Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Intervento del Fondo di rotazione per l'attuazione delle politiche com...

Intervento del Fondo di rotazione per l'attuazione delle politiche comunitarie, di cui alla legge n. 183/1987, a favore del programma operativo nazionale sicurezza 2000-2006, ai sensi dell'art. 67 della legge 23 dicembre 1999, n. 488. (Deliberazione n. 88/2000).

IL COMITATO INTERMINISTERIALE PER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Vista la legge 16 aprile 1987, n. 183, concernente il coordinamento
delle politiche riguardanti l’appartenenza dell’Italia alle
Comunita’ europee e l’adeguamento dell’ordinamento interno agli
atti normativi comunitari e, in particolare, gli articoli 2 e 3,
relativi ai compiti del CIPE in ordine all’armonizzazione della
politica economica nazionale con le politiche comunitarie, nonche’
l’art. 5 che ha istituito il Fondo di rotazione per l’attuazione
delle dette politiche;
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 1988,
n. 568, recante il regolamento sulla organizzazione e sulle
procedure amministrative del predetto Fondo di rotazione e
successive modificazioni ed integrazioni;
Visti gli articoli 74 e 75 della legge 19 febbraio 1992, n. 142
(legge comunitaria 1991), e l’art. 56 della legge 6 febbraio 1996,
n. 52 (legge comunitaria 1994);
Visto il decreto del Presidente della Repubblica 24 marzo 1994, n.
284, con il quale e’ stato emanato il regolamento recante procedure
di attuazione della legge n. 183/1987 e del decreto legislativo 3
aprile 1993, n. 96, in materia di coordinamento della politica
economica nazionale con quella comunitaria;
Vista la legge 17 maggio 1999, n. 144, che ha previsto il
trasferimento dei compiti di gestione tecnica e finanziaria, gia’
attribuiti al CIPE, alle amministrazioni competenti per materia;
Vista la legge 23 dicembre 1999, n. 488 (legge finanziaria 2000),
ed in particolare l’art. 67, che autorizza una spesa complessiva
non inferiore a 1000 miliardi di lire (pari a 516,456 Meuro), nel
periodo 2000-2006, per la realizzazione di un programma di
investimenti in sicurezza da realizzare nelle regioni
dell’obiettivo 1 e demanda altresi’ al CIPE il compito di stabilire
le quote annuali di cofinanziamento nazionale a favore del predetto
Programma;
Vista la propria delibera n. 141 del 6 agosto 1999, recante
“Regolamento concernente il riordino delle competenze del CIPE”,
con la quale sono state devolute al Ministero del tesoro, del
bilancio e della programmazione economica le funzioni relative alla
determinazione della quota nazionale pubblica degli interventi
cofinanziati dall’Unione europea, nell’ambito delle direttive
generali emanate dal CIPE;
Visti i regolamenti del Consiglio delle Comunita’ europee
attualmente in vigore in materia di fondi strutturali;
Considerato che in data 6 ottobre 1999 la Commissione europea ha
dichiarato ricevibile il programma operativo nazionale “Sicurezza
per lo sviluppo del Mezzogiorno d’Italia”, relativo al Quadro
comunitario di sostegno 2000-2006;
Vista la richiesta del Ministro dell’interno del 14 luglio 2000, n.
555/S.M./2.P.6/884/2000, con la quale – nel richiamare il programma
operativo nazionale “Sicurezza per lo sviluppo del Mezzogiorno
d’Italia” relativo al QCS 2000-2006, in via di definitiva
approvazione in sede comunitaria, si sottopone all’approvazione del
CIPE il piano finanziario relativo al programma nel detto periodo e
si fa altresi’ presente che talune esigenze prospettate nei patti
per la sicurezza, di cui al richiamato art. 67, dovranno trovare
accoglimento nel programma stesso, ove coerenti con l’impostazione
complessiva del QCS ed, in particolare, con gli interventi previsti
nel citato programma;
Ritenuto di dover accogliere la predetta richiesta, gia’ valutata
favorevolmente, nella seduta del 1o agosto 2000, dalla prima
Commissione per il coordinamento delle politiche economiche
nazionali con le politiche comunitarie, istituita nell’ambito di
questo Comitato ai sensi delle deliberazioni CIPE n. 63/98 dell’8
luglio 1998 e n. 79/98 del 5 agosto 1998;
Delibera:
1. E’ approvata, ai sensi dell’art. 67 della legge 23 dicembre
1999, n. 488, l’allegata tabella nella quale sono indicate in via
programmatica, per il periodo 2000-2006, le quote annuali del
cofinanziamento nazionale pubblico di 539,775 Meuro (circa
1.045,150 miliardi di lire) a favore del programma operativo
nazionale “Sicurezza per lo sviluppo del Mezzogiorno d’Italia”, il
cui costo complessivo ammonta a 1.112,883 Meuro (circa 2.154,842
miliardi di lire).
Il relativo onere e’ posto a carico del Fondo di rotazione per
l’attuazione delle politiche comunitarie ex lege n. 183/1987. Le
risorse saranno erogate secondo le modalita’ previste dalla
normativa vigente, sulla base delle richieste inoltrate dal
Ministero dell’interno.
2. Il predetto Fondo di rotazione e’ autorizzato ad erogare le
quote stabilite dalla presente delibera anche negli anni
successivi, fino a quando perdura l’intervento comunitario.
3. Il Ministero dell’interno adottera’ tutte le iniziative ed i
provvedimenti necessari per utilizzare entro le scadenze previste i
finanziamenti comunitari e nazionali relativi al programma ed
effettua i controlli di competenza.
4. I dati relativi all’attuazione degli interventi saranno
trasmessi a cura dell’amministrazione titolare al sistema
informativo del Dipartimento della ragioneria generale dello Stato,
secondo le modalita’ vigenti.
Roma, 4 agosto 2000
Il Presidente delegato: Visco
Registrato alla Corte dei conti il 3 ottobre 2000
Registro n. 4 Tesoro, bilancio e programmazione economica, foglio
n. 157
Tabella a pag. 61

Architetto.info