Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Edilizia scolastica: integrazione del programma approvato con delibera...

Edilizia scolastica: integrazione del programma approvato con delibera 26 giugno 1996. (Deliberazione n. 72/2000).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Visto il decreto-legge 23 giugno 1995, n. 244, convertito, con
modificazioni, dalla legge 8 agosto 1995, n. 341, che all’art. 4,
comma 1, autorizza il Ministro del tesoro a contrarre mutui con la
Cassa depositi e prestiti, entro i limiti specificati nella norma
stessa, per il finanziamento di grandi opere infrastrutturali nelle
aree depresse del territorio nazionale;
Visto l’art. 14, comma 6, del decreto-legge 25 maggio 1996, n. 286,
che prevedeva potessero essere utilizzate le somme derivanti dai
mutui di cui sopra, entro l’importo di 200 miliardi, per il
finanziamento di un programma di interventi di edilizia scolastica;
Visto l’art. 2, comma 4, della legge 8 agosto 1996, n. 431, che ha
riprodotto i contenuti del citato art. 14, comma 6, del decreto-
legge n. 286/1996;
Vista la delibera del 26 giugno 1996, pubblicata nella Gazzetta
Ufficiale n. 204 del 31 agosto 1996, con la quale questo Comitato,
su proposta del Ministro della pubblica istruzione, ha approvato il
programma di cui sopra, demandando all’amministrazione di settore
la puntuale determinazione della quota di mutuo da assegnare a
ciascun intervento, nell’ambito dell’importo indicato in delibera
quale limite massimo all’assegnazione, e prevedendo tra l’altro
l’utilizzo delle economie realizzate in fase di aggiudicazione dei
lavori e delle eventuali altre disponibilita’ per il finanziamento
di un programma integrativo predisposto dalla citata
amministrazione, sentite le regioni interessate, e da sottoporre
all’approvazione di questo Comitato;
Viste le delibere del 18 dicembre 1997, n. 258, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale n. 59 del 12 marzo 1998 e del 9 giugno 1999, n.
82, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 175 del 28 luglio 1999,
con le quali questo Comitato, su proposta del Ministro della
pubblica istruzione, ha approvato variazioni ed integrazioni al
programma di cui sopra;
Vista la nota n. 3990 del 5 luglio 2000 con la quale il Ministro
della pubblica istruzione ha trasmesso, corredata da una relazione
illustrativa, una proposta formulata dalla regione Campania ad
integrazione del programma originario approvato con la richiamata
delibera del 26 giugno 1996;
Considerato che l’intervento integrativo indicato in detta nota
viene finanziato con le risorse resesi disponibili a seguito
dell’applicazione dei criteri formulati da questo Comitato ed e’
localizzato nella medesima regione in cui si sono realizzate le
disponibilita’ si’ che resta inalterato il riparto dei fondi tra le
regioni effettuato con la menzionata delibera del 26 giugno 1996;
Preso atto che l’intervento e’ stato individuato in base alla
puntuale proposta formulata dalla regione competente, titolare
della relativa potesta’ programmatoria, e confortata dal parere
espresso dal sovrintendente scolastico regionale e dal provveditore
agli studi;
Delibera:
1. L’importo di lire 2 miliardi, indicato nella propria delibera
del 26 giugno 1996 quale limite massimo per il finanziamento
dell’intervento di completamento della scuola elementare sita nel
comune di Quarto (Napoli), via Pietra Bianca, e’ rideterminato in
L. 1.513.832.501.
2. E’ approvato il completamento della palestra della citata scuola
elementare, per un importo di L. 486.167.499.
L’intervento viene finanziato con le risorse disponibili a seguito
della riduzione di cui al punto precedente.
All’intervento stesso si applicano le disposizioni di cui ai punti
2, 3, 4, 5 e 6 menzionata delibera del 26 giugno 1996.
3. Il Ministero della pubblica istruzione riferira’ la relazione
prevista al punto 8 della delibera del 26 giugno 1996 al programma
complessivo di edilizia scolastica finanziato ai sensi dell’art. 2,
comma 4, della legge n. 431/1996, quale risulta dalle integrazioni
e modifiche apportate al programma originario.
Roma, 4 agosto 2000
Il Presidente delegato: Visco
Registrata alla Corte dei conti il 3 ottobre 2000
Registro n. 4 Tesoro, bilancio e programmazione economica, foglio
n. 160

Architetto.info