Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Proroga della data di presentazione delle proposte relative al program...

Proroga della data di presentazione delle proposte relative al programma finanziario europeo LIFE-Ambiente per le regioni Valle d'Aosta, Piemonte e Liguria

IL DIRETTORE GENERALE
del servizio per lo sviluppo sostenibile
Vista la legge 8 luglio 1986, n. 349, e successive modificazioni ed
integrazioni;
Visto il regolamento (CEE), n. 1973/92 del 21 maggio 1992, che
istituisce uno strumento finanziario per l’ambiente (LIFE);
Visto il regolamento (CE) n. 1655/2000 del 17 luglio 2000,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale delle Comunità europee n. 192
del 28 luglio 2000, che modifica il regolamento (CEE) n. 1973/92
del 21 maggio 1992 e definisce le modalità di attuazione del
programma LIFE-Ambiente per il periodo 2000-2004;
Considerato che viene demandata allo Stato membro la competenza a
fissare la data entro cui debbono essere presentate le proposte
volte ad ottenere finanziamenti nell’ambito del programma
finanziario comunitario LIFE-Ambiente;
Visto il decreto ministeriale del 3 agosto 2000 con il quale si
fissano le modalità di presentazione delle proposte relative al
programma finanziario europeo LIFE-Ambiente per l’annualità 2000;
Visto il decreto ministeriale del 4 agosto 2000 con il quale viene
rideterminato al giorno 16 ottobre 2000 il termine di presentazione
delle proposte relative al programma finanziario europeo LIFE-
Ambiente per l’annualità 2000;
Considerato che lo stato di calamità, di cui al decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri del 16 ottobre 2000, ha di
fatto reso impossibile la presentazione delle citate proposte LIFE
da parte di alcuni dei soggetti residenti nelle regioni Valle
d’Aosta, Piemonte e Liguria;
Decreta:
Art. 1.
Il termine per la presentazione delle proposte relative al
programma finanziario europeo LIFE-Ambiente di cui all’art. 1 del
decreto ministeriale 3 agosto 2000, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale n. 201 del 29 agosto 2000 è prorogato al 23 ottobre 2000
per quei soggetti (beneficiari, partner e cofinanziatori) residenti
nelle regioni Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria.
La proroga di cui al comma 1 è concessa altresi a quei soggetti
pubblici che con delibera precedente al 16 ottobre 2000 avevano
affidato l’incarico della redazione della proposta a soggetti
residenti nelle dette regioni.
Le proposte, così come descritte nell’art. 2 del citato decreto
ministeriale, devono pervenire presso la sede del Ministero
dell’ambiente, via Cristoforo Colombo n. 44 – Roma, entro le ore 20
del giorno 23 ottobre 2000.
Art. 2.
Restano fatte salve le altre prescrizione di cui al citato decreto
ministeriale 3 agosto 2000.Il presente decreto sarà trasmesso agli
organi di controllo per gli adempimenti di competenza e pubblicato
nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Architetto.info