Architetto.info - Architetto.info | Architetto.info

Legge n. 614/1996: programma di interventi di manutenzione e completam...

Legge n. 614/1996: programma di interventi di manutenzione e completamento delle reti viarie provinciali. (Deliberazione n. 75/2000).

IL COMITATO INTERMINISTERIALEPER LA PROGRAMMAZIONE ECONOMICA
Visto l’art. 4 del decreto-legge 23 giugno 1995, n. 244, convertito
dalla legge 8 agosto 1995, n. 341, che autorizza il Ministero del
tesoro a contrarre mutui con la Cassa depositi e prestiti, con
onere di ammortamento a totale carico dello Stato, per la
realizzazione, nelle aree depresse, di grandi opere
infrastrutturali che vengano approvate da questo Comitato con la
procedura nella legge stessa stabilita;
Visto art. 1, comma 79, della legge 28 dicembre 1995, n. 549, che
destina 600 miliardi di lire, a valere sui mutui come sopra
attivabili, al finanziamento d’interventi relativi ai trasporti
rapidi di massa a guida vincolata e tranvie veloci, ad un programma
di manutenzione e completamento delle reti viarie provinciali ed
alla metanizzazione e rimette a questo Comitato il riparto tra le
tipologie in questione;
Visto il decreto-legge 1 luglio 1996, n. 344, convertito dalla
legge 20 dicembre 1996, n. 641, che prevede la contrazione di
ulteriori mutui, con onere di ammortamento a totale carico dello
Stato, per la realizzazione di iniziative dirette a favorire lo
sviluppo sociale ed economico nelle aree depresse del territorio
nazionale, demandando a questo Comitato di procedere al riparto
degli importi derivanti dall’accensione dei mutui stessi;
Vista la propria delibera dell’8 maggio 1996, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale n. 149 del 27 giugno 1996, con la quale questo
Comitato ha ripartito i 600 miliardi di lire di cui al citato art.
1, comma 79, della legge n. 549/1995, destinando 200 miliardi di
lire al programma relativo alle strade provinciali;
Vista la propria delibera in data 27 novembre 1996, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale n. 38 del 15 febbraio 1997, con la quale
questo Comitato ha approvato un primo elenco d’interventi da
finanziare con parte del suddetto importo di 200 miliardi di lire,
e vista la delibera n. 255/97 in data 18 dicembre 1997 (in Gazzetta
Ufficiale n. 60 del 13 marzo 1998), con la quale questo comitato
stesso ha approvato modifiche ed integrazioni al programma in
questione;
Vista la delibera in data 18 dicembre 1996, pubblicata nella
Gazzetta Ufficiale n. 28 del 4 febbraio 1997, con la quale questo
Comitato ha riservato il 5% delle risorse ritraibili
dall’accensione dei mutui di cui alla richiamata legge n. 641/1996
a specifiche tipologie d’intervento;
Vista la propria delibera n. 84 in data 23 aprile 1997, pubblicata
nella Gazzetta Ufficiale n. 163 del 15 luglio 1997, con la quale
questo Comitato, nel ripartire la quota accantonata al punto 4
della delibera per ultimo citata, ha destinato l’importo di 200
miliardi alla manutenzione ed al completamento delle reti viarie
provinciali, demandando al Ministro dei lavori pubblici di
individuare le opere da finanziare e prevedendo la sottoposizione a
questo Comitato delle relative indicazioni;
Vista la propria delibera n. 42/98 in data 6 maggio 1998,
pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 159 del 10 luglio 1998
(errata corrige nella Gazzetta Ufficiale n. 171 del 27 luglio
1998), che reca indicazioni procedurali e che in particolare al
punto 3.1 disciplina, a seconda delle diverse fattispecie, le
modalita’ di trasferimento delle risorse;
Vista la nota n. 1025 in data 13 giugno 2000, con la quale il
Ministro dei lavori pubblici ha presentato il piano di riparto di
206,915 miliardi di lire, dei quali 200 a valere sulle risorse
della citata legge n. 641/1996 e 6,915 rivenienti da revoche
disposte a carico del precedente programma, e con la quale il
citato Ministro ha altresi proposto per l’ammissione a
finanziamento un primo elenco di progetti d’importo pari a 84.188,1
milioni di lire, indicando il 30 settembre 2000 quale data ultima
da assegnare alle province per l’effettuazione delle relative gare
e proponendo alcune modifiche alla procedura stabilita dalla
delibera n. 42/98 in considerazione dell’entita’ limitata di alcuni
interventi;
Vista la nota n. 1112 del 4 luglio 2000 con la quale il Ministero
dei lavori pubblici rappresenta l’opportunita’ di differire il
termine ultimo per l’effettuazione delle gare al 15 ottobre 2000 al
fine di lasciare alle province tempi adeguati per lo svolgimento
delle procedure propedeutiche all’effettuazione delle gare;
Preso atto che la commissione infrastrutture si e’ pronunziata
positivamente sulla proposta nella seduta del 24 luglio 2000;
Preso atto che il Ministro del tesoro, del bilancio e della
programmazione economica, concordando al riguardo, ha fatto propria
la proposta stessa;
Considerato che, nella richiamata delibera del 23 aprile 1997,
questo comitato aveva disposto che, in sede di redazione del nuovo
programma, si tenesse conto anche dei finanziamenti assegnati con
il programma gia’ approvato;
Considerato che il piano ora sottoposto a questo Comitato e’ stato
predisposto prevedendo la destinazione del 70% dell’intera
disponibilita’ di 400 miliardi di lire alle regioni dell’obiettivo
1 e del residuo 30% alle regioni degli obiettivi 2 e 5b;
Considerato che sono state calcolate le quote che, nell’ambito
della ricordata macroripartizione, competerebbero alle singole
province sulla base degli indicatori della popolazione, del tasso
di disoccupazione e della lunghezza delle strade provinciali e che
dalle quote cosi’ spettanti sono stati detratti gli importi
assegnati con le precedenti delibere, escludendo conguagli
nell’ipotesi di differenza negativa;
Considerato che il citato dicastero ha ritenuto opportuno
sottoporre il suddetto piano di riparto alla Conferenza permanente
per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome che,
nella seduta del 21 ottobre 1999, ha espresso parere favorevole,
formulando alcune considerazioni per futuri riparti;
Considerato che l’elenco proposto per l’ammissione a finanziamento
concerne interventi per i quali il Ministero citato dichiara di
aver gia’ positivamente effettuato la verifica sulla corrispondenza
a criteri prefissati e sulla ricorrenza del requisito della
cantierabilita’;
Delibera:
1. Approvazione piano riparto.
E’ approvato il piano di riparto dell’importo di lire 206,915
miliardi che costituisce l’allegato 1 alla presente delibera, della
quale forma parte integrante: la quota assegnata a ciascuna
provincia a valere sull’importo complessivo di cui sopra,
corrispondente alla somma delle disponibilita’ destinate al settore
con la delibera del 23 aprile 1997 citata in premessa e degli
importi rivenienti da revoche disposte dal Ministero dei lavori
pubblici a carico del precedente programma, e’ indicata nella
colonna 9 del suddetto piano di riparto.
2. Approvazione programma di interventi.
2.1. E’ approvato un primo elenco di interventi di manutenzione e
completamento delle reti viarie provinciali, per un importo
complessivo di L. 84.188.100.000, da ammettere a finanziamento a
valere sulle quote come sopra attribuite alle rispettive province:
l’elenco costituisce l’allegato 2 della presente delibera, della
quale forma parte integrante.
Il Ministro dei lavori pubblici sottoporra’, non appena possibile,
il programma di interventi da finanziare con le rimanenti
disponibilita’.
2.2. Agli interventi di cui al suddetto elenco si applicano le
disposizioni di cui ai punti 2 e 3 della delibera del 27 novembre
1996, citata in premessa.
2.3. Il termine ultimo per l’effettuazione delle gare di appalto da
parte delle amministrazioni interessate viene fissato al 15 ottobre
2000.
2.4. A parziale modifica di quanto previsto al punto 3.1.2 della
delibera n. 42/98, per gli interventi il cui costo definitivo –
quale risultante dopo l’effettuazione della gara – non superi i 300
milioni di lire il Ministero dei lavori pubblici trasferira’ alle
amministrazioni interessate, compatibilmente con le disponibilita’
di cassa, un importo corrispondente al 100% di detto costo
definitivo, mentre, per gli interventi con un costo definitivo
superiore a 300 milioni di lire, verra’ erogata un’anticipazione
non superiore al 20% del costo stesso, compatibilmente con le
disponibilita’ di bilancio.
2.5. Eventuali problematiche che dovessero emergere in sede di
attuazione della presente delibera saranno sottoposte alla
commissione intrastrutture, che assumera’ le definitive
determinazioni al riguardo.
2.6. Il Ministro dei lavori pubblici estendera’ la relazione
prevista dalle citate delibere del 27 novembre 1996 e del 18
dicembre 1997 anche all’attuazione del programma finanziato con la
presente delibera in modo da offrire un quadro organico degli
interventi avviati e del grado di realizzazione del piano di
ammodernamento della rete stradale di interesse provinciale,
segnalando in particolare eventuali criticita’.
Roma, 4 agosto 2000
Il Presidente delegato: Visco
Registrato alla Corte dei conti il 3 ottobre 2000
Registro n. 4 Tesoro, bilancio e programmazione economica, foglio
n. 155
Allegato 1
pag. 44
pag. 45
pag. 46
pag. 47
pag. 48
Allegato 2
pag. 49
pag. 50
pag. 51
pag. 52
pag. 53
pag. 54
pag. 55
pag. 56
pag. 57
pag. 58

Architetto.info