/94 e
successive modificazioni;
f) si applicano le disposizioni previste dall’articolo 8, comma 11-
quater, della legge 109/94 e successive modificazioni;
g) le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e
l’offerta devono essere in lingua italiana o corredati di
traduzione giurata;
h) nel caso di concorrenti costituiti ai sensi dell’art. 10, comma
1, lettere d), e) ed e-bis), della legge 109/94 e successive
modificazioni i requisiti di cui al punto 10. del presente bando
devono essere posseduti, nella misura di cui all’articolo 95, comma
2, del D.P.R. 554/1999 qualora associazioni di tipo orizzontale, e,
nella misura di cui all’articolo 95, comma 3. del medesimo D.P.R.
qualora associazioni di tipo verticale;
i) gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato
membro dell’Unione Europea, qualora espressi in altra valuta,
dovranno essere convertiti in lire italiane adottando il valore
dell’euro;
j) i corrispettivi saranno pagati con le modalita’ previste
dall’articolo del capitolato speciale d’appalto;
k) (caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura) la
contabilita’ dei lavori sara’ effettuata, ai sensi del titolo XI
del D.P.R. 554/1999, per la parte dei lavori a corpo, sulla base
delle aliquote percentuali di cui all’articolo 45, comma 6, del
suddetto D.P.R. applicate al relativo prezzo offerto e, per la
parte dei lavori a misura, sulla base dei prezzi unitari
contrattuali; agli importi degli stati di avanzamento (SAL) sara’
aggiunto, in proporzione dell’importo dei lavori eseguiti,
l’importo degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di
cui al punto 3.4. del presente bando; le rate di acconto saranno
pagate con le modalita’ previste dall’articolo…. del capitolato
speciale d’appalto;
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo) la contabilita’ dei
lavori sara’ effettuata, ai sensi del titolo XI del D.P.R.
554/1999, sulla base delle aliquote percentuali di cui all’articolo
45, comma 6, del suddetto D.P.R. applicate all’importo contrattuale
pari al prezzo offerto aumentato dell’importo degli oneri per
l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4.
del presente bando; le rate di acconto saranno pagate con le
modalita’ previste dall’articolo….. del capitolato speciale
d’appalto;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) – (alternativa n. 1)
la contabilita’ dei lavori sara’ effettuata, ai sensi del titolo XI
del D.P.R. 554/1999, sulla base dei prezzi unitari contrattuali;
agli importi degli stati di avanzamento (SAL) sara’ aggiunto, in
proporzione dell’importo, dei lavori eseguiti, l’importo degli
oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui al punto 3.4.
del presente bando; le rate di acconto saranno pagate con le
modalita’ previste dall’articolo….. del capitolato speciale
d’appalto;
– (alternativa n. 2) la contabilita’ dei lavori sara’ effettuata,
ai sensi del titolo XI del D.P.R. 554/1999, sulla base dei prezzi
unitari di progetto; agli importi degli stati di avanzamento (SAL)
verra’ detratto l’importo conseguente al ribasso offerto calcolato,
per fare in modo che l’importo degli oneri per l’attuazione dei
piani di sicurezza di cui al punto 3.4. del presente bando non sia
assoggettato a ribasso, con la seguente formula [SAL *(1-IS) *R]
(dove SAL = Importo stato di avanzamento; IS = Importo oneri di
sicurezza/Importo complessivo dei lavori; R = Ribasso offerto); le
rate di acconto saranno pagate con le modalita’ previste
dall’articolo del capitolato speciale d’appalto;
l) gli eventuali subappalti saranno disciplinati ai sensi delle
vigenti leggi;
m) i pagamenti relativi ai lavori svolti dal subappaltatore o
cottimista verranno effettuati dall’aggiudicatario, che e’
obbligato a trasmettere, entro venti giorni dalla data di ciascun
pagamento effettuato, copia delle fatture quietanzate con
l’indicazione delle ritenute a garanzie effettuate;
n) la stazione appaltante si riserva la facolta’ di applicare le
disposizioni di cui all’articolo 10, comma 1-ter, della legge
109/94 e successive modificazioni;
o) (alternativa n. 1) tutte le controversie derivanti dal contratto
sono deferite alla competenza arbitrale ai sensi dell’articolo 32
della legge 109/94 e successive modificazioni;
– (alternativa n. 2) e’ esclusa la competenza arbitrale;
p) responsabile del procedimento: (deve essere un tecnico);
via………..; tel…………;
14. (nel caso di appalti di importo pari o superiore al
controvalore in euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909)
AVVISO DI PREINFORMAZIONE NELLA GUCE: data dell’avviso o menzione
della sua mancata pubblicazione;
15. (nel caso di appalti di importo pari o superiore al
controvalore in euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909) DATA
DI SPEDIZIONE DEL BANDO DI GARA:
16. (nel caso di appalti di importo pari o superiore al
controvalore in euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909) DATA
DI RICEVIMENTO DEL BANDO DI GARA DA PARTE DELL’UFFICIO DELLE
PUBBLICAZIONI UFFICIALI DELLE COMUNITA’ EUROPEE:
17. (nel caso di appalti di importo pari o superiore al
controvalore in euro di 5 milioni di DSP (Lire 10.374.830.909) e
sempre che esso rientri nel campo di applicazione dell’accordo
sugli appalti pubblici che figura nell’allegato 4 dell’accordo che
istituisce l’OMC – Decisione 94/800/CE del 22 dicembre 1994)
EVENTUALI INDICAZIONI DEL FATTO CHE L’APPALTO RIENTRA NEL CAMPO
D’APPLICAZIONE DELL’ACCORDO:
……… li’ …….
Il dirigente ……………………………..
BOZZA DI LETTERA DI INVITOAll’impresa ………………
Invito a licitazione privata Lavori
di………………………………………………….
………………………………………………………….
………………………………………………………….
Importo complessivo : lire…………euro……….(compresi oneri
per la sicurezza) Oneri per la sicurezza (non soggetti a ribasso
d’asta) Codesta impresa, essendo stata prequalificata, e’ invitata
a presentare offerta per l’affidamento dei lavori specificati in
oggetto.
Il bando di gara relativi ai lavori di che trattasi e’ stato
pubblicato in data………..sulla Gazzetta Ufficiale della
Repubblica Italiana e trasmesso all’Ufficio delle Pubblicazioni
Ufficiali della Comunita’ Europea in data…………
La licitazione avra’ luogo il giorno………. alle ore………,
presso……. e vi potranno partecipare i legali rappresentanti
delle imprese interessate ovvero persone munite di specifica
delega, loro conferita dai suddetti legali rappresentanti. Le
operazioni di licitazione potranno essere aggiornate ad altra ora o
ai giorni successivi.
L’offerta e’ valida per 180 giorni dalla data dell’esperimento
della gara.
Gli elaborati grafici, il computo metrico, il piano di sicurezza,
il capitolato speciale di appalto e lo schema di contratto, sono
visibili presso………. nei giorni……… e nelle
ore…………..; e’ possibile acquistarne una copia, fino a dieci
giorni antecedenti il termine di presentazione delle offerte,
presso…. sito in via….. nei giorni feriali dalle ore………
alle ore…….; ,sabato escluso, previo versamento di lire
………..; a tal fine gli interessati ne dovranno fare
prenotazione a mezzo fax inviato, 48 ore prima della data di
ritiro, alla stazione appaltante al numero di cui al punto 1. del
bando di gara.
(nel caso di offerta a prezzi unitari) Allegata alla presente
lettera di invito si trasmette la lista delle categorie di
lavorazioni e forniture previste per l’esecuzione dei lavori e
sulla base della quale dovra’ essere formulata l’offerta.
1. Modalita’ di presentazione delle offerte I plichi contenenti le
offerte e la relativa documentazione, pena l’esclusione dalla gara,
devono pervenire a mezzo di raccomandata del servizio postale,
ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, entro il termine
perentorio del………; e’ altresi’ facolta’ dei concorrenti la
consegna a mano dei plichi, dalle ore……. alle ore……… dei
tre giorni antecedenti il suddetto termine perentorio,
all’ufficio….. della stazione appaltante sito in via….. che ne
rilascera’ apposita ricevuta.
Il recapito tempestivo dei plichi rimane ad esclusivo rischio del
mittente.
I plichi devono idoneamente sigillati, controfirmati sui lembi di
chiusura, e devono recare all’esterno – oltre all’intestazione del
mittente, all’indirizzo dello stesso – le indicazioni relative
all’oggetto della gara, al giorno e all’ora dell’espletamento della
medesima.
I plichi devono contenere al loro interno due buste, a loro volta
sigillate con ceralacca e controfirmante sui lembi di chiusura,
recanti l’intestazione del mittente e la dicitura, rispettivamente
“A – Documentazione” e “B – Offerta economica”.
Nella busta “A” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i
seguenti documenti:
1) (nel caso concorrenti in possesso dell’attestato SOA)
attestazione (o copia autenticata) o, nel caso di concorrenti
costituiti da imprese riunite o associate o da riunirsi o da
associarsi, piu’ attestazioni (o copie autenticate), rilasciata/e
da societa’ di attestazione (SOA) di cui al D.P.R. 34/2000
regolarmente autorizzata in corso di validita’; le categorie e
classifiche devono essere adeguate alle categorie ed importi
relativi ai lavori da appaltare;
2) dichiarazione sostitutiva ai sensi della legge 15/68 e del
D.P.R. 403/98, o piu’ dichiarazioni ai sensi. di quanto previsto
successivamente, ovvero, per i concorrenti non residenti in Italia,
dichiarazione idonea equivalente, secondo la legislazione dello
stato di appartenenza, con la quale il legale rappresentante del
concorrente o suo procuratore assumendosene la piena
responsabilita’:
a) conferma le dichiarazioni rese nella domanda di partecipazione
alla gara;
b) attesta di aver preso esatta cognizione della natura
dell’appalto e di tutte le circostanze generali e particolari che
possono influire sulla sua esecuzione;
c) dichiara di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte
le norme e disposizioni contenute nel bando di gara, nel
disciplinare di gara, nello schema di contratto, nel capitolato
speciale d’appalto, nei piani di sicurezza, nei grafici di
progetto;
d) attesta di essersi recato sul posto dove debbono eseguirsi i
lavori;
e) attesta di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella
formulazione dell’offerta delle condizioni contrattuali e degli
oneri compresi quelli eventuali relativi alla raccolta, trasporto e
smaltimento dei rifiuti e/o residui di lavorazione nonche’ degli
obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in materia di
sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di
previdenza e assistenza in vigore nel luogo dove devono essere
eseguiti i lavori;
f) attesta di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le
circostanze generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed
eccettuata, che possono avere influito o influire sia sulla
esecuzione dei lavori, sia sulla determinazione della propria
offerta e di giudicare, pertanto, remunerativa l’offerta economica
presentata fatta salva l’applicazione delle disposizioni
dell’articolo 26 della legge 109/94;
g) attesta di avere effettuato uno studio approfondito del
progetto, di ritenerlo adeguato e realizzabile per il prezzo
corrispondente all’offerta presentata;
h) (nel caso A: corrispettivo a corpo e a misura) dichiara di
prendere atto che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate
nella “lista delle categoria di lavorazioni e forniture previste
per l’esecuzione dei lavori” relativamente alla parte a corpo non
ha valore negoziale essendo il prezzo, determinato attraverso la
stessa, fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge
10/194 e successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della
legge 20/03/1865 n. 2248 all. F;
i) (nel caso B: corrispettivo a corpo (alternativa n. 1) dichiara
di prendere atto che le indicazioni delle voci e quantita’
riportate nella “lista delle categoria di lavorazioni e forniture
previste per l’esecuzione dei lavori” non ha valore negoziale
essendo il prezzo, determinato attraverso la stessa, convenuto a
corpo e, pertanto, fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19,
della legge 109/94 e successive modificazioni e dell’art. 326,
comma 2, della legge 20/03/1865 n. 2248 all. F;
j) dichiara di avere tenuto conto, nel formulare la propria
offerta, di eventuali maggiorazioni per lievitazione dei prezzi che
dovessero intervenire durante l’esecuzione dei lavori, rinunciando
fin d’ora a qualsiasi azione o eccezione in merito;
k) attesta di avere accertato l’esistenza e la reperibilita’, sul
mercato dei materiali e della mano d’opera da impiegare nei lavori,
in relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi;
l) indica a quale numero di fax va inviata ai sensi del D.P.R.
513/1997 e 403/1998, l’eventuale richiesta di cui all’articolo 10,
comma 1-quater, della legge 109/94 e successive modificazioni;
3) dichiarazione con la quale il concorrente indica le lavorazioni
appartenenti alla categoria prevalente nonche’ quelle appartenenti
alle categorie diverse dalla prevalente ancorche’ subappaltabili
per legge che, ai sensi dell’articolo 18 della legge 55/90 e
successive modificazioni intende subappaltare o concedere a cottimo
o deve subappaltare o concedere in cottimo per mancanza delle
specifiche qualificazioni;
4) quietanza del versamento ovvero fideiussione bancaria ovvero
polizza originale relativa alla cauzione provvisoria di cui al
punto 8. del bando di gara valida per almeno centoottanta giorni
dalla data di presentazione dell’offerta; essa e’ restituita ai
concorrenti non aggiudicatari, dopo l’aggiudicazione provvisoria,
ed al concorrente aggiudicatario all’atto della stipula del
contratto; tali documentazioni devono contenere espressamente la
rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore
principale e la loro operativita’ entro quindici giorni a semplice
richiesta scritta della stazione appaltante;
5) dichiarazione di un istituto bancario, ovvero di una compagnia
di assicurazione contenente l’impegno a rilasciare, in caso di
aggiudicazione dell’appalto, a richiesta del concorrente, una
fideiussione bancaria ovvero una polizza assicurativa fideiussoria,
relativa alla cauzione definitiva, in favore della stazione
appaltante, valida fino a …………….;
6) (in caso di associazione o consorzio o GEIE non ancora
costituiti) dichiarazioni, rese da ogni concorrente, attestanti:
– a quale concorrente, in caso di aggiudicazione, sara’ conferito
mandato speciale con rappresentanza o funzioni di capogruppo –
l’impegno, in caso di aggiudicazione, ad uniformarsi alla
disciplina vigente in materia di lavori pubblici con riguardo alle
associazioni temporanee o consorzi o GEIE.
7) referenze bancarie rilasciate da almeno due istituti di credito
dei quali almeno uno di interesse nazionale;
Le dichiarazioni di cui ai punti 2) e 3) dovranno essere
sottoscritte dal legale rappresentante in caso di concorrente
singolo. Nel caso di concorrenti costituiti da imprese riunite o
associate o da riunirsi o da associarsi le medesime dichiarazioni
deve essere prodotta da ciascun concorrente che costituisce o che
costituira’ l’associazione o il consorzio o il GEIE. Le
dichiarazioni possono essere sottoscritte anche da procuratori dei
legali rappresentanti ed in tal caso va trasmessa la relativa
procura.
La documentazione di cui ai punti 4) ed 5) devono essere uniche,
indipendentemente dalla forma giuridica dell’unita’ concorrente.
La dichiarazione di cui al punto 2), e’ redatta nelle forme di cui
alla legge 4 gennaio 1968, n. 15 e successive modificazioni e
preferibilmente in conformita’ al modello allegato alla presente
lettera di invito.
Le dichiarazioni e le documentazioni di cui ai punti 1), 2), 3),
4), 5), 6), e 7), a pena di esclusione, devono contenere quanto
previsto dai suddetti numeri.
Nella busta B” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i
seguenti documenti:
a) dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante o da suo
procuratore:
(caso A: appalto con corrispettivo a corpo e a misura):
l’indicazione dal prezzo globale, inferiore al prezzo posto a base
di gara, espresso in cifre ed in lettere ed il conseguente ribasso
percentuale, anch’esso espresso in cifre ed in lettere, rispetto al
suddetto prezzo posto a base di gara che il concorrente offre per
l’esecuzione dei lavori; il prezzo offerto deve essere determinato
mediante offerta a prezzi unitari ai sensi dell’art. 21, commi 1 e
1-bis, della citata legge n.109/94 e successive modificazioni e
secondo le norme e con le modalita’ previste nella presente lettera
di invito.
(caso B: appalto con corrispettivo a corpo) – (alternativa n. 1)
l’indicazione dal prezzo – inferiore al prezzo posto a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui
al punto 3.4. del bando di gara, espresso in cifre ed in lettere ed
il conseguente ribasso percentuale, anch’esso espresso in cifre ed
in lettere, rispetto al suddetto prezzo posto a base di gara – che
il concorrente offre per l’esecuzione dei lavori; il prezzo offerto
deve essere determinato mediante offerta a prezzi unitari ai sensi
dell’art. 21, commi 1 e 1-bis, della citata legge n.109/94 e
successive modificazioni secondo le norme e con le modalita’
previste nella presente lettera di invito;
– (alternativa n. 2) l’indicazione del massimo ribasso percentuale
del prezzo offerto rispetto all’importo dei lavori a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui
al punto 3.4. del bando di gara;
(caso C: appalto con corrispettivo a misura) – (alternativa n. 1)
l’indicazione dal prezzo – inferiore al prezzo posto a base di
gara, espresso in cifre ed in lettere ed il conseguente ribasso
percentuale, anche’sso espresso in cifre ed in lettere, rispetto al
suddetto prezzo posto a base di gara – che il concorrente offre per
l’esecuzione dei lavori; il prezzo offerto deve essere determinato
mediante offerta a prezzi unitari, ai sensi dell’art. 21, commi 1 e
1-bis, della citata legge n.109/94 e successive modificazioni,
secondo le norme e con le modalita’ previste nella presente lettera
di invito;
– (alternativa n. 2) l’indicazione del massimo ribasso percentuale
sull’elenco prezzi posto a base di gara;
b) (nel caso di offerta a prezzi unitari) lista delle categorie di
lavorazioni e forniture previste per l’esecuzione dei lavori messa
a disposizione del concorrente completata in ogni sua parte in base
alla quale e’ determinato il prezzo globale.
La lista e’ composta di sette colonne. Nella prima colonna e’
riportato il numero di riferimento dell’elenco delle descrizioni
delle varie lavorazioni e forniture previste in progetto, nella
seconda colonna la descrizione sintetica delle varie lavorazioni e
forniture, nella terza colonna le unita’ di misura, nella quarta
colonna il quantitativo previsto per ogni voce. I concorrenti
riporteranno, nella quinta e sesta colonna, i prezzi unitari che
offrono per ogni lavorazione e fornitura espressi in cifre nella
quinta colonna ed in lettere nella sesta colonna e, nelle settima
colonna i prodotti dei quantitativi indicati nella quarta colonna
per i prezzi indicati nella sesta. (nel caso A: appalto con
corrispettivo parte a corpo e parte a misura) Si precisa che:
– la lista delle categorie di lavorazioni e forniture per
l’esecuzione dei lavori ha valore ai soli fini dell’aggiudicazione
e non anche per la determinazione del corrispettivo che rimane
stabilito per la parte a corpo nell’ammontare fisso ed invariabile
riportato in contratto;
– il concorrente ha l’obbligo di controllare le voci riportate
nella lista suddetta relativamente alla parte a corpo, previo
accurato esame degli elaborati progettuali e del capitolato
speciale d’appalto comprendenti il computo metrico ed il capitolato
speciale d’appalto posti in visione dalla stazione appaltante ed
acquisibili; in esito a tale verifica il concorrente e’ tenuto ad
integrare o ridurre le quantita’ che valuta carenti o eccessive ed
a inserire le voci e le relative quantita’ che ritiene mancanti
rispetto a quanto previsto negli elaborati grafici e nel capitolato
speciale nonche’ negli altri documenti che e’ previsto facciano
parte del contratto alle quali applica i prezzi unitari che ritiene
di offrire.
(nel caso B: appalto con corrispettivo a corpo) Si precisa che:
– la lista delle categorie di lavorazioni e forniture per
l’esecuzione dei lavori ha valore ai soli fini dell’aggiudicazione
e non anche per la determinazione del corrispettivo che rimane
stabilito a corpo nell’ammontare fisso ed invariabile riportato in
contratto;
– il concorrente ha l’obbligo di controllare le voci riportate
nella lista suddetta, previo accurato esame degli elaborati
progettuali e del capitolato speciale d’appalto posti in visione
dalla stazione appaltante ed acquisibili; in esito a tale verifica
il concorrente e’ tenuto ad integrare o ridurre le quantita’ che
valuta carenti o eccessive ed a inserire le voci e le relative
quantita’ che ritiene mancanti, rispetto a quanto previsto negli
elaborati grafici e nel capitolato speciale alle quali applica i
prezzi unitari che ritiene di offrire.
In calce all’ultima pagina della lista e’ indicato il prezzo
globale offerto, rappresentato dalla somma dei prodotti riportati
nella settima colonna, ed il conseguente ribasso percentuale
rispetto al prezzo posto a base di gara. Il prezzo globale ed i
ribasso sono espressi in cifre ed in lettere e vengono riportati
nella dichiarazione.
La lista deve essere sottoscritta in tutte le pagine dal legale
rappresentante del concorrente o da suo procuratore e non puo’
presentare correzioni che non siano da lui stesso confermate e
sottoscritte a pena di esclusione dell’offerta.
Qualora il concorrente sia costituito da associazione temporanea, o
consorzio o GEIE non ancora costituiti la dichiarazione di cui alla
lettera a) e la lista di cui alla lettera b) devono essere
sottoscritte da tutti i soggetti che costituiranno il concorrente.
La percentuale di ribasso sul prezzo posto a base di gara e’
determinato mediante la seguente operazione: r = (Pg-Po)/Pg dove
“r” indica la percentuale di ribasso, “Pg” l’importo a base di gara
al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza di cui
al punto 3.4. del bando di gara, “Po” il prezzo globale offerto.
L’aggiudicazione avviene in base al ribasso percentuale indicato in
lettere. La stazione appaltante, dopo l’aggiudicazione definitiva e
prima della stipulazione del contratto, procede alla verifica dei
conteggi della lista delle categorie di lavorazione e forniture
previste per l’esecuzione dei lavori, tenendo per validi ed
immutabili le quantita’ ed i prezzi unitari offerti, espressi in
lettere, correggendo, ove si riscontrino errori di calcolo, i
prodotti e/o la somma. In caso di discordanza fra il prezzo
complessivo risultante da tale verifica e quello dipendente dal
ribasso percentuale offerto tutti i prezzi unitari offerti sono
corretti in modo costante in base alla percentuale di discordanza.
I prezzi unitari offerti dall’aggiudicatario costituiranno l’elenco
dei prezzi unitari contrattuali. In caso di discordanza fra prezzi
unitari offerti relativi a medesime categorie di lavorazioni o
forniture sara’ considerato prezzo contrattuale quello di importo
minore.
c) (nel caso di appalto di importo pari o superiore al controvalore
in euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909) le
giustificazione dei prezzi offerti relativi sottoscritte dal legale
rappresentante del concorrente o da suo procuratore;
(nel caso di offerta a prezzi unitari) alle voci
n………….della “lista delle categorie di lavorazioni e
forniture per l’esecuzione dei lavori” (nel caso di offerta diversa
da quella a prezzi unitari) alle voci n…..dell’elenco dei prezzi
unitari posti a base di gara sottoscritte dal legale rappresentante
del concorrente o da suo procuratore.
In caso che i documenti di cui alle lettere a), b) e c) siano
sottoscritte da un procuratore del legale rappresentante, va
trasmessa la relativa procura.
2. Procedura di aggiudicazione Il soggetto deputato
all’espletamento della gara ovvero la commissione di gara, il
giorno sopra indicato per l’apertura delle offerte, in seduta
pubblica, sulla base della documentazione contenuta nelle offerte
presentate, procede a:
a) verificare la correttezza formale delle offerte e della
documentazione ed in caso negativo ad escluderle dalla gara;
b) a sorteggiare un numero pari al……… per cento del numero
delle offerte ammesse arrotondato all’unita’ superiore.
Ai concorrenti sorteggiati che non sono in possesso
dell’attestazione ai sensi dell’articolo 10 comma 1-quater, della
legge 109/94 e successive modificazioni – tramite fax inviato al
numero indicato alla lettera 1) della dichiarazione di cui al punto
2) dell’elenco dei documenti da inserire nella busta A – viene
richiesto di esibire, entro il termine perentorio di dieci giorni
dalla data della richiesta, la documentazione attestante il
possesso dei requisiti.
La documentazione da trasmettere e’ costituita:
a) per tutti i soggetti:
1) da un elenco dei lavori eseguiti nel quinquennio antecedente la
data del bando, corredato dai certificati di esecuzione dei lavori,
ovvero da copie degli stessi, che la stazione appaltante valuta
alla luce delle corrispondenze fissate dalla apposita tabella
dell’allegato A al D.P.R. n. 34/2000, ovvero in alternativa, per i
soggetti aventi sede negli stati aderenti all’Unione Europea,
certificati attestanti l’iscrizione dei soggetti componenti il
concorrente negli albi o liste ufficiali del paese di residenza
sulla base del medesimo requisito richiesto alle imprese aventi
sede in Italia; nel caso il concorrente intende eseguire
direttamente le lavorazioni, previste nel bando di gara e che sono
appartenenti a categorie diverse da quella prevalente, per le quali
nella “tabella corrispondenze nuove e vecchie categorie”
dell’allegato A del D.P.R.
34/2000 e’ prescritta la qualificazione obbligatoria, l’elenco deve
comprendere lavori appartenenti alle suddette categorie di importo
adeguato a documentare i corrispondenti requisiti di cui al D.P.R.
34/2000;
2) (nel caso di appalti di importo complessivo pari o inferiore a 2
miliardi) da un elenco dei lavori, appartenente alla categoria
indicata al punto 3.3. del bando, della cui condotta e’ stato
responsabile uno dei propri direttori tecnici nel quinquennio
antecedente la data del bando, corredato dai certificati di
esecuzione dei lavori, ovvero da copie degli stessi; tale elenco
deve essere presentato qualora il concorrente non possa o non
intenda documentare tramite l’elenco di cui al punto 1)
l’esecuzione di lavori appartenenti alle categorie indicate al
punto 3.3. del bando;
b) per le societa’ di capitali e le societa’ cooperative:
1) dalle copie dei bilanci, riclassificati in base alle normative
europee recepite nell’ordinamento italiano (articoli 2423 e
seguenti del codice civile), corredati dalle note integrative e
dalla relativa nota di deposito, riguardanti gli anni………..;
2)da un documento, che indichi la ripartizione della cifra d’affari
nelle eventuali varie attivita’ svolte dal concorrente nel caso che
la nota integrativa non riporti la suddetta ripartizione; il
documento deve essere corredato da una dichiarazione che ne attesti
la veridicita’ resa, ai sensi del combinato disposto dell’articolo
4, della legge 15/68 e successive modificazioni e dell’articolo 2
del DPR 403/98, dal presidente del collegio sindacale, ovvero, in
mancanza di tale organo, da un professionista iscritto nel Registro
dei revisori contabili di cui al decreto legislativo 27/1/1992. n.
88;
3) da un documento, che indichi gli ammortamenti relativi alle
“attrezzature, mezzi d’opera ed equipaggiamento tecnico” e,
pertanto, esclusivamente al complesso dei beni che sono tipicamente
caratterizzati dall’essere destinati alla attivita’ di
realizzazione di lavori, nel caso che la nota integrativa non
riporti tali dati; il documento deve essere corredato da una
dichiarazione che ne attesti la veridicita’ resa, ai sensi del
combinato disposto dell’articolo 4, della legge 15/68 e successive
modificazioni e dell’articolo 2 del DPR 403/98, dal presidente del
collegio sindacale, ovvero, in mancanza di tale organo, da un
professionista iscritto nel Registro dei revisori contabili di cui
al decreto legislativo 27/1/1992, n. 88;
4) da un documento, che indichi il “numero medio dei dipendenti” e
la relativa ripartizione per categoria; nel caso che la nota
integrativa non riporti questi dati il documento deve essere
corredato da una dichiarazione che ne attesti la veridicita’ resa,
ai sensi del combinato disposto dell’articolo 4, della legge 15/68
e successive modificazioni e dell’articolo 2 del DPR 403/98, dal
presidente del collegio sindacale, ovvero, in mancanza di tale
organo, da un consulente del lavoro che rileva i dati del libro
paga, e, relativamente alle qualifiche dei singoli percipienti, dal
libro matricola;
c) per i consorzi di cooperative, i consorzi fra imprese artigiane
ed i consorzi stabili:
1) dalle copie dei bilanci, riclassificati in base alle normative
europee recepite nell’ordinamento italiano (articoli 2423 e
seguenti del codice civile), corredati dalle note integrative e
dalla relativa nota di deposito, riguardanti gli
anni………………….;
d) per le ditte individuali, le societa’ di persone, i consorzi di
cooperative, i consorzi fra imprese artigiane e i consorzi stabili:
1) dalle copie delle dichiarazioni annuali IVA ovvero Modello Unico
corredati da relativa ricevuta di presentazione riguardanti gli
anni………;
2) da un documento, che indichi la eventuale ripartizione
dell’importo complessivo della cifra d’affari nelle varie
attivita’;
il documento deve essere corredato da una dichiarazione che ne
attesti la veridicita’ resa, ai sensi del combinato disposto
dell’articolo 4, della legge 15/68 e successive modificazioni e
dell’articolo 2 del DPR 403/98, da un professionista iscritto nel
Registro dei revisori contabili di cui al decreto legislativo
27/1/1992, n. 88; al documento e’ allegato un prospetto delle
fatture relative all’attivita’ di costruzione;
3) da un documento, che indichi i dati relativi all’ammortamento
relativi alle “attrezzature, mezzi d’opera ed equipaggiamento
tecnico” e, pertanto, esclusivamente al complesso dei beni che sono
tipicamente caratterizzati dall’essere destinati alla attivita’ di
realizzazione di lavori; nel caso che le dichiarazioni non
riportino tali dati, il documento deve essere corredato da una
dichiarazione che ne attesti la veridicita’ resa, ai sensi del
combinato disposto dell’articolo 4, della legge 15/68 e successive
modificazioni e dell’articolo 2 del DPR 403/98, da un
professionista iscritto nel Registro dei revisori contabili di cui
al decreto legislativo 27/1/1992, n. 88;
4) da un documento relativo alla consistenza dell’organico e
l’eventuale ripartizione del costo dei dipendenti nelle varie
attivita’ svolte dal concorrente, corredato da una dichiarazione,
resa ai sensi dell’articolo 4, della legge 15/68 e successive
modificazioni e dell’articolo 2 del DPR 403/98, dal presidente del
collegio sindacale ovvero, in mancanza di tale organo, da un
consulente del lavoro che rileva i dati dal libro paga e,
relativamente alle qualifiche dei singoli percepenti, dal libro
matricola;
e) per i consorzi di cui all’art. 10, comma 1, lettere e) ed e-bis)
della legge 109/94 e successive modifiche, e per le societa’ fra
imprese riunite dei quali l’unita’ concorrente o uno dei soggetti
dell’unita’ concorrente fa parte:
1) dalle copie dei bilanci, riclassificati in base alle normative
europee recepite nell’ordinamento italiano (articoli 2423 e
seguenti del codice civile), corredati dalla relativa nota di
deposito;
f) per tutti i soggetti:
1) dalle copie degli eventuali contratti di noleggio o di locazione
finanziaria relativi alle “attrezzature, mezzi d’opera ed
equipaggiamento tecnico”;
2) da un documento, relativo all’ammortamento figurativo di cui
all’articolo 18, comma 8 del D.P.R. 34/2000; il documento deve
essere corredato da una dichiarazione che ne attesti la veridicita’
resa, ai sensi del combinato disposto dell’articolo 4, della legge
15/68 e successive modificazioni e dell’articolo 2 del DPR 403/98,
dal presidente del collegio sindacale ovvero, in mancanza, di tale
organo da un professionista iscritto nel Registro dei revisori
contabili di cui al decreto legislativo 27/1/1992, n. 88;
I documenti sono redatti nelle forme di cui alla legge 4 gennaio
1968, n. 15 e successive modificazioni e preferibilmente in
conformita’ dei modelli allegati al presente disciplinare e sono
sottoscritti dal legale rappresentante o da un suo procuratore ed
in tal caso va trasmessa la relativa procura.
I concorrenti hanno la facolta’ di non trasmettere tutti o parte
dei suddetti documenti nel caso che questi siano gia’ in possesso
della stazione appaltante che ha indetto la gara, o di una sua
articolazione territoriale, siano in corso di validita’ e siano
stati verificati positivamente. In sostituzione i concorrenti
devono trasmettere una dichiarazione, redatta preferibilmente in
conformita’ al modello allegato al presente disciplinare, che
attesti le suddette condizioni.
Si precisa in particolare che: a) la cifra d’affari relativa
all’attivita’ diretta e’ pari:
1) per le societa’ di capitali e societa’ cooperative: all’importo
della voce A (valore della produzione) somma algebrica degli
importi delle voci Al (ricavi delle vendite e delle prestazioni),
A2 (variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione,
semilavorati e finiti), A3 (variazione dei lavori in corso di
ordinazione) e A4 (incremento di immobilizzazioni per lavori
interni) del conto economico, redatto ai sensi dell’articolo 2425
del C.C.;
nel caso la societa’ svolge una pluralita’ di attivita’ l’eventuale
ripartizione dell’importo della cifra d’affari fra le varie
attivita’ e’ rilevata dai dati indicati nella nota integrativa,
redatta ai sensi dell’articolo 2427 del C.C., punto 10,
“ripartizione dei ricavi delle vendite e delle prestazioni secondo
la categoria di attivita’” ovvero dal documento sottoscritto dal
legale rappresentante di cui alla lettera b), punto 2, dell’elenco
dei documenti;
2) per le ditte individuali, le societa’ di persone, i consorzi di
cooperative, i consorzi fra imprese artigiane, – i consorzi
stabili:
all’importo della voce “volume d’affari IVA” decurtato della voce
“cessione di beni ammortizzabili e passaggi interni” per il periodo
che va fino all’esercizio dell’anno 1997; in alternativa, a partire
dall’esercizio 1997, la cifra d’affari in lavori e’ pari alla somma
algebrica delle voci “ricavi delle vendite e delle prestazioni”,
“variazioni delle rimanenze”, “variazioni dei lavori in corso di
ordinazione” e “incrementi di immobilizzazioni per lavori interni”
del quadro IQ o RQ (determinazione dell’IRAP) della dichiarazione
dei redditi; nel caso la societa’ svolge una pluralita’ di
attivita’ l’eventuale ripartizione dell’importo della “cifra
d’affari” fra le varie attivita’ e’ rilevata dal documento
sottoscritto dal legale rappresentante di cui alla lettera c),
punto 2 dell’elenco dei documenti;
b) la cifra d’affari relativa all’attivita’ indiretta e’ pari per
qualsiasi soggetto, in proporzione alle quote di partecipazione del
soggetto al consorzio o societa’ consortile, all’importo della voce
A (valore della produzione) somma algebrica degli importi delle
voci A1 (ricavi delle vendite e delle prestazioni), A2 (variazioni
delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e
finiti), A3 (variazione dei lavori in corso di ordinazione) e A4
(incremento di immobilizzazioni per lavori interni) del conto
economico, dei bilanci dei suddetti consorzi o societa’;
c) l’ammortamento e’ pari:
1) per i soggetti tenuti alla redazione del bilancio: all’importo
della voce B10, punto b), del conto economico per la parte relativa
all’ammortamento delle attrezzature, mezzi d’opera ed
equipaggiamento tecnico, come risultante dal prospetto predisposto
nella nota integrativa ai sensi dell’articolo 2427, punto 2), del
codice civile – ovvero all’importo indicato nel documento di cui
alla lettera b), punto 3 dell’elenco dei documenti – sommato
all’importo dei canoni di locazione finanziaria e di noleggio
relativi alle attrezzature, mezzi d’opera ed equipaggiamento
tecnico, come rispettivamente risultanti dalle copie dei contratti
di noleggio e di locazione finanziaria e documentazione di cui alla
lettera f) dell’elenco dei documenti e all’importo degli
ammortamenti figurativi come risultanti dalle copie dei bilanci;
2) per i soggetti non tenuti alla redazione del bilancio:
all’importo delle voci “ammortamento delle immobilizzazioni
materiali” (RA69, RA68, RA83, A116, RB17, B17, B27, RF66, RF65,
RF83, F82, F88, RG17, G17, G27 delle dichiarazioni dei redditi dei
vari anni) per la parte relativa all’ammortamento delle
attrezzature, mezzi d’opera ed equipaggiamento tecnico, come
risultante dal documento di cui lettera b), punto 3, dell’elenco
dei documenti, sommati all’importo dei canoni di locazione
finanziaria e di noleggio relativi alle attrezzature, mezzi d’opera
ed equipaggiamento tecnico, nonche’ degli ammortamenti figurativi
come rispettivamente risultanti dalle copie dei contratti di
noleggio e di locazione finanziaria e documentazione di cui alla
lettera F dell’elenco dei documenti;
d) il costo per il personale dipendente e’ pari:
1) per i soggetti tenuti alla redazione del bilancio: all’importo
della voce B9, costo per il personale (somma delle voci B9a, salari
e stipendi, B9b, oneri sociali, B9c, trattamento di fine rapporto e
B9d, trattamento di quiescenza e simili) del conto economico; la
ripartizione di tale costo per categoria va fatta in proporzione
alla ripartizione del numero medio dei dipendenti per categoria
risultante dalla nota integrativa redatta in conformita’ della art.
2427 del codice civile, punto 15, ovvero come risultante dal
documento di cui alla lettera b), punto 4, dell’elenco dei
documenti;
2) per i soggetti non tenuti alla redazione del bilancio:
all’importo, della voce “totale retribuzioni esposte ai fini
previdenziali” (RA66, RA81, A81, A114, RB15, B15, B21, RF63, RF81,
F80, F86, RG15, G15, G21, RA67, RF64, risultante dalla
dichiarazione dei redditi presentate nei vari anni; la ripartizione
di tale voce per categoria e’ quella risultante dal documento di
cui alla lettera d), punto 4, dell’elenco dei documenti;
La stazione appaltante, ai sensi dell’articolo 11 del DPR 403/98,
procede, altresi’, con riferimento ai medesimi concorrenti
individuati con il sorteggio sopra indicato e nello stesso tempo in
cui essi trasmettono i documenti, al controllo della veridicita’
delle dichiarazioni, allegate alla domanda di partecipazione alla
gara, attestanti il possesso dei requisiti generali.
Il soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero la
commissione di gara, il giorno fissato per la seconda seduta
pubblica, procede:
a) all’esclusione dalla gara dei concorrenti per i quali non
risulti confermato il possesso dei requisiti generali;
b) esclusione dalla gara dei concorrenti che non abbiano trasmesso
la documentazione di prova della veridicita’ della dichiarazione
del possesso dei requisiti speciali, allegata alla domanda di
partecipazione alla gara, ovvero le cui dichiarazioni non siano
confermate;
c) alla comunicazione di quanto avvenuto agli uffici della stazione
appaltante cui spetta provvedere all’escussione della cauzione
provvisoria, alla segnalazione, ai sensi dell’articolo 10, comma 1-
quater, del fatto all’Autorita’ per la vigilanza sui lavori
pubblici, nonche’ all’eventuale applicazione delle norme vigenti in
materia di false dichiarazioni.
(nel caso di appalto di importo inferiore al controvalore in euro
di 5 milioni di ASP (lire 10.374.830.909) Il soggetto deputato
all’espletamento della gara ovvero la commissione di gara procede
poi all’apertura delle buste “B-offerta economica” presentate dai
concorrenti non esclusi dalla gara ed all’aggiudicazione
provvisoria dell’appalto ai sensi dell’articolo 21, comma 1-bis,
della legge 109/94 e successive modificazioni e della
determinazione assunta dall’Autorita’ per la vigilanza sui lavori
pubblici in materia di offerte di ribasso anormalmente basse
pubblicata nella G.U.R.I. n. 24 del 31 gennaio 2000. Le medie sono
calcolate fino alla terza cifra decimale arrotondata all’unita’
superiore qualora la quarta cifra decimale sia pari o superiore a
cinque. Qualora l’aggiudicatario provvisorio ed il secondo in
graduatoria non siano compresi fra i concorrenti sorteggiati, si
applicano le disposizioni di cui all’articolo 10, commi 1-quater,
ultimo periodo la stazione appaltante ha la facolta’ di procedere
alla determinazione di una nuova media oppure di dichiarare deserta
la gara alla luce degli elementi economici desumibili dalla nuova
media.
(nel caso di appalto di importo pari o superiore al controvalore in
euro di 5 milioni di DSP (lire 10.374.830.909) Il soggetto deputato
all’espletamento della gara ovvero la commissione di gara procede
poi all’apertura delle buste “B-offerta economica” presentate dai
concorrenti non esclusi dalla gara e procede, ai sensi
dell’articolo 21, comma 1 bis, della legge 109/94 e successive
modificazioni e della determinazione assunta dall’Autorita’ per la
vigilanza sui lavori pubblici in materia di offerte di ribasso
anormalmente basse pubblicata nella G.U.R.I. n. 24 del 31 gennaio
2000, alla determinazione della soglia di anomalia delle offerte,
alla individuazione di quelle che superano la detta soglia, alla
sospensione della seduta ed alla comunicazione dei nominativi al
responsabile del procedimento. Questi, avvalendosi anche di
organismi tecnici della stazione appaltante, esamina, ai sensi del
suddetto articolo 21, comma 1-bis, le giustificazioni presentate
dai concorrenti, valuta la congruita’ delle offerte e comunica le
decisioni al soggetto deputato all’espletamento della gara ovvero
alla commissione di gara che, alla riapertura della seduta
pubblica, pronuncia l’esclusione delle offerte ritenute non congrue
e procede all’aggiudicazione provvisoria dell’appalto all’offerta
di maggior ribasso che sia stata ritenuta congrua.
L’aggiudicazione definitiva avviene, comunque, a seguito di
dimostrazione del possesso dei requisiti economico-finanziari e
tecnico-organizzativi dichiarati in sede di offerta. In caso che
tale dimostrazione non sia fornita si applicano le disposizioni di
cui all’articolo 10, comma. 1-quater.
I concorrenti, ad eccezione dell’aggiudicatario, possono chiedere
alla stazione appaltante la restituzione della documentazione
presentata al fine della partecipazione alla gara.
La stipulazione del contratto e’, comunque, subordinata al positivo
esito delle procedure previste dalla normativa vigente in materia
di lotta alla mafia.

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE UNICA
(pubblico incanto – importo inferiore a 150.000 euro) (fino
all’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al DPR
554/99)
(denominazione e indirizzo) della stazione appaltante
(oggetto e importo dell’appalto) istanza di ammissione alla gara e
connessa dichiarazione.
Il sottoscritto ……………………………………………
nato il…………….a…………………………………….
in qualità, di …………………………………………….
dell’impresa ………………………………………………
con sede in ……………………………………………….
con codice fiscale n ……………………………………….
con partita IVA n ………………………………………….
CHIEDE di partecipare al pubblico incanto indicato in oggetto come:
impresa singola;
ovvero capogruppo di una associazione temporanea di imprese o di un
consorzio o di un GEIE;
ovvero mandante di una associazione temporanea di imprese o di un
consorzio o di un GEIE;
A tal fine ai sensi degli articoli 2 e 4 della legge 15 gennaio
1968, n. 15 e del D.P.R. 403/98, consapevole delle sanzioni penali
previste dall’articolo 26 della L. 4 gennaio 1968, n. 15, per le
ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate,
DICHIARA:
a) di essere cittadino italiano (o di altro Stato appartenente
all’Unione Europea), ovvero di essere residente in Italia (per gli
stranieri appartenenti a Stati che concedono trattamento di
reciprocita’ nei riguardi di cittadini italiani);
b) che non sussistono a propri carico procedimenti in corso per
l’applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all’art.3
della legge 27 dicembre 1956, n. 1423 o di una delle cause ostative
previste dall’art. 10 della legge 31 maggio 1965, n. 575;
c) che non sussistono a proprio carico sentenze definitive di
condanna ovvero sentenze di applicazione della pena su richiesta ai
sensi dell’art. 444 del c.p.p., per i reati che incidono sulla
moralita’ professionale;
d) l’inesistenza, a carico dell’impresa, di violazioni gravi,
definitivamente accertate, alle norme in materia di contribuzione
sociale secondo la legislazione italiana o del paese di
provenienza;
e) l’inesistenza, a carico dell’impresa, di irregolarita’,
definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al
pagamento di imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o
del paese di residenza;
f) che l’impresa non si trova in stato di fallimento, di
liquidazione o di cessazione dell’attivita’;
g) l’inesistenza di procedure di fallimento, di concordato
preventivo, di amministrazione controllata e di amministrazione
straordinaria;
h) di non aver commesso errore grave nell’esecuzione dei lavori
pubblici;
i) l’inesistenza di violazioni gravi, definitivamente accertate,
attinenti alle norme poste a tutela della prevenzione e della
sicurezza sui luoghi di lavoro;
j) di non aver reso false dichiarazioni circa il possesso dei
requisiti richiesti per l’ammissione agli appalti e per il
conseguimento dell’attestato di qualificazione;
k) che l’impresa e’ iscritta nel registro delle imprese della
Camera di Commercio di………….. per la seguente attivita’…..
ed attesta i seguenti dati (per le ditte con sede in uno stato
straniero, indicare i dati di iscrizione nell’Albo o Lista
ufficiale dello Stato di appartenenza):
– numero di iscrizione ………………………
– data di iscrizione ………………………..
– durata della ditta/data termine … . ……….
– forma giuridica……………………………
– titolari, soci, direttori tecnici, amministratori muniti di
rappresentanza, soci accomandatari (indicare i nominativi, le
qualifiche, le date di nascita e la residenza)
………………..;
l) (nel caso di concorrente non in possesso dell’attestazione SOA)
di possedere i requisiti di cui all’articolo 28 in misura non
inferiore a quanto previsto al medesimo articolo 28;
m) di trovarsi in situazione di controllo diretto o come
controllante o come controllato con le seguenti imprese
(denominazione, ragione sociale e sede) ovvero di non trovarsi in
situazione di controllo diretto o come controllante o come
controllato con alcuna impresa;
n) di aver preso esatta cognizione della natura dell’appalto e di
tutte le circostanze generali e particolari che possono influire
sulla sua esecuzione;
o) di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte le norme
e disposizioni contenute nel bando di gara, nel disciplinare di
gara, nello schema di contratto, nel capitolato speciale d’appalto,
nei piani di sicurezza nei grafici di progetto;
p) di essersi recato sul posto dove debbono eseguirsi i lavori;
q) di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella
formulazione dell’offerta delle condizioni contrattuali e degli
oneri compresi quelli eventuali relativi alla raccolta, trasporto e
smaltimento dei rifiuti e/o residui di lavorazione nonche’ degli
obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in materia di
sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di
previdenza e assistenza in vigore nel luogo dove devono essere
eseguiti i lavori;
r) di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le circostanze
generali, particolari e locali nessuna esclusa ed eccettuata, che
possono avere influito o influire sia sulla esecuzione dei lavori,
sia sulla determinazione della propria offerta e di giudicare,
pertanto, remunerativa l’offerta economica presentata fatta salva
l’applicazione delle disposizioni dell’articolo 26 della legge
109/94;
s) di avere effettuato uno studio approfondito del progetto, di
ritenerlo adeguato e realizzabile per il prezzo corrispondente
all’offerta presentata;
t) (nel caso A: corrispettivo a corpo e a misura) di prendere atto
che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate nella “lista
delle categoria di lavorazioni e forniture previste per
l’esecuzione dei lavori” relativamente alla parte a corpo non ha
valore negoziale essendo il prezzo, determinato attraverso la
stessa, fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge
109/94 e successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della
legge 20/03/1865 n. 2248 all. F;
(nel caso B: corrispettivo a corpo (alternativa n. 1) di prendere
atto che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate nella
“lista delle categoria di lavorazioni e forniture previste per
l’esecuzione dei lavori” non ha valore negoziale essendo il prezzo,
determinato attraverso la stessa, convenuto a corpo e, pertanto,
fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge 109/94 e
successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della legge
20/03/1865 n. 2248 all. F;
u) di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di
eventuali maggiorazioni per lievitazione dei prezzi che dovessero
intervenire durante l’esecuzione dei lavori, rinunciando fin d’ora
a qualsiasi azione o eccezione in merito;
v) di avere accertato l’esistenza e la reperibilita’ sul mercato
dei materiali e della mano d’opera da impiegare nei lavori, in
relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi;
w) (per imprese che occupano non piu’ di 15 dipendenti e da 15 a 35
dipendenti che non abbiano effettuato nuove assunzioni dopo il 18
gennaio 2000) di non essere assoggettato agli obblighi di
assunzioni obbligatorie di cui alla legge 68/99;
x) che il numero di fax al quale va inviata l’eventuale richiesta
di cui all’articolo 10, comma 1 quater della legge 109/94 e
successive modificazioni e’ il seguente:………………;
y) (nel caso di consorzi di cui all’articolo 10, comma 1, lettere
b) e c) della legge 109/94 e successive modificazioni):
di concorrere per i seguenti consorziati: (indicare denominazione e
sede legale di ciascun consorziato);
z) (nel caso di associazione o consorzio o GEIE non ancora
costituiti):
che, in caso di aggiudicazione, sara’ conferito mandato speciale
con rappresentanza o funzioni di capogruppo a nonche’ si
uniformera’ alla disciplina vigente in materia di lavori pubblici
con riguardo alle associazioni temporanee o consorzi o GEIE;
FIRMA N.B.
La dichiarazione deve essere corredata da fotocopia, non
autenticata, di documento di identita’ del sottoscrittore.
La dichiarazione relativa ai requisiti di cui all’articolo 17,
comma 1, lett. a), b) e c), deve essere resa anche dai soggetti
previsti dal comma 3 del medesimo articolo. Tutti i soggetti
dichiaranti devono allegare copia fotostatica del documento di
identita’.

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE UNICA
(pubblico incanto – importo inferiore a 150.000 euro) (dopo
l’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al DPR
554/99)
(denominazione e indirizzodella stazione appaltante) (oggetto e
importo dell’appalto) istanza di ammissione alla gara e connessa
dichiarazione.
Il sottoscritto ………………………………
nato il……………..a………………………
in qualità di ………………………………..
dell’impresa …………………………………
con sede in…………………………………..
con codice fiscale n. …………………………
con partita IVA n. ……………………………
CHIEDE di partecipare al pubblico incanto indicato in oggetto come:
impresa singola;
ovvero capogruppo di una associazione temporanea di imprese o di un
consorzio o di un GEIE;
ovvero mandante di una associazione temporanea di imprese, o di un
consorzio o di un GEIE;
A tal fine ai sensi degli articoli 2 e 4 della legge 15 gennaio
1968, n. 15 e del D.P.R. 403/98, consapevole delle sanzioni penali
previste dall’articolo 26 della L. 4 gennaio 1968, n. 15, per le
ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate,
DICHIARA:
a) che l’impresa non si trova in stato di fallimento, di
liquidazione coatta amministrativa, di amministrazione controllata
o di concordato preventivo e che non sono in corso procedimenti per
la dichiarazione di tali situazioni;
b) di non aver violato il divieto di intestazione fiduciaria posto
dall’articolo 17 della legge 19 marzo 1990, n. 55;
c) di non aver commesso gravi infrazioni debitamente accertate
l’inesistenza, a carico dell’impresa, di violazioni gravi,
definitivamente accertate, alle norme in materia di contribuzione
sociale secondo la legislazione italiana o del paese di
provenienza;
d) l’inesistenza di violazioni gravi, definitivamente accertate,
attinenti alle norme in materia di sicurezza e ad ogni altro
obbligo derivante dai rapporti di lavoro;
e) di non aver commesso grave negligenza o malafede nell’esecuzione
di lavori affidati da codesta stazione appaltante;
f) che l’impresa e’ iscritta nel registro delle imprese della
Camera di Commercio di…………… per la seguente
attivita’………….
ed attesta i seguenti dati (per le ditte con sede in uno stato
straniero, indicare i dati di iscrizione nell’Albo o Lista
ufficiale dello Stato di appartenenza):
– numero di iscrizione……………..
– data di iscrizione……………….
– durata della ditta/data termine……
– forma giuridica …………………
– titolari soci, direttori tecnici amministratori muniti di
rappresentanza, soci accomandatari(indicare i nominativi, le
qualifiche, le date di nascita e la
residenza)…………………….;
g) l’inesistenza, a carico dell’impresa, di irregolarita’,
definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al
pagamento di imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o
del paese di residenza;
h) di non aver reso false dichiarazioni circa il possesso dei
requisiti richiesti per l’ammissione agli appalti e per il
conseguimento dell’attestato di qualificazione nell’anno
antecedente alla data di pubblicazione del presente bando di gara;
i) che l’impresa e’ iscritta nel registro delle imprese della
Camera di Commercio di……………. per la seguente
attivita’…………… ed attesta i seguenti dati (per le ditte
con sede in uno stato straniero, indicare i dati di iscrizione
nell’Albo, o Lista ufficiale dello Stato di appartenenza):
– numero di iscrizione ………………………
– data di iscrizione ………………………..
– durata della ditta/data termine …………….
– forma giuridica …………………………..
– titolari, soci, direttori tecnici, amministratori muniti di
rappresentanza, soci accomandatari (indicare i nominativi le
qualifiche, le date di nascita e la residenza) ;
j) (nel caso di concorrente non in possesso dell’attestazione SOA)
di possedere i requisiti di cui all’articolo 28 in misura non
inferiore a quanto previsto al medesimo articolo 28;
k) di trovarsi in situazione di controllo diretto o come
controllante o come controllato con le seguenti imprese
(denominazione, ragione sociale e sede);
ovvero di non trovarsi in situazione di controllo diretto o come
controllante o come controllato con alcuna impresa;
l) di aver preso esatta cognizione della natura dell’appalto e di
tutte le circostanze generali e particolari che possono influire
sulla sua esecuzione m) di accettare, senza condizione o riserva
alcuna, tutte le norme e disposizioni contenute nel bando di gara,
nel disciplinare di gara, nello schema di contratto, nel capitolato
speciale d’appalto, nei piani di sicurezza, nei grafici di
progetto;
n) di essersi recato sul posto dove debbono eseguirsi i lavori;
o) di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella
formulazione dell’offerta delle condizioni contrattuali e degli
oneri compresi quelli eventuali relativi alla raccolta, trasporto e
smaltimento dei rifiuti e/o residui di lavorazione nonche’ degli
obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in materia di
sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di
previdenza e assistenza in vigore nel luogo dove devono essere
eseguiti i lavori;
p) di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le circostanze
generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed eccettuata, che
possono avere influito o influire sia sulla esecuzione dei lavori,
sia sulla determinazione della propria offerta e di giudicare,
pertanto, remunerativa l’offerta economica presentata fatta salva
l’applicazione delle disposizioni dell’articolo 26 della legge
109/94;
q) di avere effettuato uno studio approfondito del progetto, di
ritenerlo adeguato e realizzabile per il prezzo corrispondente
all’offerta presentata;
r) (nel caso A: corrispettivo a corpo e a misura) di prendere atto
che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate nella “lista
delle categoria di lavorazioni e forniture previste per
l’esecuzione dei lavori” relativamente alla parte a corpo non ha
valore negoziale essendo il prezzo, determinato attraverso la
stessa, fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge
109/94 e successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della
legge 20/03/1865 n. 2248 all. F;
(nel caso B: corrispettivo a corpo (alternativa n. 1) di prendere
atto che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate nella
“lista delle categoria di lavorazioni e forniture previste per
l’esecuzione dei lavori” non ha valore negoziale essendo il prezzo,
determinato attraverso la stessa, convenuto a corpo e, pertanto,
fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge 109/94 e
successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della legge
20/03/1865 n. 2248 all. F;
s) di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di
eventuali maggiorazioni per lievitazione dei prezzi che dovessero
intervenire durante l’esecuzione dei lavori, rinunciando fin d’ora
a qualsiasi azione o eccezione in merito;
t) di avere accertato l’esistenza e la reperibilita’ sul mercato
dei materiali e della mano d’opera da impiegare nei lavori, in
relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi;
u) (per imprese che occupano non piu’ di 15 dipendenti e da 15 a 35
dipendenti che non abbiano effettuato nuove assunzioni dopo il 18
gennaio 2000) di non essere assoggettato agli obblighi di
assunzioni obbligatorie di cui alla legge 68/99;
v) che il numero di fax al quale va inviata l’eventuale richiesta
di cui all’articolo 10, comma 1 quater della legge 109/94 e
successive modificazioni e’ il seguente:…………………..
w) (nel caso di consorzi di cui all’articolo 10, comma 1, lettere
b) e c) della legge 109/94 e successive modificazioni):
di concorrere per i seguenti consorziati: (indicare denominazione e
sede legale di ciascun consorziato);
x) (nel caso di associazione o consorzio o GEIE non ancora
costituiti):
che, in caso di aggiudicazione, sara’ conferito mandato speciale
con rappresentanza o funzioni di capogruppo a nonche’ si
uniformera’ alla disciplina vigente in materia di lavori pubblici
con riguardo alle associazioni temporanee o consorzi o GEIE;
FIRMA N.B.
La dichiarazione deve essere corredata da fotocopia, non
autenticata, di documento di identita’ del sottoscrittore.

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE UNICA
(pubblico incanto)
(fino all’entrata, in vigore del regolamento recante modifiche al
D.P.R. 554/99)
(denominazione e indirizzo della stazione appaltante)
(oggetto e importo dell’appalto) istanza di ammissione alla gara e
connessa dichiarazione.
Il sottoscritto…………………………..
nato il…………….a…………………..
in qualità di…………………………….
dell’impresa……………………………..
con sede in………………………………
con codice fiscale n………………………
con partita IVA n…………………………
CHIEDE di partecipare al pubblico incanto indicato in oggetto come:
impresa singola ovvero capogruppo di una associazione temporanea di
imprese o di un consorzio o di un GEIE;
ovvero mandante di una associazione temporanea di imprese o di un
consorzio o di un GEIE;
A tal fine ai sensi degli articoli 2 e 4 della legge 15 gennaio
1968, n. 15 e del D.P.R. 403/98, consapevole delle sanzioni penali
previste dall’articolo 26 della Legge 4 gennaio 1968, n. 15, per le
ipotesi di falsita’ in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate,
DICHIARA:
a) di essere cittadino italiano (o di altro Stato appartenente
all’Unione Europea), ovvero di essere residente in Italia (per gli
stranieri appartenenti a Stati che concedono trattamento di
reciprocita’ nei riguardi di cittadini italiani);
b) che non sussistono a propri carico procedimenti in corso per
l’applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all’art. 3
della legge 27 dicembre 1956, n.1423 o di una delle cause ostative
previste dall’art. 10 della legge 3 1 maggio 1965, n. 575;
c) che non sussistono a proprio carico sentenze definitive di
condanna ovvero, sentenze di applicazione della pena su richiesta
ai sensi dell’art. 444 del c.p.p., per i reati che incidono sulla
moralita’ professionale;
d) l’inesistenza, a carico dell’impresa, di violazioni gravi,
definitivamente accertate, alle norme in materia di contribuzione
sociale secondo la legislazione italiana o del paese di
provenienza;
e) l’inesistenza, a carico dell’impresa, di irregolarita’,
definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al
pagamento di imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o
del paese di residenza;
f) che l’impresa non si trova in stato di fallimento, di
liquidazione o di cessazione dell’attivita’;
g) l’inesistenza di procedure di fallimento, di concordato
preventivo, di amministrazione controllata e di amministrazione
straordinaria;
h) di non aver commesso errore grave nell’esecuzione dei lavori
pubblici;
i)l’inesistenza di violazioni gravi, definitivamente accertate,
attinenti alle norme poste a tutela della prevenzione e della
sicurezza sui luoghi di lavoro;
j) di non aver reso false dichiarazioni circa il possesso dei
requisiti richiesti per l’ammissione agli appalti e per il
conseguimento dell’attestato di qualificazione;
k) che l’impresa e’ iscritta nel registro delle imprese della
Camera di Commercio di ……………………….. per la
seguente attivita’…………… ed attesta i seguenti dati (per
le ditte con sede in uno stato straniero, indicare i dati di
iscrizione nell’Albo o Lista ufficiale dello Stato di
appartenenza):
– numero di iscrizione ……………………..
– data di iscrizione ……………………….
– durata della ditta/data termine ……………
– forma giuridica ………………………….
– titolari, soci, direttori tecnici, amministratori muniti di
rappresentanza, soci accomandatari (indicare i nominativi, le
qualifiche, le date di nascita e la
residenza)…………………………………………………
..
l) (nel caso di concorrente non in possesso dell’attestazione SOA)
(nel caso di appalti di importo superiore a 150.000 euro e
inferiore al controvalore in euro di 5.000.000 di DSP) di possedere
i requisiti di cui all’articolo 31, comma 1, lettere a), b), c), e
d) del D.P.R. 34/2000 in misura non inferiore a quanto previsto al
medesimo articolo 31, commi 1 e 2;
(nel caso di appalti di importo pari o superiore al controvalore in
euro di 5.000.000 di DSP) di possedere i requisiti di cui
all’articolo 32, comma 1, lettere a), b), c), d), ed e) del D.P.R.
34/2000 in misura non inferiore a quanto previsto al medesimo
articolo 32, commi 2 e 3;
m) di trovarsi in situazione di controllo diretto o come
controllante o come controllato con le seguenti imprese
(denominazione, ragione sociale e sede) ovvero di non trovarsi in
situazione di controllo diretto o come controllante o come
controllato con alcuna impresa;
n) di aver preso esatta cognizione della natura dell’appalto e di
tutte le circostanze generali e particolari che possono influire
sulla sua esecuzione;
o) dichiara di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte
le norme e disposizioni contenute nel bando di gara, nel
disciplinare di gara, nello schema di contratto, nel capitolato
speciale d’appalto, nei piani di sicurezza, nei grafici di
progetto;
p) di essersi recato sul posto dove debbono eseguirsi i lavori;
q) di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella
formulazione dell’offerta delle condizioni contrattuali e degli
oneri compresi quelli eventuali relativi alla raccolta, trasporto e
smaltimento dei rifiuti e/o residui di lavorazione nonche’ degli
obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in materia di
sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di
previdenza e assistenza in vigore nel luogo dove devono essere
eseguiti i lavori;
r) di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le circostanze
generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed eccettuata, che
possono avere influito o influire sia sulla esecuzione dei lavori,
sia sulla determinazione della propria offerta e di giudicare,
pertanto, remunerativa l’offerta economica presentata, fatta salva
l’applicazione delle disposizioni dell’articolo 26 della legge
109/94;
s) di avere effettuato uno studio approfondito del progetto, di
ritenerlo adeguato e realizzabile per il prezzo corrispondente
all’offerta presentata;
t) (nel caso A: corrispettivo a corpo e a misura) di prendere atto
che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate nella “lista
delle categoria di lavorazioni e forniture previste per
l’esecuzione dei lavori” relativamente alla parte a corpo non ha
valore negoziale essendo il prezzo, determinato attraverso la
stessa, fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge
109/94 e successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della
legge 20/03/1865 n. 2248 all. F;
(nel caso B: corrispettivo a corpo (alternativa n. 1) di prendere
atto che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate nella
“lista delle categoria di lavorazioni e forniture previste per
l’esecuzione dei lavori” non ha valore negoziale essendo il prezzo,
determinato attraverso la stessa, convenuto a corpo e, pertanto,
fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge 109/94 e
successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della legge
20/03/1865 n. 2248 all. F;
u) di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di
eventuali maggiorazioni per lievitazione dei prezzi che dovessero
intervenire durante l’esecuzione dei lavori, rinunciando fin d’ora
a qualsiasi azione o eccezione in merito;
v) di avere accertato l’esistenza e la reperibilita’ sul mercato
dei materiali e della mano d’opera da impiegare nei lavori, in
relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi;
w) (per le imprese che occupano non piu’ di 15 dipendenti e da 15 a
35 dipendenti che non abbiano effettualo nuove assunzioni dopo il
18 gennaio 2000) di non essere assoggettato agli obblighi di
assunzioni obbligatorie di cui alla legge 68/99;
x) che il numero di fax al quale va inviata l’eventuale richiesta
di cui all’articolo 10, comma 1 quater della legge 109/94 e
successive modificazioni e’ il seguente:………………;
y) (nel caso di consorzi di cui all’articolo 10, comma 1, lettere
b) e c) della legge 109/94 e successive modificazioni):
di concorrere per i seguenti consorziati: (indicare denominazione e
sede legale di ciascun consorziato);
z) (nel caso di associazione o consorzio o GEIE non ancora
costituiti): che, in caso di aggiudicazione, sara’ conferito
mandato speciale con rappresentanza o funzioni di capogruppo
a…………..
nonche’ si uniformera’ alla disciplina vigente in materia di lavori
pubblici con riguardo alle associazioni temporanee o consorzi o
GEIE.
FIRMA N.B.
La dichiarazione dove essere corredata da fotocopia, non
autenticata, di documento di identita’ del sottoscrittore.
La dichiarazione relativa ai requisiti di cui all’articolo 17,
comma 1, lett. a), b) e c), deve essere resa anche dai soggetti
previsti dal comma 3 del medesimo articolo. Tutti i soggetti
dichiaranti devono allegare copia fotostatica del documento di
identita’.

ISTANZA DI AMMISSIONE ALLA GARA E DICHIARAZIONE UNICA
(Pubblico incanto)
(dopo l’entrata in vigore del regolamento recante modifiche al DPR
554/99)
(denominazione e indirizzo della stazione appaltante)
(oggetto e importo del’appalto) istanza di ammissione alla gara e
connessa dichiarazione.
Il sottoscritto …………………………….
nato il…………….a……………………..
in qualità di……………………………….
dell’impresa ……………………………….
con sede in ………………………………..
con codice fiscale n…………………………
con partita IVA n……………………………
CHIEDE di partecipare al pubblico incanto indicato in oggetto come:
impresa singola;
ovvero capogruppo di una associazione temporanea di imprese o di un
consorzio o di un GEIE;
ovvero mandante di una associazione temporanea di imprese o di un
consorzio o di un GEIE;
A tal fine ai sensi degli articoli 2 e 4 della legge 15 gennaio
1968, n. 15 e del D.P.R. 403/98, consapevole delle sanzioni penali
previste dall’articolo 26 della Legge 4 gennaio 1968, n. 15, per le
ipotesi di falsita’ in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate,
DICHIARA:
a) che l’impresa non si trova in stato di fallimento, di
liquidazione coatta amministrativa, di amministrazione controllata
o di concordato preventivo e che non sono in corso procedimenti per
la dichiarazione di tali situazioni;
b) di non aver violato il divieto di intestazione fiduciaria posto
dall’articolo 17 della legge 19 marzo 1990, n. 55;
c) di non aver commesso gravi infrazioni debitamente accertate
l’inesistenza, a carico dell’impresa, di violazioni gravi,
definitivamente accertate, alle norme in materia di contribuzione
sociale secondo la legislazione italiana o del paese di
provenienza;
d) l’inesistenza di violazioni gravi, definitivamente accertate,
attinenti alle norme in materia di sicurezza e ad ogni altro
obbligo derivante dai rapporti di lavoro;
e) di non aver commesso grave negligenza o malafede nell’esecuzione
di lavori affidati da codesta stazione appaltante;
f) l’inesistenza, a carico dell’impresa, di irregolarita’,
definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al
pagamento di imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o
del paese di residenza;
g) di non aver reso false dichiarazioni circa il possesso dei
requisiti richiesti per l’ammissione agli appalti e per il
conseguimento dell’attestato di qualificazione nell’anno
antecedente alla data di pubblicazione del presente bando di gara;
h) che l’impresa e’ iscritta nel registro delle imprese della
Camera di Commercio di………………. per la seguente
attivita’……………….. ed attesta i seguenti dati (per le
ditte con sede in uno stato straniero, indicare i dati di
iscrizione nell’Albo o Lista ufficiale dello Stato di
appartenenza):
– numero di iscrizione ………………………
– data di iscrizione ………………………..
– durata della ditta/data termine …………….
– forma giuridica …………………………..
– titolari, soci, direttori tecnici, amministratori muniti di
rappresentanza, soci accomandatari (indicare i nominativi, le
qualifiche, le date di nascita e la
residenza)……………………………….
i) (nel caso di concorrente non in possesso dell’attestazione SOA)
(nel caso di appalti di importo superiore a 150.000 euro e
inferiore al controvalore in euro di 5.000.000 di DSP) di possedere
i requisiti di cui all’articolo 31, comma 1, lettere a), b), c), e
d) del D.P.R. 34/2000 in misura non inferiore a quanto previsto al
medesimo articolo 31, commi 1 e 2;
(nel caso di appalti di importo pari o superiore al controvalore in
euro di 5.000.000 di DSP) di possedere i requisiti di cui
all’articolo 32, comma 1, lettere a), b), c), d), ed e) del D.P.R.
34/2000 in misura non inferiore a quanto previsto al medesimo
articolo 32, commi 2 e 3;
j) di trovarsi in situazione di controllo diretto o come
controllante o come controllato con le seguenti imprese
(denominazione, ragione sociale e sede) ovvero di non trovarsi in
situazione di controllo diretto o come controllante o come
controllato con alcuna impresa;
k) di aver preso esatta cognizione della natura dell’appalto e di
tutte le circostanze generali e particolari che possono influire
sulla sua esecuzione;
l) dichiara di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte
le norme e disposizioni contenute nel bando di gara, nel
disciplinare di gara, nello schema di contratto, nel capitolato
speciale d’appalto, nei piani di sicurezza, nei grafici di
progetto;
m) di essersi recato sul posto dove debbono eseguirsi i lavori;
n) di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella
formulazione dell’offerta delle condizioni contrattuali e degli
oneri compresi quelli eventuali relativi alla raccolta, trasporto e
smaltimento dei rifiuti e/o residui di lavorazione nonche’ degli
obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in materia di
sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di
previdenza e assistenza in vigore nel luogo dove devono essere
eseguiti i lavori;
o) di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le circostanze
generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed eccettuata, che
possono avere influito o influire sia sulla esecuzione dei lavori,
sia sulla determinazione della propria offerta e di giudicare,
pertanto, remunerativa l’offerta economica presentata, fatta salva
l’applicazione delle disposizioni dell’articolo 26 della legge
109/94;
p) di avere effettuato uno studio approfondito del progetto, di
ritenerlo adeguato e realizzabile per il prezzo corrispondente
all’offerta presentata;
q) (nel caso A: corrispettivo a corpo e a misura) di prendere atto
che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate nella “lista
delle categoria di lavorazioni e forniture previste per
l’esecuzione dei lavori” relativamente alla parte a corpo non ha
valore negoziale essendo il prezzo, determinato attraverso la
stessa, fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge
109/94 e successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della
legge 20/03/1865 n. 2248 all. F;
(nel caso B: corrispettivo a corpo (alternativa n.1) di prendere
atto che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate nella
“lista delle categoria di lavorazioni e forniture previste per
l’esecuzione dei lavori” non ha valore negoziale essendo il prezzo,
determinato attraverso la stessa, convenuto a corpo e, pertanto,
fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge 109/94 e
successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della legge
20/03/1865 n. 2248 all. F;
r) di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di
eventuali maggiorazioni per lievitazione dei prezzi che dovessero
intervenire durante l’esecuzione dei lavori, rinunciando fin d’ora
a qualsiasi azione o eccezione in merito;
s) di avere accertato l’esistenza e la reperibilita’ sul mercato
dei materiali e della mano d’opera da impiegare nei lavori, in
relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi;
t) (per imprese che occupano non piu’ di 15 dipendenti e da 15 a 35
dipendenti che non abbiano effettuato nuove assunzioni dopo il 18
gennaio 2000) di non essere assoggettato agli obblighi di
assunzioni obbligatorie di cui alla legge 68/99;
u) che il numero di fax al quale va inviata l’eventuale richiesta
di cui all’articolo 10, comma 1 quater della legge 109/94 e
successive modificazioni e’ il seguente:……..;
v) (nel caso di consorzi di cui all’articolo 10, comma 1, lettere
b) e c) della legge 109/94 e successive modificazioni):
di concorrere per i seguenti consorziati: (indicare denominazione e
sede legale di ciascun consorziato), w) (nel caso di associazione o
consorzio o GEIE non ancora costituiti):
che, in caso di aggiudicazione, sara’ conferito mandato speciale
con rappresentanza o funzioni di capogruppo
a……………………
nonche’ si uniformera’ alla disciplina vigente in materia di lavori
pubblici con riguardo alle associazioni temporanee o consorzi o
GEIE.
FIRMA N.B.
La dichiarazione deve essere corredata da fotocopia, non
autenticata, di documento di identita’ del sottoscrittore.

DICHIARAZIONE A CORREDO DELL’OFFERTA
(licitazione privata)
(denominazione e indirizzodella stazione appaltante)
(oggetto e importo dell’appalto)
Il sottoscritto…………………………………………….
nato il…………….a…………………………………….
in qualità di………………….., per l’impresa…………….
con sede in……………………., con codice fiscale n………
e con partita IVA n…………………essendo stato invitato a
partecipare alla licitazione privata per l’affidamento dei lavori
in oggetto, come:
impresa singola;
ovvero capogruppo di una associazione temporanea di imprese o di un
consorzio o di un GEIE;
ovvero mandante di una associazione temporanea di imprese o di un
consorzio o di un GEIE;
ai sensi dell’articolo 4 della legge 15 gennaio 1968, n. 15 e del
D.P.R. 403/98, consapevole delle sanzioni penali previste
dall’articolo 26 della legge 4 gennaio 1968, n. 15, per le ipotesi
di falsita’ in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate, DICHIARA:
a) di confermare le dichiarazioni accluse alla domanda di
partecipazione alla gara;
b) di aver preso esatta cognizione della natura dell’appalto e di
tutte le circostanze generali e particolari che possono influire
sulla sua esecuzione;
c) dichiara di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte
le norme e disposizioni contenute nel bando di gara, nel
disciplinare di gara, nello schema di contratto, nel capitolato
speciale d’appalto, nei piani di sicurezza, nei grafici di
progetto;
d) di essersi recato sul posto dove debbono eseguirsi i lavori;
e) di aver preso conoscenza e di aver tenuto conto nella
formulazione dell’offerta delle condizioni contrattuali e degli
oneri compresi quelli eventuali relativi alla raccolta, trasporto e
smaltimento dei rifiuti e/o residui di lavorazione nonche’ degli
obblighi e degli oneri relativi alle disposizioni in materia di
sicurezza, di assicurazione, di condizioni di lavoro e di
previdenza e assistenza in vigore nel luogo dove devono essere
eseguiti i lavori;
f) di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le circostanze
generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed eccettuata, che
possono avere influito o influire sia sulla esecuzione dei lavori,
sia sulla determinazione della propria offerta e di giudicare,
pertanto, remunerativa l’offerta economica presentata, fatta salva
l’applicazione delle disposizioni dell’articolo 26 della legge
109/94;
g) di avere effettuato uno studio approfondito del progetto, di
ritenerlo adeguato e realizzabile per il prezzo corrispondente
all’offerta presentata;
h) (nel caso A: corrispettivo a corpo e a misura) di prendere atto
che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate nella “lista
delle categoria di lavorazioni e forniture previste per
l’esecuzione dei lavori” relativamente alla parte a corpo non ha
valore negoziale essendo il prezzo, determinato attraverso la
stessa, fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge
109/94 e successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della
legge 20/03/1865 n. 2248 all. F;
(nel caso B: corrispettivo a corpo (alternativa n. 1) di prendere
atto che le indicazioni delle voci e quantita’ riportate nella
“lista delle categoria di lavorazioni e forniture previste per
l’esecuzione dei lavori” non ha valore negoziale essendo il prezzo,
determinato attraverso la stessa, convenuto a corpo e, pertanto,
fisso ed invariabile ai sensi dell’art. 19, della legge 109/94 e
successive modificazioni e dell’art. 326, comma 2, della legge
20/03/1865 n. 2248 all. F;
i) di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di
eventuali maggiorazioni per lievitazione dei prezzi che dovessero
intervenire durante l’esecuzione dei lavori, rinunciando fin d’ora
a qualsiasi azione o eccezione in merito;
j) di avere accertato l’esistenza e la reperibilita’ sul mercato
dei materiali e della mano d’opera da impiegare nei lavori, in
relazione ai tempi previsti per l’esecuzione degli stessi;
k) che il numero di fax al quale va inviata l’eventuale richiesta
di cui all’articolo 10, comma 1 quater della legge 109/94 e
successive modificazioni e’ il seguente:
…………………………
l) (nel caso di consorzi di cui all’articolo 10, comma 1, lettere
b) e c) della legge 109/94 e successive modificazioni):
di concorrere per i seguenti consorziati: (indicare denominazione e
sede legale di ciascun consorziato);
m) (nel caso di associazione o consorzio o GEIE non ancora
costituiti):
che, in caso di aggiudicazione, sara’ conferito mandato speciale
con rappresentanza o funzioni di capogruppo a
………………………… nonche’ si uniformera’ alla
disciplina vigente in materia di lavori pubblici con riguardo alle
associazioni temporanee o consorzi o GEIE.
FIRMA N.B.
La dichiarazione deve essere corredata da fotocopia, non
autenticata, di documento di identita’ del sottoscrittore.

· PAG. 120
· PAG. 121
· PAG. 122
· PAG. 123
· PAG. 124
Dichiarazione il sottoscritto………………..nato a
il………………….
nella qualità di …………………, della…………………
con sede legale in……..Via/Piazza………, n. civico……….
partita IVA/Cod. Fiscale [] [] [] [] [] [] ai fini della
dimostrazione del possesso dei requisiti di ordine speciale
richiesti dal bando di gara……….. relativo a……..
pubblicato su …………. in data……………..da………..
DICHIARA asensi del combinato disposto dell’articolo 4, della legge
4 gennaio 1968, n. 15 e successive modificazioni e dell’articolo 2
del D.P.R. 20 ottobre 1998, n. 403, che la documentazione
comprovate il suddetto possesso e consistente in:
a) ………………………………………………
b) ………………………………………………
c)……………………………………………….
è già stata presentata dalla scrivente a codesta stazione
appaltante in occasione della partecipazione, alla gara d’appalto
di cui al bando n. del……… per la realizzazione di……….
e che la stessa è stata verificata positivamente ed è, in corso di
validità
DATA FIRMA …………….. …………..

Architetto.info