Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Legge n. 431/1998: riparto risorse del Fondo nazionale per il sostegno...

Legge n. 431/1998: riparto risorse del Fondo nazionale per il sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione relative al 2000. (Deliberazione n. 73/2000).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Visto l’art. 10 della legge 14 febbraio 1963, n. 60, che destina i
contributi di cui al comma 1, lettere b) e c) al finanziamento di
un programma di costruzione di alloggi per lavoratori;
Vista la legge 9 dicembre 1998, n. 431, concernente la disciplina
delle locazioni e del rilascio degli immobili adibiti ad uso
abitativo e che, all’art. 11, istituisce presso il Ministero dei
lavori pubblici il “Fondo nazionale per il sostegno all’accesso
alle abitazioni in locazione”, con una dotazione annua di 600
miliardi di lire (309,874 milioni di euro) per gli anni 1999, 2000
e 2001 a valere sui proventi dei contributi relativi alle
annualita’ 1996-1998 di cui alla legge n. 60/1963 sopra citata;
Visto in particolare il comma 5 del citato art. 11 della legge n.
431/1998, che prevede che le risorse assegnate al Fondo siano
ripartite annualmente da questo Comitato tra le regioni e province
autonome, su proposta del Ministro dei lavori pubblici e previa
intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo
Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano anche
in rapporto alla quota di risorse messe a disposizione dalle
singole regioni e province autonome;
Vista la legge 23 dicembre 1999, n. 488, che eleva la dotazione del
suddetto fondo per il 2000 a 710 miliardi di lire (366,684 milioni
di euro);
Visto l’art. 3, comma 2, del decreto-legge 7 gennaio 2000, n. 1,
convertito nella legge 7 marzo 2000, n. 44, che opera una riduzione
degli importi indicati per il 2000 nella tabella C della citata
legge n. 488/1999 si’ che la dotazione del Fondo in questione per
l’anno considerato risulta rideterminata in complessivi 700
miliardi di lire (361,520 milioni di euro);
Vista la delibera n. 100/99 in data 30 giugno 1999, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 217 del 15 settembre
1999, con la quale questo Comitato, in relazione ai contenuti
dell’intesa raggiunta dalla succitata Conferenza nella seduta del
27 maggio 1999, ha ripartito tra le regioni e le province autonome
di Trento e Bolzano la quota di 600 miliardi (309,874 milioni di
euro) relativa all’annualita’ 1999;
Vista la delibera n. 6 del 15 febbraio 2000, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale – serie generale – n. 93 del 20 aprile 2000, con
la quale questo Comitato, con la medesima procedura, ha provveduto
al riparto delle disponibilita’ del fondo sociale previsto all’art.
75 della legge 27 luglio 1978, n. 392; disponibilita’ che l’art.
11, comma 11, della legge n. 431/1998 ha assegnato al “Fondo
nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione”
e che sono state quantificate in L. 152.779.714.043 (78.904.137
euro);
Vista la nota n. 95 del 20 luglio 2000 con la quale il Ministro dei
lavori pubblici ha trasmesso alla richiamata Conferenza la proposta
di riparto delle disponibilita’ relative all’anno 2000;
Vista la nota n. 3707/00/C.4.2.2 del 21 luglio 2000 con la quale la
segreteria della predetta Conferenza ha trasmesso alla segreteria
di questo Comitato la proposta di cui sopra;
Preso atto che detta proposta e’ stata predisposta alla stregua dei
parametri gia’ utilizzati per il riparto di cui alle richiamate
delibere del 30 giugno 1999 e del 15 febbraio 2000;
Preso atto che sulla medesima si e’ realizzata la prevista intesa
nella seduta tenuta dalla citata Conferenza il 3 agosto 2000;
Considerato che questo Comitato, nelle precedenti occasioni, aveva
rappresentato la necessita’ di approfondire, in vista dei
successivi riparti, l’intera tematica e di approfondire in
particolare le conoscenze sul disagio abitativo a livello regionale
in vista della revisione dei criteri adottati per il riparto, come
auspicato in piu’ occasioni dalla menzionata conferenza permanente
e da ultimo ribadito;
Considerato che questo comitato aveva, altresi’, preso atto
dell’impossibilita’ di tener conto, in fase di prima applicazione,
di eventuali risorse poste a disposizione dalle regioni per le
finalita’ di cui all’art. 11 della legge n. 431/1998 ed invitato le
regioni stesse per il prosieguo a comunicare l’entita’ dei fondi
eventualmente iscritti in bilancio a tale scopo;
Considerato che, nella nota richiamata, il Ministero dei lavori
pubblici, nel dichiarare di condividere l’opportunita’ di procedere
alla revisione dei criteri di riparto, ha rilevato che una valida
soluzione e’ quella di ripartire le risorse in relazione alle
esigenze che emergeranno a seguito della conclusione della
procedura di assegnazione dei fondi relativi al 1999, facendo a tal
fine riferimento alle elaborazioni desumibili dai bandi comunali
opportunamente aggregate da ciascuna regione, ed ha precisato che
la nuova impostazione potra’ essere adottata a decorrere
dall’assegnazione dei fondi relativi al 2001 e che, in tale
occasione, si potra’ tener conto anche della quota di risorse messa
a disposizione dalle regioni medesime;
Considerato che non sono pervenute, da parte delle regioni,
comunicazioni in ordine a stanziamenti disposti nelle leggi di
bilancio relative al 2000 per le finalita’ di cui all’art. 11 della
legge n. 431/1998;
Ritenuto di condividere la procedura come sopra prospettata dal
Ministero dei lavori pubblici, che del resto riflette indicazioni
del disegno di legge recante amisure per ridurre il disagio
abitativo ed interventi per aumentare l’offerta di alloggi in
locazione” e della quale il citato Ministero provvedera’ a
stabilire le scansioni temporali in modo da acquisire gli elementi
conoscitivi in tempo utile per un tempestivo riparto delle risorse
relative al 2001;
Rilevata la necessita’ di definire con urgenza il riparto tra le
regioni in modo che possa essere assicurata, a favore dei comuni,
la continuita’ nei flussi finanziari intesi a fronteggiare le
esigenze abitative dei ceti meno abbienti;
Delibera:
1. Le risorse di cui all’art. 11, comma 9, della legge 9 dicembre
1998, n. 431, pari per il 2000 a complessivi 700 miliardi di lire
(361,520 milioni di euro) sono ripartite tra le regioni e le
province autonome di Trento e Bolzano secondo l’allegata tabella
che forma parte integrante della presente delibera.
2. Le regioni e le province autonome ripartiscono le quote di
propria spettanza a norma del comma 7 del citato art. 11 della
legge n. 431/1998.
3. I comuni, sulla base delle risorse loro assegnate e nel rispetto
dei requisiti minimi stabiliti dal decreto del Ministro dei lavori
pubblici in data 7 giugno 1999, definiscono la graduatoria tra i
soggetti in possesso dei predetti requisiti.
4. Le regioni e province autonome comunicheranno alla segreteria di
questo Comitato ed all’osservatorio della condizione abitativa del
Ministero dei lavori pubblici, entro il termine che stabilira’ il
medesimo Ministero dei lavori pubblici, l’entita’ dei fondi che
vengano iscritti nei bilanci relativi ai successivi esercizi
finanziari per le finalita’ di cui trattasi.
Roma, 4 agosto 2000
Il Presidente delegato: Visco
Registrata alla Corte dei conti il 3 ottobre 2000
Registro n. 4 Tesoro, bilancio e programmazione economica, foglio
n. 154
Tabella
=================================================================

Regioni e province autonome % Importi
—————————–
(mln. di lire) (mgl. di euro)
—————————————————————–
Piemonte …………….. 5,901 41.307,000 21.333,285
Valle d’Aosta ………… 0,094 658,000 339,829
Lombardia …………..16,187 113.309,000 58.519,215
P.A.Trento …………… 0,282 1.974,000 1.019,486
P.A.Bolzano ………….. 0,240 1.680,000 867,648
Veneto ………………. 5,263 36.841,000 19.026,789
Friuli-Venezia Giulia …. 0,396 2.772,000 1.431,619
Liguria ……………… 2,276 15.932,000 8.228,191
Emilia-Romagna ……… 8,594 60.158,000 31.069,014
Toscana ……………… 6,094 42.658,000 22.031,018
Umbria ………………. 1,429 10.003,000 5.166,118
Marche ………………. 1,132 7.924,000 4.092,404
Lazio ……………….. 10,654 74.578,000 38.516,323
Abruzzo ……………… 0,673 4.711,000 2.433,028
Molise ………………. 0,195 1.365,000 704,964
Campania …………… 19,549 136.843,000 70.673,511
Puglia ………………. 7,928 55.496,000 28.661,292
Basilicata …………… 0,656 4.592,000 2.371,570
Calabria …………….. 5,751 40.257,000 20.791,005
Sicilia ……………… 5,901 41.307,000 21.333,285
Sardegna …………….. 0,805 5.635,000 2.910,235
————————————
Totale … 100,000 700.000,000 361.519,829

Architetto.info